Palm Computing/ Pocket PC, il principe dei palmari

di M. Corazzi. Proseguiamo il viaggio nel mondo dei palmari, e occupiamoci della visione Microsoft: un PDA in ogni tasca. Ma non era "un PC su ogni scrivania"?

Pocket PC è il nome della versione 3.0 di Windows CE. La Compact Edition del famoso sistema operativo della casa di Redmond è ovviamente dedicata ai sistemi tascabili, e si presenta per ora come una delle più valide alternative a PalmOS.

Anche se PocketPC si sta dimostrando un valido avversario, il pareggio ancora è lontano. D'altro canto è normale, come ho già scritto parlando nei newsgroup, che ciascuno consideri il proprio acquisto il migliore, perché altrimenti non avrebbe scelto quello come compagno di lavoro. Però le esigenze sono tra le più diverse, e quasi tutti questi prodotti sono molto buoni, se non altro sul piano del rapporto prezzo/prestazioni.

Un sistema più spartano ma più economico (sia in termini di consumi energetici che di ingombro che di spesa) ha ovviamente delle limitazioni imposte dal budget, ma viene incontro al suo proprietario in altri modi, come la semplicità di utilizzo e la velocità. Se invece facciamo considerazioni di successo di pubblico le cose cambiano. Premetto che questo fattore non influenza particolarmente i miei giudizi tecnici (tutti ricordiamo le battute degli utenti Apple nei confronti dei ben più numerosi utenti PC). Però se il dato può interessare le cose stanno (più o meno) così: negli USA c'è ancora una netta predominanza di PalmOS, e il mercato è in mano a 3Com seguita da Handspring; staccati tutti gli altri. In Europa e particolarmente in Italia la situazione è più bilanciata, e i due contendenti principali sono 3Com con i suoi palm e Compaq con i suoi iPaq. Evidentemente la vena artistica, più viva nel vecchio continente, nutre esigenze più multimediali.

Compaq iPAQDel resto la diversa filosofia di Microsoft è chiaramente presentata in un documento di tre paginette di mirabile prosa propagandistica in cui i geniacci americani tratteggiano un desolante quadro della vita moderna in cui le informazioni ci inseguono (anzi, ci perseguitano) e il tempo libero si sovrappone e si mescola con l'orario di lavoro. In pratica il sogno di Bill Gates sarebbe quello di liberare l'uomo dai rigidi schemi dell'ufficio, ma forse tutto si risolverà nell'incubo in cui il lavoro dilagherà invadendo tutto il nostro tempo e il nostro spazio.
Interessante l'osservazione per cui più che garantire l'opportunità di raggiungere le informazioni sempre e ovunque sarebbe meglio organizzarle in modo che si rivelino sempre utili. Nobile intento che ovviamente la Microsoft abbraccia con entusiasmo e promuove con fervore... sottolineando che già da tempo è MSN il content provider che incarna questo spirito filantropico e new age.
Augurandoci che questa visione non divenga mai realtà esaminiamo il sistema operativo "tascabile" da un punto di vista tecnico.

Come PalmOS anche PocketPC è un pen based, ovvero ha come dispositivo di input preferenziale la penna, ovviamente affiancata da display touch screen; la prima differenza è nella risoluzione: quasi tutti i pocket PC dispongono di una risoluzione di 240x320 (contro 160x160, ricordate), in molti casi a colori. Inoltre il Natural Handwriting Recognition sembra in grado di risparmiare all'utente la fase di apprendimento di alfabeti particolari.

La peculiarità più interessante per molti professionisti è l'ottima integrazione con il pacchetto Microsoft Office. Pocket Word ad esempio supporta i font True Type e la maggior parte della formattazione, incluse le dimensioni dei font; gestisce le tabelle (sotto forma di liste separate da colonne) e permette di creare documenti template; Pocket Excel ha più di cento funzioni e formule del fratello maggiore, e permette ovviamente la formattazione delle celle.
Pocket Outlook è il prodotto ideale per la gestione di appuntamenti, note, scadenze e posta elettronica, con pieno supporto per gli attachment HTML, Word ed Excel. Divertente il fatto che questa feature venga descritta dalla Microsoft come una specie di talismano contro la jella: in uno scenario apocalittico in cui siete in ritardo e perdete il vostro volo potete inviare al vostro (ferocissimo) capo una mail con l'attachment delle vostre previsioni in Excel evitando così licenziamento e torture: si vede che il clima tra dipendenti e dirigenti in casa Microsoft è leggermente teso...

Ma come collegarsi ad Internet? Tramite un cellulare IrDA, ovviamente, oppure tramite l'immancabile cavetto di sincronizzazione oppure cone le stesse schede PC Card (tipo quelle della Nokia, che costa intorno alle 650.000 Lire) che potreste montare sul vostro portatile.

PocketPC ha una chiara predilezione per la multimedialità mostrata dal supporto per l'audio nei vari formati (in testa su tutti MP3).
Inevitabilmente questo influisce sulle richieste hardware, e i processori e i tagli di memoria sono conseguentemente sovra dimensionati.
6 Commenti alla Notizia Palm Computing/ Pocket PC, il principe dei palmari
Ordina
  • È necessario aggiungere che su Pocket PC è possibile far girare anche Internet Information Server e MS Message Queuing e che Pocket Internet Explorer supporta gli script, XML e i frames. In pratica, a differenza di Palm OS, Pocket PC è un sistema operativo che permette di creare applicazioni mobili di vario genere (dal mondo industriale a quello finanziario).

    Per quanto concerne le possibilità offerte agli sviluppatori, è interessante il fatto che Pocket PC offre anche il supporto a DirectX (basta vedere giochi come DoomCE o Leo's Flight Simulator per rendersi conto della potenza di queste macchine)e, come già detto, a XML.

    Saluti a tutti.
    non+autenticato


  • - Scritto da: Salvatore
    > In pratica, a
    > differenza di Palm OS, Pocket PC è un
    > sistema operativo che permette di creare
    > applicazioni mobili di vario genere (dal
    > mondo industriale a quello finanziario).
    >
    In pratica, detta così è una boiata e basta. Credi veramente che Palm OS non permetta di creare "applicazioni mobili di vario genere (dal
    mondo industriale a quello finanziario)"?
    Se è così, ti consiglio un ricovero in una casa di cura per disintossicarti dal marketing MS.
    non+autenticato


  • - Scritto da: Salvatore
    > È necessario aggiungere che su Pocket PC è
    > possibile far girare anche Internet
    > Information Server e MS Message Queuing e
    > che Pocket Internet Explorer supporta gli
    > script, XML e i frames. In pratica, a
    > differenza di Palm OS, Pocket PC è un
    > sistema operativo che permette di creare
    > applicazioni mobili di vario genere (dal
    > mondo industriale a quello finanziario).
    >
    > Per quanto concerne le possibilità offerte
    > agli sviluppatori, è interessante il fatto
    > che Pocket PC offre anche il supporto a
    > DirectX (basta vedere giochi come DoomCE o
    > Leo's Flight Simulator per rendersi conto
    > della potenza di queste macchine)e, come già
    > detto, a XML.

    E allora?
    Guarda che ci sono più sviluppatori e più soluzioni per Palm che per PocketPC. La differenza è che PocketPC *predende* di essere un PC in miniatura, mentre Palm pretende di essere quello che è, cioé un palmare.

    Ciao
    non+autenticato


  • - Scritto da: Salvatore
    > È necessario aggiungere che su Pocket PC è
    > possibile far girare anche Internet
    > Information Server e MS Message Queuing e

    non vorrei sembrare ovvio, ma ad un'architettura client-server (MOLTO semplificato: il palmare fa molti calcoli e il server tiene i dati e fa altri calcoli) e' da preferire un'architettura thin client-server (MOLTO semplificato: il palmare comanda e il server si smazza tutto il lavoro) su macchine con risorse cosi' limitate, soprattutto data la poca autonomia delle batterie dei pocketpc mi sembra assurdo caricare un palmare con una schifezza tipo iis

    > che Pocket Internet Explorer supporta gli
    > script, XML e i frames.

    e a che ti servono di bello su uno schermo di 160x320, quando puoi fare lo stesso identico lavoro con x esempio le wca, oltretutto occupando molta meno banda? Soprattutto in considerazione dei lenti collegamenti wireless a 9600bps

    > In pratica, a
    > differenza di Palm OS, Pocket PC è un
    > sistema operativo che permette di creare
    > applicazioni mobili di vario genere (dal
    > mondo industriale a quello finanziario).

    non vorrei deluderti, ma il palmos e' proprio la piattaforma ideale per realizzare applicazioni simili, soprattutto in considerazione dell'ottimo hardware a disposizione.

    facciamo un esempio: magazzino merci coi pacchi organizzati con codice a barre

    impiegatoconipaq - deve ricaricare il palmare ogni tot perche' NON gli dura tutta la giornata lavorativa, ha in mano un coso grosso e pesante con un sacco di funzioni (player mp3 in primis) assolutamente _inutili_ in quel lavoro.
    lo sleeve barcode reader (esiste?) aggiunge ulterire peso e dimensioni ad un dispositivo che _dovrebbe_ essere plamare

    impiegatoconVisor - le batterie gli durano 15 giorni filati (oltretutto puo' usare delle nimh ricaricabili), ha in mano un coso piccolo e leggero, la springboard barcode reader aumenta le dimensioni del tutto di circa 2 mm.

    >
    > Per quanto concerne le possibilità offerte
    > agli sviluppatori, è interessante il fatto
    > che Pocket PC offre anche il supporto a
    > DirectX (basta vedere giochi come DoomCE o
    > Leo's Flight Simulator per rendersi conto
    > della potenza di queste macchine)e, come già
    > detto, a XML.

    oooooooooh! doom su uno schermo 320x160!!! ma e' il sogno della mia vitaaaaa!Con la lingua fuori
    Palmos offre il supporto a _tutti_ i linguaggi di programmazione principali, con vari tools _gratutiti_ e _di qualita'_ (provate a confrontare l'emulatore palmos con quello pocketpc per esempio).
    Ha _vari_ ambienti di sviluppo C, c'e' il visual basic, c'e' perfino il lisp... ah, c'e' anche la java machine per palmos.
    Senza contare il rispetto delle compatibilita' precedente nei sistemi operativi della palm (cosa di cui microsoft si e' altamente sbattuta le b*****), se fai un applicativo in c "legale" lo porti sul prossimo palmos in 5 minuti, sempre se hai voglia di portarlo perche' gira comunque perfettamente (i possessori di ce 2.0 quanta roba hanno dovuto buttar via passando a pocketpc? ed i programamtori che si sono dovuti riscrivere i programmi? e quando esce pocketpc2 ti porti tutte le tue robe directx e xml?)

    ciau

    (ps: se pensi che siano critiche ingiuste andiamo a discuterne su it.com.hardware.palmari che a me sta form web mi sta facendo venire il mal di amre a scriverci dentro)
    non+autenticato
  • Calma! Non è il caso di scatenare una flame war.

    I miei articoli sono improntati alla ragionevolezza e all'obiettività. Ho già precisato che TUTTI i S.O. più diffusi hanno un potenziale enorme, e sono in grado di coprire ambiti applicativi tra i più diversi venendo incontro a esigenze diverse.

    Nemmeno io amo molto il marketing aggressivo della Microsoft, ma bisogna abbattere sia i miraggi pubblicitari che i pregiudizi verso i monopolisti: un tecnico ha il DOVERE (specie quando abbia ambizioni divulgative) di guardare gli strumenti con un ottica da tecnico.
    Non ne facciamo una questione di supremazia: ognuno ha il palmare che maggiormente soddisfa le sue necessità, altrimenti perché l'avrebbe comprato?

    Inoltre c'è sempre la questione di un certo "fascino" per questi oggetti, e del feeling che si instaura con loro, e non ci sono prestazioni e benchmark che tengano.

    Su, fate pace e cerchiamo di mantenere la conversazione su livelli costruttivi.
    Salvatore, MrMep, MadIpAddress: ci sentiamo su ICHP.
    non+autenticato


  • - Scritto da: Manrico Corazzi
    > Calma! Non è il caso di scatenare una flame
    > war.
    >
    > I miei articoli sono improntati alla
    > ragionevolezza e all'obiettività.

    Manrico, nessuno mi sembra abbia avuto qualcosa da ridire sul tuo articolo, scritto bene e con obiettività, se non il nostro Salvatore, il quale ha sentito l'esigenza di "precisarti" che:
    >a differenza di Palm OS, Pocket PC è un sistema operativo che permette di creare applicazioni mobili di vario genere

    questa è un'affermazione falsa, oltre che tendenziosa e, come al solito, monopolizzante. Microsoft ha cambiato marketing non appena avuta notizia di una denuncia dell'organo di controllo federale statunitense per la pubblicità ingannevole sul PocketPC: quand'è che ce ne accorgiamo anche in Italia?

    non+autenticato