Alfonso Maruccia

Tumori orali per chi usa il cellulare?

E' l'ultimo spettro della ricerca sull'impatto dei telefonini. Ne parla uno studio israeliano, che avverte: pių si usa il telefonino e pių aumentano i rischi di contrarre patologie tumorali. Le prove dirette? Non ci sono

Roma - La statistica gioca a sfavore degli usatissimi - e abusati altrettanto - dispositivi di telefonia mobile, divenuti ancora una volta obiettivo di ricerche scientifiche tese a provare l'eventuale correlazione tra l'uso e l'abuso del cellulare e la comparsa di tumori. Il sospetto lo segnalano ricercatori israeliani, secondo i quali più si usa il telefonino più aumenta la possibilità di incidenza di patologie tumorali all'altezza della bocca.

Una visita alla boccaI ricercatori hanno preso in considerazione la vita di 402 persone con tumori benigni alla bocca, e 56 affetti da tumori maligni. I malati sono stati poi raffrontati con un gruppo di controllo di 1.266 soggetti sani.

Secondo le conclusioni dello studio, dopo cinque anni di uso intensivo del cellulare la possibilità di contrarre tumori aumenta del 50%, in raffronto a coloro che non hanno invece mai usato il dispositivo.
Per quanti abusino delle comunicazioni mobili, le percentuali di sviluppare tumori alla ghiandola parotide sono ben superiori alla norma. La più grande delle ghiandole salivari, situata in prossimità dell'apparato uditivo, subirebbe l'influenza negativa delle onde elettromagnetiche delle comunicazioni mobili, e il tumore potrebbe svilupparsi maggiormente in prossimità del lato dove il cellulare viene normalmente tenuto durante le conversazioni.

Non bastasse questo, i ricercatori sostengono inoltre di aver individuato rischi molto maggiori per quanti abitano le zone di campagna, dove il segnale della rete mobile fa più fatica ad arrivare e dev'essere per questo amplificato maggiormente che in città.

Quello che i ricercatori non dicono, o almeno non ancora, è il motivo di questo rischio superiore, e se esista o meno correlazione oggettiva tra le onde elettromagnetiche e le malattie di tipo tumorale. Nessuna prova concreta dunque, per quello che appare essere l'ennesimo caso di allarme senza comprovata giustificazione nell'eterno dibattito pubblico sui possibili effetti nocivi delle comunicazioni wireless sul corpo umano.

Alfonso Maruccia
10 Commenti alla Notizia Tumori orali per chi usa il cellulare?
Ordina
  • L'epidemiologia a volte e' l'unico modo di determinare gli effetti di un agente X sulla popolazione, e se fatta correttamente dal punto di vista statistico non mente.
    I numeri della ricerca sono rilevanti, ma forse soffrono di una piccola contradizione. Se i ricercatori hanno preso in considerazione il tumore della bocca lo hanno evidentemente (?) fatto perche' effettivamente durante l'uso il cellulare viene accostato al viso. Se cosi' e' perche' allora risulta piu' colpito chi vive in campagna? La mia e' una domanda non polemica, nel senso che non so se il cellulare risponda con una potenza differente asseconda della potenza della bts. Nel caso che la potenza dell'handset sia sempre la stessa invece non si spiega perche' i tumori della bocca dovrebbero aumentare in funzione della potenza della Base station...

    hola
  • La potenza dell'handset *non è* sempre la stessa.
    Un cellulare ("handset") che si trova più lontano dalla stazione base ha la potenza in trasmissione più alta. Questo è conseguente al fatto che, dal punto di vista della stazione base, il campo di ogni handset servito dalla stessa deve avere un'intensità più o meno pari. L'intensità di campo decade al quadrato della distanza, vale a dire che se a 100 metri bastano 5 milliwatt, ad 1 chilometro ci vogliono 500 milliwatt - 100 volte tanto.
    Dal momento che nelle zone rurali di solito la stazione base si trova più lontano rispetto alle zone urbane, nella media un'utente in zona rurale si becca più energia in radiofrequenza (proveniente non tanto dalla stazione base ma dal proprio handset) rispetto all'utente in zona urbana.
  • potrebbe anche essere che vive in zone rurali ha meno occassioni di contatto fisico e incontro faccia a faccia, non ha internet etc etc... quindi fa anche un uso più "massivo" e frequente
    MeX
    16902
  • potrebbe anche essere che le condizioni di vita di chi vive in campagna siano differenti rispetto alle condizioni di vita delle persone che vivono in centri urbani.

    Parlo anche di differenze piccole, nel cibo o nei rapporti interpersonali (il bacio ad esempio).

    Per assurdo una statistica potrebbe dire che chi mangia più verdure è maggiormente soggetto a morire annegato senza dire che la maggiore assunzione di verdure è correlata all'estate e al mare e alla maggiore frequenza al nuoto
    non+autenticato
  • già... gli studi statistici sono utili ma se fatti male valgono come le dichiarazioni "mio cuggino ha detto che.." se invece dici: "i sondaggi dicono che..." allora sei molto più credibileSorride
    MeX
    16902
  • - Scritto da: Toigoweb

    > Parlo anche di differenze piccole, nel cibo o nei
    > rapporti interpersonali (il bacio ad
    > esempio).


    Come no, il famoso bacio dello zotico! Rotola dal ridere

    In caso di pessima ricezione il cellulare arriva fino a 1 watt e si tiene in prossimità di quella potenza. Non è un caso che in queste condizioni la batteria duri anche 1/5 del dichiarato...

    Č più esposto chi usa spesso il cellulare in una zona dove non prende bene, che chi lo usa in città o comunque ha la fortuna di essere molto vicino ad un ponte radio.
    Quindi è più esposto chi sta in uno stabile schermato, magari in metallo o in pietra spessa pur trovandosi in città, come potrebbe non esserlo chi vive in campagna ma ha la fortuna di avere il ripetitore sul proprio campo...
    Anche se nella maggior parte dei casi chi vive in campagna ha meno ripetitori e trovarcisi vicino è appunto un caso.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Lillo
    > - Scritto da: Toigoweb
    >
    > > Parlo anche di differenze piccole, nel cibo o
    > nei
    > > rapporti interpersonali (il bacio ad
    > > esempio).
    >
    >
    > Come no, il famoso bacio dello zotico! Rotola dal ridere
    >

    Ma no intendo dire nella frequenza, il bacio come sai aumenta la produzione di saliva, fattore importante e da non sottovalutare, ma si tratta di un esempio

    > In caso di pessima ricezione il cellulare arriva
    > fino a 1 watt e si tiene in prossimità di quella
    > potenza. Non è un caso che in queste condizioni
    > la batteria duri anche 1/5 del
    > dichiarato...

    Certo sono daccordissimo con te sul fatto che in campagna la potenza emessa dai aumenta, quello che vorrei ribadire è che la statistica è quel che è se non è opportunamente correlata da fatti/scoperte scientifiche.
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 17 dicembre 2007 13.33
    -----------------------------------------------------------
  • se volete farvi 2 risate di preoccupazione guardatevi il film "Thanks for Smoking"

    è molto attinente al tema
  • - Scritto da: DoubleGJ
    > se volete farvi 2 risate di preoccupazione
    > guardatevi il film "Thanks for Smoking"
    >
    >
    > è molto attinente al tema

    Si lo visto è esilarante ma tremendamente reale allo stesso tempo
  • - Scritto da: Lillo
    >
    > In caso di pessima ricezione il cellulare arriva
    > fino a 1 watt

    Nope, 250 mW medi
    non+autenticato