Apple libera il suo Leopardo

Stasera Apple lancerà in tutto il mondo la nuova ed importante release 10.5 di Mac OS X, nota come Leopard, che segna una delle più importanti tappe nella storia di questo sistema operativo. Ecco prezzi, edizioni e caratteristiche

Roma - Nella serata di oggi Apple lancerà il tanto anticipato Leopard, l'ormai celebre nome in codice dell'imminente major release 10.5 di Mac OS X. Questo sistema operativo riserba ormai ben poche sorprese: la stessa Apple ha pubblicato, sul proprio sito, un'estesa recensione delle "oltre 300 novità" di Leopard.

"Leopard è ad oggi la migliore release di Mac OS X, che supera anche Tiger, e accrescerà ulteriormente la leadership di Mac OS X come sistema operativo più avanzato e innovativo al mondo", aveva proclamato Steve Jobs, CEO di Apple, alla Worldwide Developers Conference di giugno. "Crediamo che Leopard piacerà sia ai clienti attuali, sia a quelli potenziali, e contribuirà a rendere il Mac ancora più famoso".

Come confermato da Apple nelle scorse settimane, Mac OS X ha un prezzo di 129 euro nella versione con licenza per singolo utente e di 199 euro con licenza fino a cinque utenti: quest'ultima versione, chiamata Family Pack, è rivolta agli utenti domestici e permette di installare il sistema operativo su cinque differenti Mac.
La versione server di Leopard ha invece un costo di 459 euro con licenza fino a 9 client e di 929 euro per la versione con supporto a client illimitati. L'aggiornamento dalla versione di Tiger con client illimitati all'equivalente versione di Leopard costa 499 euro.

Il pacchetto aggiornamento standard Mac OS Up-To-Date può essere richiesto gratuitamente, pagando le sole spese di spedizione (pari a 8,95 euro), da tutti coloro che hanno acquistato un computer Mac a partire dal primo ottobre 2007.

Come già ampiamente noto, Leopard è una piattaforma a 64 bit capace di sfruttare a fondo le nuove generazioni di processori x86 di Intel. Questa nuova revisione del sistema operativo di Apple porta con sé novità di rilievo, sia a livello d'interfaccia che a livello di funzionalità.

Tra le novità più importanti di Leopard c'è la Time Machine, un sistema di backup in tempo reale che agisce in background e permette di "viaggiare avanti e indietro nel tempo" per trovare file, applicazioni, foto o altri media digitali cancellati.

"Con un semplice click, Time Machine fa automaticamente una copia aggiornata di qualsiasi cosa presente sul Mac. Nell'eventualità che un file venga perso, gli utenti possono cercarlo indietro nel tempo utilizzando Spotlight di Mac OS X per trovare e recuperare all'istante il file", spiega Apple. "Time Machine può automaticamente salvare i backup su un hard disk esterno connesso con un cavo FireWire o USB, o su un server, o, ancora, in modalità wireless su una base AirPort Extreme con un hard drive collegato".

Il nuovo desktop di Leopard include un Dock 3D profondamente rinnovato con Stacks, una nuova modalità per organizzare i file in modo da accedervi velocemente con un solo click. Leopard inserisce ed allinea automaticamente i download dal web, dalle mail e altro direttamente in uno stack di download per mantenere il desktop più ordinato: gli utenti possono spostare i contenuti di questo o altri stack direttamente dal dock, e possono altresì creare i propri stack per ottenere un accesso diretto a cartelle, a documenti o ad applicazioni.

Il nuovo Finder include ora Cover Flow, una nuova barra laterale che, secondo Apple, semplifica la navigazione e la copia dei file contenuti su qualsiasi PC o Mac condiviso su una rete locale. In particolare, i contenuti di qualsiasi computer appartenente alla stessa rete locale possono ora essere cercati utilizzando Spotlight, sfogliati utilizzando Cover Flow o copiati sulla rete con un semplice drag and drop. I membri del network ".Mac" possono inoltre utilizzare la nuova funzione Back to My Mac per accedere ai file archiviati sul proprio Mac in remoto, via Internet.

Quick Look è invece un nuovo visualizzatore di file che permette di fare l'anteprima di un ampio numero di formati, anche quando non si dispone dell'applicazione con cui sono stati creati.

Tra le nuove funzionalità si citano infine Spaces, che altro non è che una implementazione dei classici desktop virtuali di Unix, dove l'utente può spostare applicazioni tra un desktop e un altro per mezzo del drag and drop; eWeb Clip, una funzione che permette di trasformare una grande varietà di contenuti, come il flusso video di una webcam o la porzione di un sito web, in widget live da visualizzare nella Dashboard.

Apple ha anche aggiornato ed esteso le funzionalità di Mail, iChat, iCal e Boot Camp, ed ha sviluppato nuovi tool di sviluppo come Xcode 3 e Xray, quest'ultimo pensato per ottimizzare le performance degli applicativi.

Un'approfondita panoramica sulle novità di Mac OS X 10.5 Server è stata pubblicata qui da pcworld.com, mentre questo articolo di tidbits.com sviscera le novità di Leopard in tema di sicurezza. Engadget.com mostra invece una delle prime foto della confezione di Mac OS X 10.5.

Di seguito un tour guidato delle nuove funzionalità di Mac OS X 10.5.




495 Commenti alla Notizia Apple libera il suo Leopardo
Ordina
  • Mi raccomando se volete usare ADOBE CS3 non formattate il file system in Journaled, Case sensitive, ma solo Journaled.

    Per il resto l'installazione è perfetta (erase and install). Time machine è una vera svolta, space mancava (ma chi usava miltiple desktop niente di nuovo). Tutto funziona più fluido (MBP 2,54- 2 giga ram).

    Scaricato in 2 ore da rete usenet. Domani lo compro.
  • Avrete notato anche voi che il banner "Vinci una Xbox" assegna un bacground nero nell’header a tutto il div dei messaggi.
    Teo_
    2640
  • - Scritto da: Teo_
    > Avrete notato anche voi che il banner "Vinci una
    > Xbox" assegna un bacground nero nell’header a
    > tutto il div dei
    > messaggi.

    E' voluto, in segno di lutto per i malcapitati.Con la lingua fuori
    non+autenticato
  • - Scritto da: Aita!
    > - Scritto da: Teo_
    > > Avrete notato anche voi che il banner "Vinci una
    > > Xbox" assegna un bacground nero nell’header a
    > > tutto il div dei
    > > messaggi.
    >
    > E' voluto, in segno di lutto per i malcapitati.Con la lingua fuori


    Rotola dal ridere
    non+autenticato
  • - Scritto da: Teo_
    > Avrete notato anche voi che il banner "Vinci una
    > Xbox" assegna un bacground nero nell’header a
    > tutto il div dei
    > messaggi.

    e' una maledizione che colpisce la MS, basta inserire un riferimento e qualcosa non funge piu'Sorride.
  • - Scritto da: Teo_
    > Avrete notato anche voi che il banner "Vinci una
    > Xbox" assegna un bacground nero nell’header a
    > tutto il div dei
    > messaggi.

    E' per sottolineare che era la console preferita di zio Benito A bocca aperta

    Si è visto poi che fine ha fatto... Lo hanno beccato che ce l'aveva quasi fatta a scappare seguendo la scia di fumo della sua XBox surriscaldata FantasmaA bocca apertaA bocca apertaA bocca aperta
    non+autenticato
  • Si vedete 'no liopardo e ve sentite rimescola' le budella, occhio, nun è un vero liopardo, è Stìv Giòbs!
    non+autenticato
  • devo imparare a trollare. più di 400 commenti per una roba che come ho già scritto la usiamo in pochini, il 3% nel mondo.

    il mac fa schifo. linux è brutto. windos è fascista.
    non+autenticato
  • Ci vuole un bel coraggio a dire, come ho visto in molti messaggi lasciati qui, che i Mac rappresentano la perfezione assoluta di quanto possa mai esistere in campo di computer e sistemi operativi.
    E' tutta moda ragazzi! Lanciata da quel furbino di Steve Jobs grazie alla diffusione planetaria degli ipod!(Cosa, tra l'altro, di cui probabilmente lui ancora non riesce a capacitarsi)
    I mac vanno benissimo perchè sfruttano tutto il possibile a loro favore (hardware apposito, vari sistemi di chiusura, minore diffusione dei pc eccetera....)
    Ma per favore siate oggettivi. Ce ne sono di limiti nei sistemi della Apple!!
  • - Scritto da: tyler870
    > I mac vanno benissimo perchè sfruttano tutto il
    > possibile a loro favore (hardware apposito, vari
    > sistemi di chiusura, minore diffusione dei pc
    > eccetera....)
    > Ma per favore siate oggettivi. Ce ne sono di
    > limiti nei sistemi della
    > Apple!!
    Che vanno benissimo ce ne siamo accorti, ma per favore, facci un elenco di tutti questi limiti, lo attendiamo ardentemente, così domani li buttiamo tutti via.
    Teo_
    2640
  • anche la ferrari è bella ma è anche potente e sicura.

    Ti faccio un sempio.
    Eclipse con Tomcat e Struts per sviluppare applicazioni J2EE

    Su Windows utilizzaquasi 80 % della CPU e 1.2 GB di memoria Ram
    su Linux utilizza la metà del processore e 1.0 GB di memoria ram
    su mac utilizza il 30% del processore e 600 mb di memoria ram.

    Spiega questo. La gestione della memoria in mac è superiore agli altri.
    E un esempio di un vantaggio enorme. Come sviluppatore riconosco le performace.
    La genialità di osx sta nell'avere un microkernel unix in un kernel mach.

    Ci sono molti altri esempi.
    non+autenticato
  • - Scritto da: tyler870
    > Ci vuole un bel coraggio a dire, come ho visto in
    > molti messaggi lasciati qui, che i Mac
    > rappresentano la perfezione assoluta di quanto
    > possa mai esistere in campo di computer e sistemi
    > operativi.
    >

    Sì, sicuramente non sono la perfezione, dato che quest'ultima non esiste in assoluto.

    > E' tutta moda ragazzi! Lanciata da quel furbino
    > di Steve Jobs grazie alla diffusione planetaria
    > degli ipod!(Cosa, tra l'altro, di cui
    > probabilmente lui ancora non riesce a
    > capacitarsi)

    Be', una moda, i Mac, che esiste dal 1984, dove un sistema a finestre, icone e mouse funzionava benissimo (senza citare Windows 95... 1995-1984=11 anni...)

    >
    > I mac vanno benissimo perchè sfruttano tutto il
    > possibile a loro favore (hardware apposito, vari
    > sistemi di chiusura, minore diffusione dei pc
    > eccetera....)

    A parte che Mac OS X è tutt'altro che chiuso (l'architettura Darwin è stato reso aperto da Apple, il kernel Mach non è di Apple, il motore FreeBSD è open e la base UNIX è di Bell), cos'altro vuoi?

    Hai appena detto che "i Mac vanno benissimo perché sfruttano tutto il possibile a loro favore"... Lo stai dicendo che i Mac vanno benissimo e, dato che lo usa chi lo compra, cosa c'è che non va? Non ti basta che un computer vada benissimo?

    Poi, scusa, secondo te un computer va bene perché meno diffuso? Che razza di collegamento c'è in questo? Certo che avere una diffusione di mercato pari all'8% (USA) ma un bel 20% dei portatili PER UN'UNICA AZIENDA, tanto male non è (purtroppo solo per loro: quanto darei per avere un'azienda del genere).

    > Ma per favore siate oggettivi. Ce ne sono di
    > limiti nei sistemi della
    > Apple!!

    Certo che ce ne sono dei limiti, solo che non sai quali altrimenti li avresti elencati. Ma i limiti esistono ed esisteranno sempre; se non fosse così, non ci sarebbero né aggiornamenti né nuove versioni di niente.

    Comunque, da come scrivi sembra che Linux o Windows (non specifichi a quale sistema confronti Mac OS X) siano esenti da limiti e, se hanno dei problemi (cioè non vanno benissimo), allora è tutto ok, mentre, e ribadisco l'hai scritto tu, se i Mac vanno benissimo allora bisogna cercare il perché e criticare a oltranza.

    E poi ci chiedi di essere obiettivi (suona meglio di "oggettivi").
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 28 ottobre 2007 17.53
    -----------------------------------------------------------
  • Io continuo a ritenere che per molte persone comprare un bel portatilino tutto bello bianco della Apple sia solo moda, dovuta al fatto che questa azienda si è fatta conoscere al grande pubblico soprattutto grazie a iPod e iPhone vari...Senza queste cose se la sognerebbero la popolarità che hanno adesso.

    Inoltre certo per me una tipologia di computer può andare meglio di altri perchè è meno diffuso. Questo infatti implica meno occhi puntati addosso, meno gente che passerebbe il proprio tempo a cercare falle, vulnerabilità, meno gente che si metterebbe li a creare virus e tutte le altre cose connesse. Il tutto perchè non ne varrebbe la pena, vista appunto la scarsa diffusione.

    Per la chiusura io mi riferivo soprattutto all'hardware. Al fatto che non ci puoi mettere quello che vuoi tu, ma che devi accettare le configurazioni che ti impongono.

    Infine il mio non era criticare a ogni costo, ma aprire un po gli occhi a gente che pensa che avere un mac al posto di un pc si la soluzione definitiva, la migliore per definizione.
  • - Scritto da: tyler870
    > Io continuo a ritenere che per molte persone
    > comprare un bel portatilino tutto bello bianco
    > della Apple sia solo moda, dovuta al fatto che
    > questa azienda si è fatta conoscere al grande
    > pubblico soprattutto grazie a iPod e iPhone
    > vari...Senza queste cose se la sognerebbero la
    > popolarità che hanno
    > adesso.

    Scusa, ma in base a cosa stabilisci chi compra "per moda" e chi invece per necessità?
    Ad esempio: la Apple fa 3 modelli di portatili: MacBook bianco, MacBook nero e MacBook Pro. FINE!
    Le altre case tirano fuori decine di modelli, chi con lo chassis metallizato, chi colorato, chi con forme "strane"... eppure nessuno dice "Vabbè, hai comprato il Vaio solo per fare il figo"!

    > Inoltre certo per me una tipologia di computer
    > può andare meglio di altri perchè è meno diffuso.
    > Questo infatti implica meno occhi puntati
    > addosso, meno gente che passerebbe il proprio
    > tempo a cercare falle, vulnerabilità, meno gente
    > che si metterebbe li a creare virus e tutte le
    > altre cose connesse. Il tutto perchè non ne
    > varrebbe la pena, vista appunto la scarsa
    > diffusione.

    Secondo me quel che dici è discutibile, ma poniamo il caso che sia vero. Quale sarebbe il problema?
    Potrei benissimo comprare un Mac per non dover preoccuparmi di virus & co., mi sembra legittimo, no?
    A mio avviso questo è un vantaggio per l'utente, quindi ben venga!

    > Per la chiusura io mi riferivo soprattutto
    > all'hardware. Al fatto che non ci puoi mettere
    > quello che vuoi tu, ma che devi accettare le
    > configurazioni che ti
    > impongono.

    Beh, anche quando compri un VAIO o un DELL o un HP devi accettare le loro configurazioni, o sbaglio?

    > Infine il mio non era criticare a ogni costo, ma
    > aprire un po gli occhi a gente che pensa che
    > avere un mac al posto di un pc si la soluzione
    > definitiva, la migliore per
    > definizione.

    Perchè? Un mac può essere la soluzione definitiva per alcuni.
    Ovviamente non lo è per tutti, perchè anche i mac hanno dei difetti, ma dai tuoi interventi sembra che un mac non serva a nessuno...
    non+autenticato
  • - Scritto da: tyler870
    > Io continuo a ritenere che per molte persone
    > comprare un bel portatilino tutto bello bianco
    > della Apple sia solo moda, dovuta al fatto che
    > questa azienda si è fatta conoscere al grande
    > pubblico soprattutto grazie a iPod e iPhone
    > vari...Senza queste cose se la sognerebbero la
    > popolarità che hanno
    > adesso.
    >

    Mah, se i Mac, in sé per sé, non valessero una cicca, o fossero come PC con Windows, tutta questa popolarità non l'avrebbero di sicuro. Certo che l'iPod ha "rilanciato" il prodotto Mac, proprio perché l'iPod ha fatto conoscere il Mac, e chi ha provato entrambi raramente è rimasto insoddisfatto. Ma Apple non ha creato e messo nel mercato l'iPod per caso, ti pare?

    > Inoltre certo per me una tipologia di computer
    > può andare meglio di altri perchè è meno diffuso.
    > Questo infatti implica meno occhi puntati
    > addosso, meno gente che passerebbe il proprio
    > tempo a cercare falle, vulnerabilità, meno gente
    > che si metterebbe li a creare virus e tutte le
    > altre cose connesse. Il tutto perchè non ne
    > varrebbe la pena, vista appunto la scarsa
    > diffusione.
    >

    E tu sei convinto che la minor diffusione sia causa dell'inesistenza di virus per Mac? Pensi davvero questo?

    Adesso provo a illustrare punti a sfavore della tua teoria:
    1. La maggioranza delle persone che hanno Mac ce l'hanno per lavoro, quindi avranno dei dati più sensibili e più interessanti ai malintenzionati;
    2a. La consapevolezza degli utenti che i Mac siano più sicuri li porta a non installare alcun tipo di software di protezione, e questo è, senza dubbio, un vantaggio enorme per chi crea virus;
    2b. Proprio per il punto precedente, siccome tutti sono convinti che i Mac siano mooooolto più cari dei PC, questo fa supporre che chi compra Mac ha soldi. Quali migliori vittime di frode informatica perpetrata attraverso cavalli di troia (per esempio)?
    3. Il Mac è sotto gli occhi di tutto il mondo (Microsoft in primis), figuriamoci Mac OS X e la sua famosa e proverbiale affidabilità e robustezza agli attacchi virali; non sarebbe questo argomento sufficiente per invogliare un programmatore a creare un virus davvero dannoso e diventare famoso in tutto il mondo? Questo gli gioverebbe anche la carriera presso qualsiasi azienda di informatica;
    4. Dei codici maligni sono stati creati, ma il massimo che sono stati in grado di fare (perché altro non possono) è invitare l'utente a loggarsi come superuser, aprire Terminale (programma di scrittura UNIX), e scrivere qualcosa tipo sudo rm -r, e così dire addio a tutti i dati.

    Forse a qualcun altro può venire in mente qualche altro punto, a me bastano questi.

    Ti ricordo che, negli USA, dove appunto ci sono più fan Apple e anti-Apple, e dove esistono più virus writers, insomma dove la gente è in cerca perenne della popolarità, i Mac portatili hanno il 20% del mercato, l'8% dei desktop e Apple è la terza azienda di informatica in vendite dopo Dell e HP.

    Eppure niente, nisba, nada.

    Continui a essere sicuro allora del fatto che la diffusione sia scusa sufficiente?

    > Per la chiusura io mi riferivo soprattutto
    > all'hardware. Al fatto che non ci puoi mettere
    > quello che vuoi tu, ma che devi accettare le
    > configurazioni che ti
    > impongono.

    A questo ti hanno già risposto.

    Io aggiungo che mi domando come fai quando vai a comprare una macchina...


    > Infine il mio non era criticare a ogni costo, ma
    > aprire un po gli occhi a gente che pensa che
    > avere un mac al posto di un pc si la soluzione
    > definitiva, la migliore per
    > definizione.

    Anch'io cerco di aprirti gli occhi ai pregiudizi, e forse un Mac non è la soluzione definitiva al PC, o la migliore per definizione.

    Purtroppo il mondo dell'informatica di consumo offre ben poche alternative (Amiga non c'è, SGI nemmeno), ma Mac OS X è preferibile a Windows. Se, in ogni modo, preferisci un PC, allora compra un PC, ma almeno fatti dare un consiglio: mettici Linux.
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 29 ottobre 2007 00.07
    -----------------------------------------------------------
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | Successiva
(pagina 1/6 - 30 discussioni)