Luca Spinelli

Roma: chattare non è (più) un reato

Dopo la denuncia di Punto Informatico, il Consiglio dei Ministri ha modificato il pacchetto sicurezza. Restano però alcune pericolose arbitrarietà sul nuovo reato di adescamento di minorenni online

Roma: chattare non è (più) un reatoRoma - Buone notizie per i navigatori italiani. Dopo la denuncia di Punto Informatico e le email di molti lettori, il Consiglio dei Ministri ha modificato il disegno di legge Disposizioni in materia di reati di grave allarme sociale contenuto nel Pacchetto Sicurezza, scongiurando il rischio di carcere per i frequentatori di chat e SMS.

chattareNella versione precedente, lo ricordiamo, chiunque "si intratteneva con un minore di anni sedici allo scopo di sedurlo", rischiava il carcere fino a tre anni.

Dopo qualche settimana di attesa, è stata finalmente resa pubblica la versione approvata della nuova fattispecie di reato, che riportiamo:
"ART. 609-undecies. - (Adescamento di minorenni)
Chiunque, allo scopo di abusare o sfruttare sessualmente un minore di anni sedici, intrattiene con lui, anche attraverso l'utilizzazione della rete internet o di altre reti o mezzi di comunicazione, una relazione tale da sedurlo, ingannarlo e comunque carpirne la fiducia, è punito con la reclusione da uno a tre anni".

Se da un lato il Governo ha accolto la segnalazione riscrivendo l'articolo in modo meno ambiguo, smentisce quanto annunciava il ministro Rosy Bindi sul proprio sito: restano infatti imputabili anche tutti i minorenni (il termine "chiunque" è inequivocabile).

Nonostante la buona notizia, rimane una pericolosa arbitrarietà generale nella norma, come denuncia anche il presidente delle Camere Penali Renato Borzone, aggravata dal fatto che ora ogni minorenne è passibile di carcere. Infatti, se lo sfruttamento sessuale è relativamente facile da individuare, molto meno lo è il "semplice" scopo di abuso: l'intenzione di farlo, quindi, non il fatto.

Un qualsiasi minorenne un po' sprovveduto che incontrasse un magistrato poco accorto, rischia ora la galera fino a tre anni per aver inviato qualche SMS un po' audace. L'introduzione di un limite minimo dell'età del reo (quattordici anni, sedici, diciotto...), o una definizione più precisa di "scopo di abuso", avrebbe limitato questo rischio. Se l'esigenza è quella di tutelare i minori, infatti, anche chi commette l'eventuale reato può esserlo.

videochattareLa legge, lo ricordiamo, oltre alla rete internet, contiene nella sua introduzione precisi riferimenti anche all'uso del telefonino e degli SMS.

Il tempo per ulteriori modifiche migliorative, vista la corsia preferenziale di cui gode il pacchetto sicurezza, è ristretto, ma la Camera ha ancora modo di agire sul testo prima dell'approvazione finale.

Luca Spinelli
www.lucaspinelli.com
127 Commenti alla Notizia Roma: chattare non è (più) un reato
Ordina
  • Pirateria, Pornografia, Terrorismo e Wikipedia. Tutti estremamente pericolosi, porteranno alla distruzione della Terra. Sono da combattere con ogni mezzo.
    non+autenticato
  • Significa che il consiglio dei ministri ha modificato la legge grazie a P.I.?

    Vorrei far notare che in Italia, in materia di "Disposizioni in materia di reati di grave allarme sociale", prima si crea l'allarme sociale (che prima non esisteva) a mezzo stampa, e poi si fanno le leggi
    non+autenticato
  • - Scritto da: xxx
    > Vorrei far notare che in Italia, in materia di
    > "Disposizioni in materia di reati di grave
    > allarme sociale", prima si crea l'allarme sociale
    > (che prima non esisteva) a mezzo stampa, e poi si
    > fanno le leggi

    bello è che per una volta in cui un quotidiano riesce a fare qualcosa di utile c'è pure chi si lamenta. Sorride poi ci credo che i politici riescono a fare leggi del genere.
    non+autenticato
  • Il problema dell'Italia è che le leggi non vengono fatte rispettare. Per forza sono troppe, cavillose e spesso ingiuste, come queste che vengono approvate su internet.

    Sembra che certe leggi vengano approvate appositamente per essere certi che vengano infrante da tutti, in modo tale che poi chiunque in caso di necessità possa essere ricattato....

    Ma ci vuole tanto a sanzionare con multe reali qualunque istituto bancario che consenta l'utilizzo della carta di credito per fare porcherie?
    Es. Potrebbero obbligare gli istituti di credito ad annullare qualsiasi transazione finanziaria verso quei siti che:
    1. Vendono immagini pedopornografiche
    2. Vendono pornografia spinta
    3. Scommesse on line illegali per il paese di origine della carta di credito
    ecc....
    Questo secondo me è l'unico sistema efficace per bloccare chi usa internet per delinquere, truffare ecc, altro che oscurare i siti o filtrare gli IP!

    Una volta eliminati i soldi vedrete che il problema della pedopornografia si ridurrà di molto e quello che più importa (perchè dei maniaci si solletichino con delle immagini depravate quanto si vuole non fa certo male ai bambini) è che finirà la spinta economica a fare nuove foto e quindi a danneggiare altri bambini!
    Forse qualcuno ha perso di vista il vero reato!!!
    Il reato non è guardare delle immagini, ma fare del male a dei bambini ed è questo che va impedito!
  • - Scritto da: Enjoy with Us
    > Il problema dell'Italia è che le leggi non
    > vengono fatte rispettare.

    Quoto questo e buona parte del resto ma non sono affatto d'accordo con questo:

    > (dei maniaci si solletichino con delle immagini
    > depravate quanto si vuole non fa certo male ai
    > bambini) è che finirà la spinta economica a fare
    > nuove foto e quindi a danneggiare altri
    > bambini!
    > Il reato non è guardare delle immagini, ma fare
    > del male a dei bambini ed è questo che va
    > impedito!

    E' la richiesta che fa aumentare il costo del "materiale". Più c'è richiesta più c'è offerta.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Pippo
    > - Scritto da: Enjoy with Us
    > > Il problema dell'Italia è che le leggi non
    > > vengono fatte rispettare.
    >
    > Quoto questo e buona parte del resto ma non sono
    > affatto d'accordo con
    > questo:
    >
    > > (dei maniaci si solletichino con delle immagini
    > > depravate quanto si vuole non fa certo male ai
    > > bambini) è che finirà la spinta economica a fare
    > > nuove foto e quindi a danneggiare altri
    > > bambini!
    > > Il reato non è guardare delle immagini, ma fare
    > > del male a dei bambini ed è questo che va
    > > impedito!
    >
    > E' la richiesta che fa aumentare il costo del
    > "materiale". Più c'è richiesta più c'è
    > offerta.


    La quantità della richiesta fa lievitare la quantità dell'offerta solo se c'è un ritorno economico, i costi lievitano solo se c'è poca offerta e poca concorrenza. E si annullano se il materiale è gratuito, al punto di far diminuire l'offerta.
    non+autenticato
  • - Scritto da: xxx
    > La quantità della richiesta fa lievitare la
    > quantità dell'offerta solo se c'è un ritorno
    > economico, i costi lievitano solo se c'è poca
    > offerta e poca concorrenza. E si annullano se il
    > materiale è gratuito, al punto di far diminuire
    > l'offerta.

    Questo è *ESATTAMENTE* quello che dicono le major parlando del download e condivisione gratuita di materiale coperto da copyright (sostengono infatti che il download/sharing gratuito ne distrugge il mercato) ed è allo stesso tempo esattamente il *CONTRARIO* di quello che dicono le polizie e le associazioni di mezzo mondo parlando del download e condivisione gratuita di materiale pedopornografico (sostengono infatti che anche il download/sharing gratuito ne alimenterebbe il mercato).
    Strano che uno stesso concetto ricada in modo diametralmente opposto su domanda/offerta, ma allo stesso tempo non riuscirei mai a credere che una delle due parti stia dicendo la sua versione solo per tutelare i propri interessi e non quelli della collettività... no, non riuscirei a crederlo...
    non+autenticato
  • - Scritto da: Login stocazzo
    > - Scritto da: xxx
    > > La quantità della richiesta fa lievitare la
    > > quantità dell'offerta solo se c'è un ritorno
    > > economico, i costi lievitano solo se c'è poca
    > > offerta e poca concorrenza. E si annullano se il
    > > materiale è gratuito, al punto di far diminuire
    > > l'offerta.
    >
    > Questo è *ESATTAMENTE* quello che dicono le major
    > parlando del download e condivisione gratuita di
    > materiale coperto da copyright (sostengono
    > infatti che il download/sharing gratuito ne
    > distrugge il mercato) ed è allo stesso tempo
    > esattamente il *CONTRARIO* di quello che dicono
    > le polizie e le associazioni di mezzo mondo
    > parlando del download e condivisione gratuita di
    > materiale pedopornografico (sostengono infatti
    > che anche il download/sharing gratuito ne
    > alimenterebbe il
    > mercato).
    > Strano che uno stesso concetto ricada in modo
    > diametralmente opposto su domanda/offerta, ma
    > allo stesso tempo non riuscirei mai a credere che
    > una delle due parti stia dicendo la sua versione
    > solo per tutelare i propri interessi e non quelli
    > della collettività... no, non riuscirei a
    > crederlo...


    I fruitori di questo materiale sono pedofili, vanno scovati, schedati e fermati prima che le loro devianze si concretizzino in abuso nei confronti di bambini in carne ed ossa.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Mad Max
    > I fruitori di questo materiale sono pedofili,
    > vanno scovati, schedati e fermati prima che le
    > loro devianze si concretizzino in abuso nei
    > confronti di bambini in carne ed
    > ossa.

    Ti ricordo che per l'omicidio volontario la pena prevista è 20 anni. Visto che chi violenta un bambino lo lascia comunque in vita la pena dev'essere per forza di cose più bassa di quella dell'omicidio (e infatti lo è). Uno che scarica soltanto poi il bambino nemmeno lo tocca. Una volta che avrà scontato la pena (e non ci vorrà molto) si renderà conto che è molto più difficile essere scoperti per una violenza reale che per una foto.
    Se è questo che vuoi, beh auguri a te ma soprattutto ai tuoi figli. Ne avranno bisogno, con un padre così.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Enjoy with Us
    > Es. Potrebbero obbligare gli istituti di credito
    > ad annullare qualsiasi transazione finanziaria
    > verso quei siti che:
    [cut]
    > 2. Vendono pornografia spinta

    Perché?
    Se i coinvolti sono tutti maggiorenni, è legale.
  • Scusate ma per definizione chi chatta si nasconde dietro uno pseudonimo (nickname) che appunto cela la sua reale identità, così che in realtà uno non possa essere certo di chattare con un uomo, una donna, un bambino.
    Allora come si fa a condannare un qualcuno che pensa di chattare con un adulto e poi solo successivamente viene a conoscere la realtà? ossia che chattava con un minorenne?
  • centri un bersaglio morto! ) .. e quante minorenni chattano anche in chat riservati a maggiorenni spacciandosi per tali.. e quanti e quante amano giocare a pino e mammina zio e zia ecc...son fantasie erotiche che fanno parte dell'immaginario erotico collettivo approvate e stimolate dalla letteraura dal cinema.. ci sono forme di prostituzione dei sentimenti poi legate all'uso delle ricariche....è sensato un provvedimento del genere solo è possibile dimostrare la volontarierà dell'adescamento a fine 'abusivo' del minore.. per fare un pradosso.. qualsiasi popstar mette in atto tecniche si seduzone verso i minori.. leonardo di caprio vuole seduree le fans.. ma dai
    non+autenticato
  • cosa vuol dire "minore di anni 16"??
    -ipotesi1 -
    è un minore (persona con meno di 18 anni) E ha 16 anni
    [[<18 E =16]]

    -ipotesi2 -
    ha meno di 16 anni [[<16]]

    Secondo me è una frase ambigua!
    Voi che ne dite??
    non+autenticato
  • No, non lo è
    non+autenticato
  • Altroché se lo è! Hai proprio ragione.

    "un minore di anni 16" può significare:

    "un minorenne che abbia 16 anni" oppure "un minorenne che abbia MENO di 16 anni"

    bella roba.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Pippo
    > Altroché se lo è! Hai proprio ragione.
    >
    > "un minore di anni 16" può significare:
    >
    > "un minorenne che abbia 16 anni" oppure "un
    > minorenne che abbia MENO di 16
    > anni"
    >
    > bella roba.

    Nel primo caso si sarebbe scritto "persona che abbia compiuto gli anni sedici"
  • - Scritto da: kazboom
    > -ipotesi1 -
    > è un minore (persona con meno di 18 anni) E ha 16
    > anni
    > [[<18 E =16]]
    >
    > -ipotesi2 -
    > ha meno di 16 anni [[<16]]

    Vero. Ma immagino che visto che una persona che ha 16 anni è sicuramente minorenne, avrebbero scritto un persona di anni 16 se intendessero un sedicenne.

    In compenso... la logica in fase di processo non esiste e le ambiguità sono quelle cose che li fanno fallire.
    non+autenticato
  • - Scritto da: kazboom
    > cosa vuol dire "minore di anni 16"??
    > -ipotesi1 -
    > è un minore (persona con meno di 18 anni) E ha 16
    > anni
    > [[<18 E =16]]
    >
    > -ipotesi2 -
    > ha meno di 16 anni [[<16]]
    >
    > Secondo me è una frase ambigua!
    > Voi che ne dite??

    Non è ambigua, è legalese, significa minore di anni 16 (quindi persona con 15 anni o meno) esattamente un film horror vietato ai minori di anni 14 non è guardabile da chi ne ha 13 o meno.
    In legalese la parola "minore" presume la specifica dell'età sotto cui si sta intendendo il "minore", mentre "minorenne" indica "minore degli anni diciotto"
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 10 dicembre 2007 20.22
    -----------------------------------------------------------
  • - Scritto da: kazboom
    > cosa vuol dire "minore di anni 16"??
    > -ipotesi1 -
    > è un minore (persona con meno di 18 anni) E ha 16
    > anni
    > [[<18 E =16]]
    >
    > -ipotesi2 -
    > ha meno di 16 anni [[<16]]
    >
    > Secondo me è una frase ambigua!
    > Voi che ne dite??


    Non è ambigua altrimenti avrebbero escluso quelli che hanno meno di anni 16

    Ambigue sono le parole "carpire la fiducia", "abusare"
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | Successiva
(pagina 1/5 - 21 discussioni)