P2P, Italia a scuola in Francia

La Dottrina Sarkozy cattura l'interesse della politica italiana. Iniziano gli incontri

Roma - La controversa e dibattuta Dottrina Sarkozy, come questo giornale ha battezzato la svolta francese sul diritto d'autore nell'era digitale, è al centro di un dialogo bilaterale italo-francese.

Come si apprende dalle agenzie, il primo meeting si è tenuto a fine novembre, a ridosso degli annunci di Parigi. Un vertice che ha visto impegnato il segretario di stato transalpino Hevé Novelli e il viceministro dello sviluppo economico italiano Sergio d'Antoni.

Scopo di questo meeting è stata, appunto, la strategia per contrastare la pirateria telematica, difendere la proprietà intellettuale e agire con i vari attori, e non sono pochi, dell'era digitale. Come noto, la Dottrina Sarkozy prevede la costituzione di un'Autorità dedicata, destinata ad agire direttamente sui provider per conto dei detentori dei diritti.
Ci vorrà comunque del tempo per definire la via italiana alla Dottrina: il prossimo incontro è previsto per fine 2008. Una data non casuale, visti i lavori già in corso per la riforma delle normative italiane sul diritto d'autore, riforma che giocherà un ruolo fondamentale nel disegnare il futuro della crociata contro la contraffazione digitale.
8 Commenti alla Notizia P2P, Italia a scuola in Francia
Ordina