Debutta il quad-core consumer di AMD

AMD ha lanciato i primi due modelli di Phenom, linea di processori desktop basata sulla stessa architettura multi-core di Barcelona, e al centro della nuova piattaforma Spider, dedicata a videogamer e appassionati di tecnologia

Sunnyvale (USA) - Se fino ad oggi AMD è riuscita a contenere l'avanzata dei Core 2 di Intel con un'aggressiva guerra dei prezzi, il chipmaker di Sunnyvale deve ora necessariamente rispondere all'avversaria anche sul piano tecnologico. Lo ha fatto lanciando la nuova linea di processori desktop Phenom, che porta sul segmento mainstream la microarchitettura di nuova generazione K10.

Phenom è essenzialmente la versione desktop di Barcelona, l'Opteron di nuova generazione introdotto lo scorso settembre, e rappresenta il cuore di una nuova piattaforma hardware di AMD, Spider, dedicata soprattutto agli appassionati di videogiochi. Di tale piattaforma fanno anche parte i nuovi chipset 7-Series (790FX, 790X e 770) e le giovanissime GPU ATI Radeon HD 3800, apparse sul mercato la scorsa settimana. Sebbene AMD affermi che questi tre componenti forniscano le migliori performance quando utilizzati in tandem, ciascuno di essi può essere usato anche su piattaforme eterogenee.

"AMD è l'unico produttore in grado di offrire a tutti gli appassionati una Ultimate Visual Experience reale", ha proclamato Dirk Meyer, presidente e COO di AMD. "La piattaforma AMD Spider nasce dal nostro approccio all'innovazione a livello di piattaforma, per fornire agli appassionati di videogame un'esperienza di computing senza precedenti".
CrossFireXLe caratteristiche tecniche peculiari della piattaforma Spider sono date dal supporto all'architettura quad-core, alla tecnologia multi-GPU CrossFireX, al bus PCI Express 2.0, all'interfaccia di comunicazione HyperTransport 3.0 e alle librerie DirectX 10.1. Grande rilievo viene dato da AMD a CrossFireX, evoluzione della tecnologia multi-GPU di ATI che permette di utilizzare fino a quattro schede video HD 3800 contemporaneamente: di fatto rende possibile creare quelli che il chipmaker definisce, senza troppo esagerare, "supercomputer per il gaming".

A rendere possibile tutto ciò è soprattutto la tecnologia HyperTransport 3.0, in grado di fornire un'ampiezza di banda di 14,4 GB/s. "Se a ciò si aggiunge la bandwidth supplementare fornita dai chipset AMD PCI Express 2.0 e dai processori grafici, - spiega AMD - la piattaforma Spider è in grado di erogare facilmente tutta la banda passante necessaria per supportare la riproduzione video a 1080P, configurazioni multi-GPU avanzate e interfacce ad alta velocità per reti e dischi".

Phenom è un processore da 450 milioni di transistor costruito con una tecnologia di processo a 65 nanometri. Il chip, che utilizza il preesistente socket AM2+, integra un controller di memoria a 128 bit compatibile con le memorie DDR2-1066, una cache di terzo livello (soluzione inusuale per una CPU desktop), le istruzioni multimediali estese SSE4 e il supporto, in alcuni futuri modelli, alla tecnologia Dual Socket Direct Connect (DSDC), che più avanti nel tempo permetterà di creare configurazioni dual-processor fino ad otto core.

Ieri AMD ha lanciato soltanto due modelli di Phenom, entrambi quad-core: il 9600 (283 dollari per ordini di mille unità), con frequenza di clock di 2,3 GHz, e il 9500 (252 dollari), con clock di 2,2 GHz. I due chip hanno in comune un thermal design power (TDP) di 95 watt, 2 MB di cache L2, 2 MB di cache L3 e un bus a 3,6 GHz.

AMD afferma che i 95 watt di TDP si traducono, nell'utilizzo reale, in una media di circa 32 watt per le applicazioni consumer e di 29 watt per quelle aziendali.

AMD PhenomAl debutto si attendeva anche un terzo modello di Phenom, il 9700 da 2,4 GHz, ma stando a quanto riportato da theinquirer.net il suo lancio sarebbe stato posticipato all'ultimo minuto a causa di un difetto di progettazione: difetto apparentemente non risolvibile con un aggiornamento del BIOS. AMD ha assicurato che il bug interessa esclusivamente la versione da 2,4 GHz, e verrà risolto con una nuova revisione del processore, attesa sul mercato tra la fine di questo e l'inizio del prossimo anno. In questo stesso arco di tempo AMD introdurrà anche una versione overcloccabile (Black Edition) del Phenom 9600 e il modello 9900 da 2,6 GHz.

I Phenom sono le prime CPU quad-core di AMD indirizzate al mercato consumer, e come tali l'azienda di Sunnyvale li compara ai Core 2 Quad: in realtà, almeno per il momento, le performance - nonché i prezzi - dei Phenom si collocano all'incirca nella stessa fascia dei Core 2 Duo. Secondo pcworld.com, con il PC WorldBench 6 beta 2 il Phenom 9600 fornisce risultati poco al di sopra (105 contro 96) di quelli forniti dal non più giovanissimo Core 2 Duo E6600 da 2,6 GHz: una CPU il cui prezzo al dettaglio, in USA, si aggira intorno ai 230 dollari.

Va ricordato che mentre Phenom, insieme a Barcelona, è un processore quad-core a tutti gli effetti - integra infatti quattro core sullo stesso die di silicio -, i Core 2 Quad sono in realtà costituiti da due Core 2 Duo saldati sullo stesso package. Sulla carta l'approccio di AMD, che sarà seguito anche da Intel con il futuro lancio di Nehalem, dovrebbe eliminare eventuali colli di bottiglia nella comunicazione tra i core: nella pratica, tuttavia, questo vantaggio è raramente visibile, soprattutto nel confronto con Penryn, dove Intel ha migliorato sia l'efficienza della cache che di quella del front-side bus.

Insieme all'architettura Penryn, Intel ha per altro introdotto una tecnologia di processo a 45 nanometri a cui AMD non migrerà prima di altri 6-8 mesi. Quest'ultima ha già promesso che i futuri Phenom a 45 nm conserveranno l'attuale socket AM2+, e saranno dunque compatibili con la maggior parte delle schede madri basate su questo socket.

Ieri AMD ha anche confermato i prezzi in dollari delle proprie schede grafiche HD 3800: il modello HD 3850 con 256 MB di memoria GDDR3 costa 179 dollari, mentre il modello HD 3870 con 512 MB di memoria costa 219 dollari. In Italia i prezzi praticati dai negozi online vanno dai 170 ai 280 euro.
64 Commenti alla Notizia Debutta il quad-core consumer di AMD
Ordina
  • Salve, noi abbiamo un casa un server biprocessore quadcore (totale 8 core). Non siamo mai riusciti, nell'uso medio (vmware + 4 vm e db server), ad andare oltre un misero 33-40% di prestazioni...mai visto andare con i core al 100%, in nessun caso. C'è ancora da ragionare tanto su questo orientamento al multicore.

    Matteo


    __________________________
    WWW.SMCP.IT
    non+autenticato
  • Anche se in realtà pochissimi programmi sfruttano i 64bit, provando a ricompilare il mio codice con i 64bit nativi di AMD con SuseLinux10.2 ed ottimizzando l'ottimizzabile tenendo conto dei 64bit, ho ottenuto le seguenti notevoli performance:
    CASO_1) +100%
    CASO_2) +130%
    CASO_3) +40%
    Ciò è evidentemente dovuto all'incremento dei registri ed all'eventuale riduzione delle istruzioni macchina per operazioni a 64bit.
    Si tratta di software che richiede parecchio tempo-cpu.

    Altra cosa curiosa, se ricordate Hyper-Threading dei Pentium4,http://it.wikipedia.org/wiki/Hyper-Threading
    poi abbandonato nei Core2Duo e Quad, ho effettuato dei benchmark ed ho rilevato un aumento delle prestazioni del tipo (Pentium4 HT):
    Caso1) +40%
    Caso2) +52%
    Caso3) +35%
    Molti consideravano l'HyperThreading praticamente inutile, sembrerebbe invece che con un software ottimizzato i risultati invece siano visibili. Intel ha sbagliato a non lasciare questa tecnologia anche nei nuovi modelli, ne sarebbe risultato un incremento di prestazioni notevole perché probabilmente da moltiplicare per il numero dei core effettivi.
    non+autenticato
  • > Molti consideravano l'HyperThreading praticamente
    > inutile, sembrerebbe invece che con un software
    > ottimizzato i risultati invece siano visibili.
    > Intel ha sbagliato a non lasciare questa
    > tecnologia anche nei nuovi modelli, ne sarebbe
    > risultato un incremento di prestazioni notevole
    > perché probabilmente da moltiplicare per il
    > numero dei core
    > effettivi.

    Se ben ricordo, l'ht di intel usava una parte di cpu "dormiente" che era stata creata con altri scopi. Nelle cpu core2 questa parte non c'era, ne' poteva essere aggiunta senza rifare tutto il processore.
    Secondo me la tecnologia ht era il primo abbozzo di multicore che era (semi)inutile ed e' stato attivato solo per motivi di marketing.
    non+autenticato
  • Al di là dell'hype e del technomarketing astrogalattico... quali applicazioni usano davvero i due o i quattro core?
    Vi sono *reali* vantaggi per gli utenti rispetto a un classico single core?
  • - Scritto da: lowres
    > Al di là dell'hype e del technomarketing
    > astrogalattico... quali applicazioni usano
    > davvero i due o i quattro
    > core?
    > Vi sono *reali* vantaggi per gli utenti rispetto
    > a un classico single core?

    Mi sembra di ricordare che il videogame Oblivion li utilizzi; giusto per parlare di un'applicazione professionale...
    krane
    22544
  • molti programmi nel settore video editing (ad es. tutti quelli adobe, compreso photoshop), tutti o quasi i programmi di grafica 3d, i nuovi giochi, alcuni codec video (es. divx)... questi sono solo alcune cose che sfruttano il multithreading in modo pesante. poi, molte applicazioni giovano comunque del multicore, perché i thread invece di essere caricati su un'unica cpu sono suddivisi fra i vari core in modo trasparente.
    non+autenticato
  • - Scritto da: lowres
    > Al di là dell'hype e del technomarketing
    > astrogalattico... quali applicazioni usano
    > davvero i due o i quattro
    > core?

    Qualsiasi applicazione con piu' di un thread ne trae beneficio, che puo' essere marginale o che puo' arrivare al parallelismo quasi totale, a seconda dei casi.

    E sara' sempre piu' tangibile.

    > Vi sono *reali* vantaggi per gli utenti rispetto
    > a un classico single
    > core?

    Si'.

    Leggi la risposta anche se l'ho scritta qualche minuto dopo mezzanotte ?
    non+autenticato
  • scusate l'ignoranza, ma qualcuno ha capito se si tratta di un processore a 32 o a 64 bit???
    non+autenticato
  • 64 bit benedetto figliolo, 64 come sempre!! Dall'uscita dei primi Athlon 64 i "32 bit consumer" di AMD con architettura K8 si son visti solo per modelli particolarmente economici (i primi Sempron). Questi nuovi "Phenom" e derivati vanno a contrastare il fior fiore dei quad core di Intel, tutti a 64 bit, impensabile che possano essere ancora a 32Sorride
    non+autenticato
  • Veramente in terminii di prestazioni i nuovi processori AMD sono leggermente superiori ai primi Core 2 Duo di Intel (E6600).
    Quindi AMD ha ancora un bel gap di prestazioni da colmare.
    non+autenticato
  • > Quindi AMD ha ancora un bel gap di prestazioni da
    > colmare.

    Immagino che i prezzi dichiarati al momento siano quelli iniziali e siano destinati a scendere:
    se cosi' sara' si torna alla normalita' ove le cpu amd sono meno performanti ma costano meno, richiedono mobo meno complesse integrando il controller di memoria e accettano ram da poco per lo stesso motivo diventanto quindi la scelta per chi vuol spendere poco mentre chi vuole una macchina da performance come i videogiocatori spendera' un po' di piu e scegliera' Intel.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Benedict
    > Questi nuovi "Phenom" e derivati
    > vanno a contrastare il fior fiore dei quad core
    > di Intel

    Sarà, pero questi Phenom a 4 core vanno tanto quanto un Core 2 Duo di Intel.
    non+autenticato
  • Sinceramente, credo che test tali siano stati effettuati in single core. Comunque sia quelli appena lanciati non sono i top di gamma.
    non+autenticato
  • veramente sono quelli di fascia bassa...
    sono poi previsti per il primo trimestre del 2008
    le versioni (sempre a fascia basa) con i moltiplicatori sbloccati.
    I test (almeno a quanto ho letto ieri su tom's Hardware) sono stati effettuati sul quad core (a proposito Gli AMD non sono come i pentium, che per emulare i 64 bit, dichiarato da intel, i due core lavorano come se fossero uno solo, come il processore della PSP).
    in più (sempre a quanto ho letto) hanno una particolarità rispetto a intel, cioè se un core va a farsi benedire... viene automaticamente escluso... ma il processore continua ad andare utilizzando solo gli altri tre.
    infine ultima differenza dagli intel a 4 core:
    i Phenom è effettivamente a 4 core... mentre intel è un processore formato da due core 2 duo.
    per essere un "entry level" direi che non è male... se poi si considera che: viene mantenuta la retrocompatibilità di socket (anche se l'AM2 non gestisce alcune cose) e che verrà ulteriormente sviluppato fino a 45 nm... direi che AMD è sulla strada buona per risorpassare intel (anche se ancora deve fare un po di strada)
    non+autenticato
  • - Scritto da: Antonello
    > veramente sono quelli di fascia bassa...
    > sono poi previsti per il primo trimestre del 2008
    > le versioni (sempre a fascia basa) con i
    > moltiplicatori
    > sbloccati.
    > I test (almeno a quanto ho letto ieri su tom's
    > Hardware) sono stati effettuati sul quad core (a
    > proposito Gli AMD non sono come i pentium, che
    > per emulare i 64 bit, dichiarato da intel, i due
    > core lavorano come se fossero uno solo, come il
    > processore della
    > PSP).

    Scusa Atonello, ma questa modalità di 64 bit Intel è così solo sui Pentium a 64 bit o anche sui Core2?

    Avresti dei link al riguardo?

    Lo chiedo eprchè mi interessa capire meglio... Ho cercato in Google ma non ho trovato nulla di interessante...

    Grazie!
  • ehm... veramente NON esistono intel a 64 bit...
    per quanto riguarda i processori a un core solo è un'emulazione... riescono ad eseguire le operazioni più semplici... vedi i vari intel Pentium 5XX o 6XX...
    il discorso dei due core a 32 bit che lavorano come uno solo a 64 mi pare ovvio che sia riferito ai dual core... che siano core duo o core 2 duo...
    per quanto riguarda le informazione... perchè perdere tempo a cercare su google??? vai sul sito della intel... spulcialo per bene e vedrai...
    non+autenticato
  • - Scritto da: Antonello
    > ehm... veramente NON esistono intel a 64 bit...
    > per quanto riguarda i processori a un core solo è
    > un'emulazione... riescono ad eseguire le
    > operazioni più semplici... vedi i vari intel
    > Pentium 5XX o
    > 6XX...
    > il discorso dei due core a 32 bit che lavorano
    > come uno solo a 64 mi pare ovvio che sia riferito
    > ai dual core... che siano core duo o core 2
    > duo...

    Peccato che non sia vero... sono 2 core a 64 bit che lavorano come 2 a 64 bit...

    > per quanto riguarda le informazione... perchè
    > perdere tempo a cercare su google??? vai sul sito
    > della intel... spulcialo per bene e
    > vedrai...

    Cosa ? Quello che non c'è ?
    non+autenticato
  • http://www.intel.com/products/processor_number/eng...

    Se leggi bene la tabella ti dice che il 64 bit è una virtualizzazione... ottenuta attraverso l'uso di tutto il resto della piattaforma (OS compreso) a 64 bit
    non+autenticato
  • ...lo ha già ottenuto: in parte direttamente grazie ad Opteron, in parte indirettamente, spingendo intel a potenziare Xeon, ha quasi ucciso Itanium con la concorrenza nella fascia bassa (in fascia alta viene ormai massacrato regolarmente da POWER): Tukwila si è anche dato la zappa sui piedi commesso un passo falso nelle prestazioni e quel che è peggio in più venendo pure rimandato al 2008, così che potrebbe essere il penultimo o addirittura l'ultimo della sua specie, che, tramontati i sogni di gloria, si deve aggrappare a una parte (neanche tutti) degli utenti un tempo di Alpha e PA-RISC che pian piano devono sostituire i vecchi sistemi come ad una delle sue risorse più importanti.
    http://www.theinquirer.net/en/inquirer/news/2007/0...
    http://groups.google.it/group/comp.os.vms/browse_f...
    http://groups.google.it/group/comp.os.vms/browse_f...

    Sembra proprio che Alpha e i suoi utenti più fedeli stiano per essere vendicati.
    non+autenticato
  • in caso ti sfuggisse l'itanium è il processore più usato per i super-pc, dove da il meglio di se nel calcolo scientifico fortemente parallelo, ed affiancato ad una gpu moderna puoi fare cose impensabili fino a 2 anni fa
    sai non tutti usano il pc solo per metterci apache+mysql
    non+autenticato
  • - Scritto da: ...
    > in caso ti sfuggisse l'itanium è il processore
    > più usato per i super-pc, dove da il meglio di se
    > nel calcolo scientifico fortemente parallelo, ed
    > affiancato ad una gpu moderna puoi fare cose
    > impensabili fino a 2 anni
    > fa
    > sai non tutti usano il pc solo per metterci
    > apache+mysql

    A me risulta che Itanium abbia avuto i suoi momenti di gloria nel supercalcolo dal 2001 al 2004, quando ha raggiunto l'apice (ma fermandosi comunque al secondo posto come miglior piazzamento in classifica e più indietro come diffusione dell'architettura nella Top500), ma dopo è iniziato il declino, sia come miglior piazzamento che come diffusione.
    Quanto al suo uso nelle workstation, non sembra abbia portato molta fortuna ad SGI, nonostante le indubbie prestazioni in virgola mobile.
    Resta pure il fatto che in fascia alta POWER la fa da padrone e al contrario di Itanium sembra avere addirittura meno problemi delle architetture mainstream pure nella crescita del clock, se non bastasse l'aumento di prestazioni a parità di clock.
    E rimane il fatto che Tukwila sta andando sotto le aspettative, se è vero che sulla carta è ancora superiore alle architetture mainstream, è anche vero che queste ultime da ora alla sua data di rilascio non resteranno ferme e ridurranno ancora il divario: se Tukwila sarà l'ultimo o il penultimo della sua specie, dipenderà da quanto riuscirà a ridurre l'attuale divario dalle prestazioni pianificate in origine e pure da quanto premeranno l'acceleratore Opteron e Xeon (quest'ultimo non si avvicinerebbe così tanto al "fratellone" se intel non fosse pressata da AMD): se il divario da Tukwila sarà troppo piccolo, inevitabilmente, dati gli investimenti enormemente maggiori per le architetture x86 e dato anche che stanno per esaurirsi i cassetti dei progetti Alpha ceduti da Compaq e da cui intel ha sicuramente prelevato qualsiasi idea potesse essere utilizzabile sulle altre architetture, che arrivavano nelle architetture più in là nel tempo, appena abbozzate, circa al 2008-2010, Poulson potrebbe essere destinato inevitabilmente a subire il sorpasso in fascia bassa (in fascia alta ormai è condannato anche Tukwila) e quindi potrebbe essere ritirato il progetto prima della sua nascita.
    Certo è un peccato che ci sia un contendente in meno, ma lo è ancora di più che per colpa sua non ci sia il ben più dotato, ai suoi tempi d'oro, ma reggeva bene perfino coi fondi per lo sviluppo quasi azzerati, Alpha: questa sì che è stata una delle perdite più gravi per lo sviluppo dell'informatica, chiunque l'abbia usato sa di che parlo.
    non+autenticato
  • Sono contento per Intel!

    AMD era anni luce dietro a Intel. Quando hanno cominciato a dare nomi "fasulli" tipo 2300 per dire che equivaleva ad un Intel 2.3GHz e invece erano solo 1.8GHz si era capito che AMD aveva raggiunto i suoi limiti.

    Con questo processore, spero che possano rifarsi.

    In fondo se non esistesse AMD, Intel non avrebbe scopo di cercare tecnologie per processori più veloci ancora!
  • Guarda che gli Athlon da XP in poi dovevano avere quella nomenclatura proprio per far capire a quale P4 corrispondevano. A parità di frequenza AMD stracciava Intel, e gli Athlon64 3000+ a 1.9GHz, per esempio, erano veramente veloci come i Pentium 4 a 3GHz. A volte li superavano.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    > Guarda che gli Athlon da XP in poi dovevano avere
    > quella nomenclatura proprio per far capire a
    > quale P4 corrispondevano. A parità di frequenza
    > AMD stracciava Intel, e gli Athlon64 3000+ a
    > 1.9GHz, per esempio, erano veramente veloci come
    > i Pentium 4 a 3GHz. A volte li
    > superavano.

    Sì, ma era un nome per il marketing. Sappiamo benissimo che nei benchmark, gli AMD erano superiori. Non so dirti perché ma era così. Ma solo fino ai 3GHz. A partire dal 3.2GHz, l'AMD non c'è più stato dietro.
    Era uscito il dualcore e l'AMD non c'era.
    Era uscito il core2 DUO e l'AMD non c'era.
    Tra poco ci sarà il 4 core (prezzo accessibile a tutti), e l'AMD?

    Il mio computer ora è vecchio di 1 anno e ha un core2 E6600. Mi sai dire quale processore di AMD al prezzo di 300euro (e parlo di 1 anno fa!) arriva a quella potenza di calcolo?
  • Ci sono un paio di cose che non hai preso in cosiderazione...
    premettendo che attualmente i più performanti sono gli intel (su questo non c'è nessun dubbio), c'è però da dire che gli AMD sono ormai tutti a 64 bit (e al momento non esistono applicativi che lavorano a 64 bit, a parte autocad) mentre gli intel (dichiarato dalla casa) sono dei "falsi" 64 bit... ossia fanno lavorare entrambi i core (a 32 bit) come un core unico a 64 (proprio come fa il processore dela psp, che è un falso 128 bit). E' vero che gli intel sono più performanti... ma solo perchè ancora non vengono sfruttati i 64 bit degli AMD... diciamo che i giudizi finali li faremo quando tutti gli aplicativi saranno a 64 bit.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Antonello
    > Ci sono un paio di cose che non hai preso in
    > cosiderazione...
    > premettendo che attualmente i più performanti
    > sono gli intel (su questo non c'è nessun dubbio),
    > c'è però da dire che gli AMD sono ormai tutti a
    > 64 bit (e al momento non esistono applicativi che
    > lavorano a 64 bit, a parte autocad) mentre gli
    > intel (dichiarato dalla casa) sono dei "falsi" 64
    > bit... ossia fanno lavorare entrambi i core (a 32
    > bit) come un core unico a 64 (proprio come fa il
    > processore dela psp, che è un falso 128 bit). E'
    > vero che gli intel sono più performanti... ma
    > solo perchè ancora non vengono sfruttati i 64 bit
    > degli AMD... diciamo che i giudizi finali li
    > faremo quando tutti gli aplicativi saranno a 64
    > bit.

    Comincio a chiedermi se lo saranno mai ! E' da un po' che sono usciti 'sti 64 bit.
    krane
    22544
  • beh... prima o poi lo saranno...
    il fatto è che in giro ancora ci sono troppi PC con procio a 32 bit... di conseguenza un programma fatto per la massa non può essere a 64 nativi... infatti (a partire da windows) adesso vengono prodotti software a 32 bit con modifiche che li portano a 64 bit (a parte i vari uatocad, matlab)... ma una cosa è 64 nativi un'altra è 64 bit derivati da 32...
    non+autenticato
  • - Scritto da: Antonello
    > beh... prima o poi lo saranno...

    Bhe... Allora prima o poi me lo prendero' un 64 bit...
    Rotola dal ridere

    > il fatto è che in giro ancora ci sono troppi PC
    > con procio a 32 bit... di conseguenza un
    > programma fatto per la massa non può essere a 64
    > nativi... infatti (a partire da windows) adesso
    > vengono prodotti software a 32 bit con modifiche
    > che li portano a 64 bit (a parte i vari uatocad,
    > matlab)... ma una cosa è 64 nativi un'altra è 64
    > bit derivati da 32...

    Lo so, ma sono un po' di annetti che li abbiamo li' he, li sfruttiamo come un secchio bucato.
    krane
    22544
  • Prova ad installare Windows Vista 64 bit.
    Il mio vicino di casa l'ha fatto.

    TUTTE le applicazioni scritte più di 2 anni fa non funzionano!
    TUTTI i giochi scritti più di 1 anno fa non funzionano più!

    L'urlo del 64 bit è una cosa che viene dal mondo Linux, ma credo che finché Windows offre la possibilità di lavorare benissimo e senza problemi sul 32bit, comprarsi software per il 64bit sono soldi buttati via.