Luca Annunziata

CASH Music: i Radiohead fanno scuola

Una celebre cantautrice statunitense abbandona le major e si mette in proprio. Rilasciando canzoni con licenza Creative Commons e un guizzo di genio. Chiedendo anche il supporto dei suoi fan

Roma - Dopo aver lungamente riflettuto sulle condizioni attuali del business musicale, la voce delle Throwing Muses e cantautrice acustica Kristin Hersh ha deciso di darci un taglio con le etichette e di provarci da sola: ha fondato CASH Music (Coalition for Artists and Stake Holders) e ora punta ad un modello di distribuzione simile a quello utilizzato dai Radiohead per la loro ultima fatica. ╚ già online una prima canzone, Slippershell, rilasciata con licenza Creative Commons e liberamente scaricabile.

La copertina del primo singolo rilasciato da Kristin Hersh sotto licenza CC per CASH MusicPer Kristin, l'epoca della musica sola lettura è finita: "L'arte è per sua natura una conversazione. Vorrei che la trasformassimo in una comunità". Per farlo, occorre dare alla musica una valenza di lettura-scrittura: questo significa inserire dei commenti ai brani musicali presentati, ma anche offrire il proprio contributo attraverso creazioni originali.

Cosa fare dipende dalla propria ispirazione: "disegnare qualcosa, scrivere un saggio, rielaborare o persino incidere delle cover del brano". A disposizione c'è tutto, dalla musica in versione MP3 al testo, dalla copertina del "singolo" fino ai sorgenti della canzone da editare in ambiente Pro Tools. Tutto pronto ad essere scaricato.
"Siamo tutti coinvolti. Siamo tutti qui per costruire una relazione produttiva. Forse ci aiuterà a pensare a questa relazione come una conversazione". Nelle intenzioni di Kristin c'è la voglia di riavvicinare il pubblico ai cantautori, il produttore al consumatore. Instaurare un dialogo fatto di un brano e di una incisione al mese, girato alla comunità per essere ascoltato e condiviso con tutti, in perfetto stile Creative Commons.

Kristin ha anche pensato all'aspetto economico: chiunque può scegliere se ascoltare la sua musica gratis o sostenendo gli sforzi dell'artista e la sua carriera. Con una donazione una tantum, oppure con un contributo più sostanzioso: 40 dollari all'anno, 120 dollari all'anno e poi su fino a 500, 1.000 e 5.000 dollari per avere diritto persino a comparire come Produttore Esecutivo nel suo prossimo album.

Per finire, Kristin ci piazza pure una frase pronta a diventare aforisma da signature: "Non ci interessa tenere la musica in ostaggio, la musica deve essere libera".

Luca Annunziata
27 Commenti alla Notizia CASH Music: i Radiohead fanno scuola
Ordina
  • Con una donazione una tantum, oppure con un contributo più sostanzioso: 40 dollari all'anno, 120 dollari all'anno e poi su fino a 500, 1.000 e 5.000 dollari per avere diritto persino a comparire come Produttore Esecutivo nel suo prossimo album.

    Per 5000 dollari l'anno pretendo qualcosina in più che essere solo il produttore dell'album!
    Clicca per vedere le dimensioni originali
    Ah bellaaa! Che c'hai preso tutti per pirlotti? Certo, certo, perchè la signorina sa strimpellare la chitarra soltanto lei, certo, certo. Ti riporto sulla terra. Se ti mollo 5000 euri, non me ne frega una mazza di sentirti starnazzare alla chitarra, semmai mi interessa maggiormente il modo in cui suoni il flauto!
    Ma robe da matti!
    Gli artisti!
    Son convinti di essere artisti soltanto loro!
    non+autenticato
  • Illusi e accecati dall'ideologia della condivisione (come se finora l'uomo non avesse condiviso le sue conoscenze)...

    Se l'uomo non avesse condiviso le sue conoscenze, come avrebbe mai potuto diventare un'artista la cantautrice dell'articolo? Mah...

    Spero che l'artista in questione non abbia avuto grossi risultati con la case produttrici classiche, altrimenti si pentirà amaramente di questa scelta... soprattutto quando si accorgerà di non ricevere nulla in donazioni (come sta succedendo ai Radiohead)

    http://www.punknews.org/article/26397

    Che generazione di fessi!

    20 mila anni di storia della civiltà non si possono rinnegare
    non+autenticato
  • veramente pare che questi dati sulla distribuzione dei radiohead non li sappia nessuno, tranne i radiohead stessi.

    secondo me hanno la stessa validità degli exit poll alle ultime elezioni, poi ognuno crede a quello che vuole credere
    non+autenticato
  • - Scritto da: MorCeleb
    > veramente pare che questi dati sulla
    > distribuzione dei radiohead non li sappia
    > nessuno, tranne i radiohead
    > stessi.

    certo che sei dati fossero positivi i radiohead avrebbero solo da guadagnarci ufficializzando la buona novella

    >
    > secondo me hanno la stessa validità degli exit
    > poll alle ultime elezioni, poi ognuno crede a
    > quello che vuole
    > credere

    gli exit pool hanno in media margini di errore del 3 al 7%...

    secondo indiscrezioni partite da chi gestisce tecnicamente il sito, i radiohead in 3 mesi hanno ottenuto circa 200 euro in donazioni medie di 3-4 euro, il 70% non dona assolutamente nulla

    la percentuale del 70% tenderà sempre a crescere fino a sfiorare all'infinito il 100%, ma questa è un'altra storia
    non+autenticato
  • Speriamo che gli utenti non si comportino da scrocconi e paghino in modo ragionevole l'artista.
    Non ho visto il sito , ma mi auguro che oltre alla carta di credito si sia previsto anche il pagamento tramite Paypall o simili, in modo da rendere piu' facili e meno rischiosi i pagamenti
  • - Scritto da: Enjoy with Us
    > Speriamo che gli utenti non si comportino da
    > scrocconi e paghino in modo ragionevole
    > l'artista.
    > Non ho visto il sito , ma mi auguro che oltre
    > alla carta di credito si sia previsto anche il
    > pagamento tramite Paypall o simili, in modo da
    > rendere piu' facili e meno rischiosi i
    > pagamenti

    se una cosa la si può avere gratis, la percentuale della gente che non sgancerà mai un euro tenderà ad avvicinarsi sempre più al 100%

    questa è una legge di natura... direi quasi biologia ed evoluzionistica

    ogni essere vivente mette se stesso prima di qualunque altra cosa all'universo... se non fosse così probabilmente ci saremmo già estinti

    gli antichi lo hanno sempre saputo
    non+autenticato
  • - Scritto da: Dolk
    > - Scritto da: Enjoy with Us
    [...]
    > se una cosa la si può avere gratis, la
    > percentuale della gente che non sgancerà mai un
    > euro tenderà ad avvicinarsi sempre più al
    > 100%

    bah... ovviamente NON è così...

    un esempio: ho scaricato Slippershell da CASH Music di Kristin Hersh, potevo averlo gratis ma l'ho apprezzato e approvo il modo con cui viene distribuito: e ho fatto una "one-time contribution" di qualche euro

    un altro esempio: i radiohead... molti hanno scaricato il disco gratis... ma molti altri hanno fatto una donazione

    insomma: la gente in realtà è dispostissima a pagare per qualcosa se percepisce di pagare un giusto prezzo

    > questa è una legge di natura... direi quasi
    > biologia ed
    > evoluzionistica

    davvero??? e dove sta scritta di grazia questa legge? quali ricerche e studi scientifici l'hanno mai dimostrata?
    puoi citarli in dettaglio (autore, titolo, chi e dove sta pubblicata, ecc...)???

    mi sa che più che una legge di natura è una tua idea del tutto personale

    > ogni essere vivente mette se stesso prima di
    > qualunque altra cosa all'universo...

    ancora con la fantasia che galoppa???
    queste sono BALLE!!!
    esempi:
    http://animali.tiscali.it/articoli/07/03/22/morale...
    http://animali.tiscali.it/articoli/06/08/scimmie_a...
    http://www.psicolab.net/index.asp?pid=idart&cat=25...

    > se non fosse
    > così probabilmente ci saremmo già
    > estinti

    certo... PECCATO CHE E' ESATTAMENTE L'OPPOSTO!!!
    se fosse come dici tu saremmo già estinti da un pezzo

    > gli antichi lo hanno sempre saputo

    "gli antichi"??? e chi sarebbero questi "antichi"???
    parli per luoghi comuni, categorie astratte e di fantasia, dai per accettate e accertate "teorie" balzane che in realtà sono totalmente campate per aria...
    e mi fermo qui per non dire di peggio...
    non+autenticato
  • - Scritto da: A O
    > - Scritto da: Dolk
    > > - Scritto da: Enjoy with Us
    > [...]
    > > se una cosa la si può avere gratis, la
    > > percentuale della gente che non sgancerà mai un
    > > euro tenderà ad avvicinarsi sempre più al
    > > 100%
    >
    > bah... ovviamente NON è così...
    >
    > un esempio: ho scaricato Slippershell da CASH
    > Music di Kristin Hersh, potevo averlo gratis ma
    > l'ho apprezzato e approvo il modo con cui viene
    > distribuito: e ho fatto una "one-time
    > contribution" di qualche
    > euro
    >
    > un altro esempio: i radiohead... molti hanno
    > scaricato il disco gratis... ma molti altri hanno
    > fatto una
    > donazione
    >
    > insomma: la gente in realtà è dispostissima a
    > pagare per qualcosa se percepisce di pagare un
    > giusto
    > prezzo
    >
    > > questa è una legge di natura... direi quasi
    > > biologia ed
    > > evoluzionistica
    >
    > davvero??? e dove sta scritta di grazia questa
    > legge? quali ricerche e studi scientifici l'hanno
    > mai
    > dimostrata?
    > puoi citarli in dettaglio (autore, titolo, chi e
    > dove sta pubblicata,
    > ecc...)???
    >
    > mi sa che più che una legge di natura è una tua
    > idea del tutto
    > personale
    >
    > > ogni essere vivente mette se stesso prima di
    > > qualunque altra cosa all'universo...
    >
    > ancora con la fantasia che galoppa???
    > queste sono BALLE!!!
    > esempi:
    > http://animali.tiscali.it/articoli/07/03/22/morale
    > http://animali.tiscali.it/articoli/06/08/scimmie_a
    > http://www.psicolab.net/index.asp?pid=idart&cat=25
    >
    > > se non fosse
    > > così probabilmente ci saremmo già
    > > estinti
    >
    > certo... PECCATO CHE E' ESATTAMENTE L'OPPOSTO!!!
    > se fosse come dici tu saremmo già estinti da un
    > pezzo
    >
    > > gli antichi lo hanno sempre saputo
    >
    > "gli antichi"??? e chi sarebbero questi
    > "antichi"???
    >
    > parli per luoghi comuni, categorie astratte e di
    > fantasia, dai per accettate e accertate "teorie"
    > balzane che in realtà sono totalmente campate per
    > aria...
    > e mi fermo qui per non dire di peggio...

    è scienza
    non+autenticato
  • ...avevo provato a immaginarlo, qualche giorno fa. La Hersh ha superato la mia immaginazione...

    http://rockonomics.wordpress.com/2007/11/16/dopodo.../
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 9 discussioni)