Video/ Il Taser uccide così

Era accaduto ad ottobre, ora sta girando in rete un video amatoriale che riprende i fatti. La polizia canadese voleva evitare che il video venisse divulgato

Roma - Punto Informatico ne ha parlato alla fine di ottobre ed è uno dei fatti di cronaca più tragici relativi all'uso del Taser, la micidiale arma elettrica in dotazione alle forze di polizia nordamericane e più recentemente venduta in taser party anche alle donne statunitensi a caccia di nuovi sistemi di protezione personale. Si tratta della morte del polacco Robert Dziekanski, giunto all'aeroporto di Vancouver e ivi deceduto.

Dal videoLe immagini pubblicate online da un videoamatore stanno facendo il giro della rete. Ritraggono gli ultimi minuti di vita dell'uomo che, come si ricorderà, era stato trattenuto all'aeroporto per molte ore dagli agenti e non gli era stato consentito di parlare con la madre, alla quale anzi poco prima della tragedia era stato detto che il figlio non si trovava nell'aerostazione.

Ciò che inquieta i commentatori è che quanto si vede nel video è cosa ben diversa da quanto dichiarato all'epoca dalle autorità di sorveglianza. A loro dire, sull'uomo erano intervenuti tre agenti, e non quattro, e il Taser era stato preferito ad altri strumenti, come lo "spray piccante", per l'alto numero di persone nell'area. Nel video, invece, l'uomo è assolutamente isolato, senza nessuno intorno.
CBS News, che per prima ha diffuso il filmato nelle scorse ore, ricorda che al momento sono in corso diverse inchieste sull'incidente. L'ipotesi di reato è omicidio. Da segnalare, infine, che le forze di sicurezza dell'aeroporto avevano chiesto che il video non venisse divulgato per evitare di turbare i testimoni nel corso del procedimento giudiziario collegato alla morte di Dziekanski.

Chi volesse vederlo lo può fare sul sito della CBS o a questo indirizzo (file.wmv).
286 Commenti alla Notizia Video/ Il Taser uccide così
Ordina
  • Il video è stato manipolato al computer da un hacker ricercato in tutto il mondo.
    In realtà è andata così:
    Il tizio, famosissimo terrorista ricercato da oltre 150 anni, si è presentato in areoporto con 3 bombe atomiche in tasca e un disgregatore molecolare nel calzino destro.
    Squadre speciali come FBI, SWAT et similia erano già completamente impegnate nello sventare 45 attacchi terroristici contemporanei, è stato suggerito di far evacuare tutti dall'areoporto e assecondare il terrorista, ma i nostri 4 valorosi eroi, rifiutandosi di tradire la patria ed il bene dell'umanità si sono avventurati con i loro 4 innocui Taser (è risaputo che una scarica alla massima potenza riesce ad uccidere a fatica una mosca, un gatto non la sente nemmeno) contro il terrorista, armato di bombe atomiche e disgregatore molecolare (nuovissima arma progettata in Iran, non a caso gli eroi Americani attaccheranno l'Iran, paese da cui nasce TUTTO il male esistente al mondo. Gli Americani lo fanno per noi, altro che petrolio!). I 4 intrepidi poliziotti si avventurano sull'uomo, con una velocità sovraumana (non erano nemmeno dopati) e riescono a buttarlo a terra.
    Il nostro terrorista di fama internazionale, da terra, cerca di prendere il suo disgregatore molecolare. I poveri 4 poliziotti prendono l'unica "arma" (come già detto TOTALMENTE INNOCUA) in loro possesso e mirano al terrorista.
    La scarica non avrebbe provocato che un fastidioso solletico all'uomo, se non che proprio in quel momento un fenomeno fisico che accade circa ogni 100mila anni fa si che la potenza del raggio venga amplificata all'infinito, (c'è un altra testimonianza secondo la quale il raggio sia stato amplificato da un sasso lanciato dal terrorista verso uno dei poliziotti) il terrorista cattivo muore, e i 4 eroici poliziotti rimangono gravemente feriti dai loro stessi raggi, di questi 4 ben 82 sono in condizioni gravissime, morte quasi sicura.
    L'america e il mondo intero si inchinano davanti al coraggio dei poliziotti, e in loro onore il presidente americano, Giorgio Cespuglio, promette che andrà a salvare tutti quei poveretti del medio oriente minacciati dai terroristi (Frutto di una strana coincidenza questi paesi sono quelli con i maggiori giacimenti petroliferi).
    Ecco com'è andata veramente, nonostante gli hacker, persone cattive mandate da satana sulla terra, facciano di tutto per mascherare la notizia.


    Più o meno è l'articolo che uscirà su le maggiori testate giornalistiche italiane
    non+autenticato
  • se lo avessero usato domenica scorsa contro i teppisti che hanno distrutto due caserme ora ci penserebbero meglio prima di giocare alla guerra. Così come quei pagliacci dei no-global, certo deve essere un'arma usata in casi estremi, ma ho l'impressione che in italia di dica troppo facilmente 'poverini' a criminali che una manica di botte se la meritano eccome.
    non+autenticato
  • piangere di rabbia.
    uccidere invece di comprendere.
    contro tutti invece che al servizio di tutti.
    ma perché non ci uccidono preventivamente?
    non+autenticato
  • Sono d'accordo....
    Non stiamo facendo niente affinche' queste cose non succedano piu'.
    Politici... vergognatevi..
    Violenti....vergognatevi..

    Non mi sento rappresentato e moriro' con questo sentimento.
    Mi sembra che questa vita sia un film di orrore che non finisce mai.E' pieno di gente che parla parlaparla ma non fa quello che deve... la gente sta male ed e' sotto gli occhi di tutti. Siamo tutti dei disagiati, chi in un modo e chi in un altro.Prima o poi ti sentirai cosi solo come mi sento io in questo momento ed allora capirai cosa vuol dire Ripeto della vita.
    non+autenticato
  • Parole Sante!!
    non+autenticato
  • ci vai te a comprendere i no-global mentre ti incendiano l'auto dove sei dentro? ma si comprendiamo...parliamo, poi i veri innocenti se la prendono nel culo.
    non+autenticato
  • Gli agenti della sicurezza negli aereoporti Canadesi ed USA (a Vancourver e Toronto la metà dell'aereoporto è sotto la giurisdizione degli USA) sono degli imbecilli che pensano che tutti quelli che non sono Statunitensi sono terroristi subumani da trattare come bestie.
    non+autenticato
  • sono contento che tu abbia un'idea diversa dalla mia.
    Solo quando tutti hanno una sola idea c'è davvero un regime, fascista o comunista che sia.
    Purtroppo però parli di cose che non conosci.
    A Genova la Polizia ha sbagliato.
    Tutto.
    C'erano i black block, ok. E perchè non sono intervenuti contro di loro?
    Casualmente hanno preferito aspettare la notte, ed entrare di notte (come dei ladri?) in una scuola dove non sono state ritrovate armi.
    Le due ( mamma mia addirittura due bottiglie... manco bin laden..) bottiglie molotov erano state confiscate durante la mattinata..
    Della serie "ci siamo accorti di avere fatto una stupidata e non siamo neanche capaci di mascarare il tutto..."
    E se non lo sapessi, ti informo che grazie all'opera della polizia c'è un processo in atto, presso l'Aia che potrebbe anche causare l'uscita dell'Italia da parte dell'Unione.
    OK, sarà una ipotesi remota, ma se quell'ipotesi remota si dovesse verificare, il sottoscritto subirebbe delle conseguenze economiche mica da ridere.
    E per questo dovrei ringraziare delle persone pagate dal sottoscritto con le mie tasse.


    Ma andiamo alla fattispecie.
    Trovo difficile però definire un'arma come il taser "non letale", quando nell'esercizio delle sue funzioni si è dimostrata così drammaticamente LETALE.

    Quello è il risultato. Potete venirmi a dire quello che volete, ma quell'arma, nel suo normale utilizzo si è dimostrata letale.
    Bisogna cominciara a chiamare le cose con il proprio nome.
    Non sarà SEMPRE e COMUNQUE letale, ma saltuariamente lo è.
    E lo si è, purtroppo, dimostrato.

    Il problema del Taser però è un'altro.

    Considero il taser una arma TERRORISTICA.
    Perchè provoca il Terrore nelle persone che hanno avuto la sfortuna di doverne subire le conseguenze.
    Purtroppo poi ha un'altro gravissimo effetto, troppo sottovalutato.
    Cioè l'UTENTE FINALE. Ci dimentichiamo troppo spesso che i poliziotti non sempre sono così preparati all'utilizzo delle armi.
    Un esempio è di questi giorni, dove
    1) un agente si è messo a correre i 100 piani (ma dove voleva andare? al primo ponte per attraversare la strada) e durante quella folle corsa
    2) teneva in mano la pistola
    3) la pistola non aveva la sicura inserita.
    Io non voglio credere che quell'agente sia stato così squilibrato da puntare deliberatamente ad altezza uomo, ma è inammissibile che qualcuno non riesca a comprendere che ha in mano un'arma MOLTO LETALE.
    Addirittura non ha pensato al fatto che sarebbe potuto partire un colpo che avrebbe potuto colpire qualche auto di passaggio tra le carreggiate...
    Chiunque ha fatto il milatare è ben conscio di cosa voglio dire quando parlo di "gestione delle armi"..

    Se un poliziotto italiano, padre di famiglia, non riesce a gestire una pistola, come pretendiamo che un Poliziotto di un paese dove le pistole vengono vendute al supermercato possa gestire bene uno strumento di tortura come il taser?

    Tenete presente poi "l'effetto Vito Catozzo". La Divisa cambia un pochino le persone. Specialmente quando ce l'hai addosso. Ti senti "superiore" agli altri. Volete negarlo?
    Questo effetto bisogna tenerlo in considerazione.

    Come bisogna tenere in considerazione il fatto che il Taser è un'arma VIGLIACCA. Perchè viene considerata molto meno grave di quello che è.
    E viene utilizzata SEMPRE su persone DI-SAR-MA-TE.
    Armati contro DISARMATI. Già questo dovrebbe bastare.
    Non è un BRODINO CALDO. Se ne vedete gli effetti capirete che è uno strumento di tortura. Gli effetti sono peggiori di quella che può essere una manganellata presa per sbaglio (e qui parlo per esperienza) durante che so, un Brescia Atalanta di qualche anno fa.
    Perchè ti squote. Non sei più padrone dei tuoi muscoli.
    In un certo senso vieni violentato.
    Con l'aggravante che viene considerata "non letale".
    Il rischio è semplice.
    Mi garantite che non ci sarà MAI nessuno VITO CATOZZO che vuole "provare" magari sulla mia pelle che effetto fa' una scarica di TASER (tanto è come prendere una camomilla).
    Potete garantirmelo?
    Allora significa che quell'arma deve essere BANDITA per sempre come le baionette a quatto lati citate nella convenzione di Ginevra.

    Per conto mio, un ultimo utilizzo del taser lo farei.
    Sulle Gonadi di chi ha classificato il taser come "arma non letale"...

    magari la prossima volta, prima di prendere qualche bustarella ci pensa meglio...

    scusate l'enormità del post.
    non+autenticato
  • - Scritto da: alessandro salandini
    >
    > scusate l'enormità del post.

    Veramente è da sottoscrivere tutto perché espone semplicemente cose vere ed opinioni equilibrate, obbiettive e *largamente* condivisibili.
    non+autenticato
  • - Scritto da: alessandro salandini

    >
    > Considero il taser una arma TERRORISTICA.
    > Perchè provoca il Terrore nelle persone che hanno
    > avuto la sfortuna di doverne subire le
    > conseguenze.

    se uno sta calmino quando la polizia lo ferma, nessuno la tasera.
    A me nessun polizioto mi ha mai taserato, e son stato fermato 3 volte. Si vede che non ho avuto "la sfortuna"...

    > Cioè l'UTENTE FINALE. Ci dimentichiamo troppo
    > spesso che i poliziotti non sempre sono così
    > preparati all'utilizzo delle
    > armi.

    quindi sai tutto come funzia l'addrestramento dei poliziotti canadesi/usa...accademia di polizia,.. ok

    > Un esempio è di questi giorni, dove
    > 1) un agente si è messo a correre i 100 piani (ma
    > dove voleva andare? .. ecc..

    se aveva un taser oggi forse ci sarebbe un morto in meno

    > Se un poliziotto italiano, padre di famiglia, non
    > riesce a gestire una pistola, come pretendiamo
    > che un Poliziotto di un paese dove le pistole
    > vengono vendute al supermercato possa gestire
    > bene uno strumento di tortura come il
    > taser?

    se le pistole vengono vendute al supermercato che centra la polizia
  • contesto le tue affermazioni.
    1) se te ne stai calmino, la polizia non ti fa' niente? Forse nel mondo dei sogni. Nella vita reale, gli abusi dei poliziotti sono all'ordine del giorno.
    2) se anche non sono calmino, la polizia non ha diritto a TORTURARMI perchè ho dato in escandescenza. C'è una cosa che si chiama Proporzionalità della DIFESA. E TORTURARE una persona con RIPETUTE SCARICHE ELETTRICHE indegne di uno stato che abbia superato il MEDIO EVO è, a mio modo di vedere, quantomeno ECCESSO di DIFESA.
    3) il fatto che ci siano persone che difendono gli agenti per partito preso, senza evidentemente avere mai "saggiato" i reali effetti del taser non fanno altro che confermare negli agenti la FALSA SICUREZZA che il taser abbia effetti BLANDI.
    4) ogni cittadino ha svariati diritti. Tra i quali c'è quello di non essere UCCISO per una tua mancanza.
    Quindi, se vuoi Taserarmi, devi prima essere ASSOLUTAMENTE CERTO che questo non comporetà la mia MORTE.
    Se non ne sei certo, mi dispiace ma devi usare altre "armi".
    Se non sei assolutamente CERTO che non mi farà morire, allora devi usare altre armi. non hai altre armi? Mi spiace, questo è un altro problema. Ma non posso MORIRE perchè qualcuno ti ha dato in mano un Taser.
    5) Non si capisce se quando dici che sei stato fermato da poliziotti ti trovavi in nord america o in italia. Nel secondo caso, è ovvio che non sei stato taserato.
    6)Nel momento in cui un agente utilizza un Taser deve sapere bene cosa significa. E se lo utilizza "fregandosene" del fatto che ciò potrebbe scaturirne commette, a mio modo di vedere un reato.
    Omicidio colpo. Per imperizia (non è capace di maneggiare le armi), per imprudenza (non aveva la sicura), per ignoranza (non sapeva che poteva essere letale - d'ora in poi non si potrà mai più dire che il taser non è LETALE).
    E siccome l'ignorantia legis non excusat, te ne vai in galera.

    Purtroppo non è dato sapere in anticipo se una persona potrebbe morire in seguito ad una taserata. Verissimo.
    E proprio per tutelare le forze dell'ordine bisognerebbe immediatamente vietare per sempre l'utilizzo del taser.
    Non può essere il cittadino colui che deve pagare per una ignoranza (scusabile fin che volete, ma è pur sempre una mancanza) dell'agente.

    Ma sarà più importante il diritto alla vita umana od il diritto di "divertirsi" di un agente?

    Perchè, badate bene, per calmare una persona basta una manganellata. Se ne avete mai presa una, sapete bene a cosa mi riferisco.
    Una manganellata. Non la "mattanza" indegna di Genova.

    E non datemi del comunista. Non lo sono.
    Ho però l'onestà intellettuale, magari potrete anche riconoscermela, di ammettere quando e se ci sono stati degli episodi di abusi.

    7) Se avesse avuto un taser ci sarebbe un morto di meno?
    Parli di cose che non conosci. un taser non ha la portata di 80 metri. Se mia nonna avesse avuto le ruote, sarebbe stata un SegWay..
    Ma soprattutto.. SE TUTTI GLI AGENTI FOSSERO STATO ADDESTRATO MEGLIO (se avessimo solo agenti validi e non persone mandate in polizia in cerca di uno stipedificio) Quell'agente AVREBBE SAPUTO CHE L'ARMA NON SI PORTA MAI, MAI, MAI E POI ANCORA MAI SENZA LA SICURA INSERITA, SPECIALMENTE SE SI CORRE. Ed allora magari oggi avremmo molti morti in meno. Non solo uno.


    8) Il fatto che le pistole vengano vendute nei supermercati voleva essere un parametro sociologico. Non si possono paragonare due eventi senza utilizzare la sociologia.
    Se un uomo disperato, padre di famiglia, cresciuto nei quartieri spagnoli, nel tentativo di trovare qualcosa da dare ai propri figli ruba qualcosa non può avere lo stesso "peso" del reato compiuto da un "pariolino" figlio di papà che ruba un ipod touch perchè ce l'hanno tutti ed il papi gli aveva appena regalato la ps3...
    Parimenti, negli U.S., la "percezione" di pericolosità delle armi è diversa dalla nostra. Le armi si usano molto di più e, PURTROPPO, con troppa disinvoltura. Ma sarebbe meglio dire ignoranza ed incoscenza.
    E se le armi vengono usare così facilmente, figuriamoci un apparato "non letale" come il taser.
    Io non parlo contro i poliziotti. Parlo a favore dei poliziotti. Ed è per questo che non voglio che debbano utilizzare il taser. Perchè il Taser è un'arma assolutamente da bandire.
    E' vigliacca.
    E' fonte di morte.
    E' fonte di assuefazione.
    E' una fote tentazione per persone molto soggette a stress come lo sono i poliziotti.
    Ricordiamoci Vito Catozzo. E ricordiamoci che poi, diciamocelo, è tanto divertente da usare....

    E se hanno detto che non è letale, sarà vero...

    o no??
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | Successiva
(pagina 1/7 - 34 discussioni)