MacBook, Apple indaga sui dischi difettosi

Apple sta investigando sulla possibilità che alcuni dischi Seagate utilizzati nei MacBook abbiano causato la perdita, anche totale, dei dati. Nel frattempo Seagate chiarisce la questione del trojan trovato su alcuni dischi Maxtor

Roma - Come si è riportato alla fine di ottobre, certi MacBook di Apple con hard disk Seagate potrebbero causare la perdita di parte o di tutto il contenuto del disco. Contattata lo scorso fine settimana da InformationWeek, Apple ha ora ammesso di aver ricevuto "un piccolo numero di segnalazioni provenienti da utenti di MacBook che potrebbero essere incorsi in problemi relativi all'hard disk". La casa della Mela, che dovrà chiarire se si tratti un problema dei dischi o dei propri portatili, si è detta impegnata ad investigare sulla questione.

A riportare il difetto è stata Retrodata, una società inglese specializzata nel recupero dei dati che in questa pagina afferma di aver già ricevuto "un gran numero di questi drive, quasi tutti con lo stesso problema": le testine magnetiche dell'hard disk vengono in contatto con la superficie del disco, causando profondi graffi che "rendono il drive praticamente irrecuperabile". L'azienda sostiene che il problema è stato riscontrato, dall'estate del 2006 ad oggi, su circa una cinquantina di dischi: tali unità sono tutte Seagate da 2,5 pollici con versione del firmware 7.01. Se si dispone di un MacBook che utilizza un disco con tale firmware, Retrodata raccomanda agli utenti di eseguire immediatamente un backup dei propri dati.

Di recente, gli hard disk prodotti da Seagate sono balzati alle cronache anche per un problema di virus: all'inizio di novembre, infatti, la polizia di Taipei ha rilevato la presenza di un trojan su alcuni drive esterni marchiati Maxtor e prodotti da Seagate in Thailandia. Ieri Seagate ha diffuso una nota in cui ha fornito maggiori dettagli sull'accaduto e un link da cui scaricare una copia gratuita dell'antivirus Kaspersky Lab 7.0 valida per 60 giorni.
"I prodotti Maxtor Basics Personal Storage 3200 acquistati a partire dall'agosto 2007 potrebbero essere infettati da virus", si legge nel comunicato del produttore. "Kaspersky Labs, un produttore di software antivirus, ha informato Seagate della presenza di un virus su almeno un'unità Maxtor Basics Personal Storage 3200. Seagate ha isolato l'origine del problema, che include un numero limitato di unità di Maxtor uscite dagli stabilimenti di un produttore in appalto con sede in Cina. Non appena Seagate ha scoperto questa possibile infezione, ha bloccato la spedizione di unità da tale stabilimento. Tutte le unità ora prodotte dallo stabilimento sono prive di virus e quelle in magazzino verranno verificate e rielaborate prima di essere rilasciate sul mercato. È tuttavia possibile che alcune unità infette siano state vendute al pubblico prima che il problema fosse scoperto. Seagate si scusa per qualsiasi inconveniente derivante da questo incidente".

Seagate precisa anche che "gli effetti di questo virus sono minimi": secondo Kaspersky, si tratta del cavallo di Troia AutoRun.ah, che cerca password per giochi online e le invia a un server in Cina. Sebbene la polizia taiwanese avesse da subito espresso sospetti sul coinvolgimento, nell'infezione dei dischi, del Governo cinese, Seagate ha negato tale ipotesi.
108 Commenti alla Notizia MacBook, Apple indaga sui dischi difettosi
Ordina
  • Confermo!
    Il mio MacBook aveva proprio uno di quei dischi difettosi!
    Essendo la garanzia finita ho dovuto sostituirlo a spese mie e quel che è peggio è stato impossibile recuperare i dati!!
    Ho chiamato anche la Apple ma mi hanno detto di non sapere nulla... mah...
    non+autenticato
  • TROLL

    impara il loro significato prima di farti smentire con una googlata:

    "unanime"
    http://www.etimo.it/?term=unanime

    "recensione" http://www.pensiero.it/strumenti/pdf/recensione.pd...
    non+autenticato
  • ma i portafogli con le finte griffe e le statueine di elefanti riesci a venderle nelle piazze? i carabinieri ti hanno mai fermato?
  • - Scritto da: lellykelly
    > ma i portafogli con le finte griffe e le
    > statueine di elefanti riesci a venderle nelle
    > piazze? i carabinieri ti hanno mai
    > fermato?


    intendi per possesso di stupefacenti?
    non+autenticato
  • per vendita abbusiva di robe abbusive
  • Per forza, con tutti quei giagguari, tiggri, liopardi dentro lo scatolo a fasse gli ugni! Rotola dal ridere
    non+autenticato
  • Rotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridereA bocca apertaRotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridere
    10 e lode !!!!!
    non+autenticato
  • - Scritto da: mmmh
    > Rotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridere
    >A bocca apertaRotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridere
    > 10 e lode !!!!!

    okkio che ubuntu ti pialla pure la lode insieme all'HD

    Occhiolino
    non+autenticato
  • Apple Leopard: From Questionable Customer Service To Questionable OS?

    http://www.tomsguide.com/us/2007/11/22/more_leopar.../

    Il controllo qualità è quello che è.
    non+autenticato
  • - Scritto da: mmmh
    > Apple Leopard: From Questionable Customer Service
    > To Questionable
    > OS?
    >
    > http://www.tomsguide.com/us/2007/11/22/more_leopar
    >
    > Il controllo qualità è quello che è.

    che non c'azzecca nulla se l'esigenza di uscire per la tal data è commerciale e non tecnica.
    puoi aver fatto tutti i controlli di qualità ma se ti dicono che deve essere pronto per il dd/mm/yyyy e non è ancora stato implementato qualcosa...esce così com'è punto e basta e aggiorni alla prima occasione.

    che sia giusto p sbagliato non giudico, ma sono scelte commerciali che si possono capire quando si tratta di guadagnarsi fette di mercato.

    resta fermo il fatto che è da irresponsabili upgradare subito delle macchine di produzione senza fare dei test in azienda.
    per l'utenza home il discorso purtroppo è un altro: taluni corrono il dischio di fare subito gli update, altri aspettano i primi feedback.
    non+autenticato
  • Se mi si dice e lo prendo per buono perchè altrimenti, fosse come dici tu va presunta la malafede, che l'os è stabile ed adatto ad un uso quotidiano è un problema di mediocre controllo di qualità con un periodo di betatesting non sufficiente come riportato nell'articolo.
    Comunque sia se un Os è un colabrodo e un'azienda lo mette sul mercato il rapporto che vuole avere con i clienti è chiarissimo.
    non+autenticato
  • - Scritto da: mmmh
    > Se mi si dice e lo prendo per buono perchè
    > altrimenti, fosse come dici tu va presunta la
    > malafede, che l'os è stabile ed adatto ad un uso
    > quotidiano è un problema di mediocre controllo di
    > qualità con un periodo di betatesting non
    > sufficiente come riportato
    > nell'articolo.

    che lascia il tempo che trova in quanto non è detto che sia così.


    > Comunque sia se un Os è un colabrodo e un'azienda
    > lo mette sul mercato il rapporto che vuole avere
    > con i clienti è
    > chiarissimo.

    certo...infatti prendi anche quelli gratuiti come ubuntu linux & Co e i problemi sono quelli che sui notebook ti parte l'HD http://zeusnews.it/index.php3?ar=stampa&cod=6398&n..., che non riesci a fargli vedere una stampante HP, ecc


    ah beh siam messi bene
    non+autenticato
  • - Scritto da: UAC
    > - Scritto da: mmmh
    > > Se mi si dice e lo prendo per buono perchè
    > > altrimenti, fosse come dici tu va presunta la
    > > malafede, che l'os è stabile ed adatto ad un uso
    > > quotidiano è un problema di mediocre controllo
    > di
    > > qualità con un periodo di betatesting non
    > > sufficiente come riportato
    > > nell'articolo.
    >
    > che lascia il tempo che trova in quanto non è
    > detto che sia
    > così.
    >


    Insomma la tua tesi è che è una sola volontaria... non male come linea difensiva.A bocca apertaA bocca apertaA bocca apertaA bocca apertaA bocca apertaA bocca aperta



    >
    > > Comunque sia se un Os è un colabrodo e
    > un'azienda
    > > lo mette sul mercato il rapporto che vuole avere
    > > con i clienti è
    > > chiarissimo.
    >
    > certo...infatti prendi anche quelli gratuiti come
    > ubuntu linux & Co e i problemi sono quelli che
    > sui notebook ti parte l'HD
    > http://zeusnews.it/index.php3?ar=stampa&cod=6398&n
    >
    >
    > ah beh siam messi bene

    Cosa ti sfugge in di "default disattivata", certo che mi paragoni Apple all'ultimo degli assemblatori asiatici e OSX a Ubuntu... siam messi proprio bene!!!!
    Alla fine dei giochi dai ragione a chi sostiene che è meglio comprarsi un acer e metterci sopra la prima distro che capita.
    non+autenticato
  • - Scritto da: mmmh
    > - Scritto da: UAC
    > > - Scritto da: mmmh
    > > > Se mi si dice e lo prendo per buono perchè
    > > > altrimenti, fosse come dici tu va presunta la
    > > > malafede, che l'os è stabile ed adatto ad un
    > uso
    > > > quotidiano è un problema di mediocre controllo
    > > di
    > > > qualità con un periodo di betatesting non
    > > > sufficiente come riportato
    > > > nell'articolo.
    > >
    > > che lascia il tempo che trova in quanto non è
    > > detto che sia
    > > così.
    > >
    >
    >
    > Insomma la tua tesi è che è una sola
    > volontaria... non male come linea difensiva.A bocca aperta
    >A bocca apertaA bocca apertaA bocca apertaA bocca aperta
    >A bocca aperta
    >

    la mia tesi e che finché non si sa cosa è successo veramente e non si sono accertate le colpe inutile ciancare per nulla.

    tu invece sei uno di quelli dei processi in TV, vero?

    brutta bestia l'orticaria

    >
    >
    > >
    > > > Comunque sia se un Os è un colabrodo e
    > > un'azienda
    > > > lo mette sul mercato il rapporto che vuole
    > avere
    > > > con i clienti è
    > > > chiarissimo.
    > >
    > > certo...infatti prendi anche quelli gratuiti
    > come
    > > ubuntu linux & Co e i problemi sono quelli che
    > > sui notebook ti parte l'HD
    > >
    > http://zeusnews.it/index.php3?ar=stampa&cod=6398&n
    > >
    > >
    > > ah beh siam messi bene
    >
    > Cosa ti sfugge in di "default disattivata", certo
    > che mi paragoni Apple all'ultimo degli
    > assemblatori asiatici e OSX a Ubuntu... siam
    > messi proprio bene!!!!
    >

    c'è un problema o no? o ci sono solo quando ti viene l'orticaria?
    cosa c'azzeccano gli assemblatori cinesi con il fatto che Ubuntu crea problemi?
    che sia OSX o Ubuntu o cippalippa...il problema rimane. solo che se cito linux ti viene la doppia orticaria.


    > Alla fine dei giochi dai ragione a chi sostiene
    > che è meglio comprarsi un acer e metterci sopra
    > la prima distro che
    > capita.

    certo, peccato poi avere i problemi con le stampandi condivise che se non sei uno spippolatore ti attacchi a farle funzionare.

    andiamo avanti con paginate di howto per risolvere problemi che non dovrebbero neppure esistere, ma LOL
    non+autenticato
  • Secondo me l'errore di Apple è aver detto una data precisa che poi ha portato a creare più funzioni, in questo tempo "guadagnato" su Leopard mentre gli sviluppatori esterni non sono riusciti a fare i rapporti a dovere.

    Se pensi che Adobe lo fa da quando ha tirato fuori la Creative Suite 1, solo che Adobe fa solo un aggiornamento e poi ti obbliga a comprare la nuova suite "infondendo" la speranza che i bug spariscano, oppure Microsoft che campa solo in quel modo, credo che Apple si sia lasciato sfuggire l'errore per aggiustare dopo.

    Ma un aggiornamento di Leopard, la 10.5.1, è già scaricabile dopo due settimane dall'introduzione, ed è qualcosa di buono. Sono stati risolti tutti i problemi iniziali, forse c'è ancora qualcosa da limare, ma tutti coloro che si lamentano sono quelli che hanno aggiornato da Tiger e da Panther, e sicuramente si sono portati indietro dei software non compatibili con Leopard e li hanno lasciati (driver, piccole applicazioni) senza aggiornarli o comunque non ancora aggiornabili.

    Quelli che hanno Leopard ex-novo (tipo chi si è comprato il Mac con Leopard o chi ha aggiornato con "Archivia e installa") sono soddisfatti tranne qualche caso sporadico (io ho aggiornato 5 dico 5 Mac con questo metodo e tutti vanno bene, a parte uno che mi dà problemi con i font e solo perché ci sono font di pessima qualità).

    Microsoft ancora non fa la SP1 di Vista, e Adobe ha pubblicato un documento che dice che gli aggiornamenti dei suoi programmi incompatibili con Leopard usciranno l'anno prossimo, anche se già avevano il codice e le caratteristiche del sistema operativo.

    Leopard costa 129 euro, Vista 599 e CS3 più di 2000.

    Ma Leopard gira solo su Mac, Vista e CS3 su Mac e PC, e l'utenza è davvero maggiore.

    Tra l'altro, CS3 su Vista va che fa pena, e non è meglio su Windows XP, anche se questi esiste da 6 anni.

    Ti dice niente tutto ciò?
  • Ma questo problema di dischi riguarda solo Apple o anche altri portatili?
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | Successiva
(pagina 1/3 - 11 discussioni)