Luca Annunziata

La svolta dell'hardware open source

Roma - Novembre 2007: Bug Labs entra in beta. Il sogno di centinaia, anzi no, di decine di geek finalmente si realizza: nasce l'hardware open source.

L'idea alla base di Bug Labs è semplice: costruire un gadget tecnologico modulare, con il quale realizzare l'equivalente dei mashup internettiani. Si prende un LCD qua, una tastiera là, si mescola tutto assieme con una spruzzata di GPS ed ecco realizzato l'apparecchietto che tutti aspettavano.

La BUGbase e i primi BUGmodulesAlla base c'è, manco a dirlo, la BUGbase: un affarino di plastica bianca, con dentro un microprocessore ARM, un paio di porte USB, modulo WiFi, ethernet e un piccolo display per indicare lo stato. Poi ci sono le quattro interfacce per altrettanti BUGmodules, le espansioni dell'apparecchio: c'è la fotocamera da 5 megapixel, il modulo GPS, il monitor LCD (come quello dell'iPod Classic) e un utilissimo indispensabile originale accelerometro.
In futuro però, Bug Labs conta di realizzare quasi un centinaio di dispositivi. Una tastiera, un modem UMTS, degli altoparlanti: non c'è limite a quello che è possibile tentare di realizzare. Le specifiche di BUGbase sono note, pubbliche, open: chiunque, un privato o una azienda, può progettare un modulo secondo le proprie necessità e montarlo sulla base. Tanto più che tutto funziona grazie ad una micro versione di Linux: l'open hardware poteva mai girare su software closed?

Come lo feci
Perché lanciarsi in una impresa del genere lo spiega in una intervista lo stesso fondatore di Bug Labs, Peter Semmelhack. Dopo l'11 settembre, "come cittadino newyorkese" aveva sentito il bisogno di un apparecchio che lo informasse sull'ubicazione dei suoi cari istante per istante: "Quel gadget semplicemente non esisteva, e non esiste neppure oggi. Il mercato per un affare del genere sarebbe davvero grosso".

E così, Semmelhack se l'è creato da solo. Prima elaborando un brevetto di IBM, poi ricominciando a progettare tutto da zero. Grazie anche al contributo di validi collaboratori, è riuscito ad ottenere dei finanziamenti per la sua impresa e ora la sta conducendo verso lo sbarco sul mercato.



L'idea è quella di realizzare un prodotto che possa soddisfare tutte le nicchie della domanda: chiunque potrà personalizzare la propria BUGbase con i moduli che riterrà più adatti, realizzando centinaia di versioni diverse dello stesso oggetto. Per Semmelhack è una idea in grado di "gettare scompiglio nel mercato dell'elettronica".

Il prezzo della BUGbase e dei BUGmodules non è ancora noto. L'azienda, comunque, è in cerca di beta tester.

Luca Annuziata
19 Commenti alla Notizia La svolta dell'hardware open source
Ordina
  • è un cell a pezzettini modulari che puoi attaccare e staccare a piacimento / necessità

    essdo una piattaforam dalle specifiche aperte chiunque può progettaree e costruire delle "schede" (moduli) da aggiungere o togliere. Non sò / non ho capito come si comportino per la vendita di suddetti moduli, forse vorranno delle royalties...boh..non ho tempo di leggermi la licenza.

    per ora hanno la camera il gps ed i moduli elencati nell'articolo
    non+autenticato
  • - Scritto da: DIoniso
    > è un cell a pezzettini modulari che puoi
    > attaccare e staccare a piacimento /
    > necessità
    >
    > essdo una piattaforam dalle specifiche aperte
    > chiunque può progettaree e costruire delle
    > "schede" (moduli) da aggiungere o togliere. Non
    > sò / non ho capito come si comportino per la
    > vendita di suddetti moduli, forse vorranno delle
    > royalties...boh..non ho tempo di leggermi la
    > licenza.

    Dato che le specifiche sono aperte e il software è aperto, un concorrente potrebbe benissimo costruire una base o dei moduli equivalenti a quelli che vendono loro. Il software è open-source completamente.

    Probabilmente, però, per chi vuole fare soldi, invece che scannarsi per produrre prodotti concorrenti, vale di più la pena di sviluppare moduli da connettere che abbiano un mercato.
    Il vantaggio è che lo sviluppatore deve solo concentrarsi sullo sviluppo del modulo e del software, il resto è già pronto. Questo riduce i costi di sviluppo e i tempi e quindi anche roba che potrebbe interessare a pochi potrebbe essere sviluppata, o roba che potrebbe o no avere un mercato. Si sviluppa rischiando poco e dopo,se va bene, si aumenta la produzione per accontentare il mercato.

    Inoltre, una caratteristica importante, e da non sottovalutare, è quella di rendere disponibile il flusso dati di ogni modulo a tutti gli altri moduli. Questo significa che se sono già stati sviluppati una serie di moduli che fanno già delle cose, basta sviluppare un singolo modulo che fa una cosa differtente e il software che si interfaccia con gli altri moduli per ottenere un gadget completamente innovativo.

    Ad esempio, con un modulo specifico si potrebbe registrare un ECG multitraccia ed avere un elettrocardiografo wireless a disposizione. Con un software adatto lo si potrebbe usare come cardiofrequenzimetro per gli allenamenti o per registrare in continuo ECG e verificare se ci sono problemi sporadici.

    Un'altro modulo potrebbe misurare temperatura e sudorazione di un soggetto e un terzo l'attività cerebrale (EEG) ed un'altro analizza la voce. Ecco fatta una macchina della verità.

    Se il software di ogni modulo è abbastanza complesso o aggiornabile, ogni modulo potrebbe riconoscere la presenza degli altri moduli e configurarsi in modo automatico per sfruttarli
  • Questo e' stato un bel commento!
    Utile, grazie.
    non+autenticato
  • Non credo si possa parlare di vera e propria novità. Arduino esiste già da tempo, è in commercio (costa circa 25 euri) ed è fatto in Italia.

    vai qui: http://www.arduino.cc/ e qui
    http://www.pcb-europe.net/catalog/
    non+autenticato
  • - Scritto da: Filippus
    > Non credo si possa parlare di vera e propria
    > novità. Arduino esiste già da tempo, è in
    > commercio (costa circa 25 euri) ed è fatto in
    > Italia.
    >
    > vai qui: http://www.arduino.cc/ e qui
    > http://www.pcb-europe.net/catalog/

    mai provato ad usarlo? A bocca storta
    per carità, funziona anche bene, ma...
  • ma.. cosa?

    post intrigante ma inutile, sei pregato di raccontare le tue esperienze o tacere Sorride

    cheers

    frik---
    non+autenticato
  • - Scritto da: frik---
    > ma.. cosa?
    >
    > post intrigante ma inutile, sei pregato di
    > raccontare le tue esperienze o tacere
    > Sorride
    >
    > cheers
    >
    > frik---

    ma non c'arrivi da solo?
    Arduino è un'ottima piattaforma, lavora abb bene ed è molto versatile MA va bene solo in fase di progettazione, oppure per installazioni o impianti che durano poco.
    non ha molto senso per un uso "stand alone" (sennò me ne servono decine).
    dopo la progettazione e i test, di solito si passa alla realizzazione di una bb ottimizzata per il tipo di lavoro che deve compiere, se ad esempio devo gestire un lcd non mi serve una pippa avere l'usb o dei pin di input, e così via...

    questo coso invece (per quanto a tutt'ora mi sia inutile) è pensato per una fase "finale" del progetto, per un uso comune.

    è destinato ad altri progetti, imho il paragone con arduino non s'ha da fare, perchè è come confrontare mele con le pere.

    ...e non era poi così difficile arrivarci Occhiolino
  • - Scritto da: anonimo01
    > - Scritto da: frik---
    > > ma.. cosa?
    > >
    > > post intrigante ma inutile, sei pregato di
    > > raccontare le tue esperienze o tacere
    > > Sorride
    > >
    > > cheers
    > >
    > > frik---
    >
    > ma non c'arrivi da solo?

    ovvio che non ci arriviamo

    la maggior parte di noi non ha (ancora) mai avuto tra le mani apparecchiature di questo tipo


    > Arduino è un'ottima piattaforma, lavora abb bene
    > ed è molto versatile MA va bene solo in fase di
    > progettazione, oppure per installazioni o
    > impianti che durano
    > poco.

    esattamente perche'?
    non+autenticato
  • cdo   

    a parte l'orrendo design, un vero smanettone non ha bisogno di 'sto coso, e chi non è uno smanettone non che farsene (molto meglio la pappa pronta)
    non+autenticato
  • beh il design non mi sembra brutto.
    Mi pare carino. e un trasmettitore gps è molto molto interessante
    non+autenticato
  • - Scritto da: Nicola

    > beh il design non mi sembra brutto.
    > Mi pare carino.

    ragazzi... voi avete gusti un po' strani... va bene sostenere l'opensource, ma se è brutto è brutto

    > e un trasmettitore gps è molto molto
    > interessante

    non è certo una novità...

    e cmq, ripeto, i vari smanettoni (pochi) non ne hanno bisogno, e la gente comune non lo userà mai.
    risultato? flop
    non+autenticato
  • risultato: troll.
    non+autenticato
  • - Scritto da: marotfl
    > - Scritto da: Nicola
    >
    > > beh il design non mi sembra brutto.
    > > Mi pare carino.
    >
    > ragazzi... voi avete gusti un po' strani... va
    > bene sostenere l'opensource, ma se è brutto è
    > brutto
    >

    1: che c'entra l'open source con il design?
    2: se mi dai la definizione di "brutto" me la scrivo, non si sa mai in futuro dovessi essere costretto a divulgare LA Verità!A bocca aperta

    > > e un trasmettitore gps è molto molto
    > > interessante
    >
    > non è certo una novità...

    Non deve per forza esserlo.

    > e cmq, ripeto, i vari smanettoni (pochi) non ne
    > hanno bisogno, e la gente comune non lo userà
    > mai.

    Mi suona tanto di: "Nessuno vorrebbe mai avere un PC in casa propria"... Rotola dal ridere

    > risultato? flop

    risultato: chi vivrà vedrà! Di oracoli ancora non ne esistonoOcchiolino
    non+autenticato
  • - Scritto da: Gongolo

    > 1: che c'entra l'open source con il design?

    niente... sto semplicemente dicendo che è brutto, ma pare che ci sia gente disposta a dire che è bello per sostenere la "filosofia" che sta dietro questo oggetto

    > 2: se mi dai la definizione di "brutto" me la
    > scrivo, non si sa mai in futuro dovessi essere
    > costretto a divulgare LA Verità!

    brutto = non gradevole alla vista
    E' inutile che tiri fuori la pantomima della Verità assoluta

    > > > e un trasmettitore gps è molto molto
    > > > interessante
    > >
    > > non è certo una novità...
    >
    > Non deve per forza esserlo.

    certo... ma non capisco cosa dovrebbe avere di tanto interessante

    > > e cmq, ripeto, i vari smanettoni (pochi) non ne
    > > hanno bisogno, e la gente comune non lo userà
    > > mai.
    >
    > Mi suona tanto di: "Nessuno vorrebbe mai avere un
    > PC in casa propria"...
    > Rotola dal ridere

    sei completamente fuori strada... un conto è "avere un PC", un conto è comprare i pezzi, assemblarlo, e programmarlo di persona.

    > > risultato? flop
    >
    > risultato: chi vivrà vedrà! Di oracoli ancora non
    > ne esistono
    >Occhiolino

    ovvio... ma la mia opinone è che sarà un clamoroso flop: devo tenermela per me solo perché non corrisponde alla "tua"? o forse sei tu che vuoi imporci la tua di Verità?
    non+autenticato
  • marotfl,
    perche' non provi a portare un'argomentazione valida quando esprimi un'opinione? in questo thread non l'hai fatto.
    non+autenticato
  • - Scritto da: marotfl
    > - Scritto da: Nicola
    >
    > > beh il design non mi sembra brutto.
    > > Mi pare carino.
    >
    > ragazzi... voi avete gusti un po' strani... va
    > bene sostenere l'opensource, ma se è brutto è
    > brutto
    >
    > > e un trasmettitore gps è molto molto
    > > interessante
    >
    > non è certo una novità...
    >
    > e cmq, ripeto, i vari smanettoni (pochi) non ne
    > hanno bisogno, e la gente comune non lo userà
    > mai.
    >
    > risultato? flop

    non credo, io ad es. non sarei in grado di assemblare un circuito elettronico nè di fare mezza saldatura nè di mettere mano a del codice, eppure l'idea di uno cell modulare mi piace molto, che sia opensource sinceramente me ne frega poco, credo che la scelta sia caduta su una piattaforma aperta per stimolare la produzione di schedine aggiuntive da parte di altri produttori e non perchè gli smanettoni ricompilassero il loro beneamato kernel sul cell in questione
    non+autenticato
  • Stampagli sopra una mela e vedrai come vende!! A bocca aperta
    non+autenticato
  • - Scritto da: marotfl
    > cdo   
    >
    > a parte l'orrendo design, un vero smanettone non
    > ha bisogno di 'sto coso, e chi non è uno
    > smanettone non che farsene (molto meglio la pappa
    > pronta)

    ma di che parli?
    non+autenticato