markvp

La Baia: non ci fermeremo. Mai

Un tempo qualcuno vendeva ghiaccio, ma oggi non si lamenta dell'esistenza dei frigoriferi. Cosė prosperano i gestori di Pirate Bay. Brokep: se una cosa la posso prendere, solo io posso decidere se prenderla o no

Roma - Non ne vuol sapere di morire, la nota Baia dei Pirati. Arrivano staffilate da ogni dove: l'ultima è quella di Fred Goldman, padre di Ron Goldman, assassinato nel 1994 insieme a Nicole Brown Simpson. Fred Goldman ha aggiunto alle migliaia di altre denunce contro The Pirate Bay la sua causa perché, riferisce TorrentFreak, dai server della Baia sono uscite copie digitali di un libro - a suo tempo censurato e distrutto - che racconta l'assassinio. La qual cosa avrebbe provocato a Fred Goldman danni per 150mila dollari.
Eppure, la Baia resiste. E bene, perché i suoi gestori si sono tutelati. Tutto è all'estero, ma la sede è in Svezia: e ritengono quindi di non dover rispondere alle leggi statunitensi. I loro server, poi, non svolgono alcun servizio di hosting, limitandosi a dire "dove si trova" questo o quel file. Rick FalkVingeE questo vale per tutto, dal libro sull'assassinio di Goldman ai file musicali, dai film a qualsiasi altro contenuto - coperto o meno da diritto d'autore.

"Potreste dire che questo significa rubare", dice Rick FalkVinge, leader del Partito Pirata svedese. "Il punto è che non ha alcuna importanza". Così la vede quel partito che è nato proprio in Svezia e che si schiera con la Baia ad ogni occasione. Ora, dice, la Baia non può essere più fermata.

Alla BBC, Fredrik Neij e Peter Sunde, i principali artefici della Bay, dicono di non sapere neppure dove si trovino fisicamente i server, a parte uno, che si troverebbe negli scantinati di una banca a Stoccolma, dove sperano resti al sicuro.
"Penso che copiare non sia sbagliato. Loro (i produttori di contenuti, ndR) prendono soldi da così tante parti che la vendita non è che una minima frazione. Prendi l'ultimo film di Bond: che automobile vi si vede? Oh, è una BMW. E il suo telefono è un Sony Ericsson. Non credo sia una coincidenza. Ritengo che incassino un mare di soldi per consentire a quei prodotti di comparire nel film", si sfoga Peter.

Quanto all'atto di scaricare file di qualsiasi natura, "non me ne frega niente", dice Peter, "questa è la grossa cosa: non me ne frega niente. Se voglio qualcosa, me la prendo, perché posso. Potrà risultare immorale per qualcuno, ma ritengo stia a me decidere". E spiega qual è il motivo per cui "le cose devono andare così". "Perché qualcuno dovrebbe agire legalmente contro di me? Vado ancora al cinema, quindi pago il cinema. Tutti ci vanno, ed è per questo che vogliono scaricare i film. L'opinione pubblica (per questo, ndR) ritiene che (tutto ciò, ndR) debba essere legale".

Non è dello stesso parere Jo Oliver, della International Federation for the Phonographic Industry, IFPI: "Semplicemente non è pratico dar via un prodotto gratis", insiste. "Ci sono persone che devono essere pagate, perché hanno lavorato su quelle registrazioni".

La legge svedese non è particolarmente stringente su questo fronte. Secondo un quotidiano nazionale i politici hanno poca voglia di cambiarla, soprattutto se la ragione è far chiudere un sito. "In Svezia, moltissimi usano il file-sharing", dice Mats Carlbom, un reporter politico. "E non si tratta solo di giovani, ovviamente. Potrebbe trattarsi di più di un milione, forse due milioni di persone che impiegano sistemi di file sharing".

Il report BBC lo chiude proprio The Pirate Bay, con una frase emblematica: la nave, dicono, non può più affondare. "Nessuno piange perché chi era abituato a girare vendendo ghiaccio alla gente non ha più un lavoro a causa del frigorifero", dice Peter Sunde. "Sembrerà stupido, ma è la stessa cosa. La tecnologia è cambiata. Non si può tornare indietro, manca la strada. E non mi sembra che ci sia alcun desiderio di farlo", conclude.

Marco Valerio Principato
35 Commenti alla Notizia La Baia: non ci fermeremo. Mai
Ordina
  • Sarei giunto alle stesse conclusioni con considerazioni meno wikinghe, comunque è senz'altro apprezzabile la mentalità anarchica che pervade i popoli nordeuropei.
    non+autenticato
  • Possibile che nessuno abbia ancora pensato ad un sistema bluetooth o wi-fi da installare su un cellulare per condividere i file con i cellulari limitrofi, magari anche di chi non si conosce?
    insomma un softwarino del tutto automatico che interroga i segnali ambientali per enumerare i sistemi wi-fi o bluetooth raggiungili e mettere a loro disposizione il contenuto memorizzato nel telefonino o pda....
    Potrebbe essere carino, magari durante una sosta al semaforo si potrebbero scaricare in automatico brani mp3 o software dalle auto limitrofe....

    Ma insomma devo fare tutto IO.... vabbè tra qualche settimana vi rilascio il softwarino gratuito, tanto ci vuole poco a farlo....

    E perchè no? un bell'albero P2P con le palline che memorizzano i brani mp3 (magari di natale Sorride ) e li mettono a disposizione degli altri alberi di natale P2P dei vicini di casa..... Poi magari uno va in giro con due palline di Natale a quando arriva a casa di un amico le attacca al suo albero per scaricare le varie melodie... Sorride))))) che futuro P2P.............
    non+autenticato
  • si qualcuno ci ha pensato... i creatori di commwarrior e di tutti i virus più recenti per symbian
    non+autenticato
  • - Scritto da: security first
    > si qualcuno ci ha pensato... i creatori di
    > commwarrior e di tutti i virus più recenti per
    > symbian


    Ok, ma i virus ci sono anche nei sistemi P2P per PC, e sono anche più pericolosi, anzi posso dirti che la libertà di azione di un virus residente su sistema mobile e molto limitata e facilmente individuabile e rimovibile, anche senza un sistema antivirus... Almeno per ora non ho notizie di virus che modificano i firmware di pda o cellulari senza chiedere il consenso dell'utente finale, poi se uno è fesso, beh... che dire boh?!?

    e poi se è per questo anche con gli mms si possono inviare virus, non per questo si rifiutano tutti gli mms....

    di sicuro esistono virus, o meglio worm, che accedono ai sistemi mobile attraverso le chat bluetooth, ma anche in questo caso non significa che non bisogna più chattare e magari incontrare l'anima gemella che ti vuole... Sorride)))
    non+autenticato
  • inoltre aggiungo, uscendo un pò fuori tema che lo strumento più pericoloso oggi in commercio attraverso il quali si distribuiscono più virus che in altri sono le pennette usb....

    una volta si diceva ATTENTO non usare il dischetto se non l'hai prima controllato, altrimenti ti prendi il Ping Pong, lo Stoned che pietrifica il pc, il Jerusalem A-B-C-D-E-F-G e non so ne hanno fatti altri, oggi ste pennette fluttuano da tutte le parti e poi la gente si chiede da dove cavolo è arrivato il virus.... mah?!? per non parlare poi di quelli che si scaricano le schedine sd con le foto dei propri amici sul pc, e poi si fanno la stessa domada.....
    non+autenticato
  • l'idea è bellissima, però la tecnologia bluetout o wi-fi, è troppo lento per permettere a qualcuno di scaricare una canzone in una semplice sosta al semaforo.
    Il sistema dell'albero è carino, ma non sarebbe meglio a questo punto un buon stereo (molto più economico), oppure un albero con una semplice porta USB in cui inserire la penna, in cui sono state copiate le canzoni?
  • Grandi ragazzi!!!! L'unione fa la forza
    VIA COL TORRENT !!!!

    La baia non morirà mai sino a quando ci saremmo noi, e poi è tornato pure il l'asino ubriacoA bocca aperta

    http://www.dduniverse.net/ ENJOY!!

    from the Black Dragon to Drunken Donkey Universe
    non+autenticato
  • Quelle di TPB sono solo spacconate, e lo sanno. Appena la legge svedese cambierà, loro saranno finiti.
    non+autenticato
  • E allora ritorneremo nel vecchio e amato MEDIO-EVO......
    non+autenticato
  • Naa..
    fatta la legge trovato l'inganno.

    Ci sarà sempre un paese dove i server sono al sicuro.
    Ci sarà sempre un altra tecnologia con cui passarsi materiale.

    E ci saranno sempre speculatori che vogliono guadagnare troppo spingendo la gente a trovare le alternative.
    non+autenticato
  • Condivisore ti ammiro, per la tua sagacia!!
    Se tutto il mondo fosse così non sapresti più dove scaricare il nuovo album di Cesare Cremonini, semplicemente perchè Cesare Cremonini ha mollato la musica ed è andato a fare il presentatore in tv; questo perchè il Sig. Condivisore e gli altri ragazzini degli anni 90, i dischi se li scaricano aggratis...
    non+autenticato
  • Chi è Cesare Cremonini? vabbè forse, come spesso accade, sono l'unico a non conoscerlo, però fino ad oggi ho vissuto senza di lui... dite che non posso continuare a vivere così? In realtà quando non c'era il P2P o internet non ho mai comprato ne una cassetta ne un CD, e chi ce l'aveva i soldi per comprarli? però ero diventato un genio a riportare i CD affittati sulle cassette, mi ci divertivo pure a regolare i picchi alti e bassi... Comunque cd e cassete originali sono sempre stati rarissimi, nei vecchi contenitori di cassette che stavano sotto i sedili delle auto era raro vedere qualcosa di originale, non capisco perchè tutto questo accanimento con il P2P (tecnologia per altro superata dal semplice www.Google.it Occhiolino ) , beh forse prima era vero il detto "occhio non vede cuore non duole..."
    non+autenticato
  • Grande grande... no, questa volta la nave non affondera piu'. Musica? Autori da pagare? eh? ma chissenefrega!!! andata a vendere frigoriferi che meglio... pagare.. questi vogliono essere pagati, ma vergognatevi. NON PAGO !!! NON PAGO !!! oddio... i sali... portatemi i sali.... NON PAGO!!!
    non+autenticato
  • - Scritto da: pasquale cacazza
    > Grande grande... no, questa volta la nave non
    > affondera piu'. Musica? Autori da pagare? eh? ma
    > chissenefrega!!! andata a vendere frigoriferi che
    > meglio... pagare.. questi vogliono essere pagati,
    > ma vergognatevi. NON PAGO !!! NON PAGO !!!
    > oddio... i sali... portatemi i sali.... NON
    > PAGO!!!

    Io pagherei volentieri se sapessi che quei soldi vanno direttamente all'artista.
  • Sprecarsi a metterci un nome sotto no, eh?
    non+autenticato
  • - Scritto da: Ciccio Pasticcio
    > Sprecarsi a metterci un nome sotto no, eh?

    Esiste anche il tasto destro su quel coso che fa muovere la freccina...Occhiolino
    non+autenticato
  • ma è complesso poi gli viene l'ernia al cervello per averlo usato troppo

    A bocca aperta
    non+autenticato
  • E dopo che sono sulla pagina principale di wikipedia cosa cazzo dovrei fare???
    non+autenticato
  • - Scritto da: Ciccio Pasticcio
    > E dopo che sono sulla pagina principale di
    > wikipedia cosa cazzo dovrei fare???

    Farti una cultura... Comincia a leggere, vedrai che dopo le prime 3 - 4 righe lo sforzo diminuisce.
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 6 discussioni)