Internet, i filtri italioti non passeranno

Lecito sperarlo. Si allarga il fronte degli operatori che dichiarano un approccio neutrale e promettono: nessun filtro sulla connessione, nessuna deep packet inspection. Dai filtri P2P al gettone sul web il passo è breve

Internet, i filtri italioti non passerannoRoma - Qualcosa è cambiato o, meglio, aumentano gli operatori che intendono puntare sulla trasparenza nei confronti dei propri utenti e sulla fornitura di servizi Internet che offrano quanto dichiarato. In un momento di filtri sul peer-to-peer e messa in discussione della neutralità della rete l'affermazione di una glasnost tecnologica può trasformarsi in un potente grimaldello contro la blindatura dei servizi.

Ad aggiornare un primo elenco di operatori apripista è l'esperto di networkwing e mercato Stefano Quintarelli, da tempo in prima linea per informare sui rischi dell'abbandono o della mancata difesa della net neutrality. Due gli strumenti che alcuni provider iniziano pubblicamente a scartare: il filtering "puro e semplice" e la deep packet inspection. Nel primo caso la chiusura del rubinetto per l'uso di una serie di applicazioni, come succede qua e là col già citato P2P, nel secondo strumenti avanzati che non si limitano ad analizzare i pacchetti in transito per gestirne al meglio il flusso ma arrivano a consentire la modulazione dei pacchetti dati sulla base dei loro contenuti, con una invasività potenzialmente senza limiti sulla "vita digitale" dell'utente.

Un fornitore di richiamo come NGI, ad esempio, dedica una pagina proprio alla neutralità della rete, dove afferma:
"NGI ha un approccio neutrale verso i contenuti in transito sulla propria rete.
In nessun caso NGI effettua o effettuerà alcuna discriminazione o censura di traffico tra i propri servizi e quelli di terzi e tra servizi presenti sulla propria rete o su una di terzi, fatti salvi eventuali obblighi di legge.
Al fine di garantire la migliore qualità possibile nei servizi xDSL, NGI applica della politiche di QoS che sono illustrate in ogni scheda prodotto".
Le politiche di QoS (Quality of Service) sono ben lungi dal costituire un filtro ma servono ad ottimizzare le prestazioni di rete. Lo sostiene proprio il provider, che anche su questo si dilunga spiegando che si applica
"una politica che privilegia il traffico sensibile alla latenza/burst (navigazione, posta, VoIP, telnet/ssh, tunnel) rispetto a quello generato da software di file sharing. Questa prioritizzazione del traffico avviene SOLO se necessario nei momenti di massima congestione della rete. La policy di QoS adottata da NGI NON blocca quindi alcun tipo di traffico. Le porte TCP/UDP sulla rete sono TUTTE aperte"
Politiche forse meno dettagliate ma altrettanto esplicite sono quelle promesse da altri operatori del settore, come Telnet che in una pagina dedicata alla neutralità della rete afferma:
"Telnet ha un approccio neutrale verso i contenuti in transito sulla propria rete. In nessun caso Telnet effettuerà alcuna discriminazione o censura di traffico, fatti salvi eventuali obblighi di legge".
Approcci del tutto simili quelli adottati da altri fornitori come AirGrid, che pubblica anche il bannerino, riprodotto qui sotto, che punta alla pagina che lo stesso Quintarelli ha pubblicato in tema di deep packet inspection.
Deep Packet Inspection

Si tratta di prese di posizione innovative che, se verranno raccolte dagli utenti Internet, potrebbero creare alcune crepe nello scenario sul quale apparentemente stanno puntando con una certa decisione alcuni grandi operatori TLC. Basti pensare alle numerose polemiche scaturite in rete per la difficoltà di molti utenti di utilizzare appieno le applicazioni peer-to-peer con alcuni dei nomi più noti tra i fornitori d'accesso. Si tratta anche in quel caso di prove tecniche di non-neutralità, dove si privilegiano servizi che possano "rendere" su quelli realmente richiesti e desiderati dall'utenza. Il tutto, come constatano molti lettori di Punto Informatico, spesso senza una adeguata informazione sul filtering adottato.

"Secondo me - conclude Quintarelli sul suo blog - l'importante in questa fase, tendendo verso la neutralità che è l'obiettivo ultimo, è che non avvenga discriminazione tariffaria né tecnica per avvantaggiare i contenuti/servizi dell'operatore (o dei suoi amici/partner) discriminando contenuti/servizi di qualunque utente e, soprattutto, che l'utente che fa un acquisto possa essere correttamente informato sulle policies di gestione del traffico dell'operatore".

Molti sono gli utenti che hanno già manifestato online, su queste pagine ed altrove, la propria intolleranza per l'applicazione di filtri, tanto più in assenza di un'informazione adeguata. Ma va detto che, soprattutto quando si parla di banda larga, in molti casi per gli utenti non c'è la possibilità di scegliere tra più fornitori, in altri è pressoché impensabile pensare di cambiare operatore senza rinunciare per lungo tempo al servizio e in altri ancora gli utenti hanno atteso così a lungo l'arrivo del broad band che sono certo disponibili, sebbene obtorto collo, ad accettare persino una connettività distorta da strumenti di filtering non dichiarati. Il rischio dunque, e gli operatori "contro" hanno non a caso iniziato a mobilitarsi, è che siano proprio le debolezze strutturali del mercato TLC italiano, e della banda larga in particolare, a consegnare la rete ad un futuro di discriminazione, di rete a gettone.
73 Commenti alla Notizia Internet, i filtri italioti non passeranno
Ordina
  • Tele 2 è una rete che filtra completamente il peer to peer nelle ore del giorno (dalle 7:00 alle 0:00).
    Ragazzi attenzione al contratto c'è una clausola che dice che se tele 2 applica una modifica alla rete sconveniente al cliente quest'ultimo può chiedere il recesso del contratto senza pagare la penale.Ma ame onestamenta non basta perchè per me dovrebbe essere tele 2 a pagarmi l'attivazione per il contratto verso nuvo gestore visto che non forniscono il servizio promesso.
    Se avete osservazioni da farmi contattatatemi via e-mail (tigro83@libero.it).
    Aspetto vostre risposte.
    non+autenticato
  • Ok,
    sul p2p siamo tutti daccordo, facile.
    Ma perche' non ci ricordiamo che da alcuni anni e attualmente (o forse sono l'unico in italia) non si puo' scaricare la posta attraverso il pop3 se non si ha una casella con l'ISP e in alcuni casi la si puo' mandare solo con l'smtp dell' ISP?
    A voi tutto questo pare neutrale? E perche' non e' stato fatto un polverone allora e lo si fa solo adesso che bloccano il p2p? Mi rendo conto che la situazione e' un po' differente...pero' se la rete deve essere neutrale deve esserlo per tutto, mi sembra che ci sia una sorta di discriminazione nei confronti delle porte...
    non+autenticato
  • mi ricordo che quando libero fece la restrizione della sua e-mail la gente protesto! Soprattutto per le tempistiche troppo lascive dell'avvisare decentemente l'utenza! Però ovviamente c'è un modo per raggirare il blocco..oppure si usa un servizio di POSTA SERIO.
    Sgabbio
    26178
  • Sono due questioni molto diverse, sia dal punto di vista tecnico che dal punto di vista funzionale. Non mi sembra il caso di mescolare tutto in un unico calderone. Altrimenti si rischia di creare solo inutile confusione.
    non+autenticato
  • La questione del POP3 è dovuta allo spam, per evitare che chiunque si possa autenticare in maniera fasulla sul server per spammare i filtri che sono stati messi servono per eliminare tutti gli utenti che non fanno parte del dominio del server.
    Non credo che l'intento fosse la limitazione del servizio, ma le novità di oggi mi preoccupano molto di piu', la legge LEVI-PRODI in particolare è una cosa indegna di un paese moderno e democratico, e dopo un iniziale rivolta di massa, su vari forum ora non si capisce bene cosa abbiano fatto se non mettere tutto a tacere.
    Stanno facendo tanti piccoli passettini per non farne uno piu' grande e decisamente piu' appariscente.
    E' preoccupante veramente come in questo paese che si definisce democratico si stia cercando di "normalizzare" anche la rete, forse era meglio quando i pollitici non se ne prendevono cura.
    non+autenticato
  • vi segnalo che già 15 anni fa i servizi militari registravano tutto quello che veniva trasmesso in TV ....
    al servizio della Casta politica .
    Lo scandalo delle intercettazioni telecom non è bastato ....
    la casta alias LA MAFIA deve CONTROLLARCI ....
    mettono come scusa il peer to Peer o i Pedofili o il Porno dei bambini ....

    la verità è che ci vogliono CONTROLLARE ...
    se avessi un'azienda con un fatturato interessante ...
    la prima cosa che farei è parlare a voce o a mezzo posta con buste siggillate (altro che pizzini)....
    perchè COSA NOSTRA vuole LA TUA VITA ....
    vogliono che Tu cresca NEL LORO SISTEMA !!!
    non+autenticato
  • - Scritto da: anonimo bastardo
    > vi segnalo che già 15 anni fa i servizi militari
    > registravano tutto quello che veniva trasmesso in
    > TV
    > ....
    > al servizio della Casta politica .
    > Lo scandalo delle intercettazioni telecom non è
    > bastato
    > ....
    > la casta alias LA MAFIA deve CONTROLLARCI ....
    > mettono come scusa il peer to Peer o i Pedofili o
    > il Porno dei bambini
    > ....
    >
    > la verità è che ci vogliono CONTROLLARE ...
    > se avessi un'azienda con un fatturato
    > interessante
    > ...
    > la prima cosa che farei è parlare a voce o a
    > mezzo posta con buste siggillate (altro che
    > pizzini)....
    > perchè COSA NOSTRA vuole LA TUA VITA ....
    > vogliono che Tu cresca NEL LORO SISTEMA !!!
    solo a voce ,bassa e per giunta in zone "nere" non coperte dai satelliti come dicono in prison breakCon la lingua fuori
    non+autenticato
  • Usate un buon router, configurate al meglio eMule e - soprattutto - NON connettetevi a server fake/spia!
    Per saperne di più collegatevi al sito emulesecurity.net

    Troverete vari filtri da applicare ad eMule per filtrare questi server ed aumentare la protezione del vostro mulo.

    Ciao!Sorride
    non+autenticato
  • cioe' quello che vorrei dire è:
    1) non vi fanno usare il mulo=usate il bittorrent o i newsgroup o IRC che li non vi puo' controllare nessuno.io con libero scarico a 380k FISSI 24h\24 7g\7 e non vivo a new york ma nel sud italia e manco ho fastweb che se no....
    2)STUDIATE!loro vendono non regalano e quindi da buoni venditori come il berlusca ti promettono 100 per darti forse 10, leggete leggete leggete e se proprio non ne vogliono sapere usate TOR e anonymizers proxy tunnel vpn fate un po' di ricerca e trovate il modo di nascondere il traffico, ce la si puo' fare
    3) se alle prime due rispondete "ma chi ha la testa\competenza per fare ste cose strane" allora beccatevi la alice home tv ,ve la meritate!e se non stiamo attenti diventeranno tutte cosi' le adsl fra un po': una televisione che scatta e con la stessa roba trita e ritrita come piace a loro darci da 50 anni( vedi bongiorno a miss italia\reality e telefilm sulle forze dell'ordine)
    mi sembra di sentire il canto del cigno della TV ... NON STATEVENE DAVANTI AL PC COME SE STESSE DAVANTI AL TELEVISORE!!!!
    p.s:scusate i modi bruschi ma sono stufo di lamentele e piagnistei, lavoriamo tutti insieme e evitiamo di piangerci addosso, il web SIAMO NOI.
    non+autenticato
  • in risposta a chi chiedeva un buon router, anche se sembra un giocattolo esteticamente cercate sulla baia il "fritz box fon wlan" che è una bomba di router\centralina voip a pc spento , centralina nas con porte usb di rete, una figata pazzesca da quando ce l'ho ho solo 1 LED ACCESO ACCANTO AL PC!
    non+autenticato
  • anche il draytek 2800VG non e' per niente male !!

    cya Ficoso
    non+autenticato
  • - Scritto da: elPiotr
    > anche il draytek 2800VG non e' per niente male !!
    >
    > cya Ficoso
    infatti sembra molto simile solo che costicchia non c'e' male eh? io il 7140 fbfwlan l'ho pagato 80 euri in germania e ci ho messo il fw italiano questo ne costa 241 sai com'e'....comunque il fon ha fino a 10 account sip e ci puoi mettere anche la roba isdn anche se mi pare non supporti il super G alla Tomba ma solo il g, mi paiono mooooooolto simili...indago e ti fo' sapere, secondo me gatta ci cova magari stesso fabbricante?
    come ad esempio uno scaccia zanzare bestiale che mi sono pigliato che trovai pubblicizzato su di un giornale al costo di 49 euri, guardo la foto e leggo un altro nome sul device, lo cerco su internet e gira che ti rigira lo trovo sulla baia in usa a 9,90$+ 10$ di spedizione vedi tuOcchiolino
    non+autenticato
  • - Scritto da: uzidax
    > cioe' quello che vorrei dire è:
    > 1) non vi fanno usare il mulo=usate il bittorrent
    > o i newsgroup o IRC che li non vi puo'
    > controllare nessuno.io con libero scarico a 380k
    > FISSI 24h\24 7g\7 e non vivo a new york ma nel
    > sud italia e manco ho fastweb che se
    > no....
    > 2)STUDIATE!loro vendono non regalano e quindi da
    > buoni venditori come il berlusca ti promettono
    > 100 per darti forse 10, leggete leggete leggete e
    > se proprio non ne vogliono sapere usate TOR e
    > anonymizers proxy tunnel vpn fate un po' di
    > ricerca e trovate il modo di nascondere il
    > traffico, ce la si puo'
    > fare
    > 3) se alle prime due rispondete "ma chi ha la
    > testa\competenza per fare ste cose strane" allora
    > beccatevi la alice home tv ,ve la meritate!e se
    > non stiamo attenti diventeranno tutte cosi' le
    > adsl fra un po': una televisione che scatta e con
    > la stessa roba trita e ritrita come piace a loro
    > darci da 50 anni( vedi bongiorno a miss
    > italia\reality e telefilm sulle forze
    > dell'ordine)
    > mi sembra di sentire il canto del cigno della TV
    > ... NON STATEVENE DAVANTI AL PC COME SE STESSE
    > DAVANTI AL
    > TELEVISORE!!!!
    > p.s:scusate i modi bruschi ma sono stufo di
    > lamentele e piagnistei, lavoriamo tutti insieme e
    > evitiamo di piangerci addosso, il web SIAMO
    > NOI.

    Doversti iniziare per primo visto che bittorrent NON è il più sicuro dei client, e per precisione nemmeno dei protocolli, figurati che il tanto usato utorrent ha gli hidden log e le call home nascoste, non visibili (perchè secondo te?) e non è per niente "neutrale", come si vuole far credere, figurati bittorrent....certo chi sà programmare queste cose le risolve (Ficoso) ma la massa, te compreso???
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | 4 | Successiva
(pagina 1/4 - 16 discussioni)