Confermato: California contro i chip sottopelle

Come sperato da più parti il più celebre degli stati federali USA vieta ai datori di lavoro di imporre ai propri dipendenti un chip RFID nelle carni

Roma - La notizia era nell'aria ormai da un certo tempo e di recente i dubbi sembravano dissipati: rimaneva qualche perplessità sulla possibile posizione del governatore Arnold Schwarzenegger ma alla fine la California si è dotata di una normativa che tutela dall'impianto obbligatorio di chip sottopelle.

da wired.comLa legge, come sanno i lettori di Punto Informatico, viene considerata una misura cautelativa.

Sebbene VeriChip, l'ormai celebre azienda che produce il chippetto RFID impiantabile, si sgoli nel ricordare che "solo" 2mila esseri umani hanno ricevuto il suo gioiellino tecnologico nelle proprie carni, il timore che il chippetto si diffonda in ambito lavorativo è molto elevato. Ed è per questo, dunque, che la legge ora impedisce in modo specifico che un datore di lavoro possa imporre ai propri dipendenti di prestarsi all'impianto.
In sé il chippetto pare tutto meno che pericoloso: stando alla Food and Drug Administration americana, il severo ente di controllo su prodotti e farmaci, l'impianto del Verichip non rappresenta un rischio salute, ed è per questo che la sua commercializzazione è consentita. Va detto che riguardo a questa posizione della FDA non mancano le polemiche, girano anche accuse sul modo in cui Verichip ha ottenuto il via libera, illazioni che fino a questo momento non hanno comunque trovato la via di un procedimento legale formale.

mano chippataChe i timori californiani possano essere fondati, peraltro, lo dimostra il favore con cui altrove il Verichip e l'impianto siano stati accolti. È noto, ad esempio, il caso dell'allora procuratore generale messicano Rafael Macedo de la Concha che nel 2004 non solo riempì le cronache del suo braccio con RFID incorporato, ma impose ai dipendenti del suo ufficio di farselo impiantare, pena l'impossibilità di accedere al proprio posto di lavoro.

Con questa normativa, la California si allinea a South Dakota e Wisconsin, altri due stati che hanno deciso di mettere fuorilegge l'obbligo di impianto. In Italia l'impianto obbligatorio sottopelle, già considerato dal Garante della privacy una sorta di abominio, oggi è vietato dalle normative di tutela della persona.

Qui sotto un video danese che riprende l'impianto di un chip RFID nella mano:


9 Commenti alla Notizia Confermato: California contro i chip sottopelle
Ordina
  • Ancora una volta siamo costretti a pubblicare l'ennesimo avvertimento nel vostro sito, per essere certi che tutti ne siano a conoscenza e che ognuno possa fare la sua scelta.
    Negli ultimi anni si sta` diffondendo sempre piu` la tecnologia dei chip sottocutanei, cio` che in passato non poteva essere capito ora si puo` capire.

    Questo e` solo l'inizio. Non sappiamo chi siano, forse il Nuovo Ordine Mondiale, l'AntiCristo, forse entrambi, forse chissa`?


    Inoltre obbligò tutti,
    piccoli e grandi, ricchi e poveri,
    liberi e schiavi, a farsi mettere un marchio
    sulla mano destra o sulla fronte. Nessuno poteva
    comprare o vendere se non portava il marchio, cioè il
    nome della bestia o il numero che corrisponde al suo nome.
    Apocalisse 13:16-17

    Le ragioni che saranno date per l’introduzione di questo marchio per :
    -controllare il crimine organizzato,
    -fermare il traffico di droga,
    -impedire la fuga di capitali o il loro “lavaggio”,
    -una redistribuzione finanziaria a livello mondiale dopo un -collasso finanziario globale, (ipotesi, quest’ultima, non affatto azzardata), o qualsiasi altra spiegazione farà allora comodo dare.: l’Anticristo.

    La Bibbia è estremamente chiara su questo punto:

    …Chiunque adora la bestia e la sua immagine, e ne prende il marchio
    sulla fronte o sulla mano, egli pure berrà il vino dell’ira
    di Dio versato puro nel calice della Sua ira; e sarà
    tormentato con fuoco e zolfo davanti ai
    santi angeli e davanti all’Agnello
    Il fumo del loro tormento sale nei
    secoli dei secoli. Chiunque
    adora la bestia e la sua
    immagine e prende il
    marchio del suo
    nome, non ha
    riposo né
    giorno né
    notte.
    Apocalisse 14:9-11

    Dobbiamo dire di no, rifiutarci, molti di noi verranno costretti, forse in futuro anche ammazzati, ma e` certo che il tempo e` arrivato, diciamo NO.

    Ora e` stato detto che non c'e` nessun obbligo, ma in futuro il sistema ci potra` obbligare, come oggi siamo obbligati ad avere un telefonino, un conto corrente, un'assicurazione sanitaria,...
    A voi la scelta
    non+autenticato
  • E' bellissimo (per non dire estremametne preoccupante). Prima o poi riusciranno anche collegarlo con l'I-pod o con il palmare o il cell.:si potrà ascoltare musica appoggiando la mano all'orecchio, scriversi sulla mano o parlare al telefono senza altri strumenti che il proprio corpo. E poi si potrà essere reperibili in qualsiasi momento. Aspetto la liberazione da Neo.
    non+autenticato
  • che bello diventare macchine! E' proprio quello che speravo!
    magari tutte le cacchinate elettroniche che ci faremo impantare le facciamo anche programmare da microschifo?
    non+autenticato
  • "Food and Drug Administration americana, il severo ente di controllo su prodotti e farmaci"


    Ottima battuta.
    non+autenticato
  • se non sbaglio a suo tempo aveva dato l'ok all'amianto in alcune applicazioni sanitarie
    non+autenticato
  • e tutti avremo il nostro chip impiantato come capre per macelli.
    La tentazione di controllarci tutti sarà troppo grande.

    Alla fine sarà come in 2013 la fortezza.

    Il delitto non paga!
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 6 discussioni)