Aosta, due emittenti tornano all'analogico

Due delle tre emittenti locali che avevano abbracciato il Digitale Terrestre annunciano il ritorno all'analogico. Colpa del Governo, dicono. Gasparri (ex min. Comunicazioni): il Governo ha sbagliato tutto

Roma - Che ci sarebbe potuto scappare qualche problema nel "costringere" la Valle d'Aosta a convertirsi all digital lo si poteva supporre, ma certo alza non poca polvere la decisione di un importante imprenditore televisivo locale di rinunciare alla modalità digitale terrestre e tornare all'analogico.

"Ci ritroviamo con un ministero delle Comunicazioni che spinge e finanzia la sperimentazione digitale in aree definite all-digital come la Valle d'Aosta e la Sardegna ma poi, attraverso i propri organi periferici, costringe gli operatori locali a lavorare secondo l'interpretazione di una legge scritta esclusivamente per l'emissione analogica e che di fatto ne impedisce lo sviluppo e la sperimentazione stessa".

Con queste parole Mauro Pagliero, che gestisce sia Rete St.Vincent che E21 Network, ha annunciato la decisione della propria azienda di rinunciare al DTT, una rinuncia che peraltro apre un fortissimo conflitto con le regole per lo switch-off regionale (il passaggio appunto da analogico a digitale) decise da Roma.
Pagliero sottolinea come la decisione significa che "due delle uniche tre emittenti televisive locali rimaste in Valle d'Aosta rinunciano al digitale terrestre e da oggi tornano a trasmettere in modalità analogica abbandonando la sperimentazione del digitale terrestre, adottata 24 ore su 24 da circa un anno".

Sì, perché se c'è qualcosa destinato ad alzare polvere è proprio la voce di chi nel DTT ha creduto ed investito, cercando anzi di sottrarsi alla morìa delle televisioni locali e spingendo sull'innovazione.

Pagliero non risparmia critiche in questo senso: "Chi, come il sottoscritto, ha creduto in questa nuova tecnologia investendo centinaia di migliaia di euro senza trarne alcun vantaggio economico non viene tutelato. Anzi - insiste - viene considerato e punito come un abusivo da quelle persone che nell'amministrarci purtroppo ignorano gli indispensabili fondamenti tecnici connessi ai reali vantaggi che la tecnologia digitale terrestre può offrire". Secondo Pagliero "non basta riempirsi la bocca con la definizione di regione all digital senza però conoscere il significato tecnico della parola stessa". Il riferimento è a quella che viene vissuta come impossibilità di mettere in pratica il DTT e dunque di dar corpo sul territorio agli investimenti sopportati negli scorsi anni.

Su queste polemiche si è incardinata anche l'esternazione di ieri dell'ex ministro delle Comunicazioni Maurizio Gasparri, che durante una trasmissione su RaiUtile ha accusato sia il Governo che la RAI di ritardi intollerabili.

"La RAI - ha attaccato l'esponente di Alleanza Nazionale - non ha nessun piano. A Fabiani (consigliere di amministrazione RAI, ndr.) devono spiegare cos'è il digitale terrestre. Ora ha capito, forse, che c'è la TV a colori".

Secondo Gasparri "questo governo non ha fatto nulla per il digitale terrestre. ╚ una grande irresponsabilità". A suo dire "noi abbiamo inaugurato il digitale e stanziato dei fondi, dopo loro non hanno fatto più nulla. Sono dei devastatori della modernità". "Occorrono volontà e investimenti - ha attaccato - Il Governo non li ha previsti e ci fa perdere tempo. Adesso ha rimesso gli incentivi sui decoder e non solo sui televisori digitali. Una cosa che, avevano detto, non si poteva fare". In realtà a dirlo, come si ricorderà, sono state le autorità europee di Bruxelles che hanno dichiarato illegittimi gli stanziamenti voluti dal governo Berlusconi per i decoder.

Gasparri ha poi concluso sostenendo che "serve dare priorità anche nel servizio pubblico al DTT: quindi più tecnologia e meno nani e ballerine. E avere volontà come sistema paese di andare in questa direzione". A suo dire "se il Governo non fa nulla, non si farà nemmeno nel 2022" lo switch-off su base nazionale.
187 Commenti alla Notizia Aosta, due emittenti tornano all'analogico
Ordina
  • Per maggior chiarezza su cosa "avrei voluto", Ti invito a leggere il secondo comunicato stampa. Ringrazio personalmente tutti coloro che hanno espresso la loro opinione in merito alla discussione. Mauro Pagliero
    non+autenticato
  • Pagliero dice che gli mettono i bastoni tra le ruote, ma non ha spiegato perché.
    Si può sapere perché questo genio dopo aver investito adesso torna indietro e si trova anche in collisione con un piano nazionale?
    non+autenticato
  • - Scritto da: Abusivo
    > Pagliero dice che gli mettono i bastoni tra le
    > ruote, ma non ha spiegato
    > perché.
    > Si può sapere perché questo genio dopo aver
    > investito adesso torna indietro e si trova anche
    > in collisione con un piano
    > nazionale?
    avrà ascoltato alleanza nazionale ovvero gasparri che dice che la colpa è di prodi Rotola dal ridere
    non+autenticato
  • Secondo me, nell'era di internet dove tutti possono trovare di tutto e di più semplicemente navigando, non c'è bisogno di dare alla televisione uno spazio tanto ampio.
    Bisognerebbe piuttosto pensare a informatizzare la gente e portare linee dati veloci nelle case degli italiani non ancora raggiunti da questi servizi.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Luigi
    > Secondo me, nell'era di internet dove tutti
    > possono trovare di tutto e di più semplicemente
    > navigando, non c'è bisogno di dare alla
    > televisione uno spazio tanto
    > ampio.
    > Bisognerebbe piuttosto pensare a informatizzare
    > la gente e portare linee dati veloci nelle case
    > degli italiani non ancora raggiunti da questi
    > servizi.
    non+autenticato
  • > Secondo me, nell'era di internet dove tutti
    > possono trovare di tutto e di più semplicemente
    > navigando, non c'è bisogno di dare alla
    > televisione uno spazio tanto
    > ampio.
    Siccome tu hai internet, nessuno deve avere la tv?
    Hai idea di quanta banda ciucciano 20-30 milioni di persone collegate contemporaneamente per guardare la tv?
    Ti pare che esista abbastanza banda per rendere possibile una cosa del genere?
    Nell'era di internet ti pare che se uno vuole solo guardare la tv debba essere obbligato a pagarsi il canone telefonico e il canone adsl?
    L'adsl è comoda, la uso e la pago pure poco grazie a Tuttoincluso, ma non mi sogno nemmeno di poterla usare per guardare la tv. E se a casa vogliamo guardare 3 cose diverse, che facciamo? Compriamo 3 linee telefoniche e 3 abbonamenti adsl? Ma ti pare sensato?
    Col dtt se aggiungo una tv in casa non devo rendere conto né a Telecom, né ad Infostrada. Aggiungo la tv, collego l'antenna e finisce lì.

    > Bisognerebbe piuttosto pensare a informatizzare
    > la gente e portare linee dati veloci nelle case
    > degli italiani non ancora raggiunti da questi
    > servizi.
    Prodi ha fatto la scelta opposta. Ha fatto privatizzare Telecom Italia tagliando le gambe a qualsiasi intervento pubblico nel settore. Ora non si può tornare indietro.
    non+autenticato
  • > Col dtt se aggiungo una tv in casa non devo
    > rendere conto né a Telecom, né ad Infostrada.
    > Aggiungo la tv, collego l'antenna e finisce
    > lì.

    ah, ora capisco.
    qui nessuno paga il canone rai.

    bhe allora, facile fare questi conti...

    > Prodi ha fatto la scelta opposta. Ha fatto
    > privatizzare Telecom Italia tagliando le gambe a
    > qualsiasi intervento pubblico nel settore. Ora
    > non si può tornare
    > indietro.

    e chissenefrega di quello che ha fatto il politog di turno?
    invece che investire nmila miliardi in ciarpame, li investissero in tecnologia decente e dal ritorno assicurato.
  • > > Col dtt se aggiungo una tv in casa non devo
    > > rendere conto né a Telecom, né ad Infostrada.
    > > Aggiungo la tv, collego l'antenna e finisce
    > > lì.
    > ah, ora capisco.
    > qui nessuno paga il canone rai.
    Che? Quello si paga in ogni caso. E si paga una volta sia che hai 1 tv, sia che ne hai 10.
    E pure se non hai la tv, ma la guardi tramite adsl sul monitor di casa, dovresti sempre pagare il canone rai.
    Quindi se fai dei conti li devi fare al netto del costo fisso che hai in ogni caso (canone rai).
    Te lo semplifico dato che pare che non ci arrivi:
    caso A) tv con adsl
    paghi canone adsl e canone rai
    caso B) tv con dtt
    paghi canone rai
    come vedi la differenza sta nel canone adsl, non nel canone rai...svegliati un po', va'.

    > > Prodi ha fatto la scelta opposta. Ha fatto
    > > privatizzare Telecom Italia tagliando le gambe a
    > > qualsiasi intervento pubblico nel settore. Ora
    > > non si può tornare
    > > indietro.
    > e chissenefrega di quello che ha fatto il politog
    > di turno?
    C'entra eccome. Una volta privatizzata un'azienda, lo stato non può più darle soldi per investire. Altrimenti finisce per dover rendere conto alla Commissione Europea per aiuti di Stato.

    > invece che investire nmila miliardi in ciarpame,
    > li investissero in tecnologia decente e dal
    > ritorno
    > assicurato.
    E a chi dai i soldi degli investimenti? A Telecom? Sono aiuti di stato e sono vietati.
    Già abbiamo avuto problemi nel dare incentivi per i decoder dtt, ora non puoi pensare di dare incentivi anche per la fibra.
    Ah, se te lo stessi chiedendo, ci vanno 4-8 miliardi di euro di investimenti in fibra in Italia. Gli inventimenti su dtt sono stati di qualche centinaio di milioni. Praticamente nulla. Quindi anche spostassi gli incentivi da una parte all'altra non cambieresti una cippa.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Geronimo
    > > > Col dtt se aggiungo una tv in casa non devo
    > > > rendere conto né a Telecom, né ad Infostrada.
    > > > Aggiungo la tv, collego l'antenna e finisce
    > > > lì.
    > > ah, ora capisco.
    > > qui nessuno paga il canone rai.
    > Che? Quello si paga in ogni caso. E si paga una
    > volta sia che hai 1 tv, sia che ne hai
    > 10.


    non mi risulta.

    > E pure se non hai la tv, ma la guardi tramite
    > adsl sul monitor di casa, dovresti sempre pagare
    > il canone
    > rai.
    > Quindi se fai dei conti li devi fare al netto del
    > costo fisso che hai in ogni caso (canone
    > rai).
    > Te lo semplifico dato che pare che non ci arrivi:
    > caso A) tv con adsl
    > paghi canone adsl e canone rai
    > caso B) tv con dtt
    > paghi canone rai
    > come vedi la differenza sta nel canone adsl, non
    > nel canone rai...svegliati un po',
    > va'.

    scordi le famose una tantum.
    e le tessere prepagate.
    e diosasolo che nuovi sistemi sono nella mente per far pagare un paio di tette e una macchinina in diretta.

    cercate di svegliarvi voi invece, che a forzo di ascoltar palle in tv ci credete sul serio...

    > > > Prodi ha fatto la scelta opposta. Ha fatto
    > > > privatizzare Telecom Italia tagliando le
    > gambe
    > a
    > > > qualsiasi intervento pubblico nel settore. Ora
    > > > non si può tornare
    > > > indietro.
    > > e chissenefrega di quello che ha fatto il
    > politog
    > > di turno?
    > C'entra eccome. Una volta privatizzata
    > un'azienda, lo stato non può più darle soldi per
    > investire. Altrimenti finisce per dover rendere
    > conto alla Commissione Europea per aiuti di
    > Stato.

    v commento precedenteTriste

    > > invece che investire nmila miliardi in ciarpame,
    > > li investissero in tecnologia decente e dal
    > > ritorno
    > > assicurato.
    > E a chi dai i soldi degli investimenti? A
    > Telecom? Sono aiuti di stato e sono
    > vietati.

    omg, allora ci fateTriste

    > Già abbiamo avuto problemi nel dare incentivi per
    > i decoder dtt, ora non puoi pensare di dare
    > incentivi anche per la
    > fibra.
    > Ah, se te lo stessi chiedendo, ci vanno 4-8
    > miliardi di euro di investimenti in fibra in
    > Italia. Gli inventimenti su dtt sono stati di
    > qualche centinaio di milioni. Praticamente nulla.
    > Quindi anche spostassi gli incentivi da una parte
    > all'altra non cambieresti una
    > cippa.

    vabbè saluti itagliano, io non posso sta qui tutta la sera a discutere di boiate.
    è stato stimolante però, te ne do atto Sorride

    saluti.

    ps: ma da quanto usate internet? da almeno 5 minuti, sembra...tv il futuroTriste ...assurdo...
  • > > Che? Quello si paga in ogni caso. E si paga una
    > > volta sia che hai 1 tv, sia che ne hai
    > > 10.
    > non mi risulta.
    LOL. Il canone si paga una volta per nucleo familiare.
    Se hai 10 case e 20 tv, paghi sempre una volta il canone.
    Se non ti risulta...beh, sei ignorante in materia. Che altro dirti?

    > > ci vanno 4-8
    > > miliardi di euro di investimenti in fibra in
    > > Italia. Gli inventimenti su dtt sono stati di
    > > qualche centinaio di milioni. Praticamente
    > nulla.
    > > Quindi anche spostassi gli incentivi da una
    > > parte all'altra non cambieresti una
    > > cippa.

    > vabbè saluti itagliano
    Nel senso che non è vero che ci vanno 4-8 miliardi?
    O che non è vero che per il dtt si sono spesi solo qualche centinaio di milioni?

    > ps: ma da quanto usate internet? da almeno
    > 5 minuti, sembra...tv il futuroTriste
    > ...assurdo...
    La tv non è il futuro. La tv è il presente. Il dtt è il presente.
    Il dtt c'è ora. La tv vi internet potrà essere il futuro se e quando avrà risolto i problemi di banda. Per vedere la tv ora è meglio il dtt della tv via web.
    Ah, ho internet dal 97. E sono in grado di separare servizi di internet dai servizi della tv.
    non+autenticato
  • In Inghilterra hanno iniziato lo switch-off questa mattina alle 2 (finirà nel 2012, per le Olimpiadi). E hanno la migliore banda larga d'Europa.
    Sono scemi, secondo te?
    non+autenticato
  • - Scritto da: Abusivo
    > In Inghilterra hanno iniziato lo switch-off
    > questa mattina alle 2 (finirà nel 2012, per le
    > Olimpiadi). E hanno la migliore banda larga
    > d'Europa.
    > Sono scemi, secondo te?

    no, sanno far le cose, semplicemente.
  • > > In Inghilterra hanno iniziato lo switch-off
    > > questa mattina alle 2 (finirà nel 2012, per le
    > > Olimpiadi). E hanno la migliore banda larga
    > > d'Europa.
    > > Sono scemi, secondo te?
    > no, sanno far le cose, semplicemente.
    E non le sa fare nemmeno l'Australia?
    Nemmeno la Finlandia e la Svezia?
    Nemmeno la Francia?
    Nemmeno gli Stati Uniti d'America?
    Nemmeno la Cina?
    Tutti scemi e tu furbo?
    non+autenticato
  • forse non l'hai capito ma portare la feccia del consumismo significa avere una possibilità di rendere più stupidi e a questi farli bere o acquistare qualsiasi stronzata che le multinazionali propinano

    il business dei tvfonini o delle adsl home tv cosa credi che servano?
    non+autenticato
  • Il dt in Italia non funzionerà mai proprio grazie alla Legge Gasparri e a chi l'ha voluta.
    E' stato introdotto in fretta e furia perché un giudice ha dichiarato che la frequenza analogica su cui trasmette rete4 dovesse essere occupata dal LEGITTIMO PROPRIETARIO, ovvero europa7, e quindi rete4 doveva finire sul satellite.
    Per far sopravvivere "la rete di Fede" il governo berlusconi (non ricordo se il 2 o il 3) se ne uscì con quella legge posticcia e arraffazzonata.
    E poi Gasparri va ad attaccare l'attuale governo.
    Io non ce l'ho con lui, ce l'ho con chi l'ascolta...
    non+autenticato
  • - Scritto da: anoninona
    > Il dt in Italia non funzionerà mai proprio grazie
    > alla Legge Gasparri e a chi l'ha
    > voluta.
    > E' stato introdotto in fretta e furia perché un
    > giudice ha dichiarato che la frequenza analogica
    > su cui trasmette rete4 dovesse essere occupata
    > dal LEGITTIMO PROPRIETARIO, ovvero europa7, e
    > quindi rete4 doveva finire sul
    > satellite.
    Quante fregnacce in un solo post. Ma tu ti informi o ricopi le fregnacce degli altri?
    Mettiamo ordine.
    Il dtt ha origini antiche. Anni 90. Prodi al governo e prime sperimentazioni nella città di Torino.
    In Europa si decide il passaggio al digitale nel 2012.
    L'Italia si adegua agli orientamenti UE nel marzo 2001 (governo Amato, sinistra) ponendo come limite alle trasmissioni analogiche il 2006.
    Il governo Berlusconi cambia data. Ritarda dal 2006 al 2008. Quindi non in fretta e furia, ma rallenta il passaggio.
    Poi arriva Prodi bis. E Gentiloni rallenta ancora di più il passaggio al dtt, ponendo la data dal 2008 al 2012. Nello stesso periodo la Francia si dichiara ottimista nel riuscire ad anticipare dal 2012 al 2008 il passaggio al digitale terrestre.

    Quanto alla favola che Europa7 ti racconta su Rete4, ci sono ben poche cose vere.
    Il passaggio di rete4 al digitale è un obbligo imposto dalla sentenza 466/2002.
    Questo obbligo doveva essere posto al 2003 SE ci fosse stato un sufficiente sviluppo della piattaforma digitale. Sviluppo che non c'è stato. Quindi rete4 analogica non ha chiuso.
    Piccolo particolare: nelle zone in cui il passaggio al digitale è stato già fatto, rete4 analogica ha già chiuso da un pezzo. Lì il congruo sviluppo del digitale c'è stato e il passaggio è stato effettuato senza problemi.

    Ah, da notare che le frequenze di rete4 non sono passate ad Europa7, proprio perché da nessuna parte sta scritto che quelle frequenze debbano passare ad Europa7.
    No. Quella sentenza del 2002 non lo dice.
    E, NO. Nemmeno l'avvocatura della corte di giustizia europea l'ha detto il 12 settembre 2007. Anzi, in quella sentenza si è ribatito che se si togliessero le frequenze a Mediaset, questa dovrebbe ottenere un indennizzo. Praticamente l'opposto di quel che sostiene Europa7.

    Europa7 non è proprietaria di nulla. Ha una concessione che non s'è mai svegliata ad utilizzare. Non ha mai comprato le frequenze necessarie per trasmettere ed è sempre rimasta lì ferma. Nel frattempo su digitale e su analogico sono nate parecchie altre tv.
    Europa7 dove stava? Sono nati 2 mux digitali di Mediaset, altri 2 digitali di Telecom, altri 2 della Rai. Un altro mux digitale è stato costruito da H3g e un altro ancora da Tim e da Vodafone. Finito? Manco per nulla. Persino l'Espresso è entrato nelle tv comprando frequenze per 2 canali, uno in digitale e uno in analogico. Europa7 che ha fatto? Nulla.
    Aspetta solo che qualche politico le regali qualcosa. Mai sentito che una tv spenda soldi per pellicole e sale di registrazione (come dice di aver fatto Europa7) e che poi resti nel limbo a vita. Al posto di De Stefani avrei fatto accordi con altre tv, avrei cercato di entrare nel digitale con ReteA o come ha fatto SitCom e altri. Invece De Stefani non ha fatto nulla.
    non+autenticato
  • Ma chi te le da queste informazioni?
    Tuo babbo confalonieri?
    dimmi una sola legge dei due governi berlusconi in cui non vi sia un arricchimento diretto del capo del governo o che serva a tenere fuori dalla galera i suoi picciotti.
    al massimo ci sono quelleper far contenti i ricattatori della lega, quelli che hanno le prove dei traffici illeciti del cavaliere e per questo lo stringono per le ... e restano ancorati a lui e ai suoi soldi.
    non+autenticato
  • - Scritto da: anoninona
    > Ma chi te le da queste informazioni?
    La legge e le sentenze della corte costituzionale...lo so, tu forse sei abituato a leggere solo wikipedia e ti basta, ma nella vita non è proprio così.
    Come vedi ho citato le fonti da cui ho preso le informazioni e volendo posso pure quotarti i punti esatti in cui si dicono le cose che ho scritto.
    Puoi fare lo stesso?
    Puoi indicare la fonte e quotare il punto esatto in cui si direbbe che rete4 è abusiva e che deve ridare le sue frequenze ad Europa7? Non esiste. Ma ti sfido ugualmente. Porta le tue fonti.

    Per i canali e le società che hanno investito sulla tv digitale...non servono fonti. Basta accendere la tv e vedere che canali ci sono.
    I canali di rai, mediaset e telecom in digitale, di telecom in analogico, di Tre in digitale e dell'espresso in digitale e analogico sono cosa nota e verificabile da tv analogica, tv digitale e cellulari dvb-h.

    > dimmi una sola legge dei due governi berlusconi
    > in cui non vi sia un arricchimento diretto
    Mettiamo anche che tutte le leggi del governo Berlusconi siano state fatte per favorire Berlusconi. Questo che c'entra col fatto che da nessuna parte sta scritto che rete4 deve restituire le sue frequenze senza compenso?
    Cosa c'entrano queste leggi col fatto che gli Usa, come l'Australia hanno deciso il passaggio al dtt? Oppure cosa c'entra col fatto che la Svezia, l'Olanda e la Finlandia hanno già fatto il passaggio al DTT, mentre la Francia lo sta anticipando proprio mentre noi lo ritardiamo? E guarda che in questi Paesi il dtt è lo stesso usato da noi, solo che lì l'mhp è meno usato (si vendono più decoder zapper che decoder mhp, dato che la tv a pagamento ╚ fatta a canone mensile come per sky e non a gettono come per Mediaset).


    Poi mi spieghi come la riforma del diritto societario, il decreto sulla competitività, il pico, la riforma biagi, la riforma delle pensioni, la patente a punti e tante altre riforme avrebbero fatto arricchire Berlusconi.
    non+autenticato
  • Veramente quello che fa la figura del superficiale qui sei tu, rispondi ad un post pieno di dati e riferimenti con delle chiacchiere qualunquiste da bar.
    Intanto te ne dico una per farti contento: patente a punti.

    P.S. E a te chi te le da le notizie? Il giornalino di Lotta Comunista?
    non+autenticato
  • - Scritto da: Loris Batacchi
    > Veramente quello che fa la figura del
    > superficiale qui sei tu, rispondi ad un post
    > pieno di dati e riferimenti con delle chiacchiere
    > qualunquiste da
    > bar.

    Aggiungo una cosa cui forse il compagno "anoninona" non ha fatto caso.
    Andare di fretta e furia col dtt è l'unico modo per far applicare la sentenza 466/2002: unico modo per far chiudere rete4 analogica.
    Il ritardare il passaggio al dtt come sta facendo Gentiloni AIUTA rete4, non la sfavorisce proprio. Questo perché senza passaggio forzato al dtt, manca il vincolo di congruo sviluppo della piattaforma digitale e senza quella congruità rete4 può legalmente restare su analogico.

    L'ironia è proprio qui: si vuole che rete4 chiuda e non si vuole il dtt, solo che per avere una cosa serve l'altra! Prima ci arrivano a sinistra, meno brutte figure si fanno.
    non+autenticato
  • MMhhh... andata persa la mia risposta di prima... o censurata...
    vabbé tanto che ci parlo a fare con voi fascisti.
    Invece di difendere la legge gasparri, guardate chi l'ha autorizzata... colui che ne ricava più profitto.
    E chi l'ha contestata si è visto rivolgere contro (nella scorsa legislatura) l'avvocatura della repubblica, ovvero gli avvocati pagati dallo stato. Che difendevano berlusconi.
    Quindi noi pagavamo gli avvocati di berlusconi. Ecco che fine hanno fatto quei soldi che ora ci chiedono con più tasse.

    Io non leggo Lotta comunista. ti sbagli con Paolo guzzanti, o con sandro bondi, o con roberto maroni, tutti ex comunisti e ora collaboratori del cavaliere. E per fortuna non voleva i comunisti in italia.
    non+autenticato
  • - Scritto da: anoninona
    > MMhhh... andata persa la mia risposta di prima...
    > o
    > censurata...
    > vabbé tanto che ci parlo a fare con voi fascisti.
    > Invece di difendere la legge gasparri, guardate
    > chi l'ha autorizzata..
    Ma sei in grado di seguire un filo logico?
    Hai detto che Berlusconi ha messo il dtt in fretta e furia per salvare r4.
    Ti hanno mostrato leggi e sentenze che dimostrano l'opposto ed ora l'unica cosa che sai dire e che nemmeno dimostri è che la Gasparri ha favorito Mediaset.

    La Gasparri non ha favorito mediaset. Ha avuto il pregio di avviare il digitale terrestre permettendo a chi è nell'editoria di entrare nelle tv (vedi l'Espresso), ma ha avuto il difetto di ingessare la tv analogica, su cui giustamente non ha senso investire visto che è destinata a chiudere in favore del digitale.
    Allora, in cosa la Gasparri avrebbe favorito Mediaset?
    E non tirar di nuovo fuori r4 ed Europa7.
    Quella è storia vecchia. R4 chiuderà al passaggio al dtt, non prima. Così ha stabilito la corte costituzionale dicendo che ci va il congruo sviluppo prima della chiusura della tv analogica.
    Il resto sugli avvocati...diciamo pure che è tutto vero. Ma che vuoi dimostrare?
    Io e gli altri ti abbiamo dimostrato che tutto quel che hai scritto su r4 abusiva e su europa7 è falso. Tu invece di ribattere su quelli cominci a dare del fascista e cambi discorso. Che figura pensi di farci?
    non+autenticato
  • - Scritto da: Giusto
    > - Scritto da: anoninona
    > > MMhhh... andata persa la mia risposta di
    > prima...
    > > o
    > > censurata...
    > > vabbé tanto che ci parlo a fare con voi
    > fascisti.
    > > Invece di difendere la legge gasparri, guardate
    > > chi l'ha autorizzata..
    > Ma sei in grado di seguire un filo logico?
    > Hai detto che Berlusconi ha messo il dtt in
    > fretta e furia per salvare
    > r4.
    > Ti hanno mostrato leggi e sentenze che dimostrano
    > l'opposto ed ora l'unica cosa che sai dire e che
    > nemmeno dimostri è che la Gasparri ha favorito
    > Mediaset.
    >
    > La Gasparri non ha favorito mediaset. Ha avuto il
    > pregio di avviare il digitale terrestre
    > permettendo a chi è nell'editoria di entrare
    > nelle tv (vedi l'Espresso), ma ha avuto il
    > difetto di ingessare la tv analogica, su cui
    > giustamente non ha senso investire visto che è
    > destinata a chiudere in favore del
    > digitale.
    > Allora, in cosa la Gasparri avrebbe favorito
    > Mediaset?
    > E non tirar di nuovo fuori r4 ed Europa7.
    > Quella è storia vecchia. R4 chiuderà al passaggio
    > al dtt, non prima. Così ha stabilito la corte
    > costituzionale dicendo che ci va il congruo
    > sviluppo prima della chiusura della tv
    > analogica.
    > Il resto sugli avvocati...diciamo pure che è
    > tutto vero. Ma che vuoi
    > dimostrare?
    > Io e gli altri ti abbiamo dimostrato che tutto
    > quel che hai scritto su r4 abusiva e su europa7 è
    > falso. Tu invece di ribattere su quelli cominci a
    > dare del fascista e cambi discorso. Che figura
    > pensi di
    > farci?


    Che dire...quattro post uno migliore dell'altro.
    Se potessi stringerei la mano a tutti e quattro,veramente.Sorride
    non+autenticato
  • - Scritto da: Pippo Palle
    > - Scritto da: Vikinger
    > > EEEhhh,sveglissima, si vede dall'intensità dello
    > > sguardo....
    >
    > Immagino che tu di Nobel ne abbia vinto almeno
    > due...

    Di sicuro non ho cento anni sulle spalle...ma tanto non contano...è lo spirito che rende giovani no?A bocca aperta
    non+autenticato
  • tranquillo che si era capito che hai 12 anni. Comunque coraggio, c'e' speranza per tutti
    non+autenticato
  • - Scritto da: mmmmmmmmmm
    > tranquillo che si era capito che hai 12 anni.
    > Comunque coraggio, c'e' speranza per
    > tutti

    Di sicuro,detto da te....
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | 4 | Successiva
(pagina 1/4 - 17 discussioni)