Sviluppare per PS3 costa di meno

Nel tentativo di attrarre verso la propria piattaforma un maggior numero di sviluppatori, e ridurre nel contempo i costi di sviluppo dei videogame, Sony ha dimezzato il prezzo del development kit per PlayStation 3

Tokyo - La licenza del development kit (SDK) di PlayStation 3 può ora essere acquistata a circa la metà del suo prezzo originario. Con questa mossa Sony spera di allargare la comunità di sviluppatori PS3, incrementando - per il medio-lungo termine - il numero di titoli compatibili con l'ultima incarnazione di PlayStation.

In Europa l'SDK è ora disponibile al prezzo di 7500 euro, una cifra che lo rende maggiormente alla portata delle case di sviluppo più piccole, le stesse da cui spesso provengono anche le idee più innovative e originali. Questo sconto è invece destinato ad influire ben poco sulle scelte degli studios più grandi e affermati, le cui strategie di sviluppo dipendono solo marginalmente dal costo degli SDK.

"Mano a mano che verrà sviluppato un numero crescente di titoli per PS3, Sony ridurrà significativamente il prezzo del Reference Tool: questo con l'obiettivo di contribuire a tagliare i costi di sviluppo della comunità di programmatori di giochi", ha affermato Sony in un comunicato.
Va considerato che l'SDK per PS3 è ancora considerevolmente più caro rispetto a quello di Wii, che costa meno di 1500 euro: ciò tuttavia dipende anche dalla diversa piattaforma hardware alla base delle due console. Piattaforma, quella della console di Sony, che molti sviluppatori ritengono più difficile da programmare rispetto a quella di Wii e Xbox 360.

La riduzione del costo dell'SDK segue da vicino l'introduzione del modello di PS3 con hard disk da 40 GB, che, rispetto alla versione originale, costa 200 euro in meno. Sebbene una parte di consumatori abbia accolto questa versione "lite" di PS3 con poco entusiasmo, i dati di vendita sembrano premiare la scelta di Sony: in Giappone, ad esempio, la scorsa settimana le vendite di PS3 hanno persino superato, per la prima volta, quelle di Wii. Ma questo trend al rialzo si sta registrando un po' in tutto il mondo, in parte dovuto anche al progressivo "sboom" di Wii, che su certi mercati comincia a dare segni di stanca.
28 Commenti alla Notizia Sviluppare per PS3 costa di meno
Ordina
  • What be expedient will burn accordant 3 or 4, not for Cinerama term active use. , http://www.kiwibox.com/herbertgycw/blog/ phen375 does it work, 914,
    non+autenticato
  • Ma 'sta cosa che aspettavano a farla? Andava fatto immediatamente, appena hanno visto che la produzione di titoli e le vendite HW erano inferiori alle aspettative. E non basta: ammesso e non concesso che la difficoltà di programmazione sia maggiore, dovrebbero sfornare quanto prima ambienti di sviluppo che rendano più semplice sfruttare le potenzialità della console.
    Comunque nell'ultima settimana PS3 ha battuto XBox360 a livello mondiale, ma Wii è stata comunque la prima, potrà anche aver avuto una momentanea flessione in Giappone, ma a livello mondiale ha battuto la seconda (stavolta PS3) di oltre 100.000 unità.
    In ogni caso IMVHO Nintendo farebbe bene a fare un primo ribasso dopo Natale per assicurarsi di continuare a cavalcare l'onda del successo senza lasciare che perda impeto.
    Quanto a Sony, sapeva di aver progettato una console più costosa delle altre, avrebbe dovuto rassegnarsi prima a vendere in perdita i primi milioni di console con la prospettiva di recuperare in seguito, gli errori iniziali le costeranno senza rimedio il primo posto fra le console di 7a generazione e potrà dirsi fortunata se riuscirà a strappare a MS il secondo.
    Quanto infine a MS, se si ostinerà a terminare il ciclo di vita delle sue console dopo 3 anni - 3 anni e 1/2, dato anche il primo anno di vendite deludentissimo, finirà col chiudere in perdita anche XBox 360, che anche se come differenza fra prezzo di vendita e costi di manodopera e componenti è già in attivo, deve però recuperare degli investimenti iniziali ancora più ingenti di XBox 1, che seppur piagata da un periodo di speculazione sulla RAM e da una GPU troppo costosa, era pur sempre soltanto un PC un po' diverso dai soliti.
    non+autenticato
  • Mi sembra che si stia facendo un pò di pubblicità alla Ps3, decretando la sua vittoria in termini di vendite ancor prima di aver visto i risultati di fine festività natalizie.
    La Ps3 è una console ancora costosissima (499 euro sono tantissimi rispetto ai 250 di Wii) e la sua tecnologia non è ancora alla portata di tutti (volete dirmi che avete tutti un TV LCD o che acquistate già dei DVD in Blue Ray???).
    Il 40% delle PS3 si rompe e si surriscalda un casino. Il suo sistema di controlo è OBSOLETO, altro che alta Teconologia!!!
    Ha la forma di un FRIGORIGERO ENORME che riscalda, però, come un tostapane!!!! Ragazzi, poi giudicate voi... ciao!
    non+autenticato
  • > La Ps3 è una console ancora costosissima (499
    > euro sono tantissimi rispetto ai 250 di Wii)

    ora il game boy costa 20 euro se vuoi ma credo che ormai sia Obsoleto

    > la sua tecnologia non è ancora alla portata di tutti
    > (volete dirmi che avete tutti un TV LCD o che
    > acquistate già dei DVD in Blue
    > Ray???).

    fu cosi anche x il passaggio tra vhs e dvd.. a ma forse non te lo ricordi..forse eri piccolo

    > Il 40% delle PS3 si rompe e si surriscalda un
    > casino.

    forse ti confondi con l'xbox360
    1 su 3 è difettosa http://www.afdigitale.it/news/Gaming/13089/I-3-Led...

    Il suo sistema di controlo è OBSOLETO,
    > altro che alta
    > Teconologia!!!

    beh magari il sistema di controllo del wii è innovativo ma + che come puntatore e come racchetta da tennis non viene usato
    anzi viene usato decentemente solo dai titoli nintendo e non da quelli 3rd party

    > Ha la forma di un FRIGORIGERO ENORME che
    > riscalda, però, come un tostapane!!!!

    sinceramente penso che stilisticamente non sia male
    certo è grossa e scalda tanto ma almeno è silenziosa

    almeno con la ps3 i dvd (anzi i blu-ray) si possono vedere in modo silenzioso
    la 360 copre il rumore di qualsiasi cosa
    e la wii..beh con la wii non li puoi vedere i dvd

    ragionaci un po sopra ciao
    non+autenticato
  • - Scritto da: lol che genio!
    > > La Ps3 è una console ancora costosissima (499
    > > euro sono tantissimi rispetto ai 250 di Wii)
    >
    > ora il game boy costa 20 euro se vuoi ma credo
    > che ormai sia
    > Obsoleto

    Il Game boy non m'è mai piaciuto, ma sul PC sono abbastanza retrogamer Con la lingua fuori

    >
    > > la sua tecnologia non è ancora alla portata di
    > tutti
    > > (volete dirmi che avete tutti un TV LCD o che
    > > acquistate già dei DVD in Blue
    > > Ray???).
    >
    > fu cosi anche x il passaggio tra vhs e dvd.. a ma
    > forse non te lo ricordi..forse eri
    > piccolo

    Io ho ancora un lettore DVD + registratore VHS e sto ancora rimandando l'acquisto del DVD-R con HD perché aspetto che mettano in offerta i modelli con sintonizzatore per DVB-T oltre all'analogico, visto che il passaggio definitivo al digitale terrestre non è più tanto lontano e un videoregistratore ha una vita utile molto lunga.

    > > Il 40% delle PS3 si rompe e si surriscalda un
    > > casino.
    >
    > forse ti confondi con l'xbox360
    > 1 su 3 è difettosa
    > http://www.afdigitale.it/news/Gaming/13089/I-3-Led

    Una sciocchezzuola costata a MS un bel pacco di soldi, e quel che è peggio, un danno d'immagine che ha sicuramente agevolato il sorpasso da parte di Wii.

    >
    > Il suo sistema di controlo è OBSOLETO,
    > > altro che alta
    > > Teconologia!!!
    >
    > beh magari il sistema di controllo del wii è
    > innovativo ma + che come puntatore e come
    > racchetta da tennis non viene
    > usato
    > anzi viene usato decentemente solo dai titoli
    > nintendo e non da quelli 3rd
    > party

    Non funge benissimo anche come ascia o spada? (Già lo vedo meno bene per simulare una lancia o un'alabarda)
    Il pubblico, al contrario della critica, ha reagito molto bene a un gioco Wii di tiro con la balestra (e anche qui, IMVHO, adatto a simulare una balestra, lo vedo però molto meno bene come arco)

    >
    > > Ha la forma di un FRIGORIGERO ENORME che
    > > riscalda, però, come un tostapane!!!!
    >
    > sinceramente penso che stilisticamente non sia
    > male
    A me come design non piace gran che, preferivo la PS2
    > certo è grossa e scalda tanto ma almeno è
    > silenziosa

    Per quel che mi riguarda, se mai prenderò una PS3 (ma sono più orientato sullo Wii), sarà una versione con la CPU a 65nm, che scaldi e consumi meno, per il bene del portafoglio e dell'affidabilità.

    >
    > almeno con la ps3 i dvd (anzi i blu-ray) si
    > possono vedere in modo
    > silenzioso

    Non è il mio caso, ma le capacità multimediali di PS3 possono davvero fare la differenza, ora che il prezzo è sceso a livelli ancora alti, ma molto più accettabili.

    > la 360 copre il rumore di qualsiasi cosa

    Esclusi gli urli di Ballmer Rotola dal ridere

    > e la wii..beh con la wii non li puoi vedere i dvd

    Wii viene acquistata esclusivamente per le sue doti di console.

    >
    > ragionaci un po sopra ciao

    Non sono il detrattore della PS3, ma non ho resistito alla tentazione di ragionarci anch'io Sorride
    non+autenticato
  • si lo so, non c'entra molto il paragone pero' consideravo una cosa: cosa fece prevalere il c64 rispetto al sinclair o l'apple e gli altri?
    Io risponderei con "i programmatori".
    Parlo a chi fu di quell'epoca, vi ricordate la mole di documentazione tecnica e risorse che c'era per il c64? Incredibile pensarlo oggi.
    Vi racconto un'aneddoto, da ragazzino io avevo l'aquarius (mattel) e mio cugino il c64, io ero già programmatore in fascie mio cugino mangiava quicke e faceva il figo con papersoft (lo so, a qualcuno di voi scenderanno delle lacrime senza rendersene conto), un giorno vidi in camera sua un tomo gigantesco, saranno state 400 pagine di documentazione tecnica sull'hw del c64, bene io non potevo credere che mio cugino si trastullasse con papersoft e non cagasse di striscio tutto quel ben di dio, e io che avevo si e no qualche info rubata dai sorgenti dei software in cassetta per il mio povero aquarius (a quel tempo le bbs non c'erano ancora).


    Ora, torniamo al presente.
    Io penso che il 40% della diffusione del c64 fu che i programmatori avevano un'enorme bagaglio di info da cui attingere e quindi il software prolificava, le cassette vendevano più del pane al mattino, le più grandi software house nacquero dal c64, i ragazzini compravano il c64 perchè c'era un sacco di software da "giocare".

    Quindi penso: e se la sony facesse la figata di rilasciare l'sdk free? Secondo me gli sviluppatori ci si butterebbero con un tuffo carpiato e triplo avvitamento con coefficiente di difficoltà 4. Le software house avrebbero di cui campare, il software si svilupperebbe al ritmo cardiaco di un runner dei 100 metri, e le console venderebbero più dei panettoni a natale.

    Perchè come disse un mio amico grafico: è il gioco che fa vendere la console.
    non+autenticato
  • Sì, ma il problema è che oggi i giochi non li fa più il singolo ragazzino dopo essersi letto il manuale della console.

    Per creare un titolo di successo per una qualunque console (o anche per PC, se è per questo), serve un team paragonabile a quello necessario per realizzare un film.

    Programmatori "puri" (e tanti, non uno), artisti per le texture, tecnici per le animazioni, musicisti, effettisti... E poi controllo di qualità, test, localizzazione, marketing, distribuzione, ecc. ecc. ecc.

    Anche prima dello sconto, quindicimila dollari sono una goccia nel mare in rapporto ai costi complessivi di sviluppo.

    Quindi l'SDK è GIA' regalato, e ce l'hanno le persone giuste. Anche se lo regalassero davvero, e lo ricevesse il miglior ragazzino nerd programmatore del momento, non se ne farebbe una pippa.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Giorgio
    > persone giuste. Anche se lo regalassero davvero,
    > e lo ricevesse il miglior ragazzino nerd
    > programmatore del momento, non se ne farebbe una
    > pippa.

    Grande errore di sottovalutazione.
    Le più grandi software house odierne sono state formate da ragazzini nerd.
    Mai sottovalutare le capacità e la determinazione di un nerd con la creatività che gli trasuda dai brufoli.

    Ai tempi del c=64 ci voleva più o meno lo stesso impegno nel realizzare un gioco (non dico "L'ANAGRAMMA", ma giochi come outrun, pitfall, ...) di quello che ci vuole ora.
    Sono d'accordo invece che l'impegno economico è aumentato.
    Anche ai tempi del c64 c'era un team di grafici, un team di musicisti, un team di coders, un team per il game design, un team per il publishing, ...
    Quando le cose le fai sul serio le cose diventano serie, oggi come 30 anni fa.
    non+autenticato
  • - Scritto da: rospo
    > Grande errore di sottovalutazione.
    > Le più grandi software house odierne sono state
    > formate da ragazzini nerd.


    Sì, ma trent'anni fa. ADESSO il mondo è cambiato. Un singolo programmatore non potrebbe materialmente stare al passo con i ritmi di un enorme team commerciale.


    > Sono d'accordo invece che l'impegno economico è
    > aumentato.

    Ecco, appunto. Ma non di POCHINO. Per realizzare il più sfigato dei giochetti su PS3, si parla di MILIONI di dollari.

    > Quando le cose le fai sul serio le cose diventano
    > serie, oggi come 30 anni
    > fa.

    Verissimo. Il problema è che trent'anni fa per farle sul serio bastavano due nerd in un garage. Oggi servono duecento persone e un budget con sei zeri.

    Posso anche dire "purtroppo" e rimpiangere i tempi del garage. Ma non cambia la sostanza.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Giorgio
    > Sì, ma il problema è che oggi i giochi non li fa
    > più il singolo ragazzino dopo essersi letto il
    > manuale della
    > console.
    >
    > Per creare un titolo di successo per una
    > qualunque console (o anche per PC, se è per
    > questo), serve un team paragonabile a quello
    > necessario per realizzare un film.
    >
    >
    > Programmatori "puri" (e tanti, non uno), artisti
    > per le texture, tecnici per le animazioni,
    > musicisti, effettisti... E poi controllo di
    > qualità, test, localizzazione, marketing,
    > distribuzione, ecc. ecc.
    > ecc.
    >


    sicuro?
    http://www.theprodukkt.com/kkrieger
  • - Scritto da: anonimo01
    > sicuro?
    > http://www.theprodukkt.com/kkrieger

    Sicurissimo, sempre se vuoi realizzare un prodotto commercialmente valido. .kkrieger è una ottima demo realizzata "a tempo perso" e distribuita gratuitamente. Attualmente è in beta e la finiranno "se" e "quando" potranno. Il che va benissimo per un progetto del genere, ma non reggerebbe due minuti se dovessero venderlo.

    E che sia solo un progettino per tirarsela un po' non lo dico io, lo dicono gli sviluppatori stessi nelle loro FAQ.

    Tanto di cappello, ma si parlava di giochi commerciali.
    non+autenticato
  • Ricordo anch'io quegli anni con lacrime copiose, però devo dire una cosa è cambiata la dimensione dei progetti e quindi la natura degli sviluppatori,prima un gioco lo poteva creare un ragazzo con un pò di fantasia e un pacco di righe di codice, ora ci vogliono, grafici , programmatori,esperti di suono ecc.ecc.... E il costo dell'sdk è marginale nel costo del gioco completo...la differenza la fà la qualità dello strumento di sviluppo, e li da sviluppatore, i prodotti di casa microsoft sono decisamente superiori c'è poco da fare.(senza contare la similitudine nello sviluppo applicazioni xbox-pc windows, un bel risparmio di risorse per due tipologie di utenza...)
    non+autenticato
  • - Scritto da: Uno
    > Ricordo anch'io quegli anni con lacrime copiose,
    > però devo dire una cosa è cambiata la dimensione
    > dei progetti e quindi la natura degli
    > sviluppatori,prima un gioco lo poteva creare un
    > ragazzo con un pò di fantasia e un pacco di righe
    > di codice, ora ci vogliono, grafici ,
    > programmatori,esperti di suono ecc.ecc.... E il


    Mah, non sono cosi' convinto. Sai perchè i giochi di una volta sembravano più facili? Perchè eravamo in mezzo alla mischia, quello che sapevi fare era lo stato dell'arte delle tecniche in uso in quel momento.

    Dei grafici c'era bisogno anche allora (se volevi fare una produzione degna del suo nome ovviamente), del backgrdoundista del level designer del musicista.
    E' cambiato il management e gli investimenti, questo si, perchè il settore videoludico è diventato molto più simile all'entertainment di massa, ma la base di sviluppo è sempre quella.

    Io dico sempre: puoi mettere in una stanza 40 managers, 30 publishers, 10 producers e dargli un budget di 2milioni di euro, l'unica cosa che ne uscirà sarà la versione 2.0 dell'ultimo gioco prodotto.
    non+autenticato
  • La licenza costera' anche meno. ma 75 eurozzi per un gioco possono anche tenersi console e tutto.

    Call Of Duty 4:
    PS3 75€, PC 40€
    non+autenticato
  • - Scritto da: Daniele Arrighi
    > La licenza costera' anche meno. ma 75 eurozzi per
    > un gioco possono anche tenersi console e
    > tutto.
    >
    > Call Of Duty 4:
    > PS3 75€, PC 40€
    cosa??? io cod4 per ps3 l'ho visto a 59€...
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | Successiva
(pagina 1/3 - 11 discussioni)