Luca Annunziata

I soldi di Billy avvelenano l'Africa?

Povero William H. Gates III. Lui si fa in quattro per combattere le malattie mortali e il Los Angeles Times lo rimprovera. Come, di nuovo? Sė, di nuovo. E ci va pure gių pesante

Roma - Ma quale filantropo? La Bill & Melinda Gates Foundation serve ai coniugi più ricchi del mondo a scaricare tasse e coscienza ma non serve a quell'Africa che dicono di voler salvare. Anzi: crea un danno. La pesantissima accusa arriva dal Los Angeles Times, che torna ad attaccare le scelte filantropiche del fondatore di Microsoft a meno di un anno di distanza da una precedente offensiva.

la felice coppiaIn buona sostanza, dice il LA Times, Bill e sua moglie hanno sì donato 8,5 miliardi di dollari per la causa del Global Health, ma hanno anche imposto limiti e condizioni precise per come questi soldi debbano essere spesi: ci sono fondi per i costosi farmaci anti-AIDS, ma non per semplici attrezzature mediche per rifornire i malridotti ospedali africani.

Così succede che i bambini muoiano perché manca una valvola per l'ossigeno da 20 euro, oppure che le loro mamme, affamate e senza cibo, non riescano a tenere nello stomaco la raffica di pillole ingerite per combattere l'HIV. Per non parlare di tutti coloro che all'ospedale non ci arrivano neppure, mancando i mezzi di trasporto.
bimbiMa c'è un altro aspetto della faccenda, ancora peggiore secondo il LA Times: la cospicua disponibilità di fondi per la lotta all'AIDS ha spinto moltissimi medici a dedicarsi esclusivamente alla ricerca e alla cura della sindrome da immunodeficienza acquisita. Lo stesso dicasi per gli infermieri, in un circolo vizioso che ha sottratto importanti forze alla già traballante macchina sanitaria africana.

Insomma la Bill Gates & Melinda Foundation, ma anche altre organizzazioni come la GAVI Alliance e il Global Fund (che incidentalmente nel titolo dell'articolo non vengono menzionate), si sarebbero nascoste dietro una foglia di fico fatta di vaccinazioni e pillole costose, per mascherare la pioggia di detrazioni fiscali che garantiscono ai rispettivi fondatori e ai loro ingenti patrimoni. E l'Africa - accusa il quotidiano californiano - sta peggio di prima.

In attesa di cordiale riscontro della Fondazione, il Los Angeles Times augura buon natale e felice anno nuovo.

Luca Annunziata
181 Commenti alla Notizia I soldi di Billy avvelenano l'Africa?
Ordina
  • Ma la finiamo a dire che il Sig. Cancelli e tutti (e sono tanti) che fanno questi giochetti sono benefattori?

    Ma la finiamo con questa storia della lotta all'AIDS???

    Ripeto alcune cose già dette in un altro post:

    I farmaci contro l'AIDS sono costosissimi perché le multinazionali farmaceutiche da un lato lucrano grazie ai BREVETTI tenendo altissimi i prezzi e dall'altro prosperano con i FONDI PUBBLICI per la ricerca.

    Se volessere davvero combattere l'AIDS e aiutare l'Africa asterebbe convincerle (magari obbligarle) a RINUNCIARE ALLE ROYALTIES PER I BREVETTI, prendere i soldini risparmiati e usarli per finanziare IN AFRICA (non nella banche o nei laboratori) VERI PROGETTI DI SOLIDARIETA', SOSTEGNO, SVILUPPO LOCALE...

    Ma non lo si fa.
    Perché così sono tutti contenti e felici:
    - le multinazionali farmaceutiche fanno i miliardi
    - zio Bill e tanti altri allo stesso modo nel mondo (il punto non è solo o tanto la fondazione Cancelli), si scaricano le tasse
    - e poi tutti questi bei soldini, dopo qualche giretto fra varie banche quà e là, tornano a casa... di solito in qualche bella banca USA...

    Come ha già detto outkid, lo schema è:
    "benefattore"->USA/banche->africa->farmaci hiv->USA/banche->"benefattore"

    E questo schema vale in generale, non solo per zio Bill e non solo per gli USA!!!

    E intanto in Africa che succede?
    Che la gente crepa... però così, grazie a questi "benefattori" almeno può scegliere: o di fame o (dopo essersi nutriti per un pò di qualche pillolina) per l'HIV...

    E c'è pure gente (anche qui su PI) che continua a difendere questo stato di cose, a definire meritori questi metodi ed a chiamare benefattori questi personaggi.

    Che schifo.
    non+autenticato
  • Sei tu a fare schifo prendendo come verità rivelata le solite storielle e ignorando cosa significhi l'AIDS in Africa.
    Giusto per dirti 3 cose a caso ha una diffusione spaventosa, le prostitute non bastano per tenere il passo, distrugge anche le famiglie che lavorando potrebbero sopravvivere anzichè morire di fame e crea MILIONI di orfani spesso sieropositivi per malattia ereditata.
    Ma gli effetti "secondari" non si fermano certo qui.

    O vogliamo parlare dei svariati campi su cui lavora l'associazione, dei soldi che NON finiscono tutti alle multinazionali, del fatto che i soldi COMUNQUE li sborsa l'associazione? O dei collegamenti da te fatti che si dimenticano che il portafoglio delle case farmaceutiche è variegato, che i soldi non vanno a finire tutti lì, che le ricerche ci sono?

    In realtà se si tiene conto di quanto sia disastrosa e diffusa l'AIDS e di quanto influisca sulla popolazione in effetti "secondari" in Africa forse ci si rende conto che è necessario curarla, anche per non perdere forza lavoro e quindi cibo autoprodotto locale per le sue popolazioni e persone che SOPRAVVIVEREBBERO se non fosse per l'AIDS. E non è certo chi se ne rende conto a fare schifo.
  • - Scritto da: Giocatore110

    > Sei tu a fare schifo prendendo come verità
    > rivelata le solite storielle e ignorando cosa
    > significhi l'AIDS in Africa.

    > E non è certo chi se ne rende conto a fare schifo.

    E secondo te Bill da Redmond sa' cos'e' meglio per le popolazioni locali piu' della croce rossa o degli enti che sono la' ad aiutare ?
    No perche' Bill da Redmond impone e decide che fine devono fare i suoi soldi in barba alla gente che e' veramente la' ad aiutare quelle popolazioni.

    E guarda caso sono proprio le associazioni che sono la' a vedere in prima persona la situazione che si lamentano dicendo che Bill da Redmond sta inviando i soldi attraverso canali che a loro servono poco anzi che sembrano atti a far rientrare quel denaro ai ricchi occidentali.
    krane
    22544
  • - Scritto da: krane
    > - Scritto da: Giocatore110
    >
    > > Sei tu a fare schifo prendendo come verità
    > > rivelata le solite storielle e ignorando cosa
    > > significhi l'AIDS in Africa.
    >
    > > E non è certo chi se ne rende conto a fare
    > schifo.
    >
    > E secondo te Bill da Redmond sa' cos'e' meglio
    > per le popolazioni locali piu' della croce rossa
    > o degli enti che sono la' ad aiutare
    > ?
    > No perche' Bill da Redmond impone e decide che
    > fine devono fare i suoi soldi in barba alla gente
    > che e' veramente la' ad aiutare quelle
    > popolazioni.

    Certo che no, il punto è che le associazioni sul posto non sono affatto contrarie alla cura dell'AIDS in Africa, al contrario si rendono conto di cosa significa questa malattia su quel continente.
    E non credere che tutti i soldi vadano a finire in barba alle necessità della gente, perchè se credi che i soldi finiscano tutti in mano alle multinazionali non tieni conto di quanto sia vario il metodo d'azione dell'associazione.

    > E guarda caso sono proprio le associazioni che
    > sono la' a vedere in prima persona la situazione
    > che si lamentano dicendo che Bill da Redmond sta
    > inviando i soldi attraverso canali che a loro
    > servono poco anzi che sembrano atti a far
    > rientrare quel denaro ai ricchi
    > occidentali.

    Io invece vedo benissimo associazioni che si rendono conto di cosa sia l'AIDS in Africa e non credono che tutti i soldi vadano tutti in commissioni ai produttori di farmaci, certo bisogna considerare più associazioni per farlo, anche le altre che stanno combattendo questa nuova piaga.
  • - Scritto da: Giocatore110
    > - Scritto da: krane
    > > - Scritto da: Giocatore110

    > > > Sei tu a fare schifo prendendo come verità
    > > > rivelata le solite storielle e ignorando cosa
    > > > significhi l'AIDS in Africa.
    > > > E non è certo chi se ne rende conto a fare
    > > > schifo.

    > > E secondo te Bill da Redmond sa' cos'e' meglio
    > > per le popolazioni locali piu' della croce rossa
    > > o degli enti che sono la' ad aiutare ?
    > > No perche' Bill da Redmond impone e decide che
    > > fine devono fare i suoi soldi in barba alla
    > > gente che e' veramente la' ad aiutare quelle
    > > popolazioni.

    > Certo che no, il punto è che le associazioni sul
    > posto non sono affatto contrarie alla cura
    > dell'AIDS in Africa, al contrario si rendono
    > conto di cosa significa questa malattia su quel
    > continente.
    > E non credere che tutti i soldi vadano a finire
    > in barba alle necessità della gente, perchè se
    > credi che i soldi finiscano tutti in mano alle
    > multinazionali non tieni conto di quanto sia
    > vario il metodo d'azione dell'associazione.

    A bhe, ma se non hai neanche letto l'articolo di cui si sta commentando potevi anche dirlo subito.

    > > E guarda caso sono proprio le associazioni che
    > > sono la' a vedere in prima persona la situazione
    > > che si lamentano dicendo che Bill da Redmond sta
    > > inviando i soldi attraverso canali che a loro
    > > servono poco anzi che sembrano atti a far
    > > rientrare quel denaro ai ricchi
    > > occidentali.
    > Io invece vedo benissimo associazioni che si
    > rendono conto di cosa sia l'AIDS in Africa e non
    > credono che tutti i soldi vadano tutti in
    > commissioni ai produttori di farmaci, certo
    > bisogna considerare più associazioni per farlo,
    > anche le altre che stanno combattendo questa
    > nuova piaga.

    A bhe, ma se non hai neanche letto l'articolo di cui si sta commentando potevi anche dirlo subito.
    krane
    22544
  • Bhe, se non ti sei mai informato su null'altro che questo articolo per quanto rigurarda l'AIDS in Africa non c'è nemmeno da discutere.

    Prova a leggere bene, anche questo articolo di punto informatico, ma bene, in fondo nemmeno al Times, quello originale, negano i disastrosi effetti dell'AIDS in Africa.
    Se poi tu vuoi fingere che tutti i soldi di questa associazione vadano in mano alle ditte farmaceutiche e pure senza risultato, fa pure.
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 21 dicembre 2007 17.14
    -----------------------------------------------------------
  • Mi sono accorto che questo post l'ho scritto male.

    Il Time al quale mi riferivo era il Time (e basta) non il Los Angeles Times, di cui Punto informatico ha riportato correttamente l'articolo.

    Chiedo scusa per l'equivoco.
  • Una domanda, ma cosa interessa a Bill Gates detrarsi Tasse, quando ha un patrimonio di 56 mld di dollari, cioè detto in altri termini decine di metri cubi di denaro.

    Pensi che avere 50 o 100 mld di dollari cambi qualcosa ?

    Non capisco perchè quest'uomo sia attaccato per tutto quello che fa ?

    Perchè nessuno parle dei produttori di armi ad esempio fa miliardi, ma per carità nessuno ci pensa.

    Cosa pensate che un farmaco o un software nasca sotto gli alberi, prima dovreste riflette e poi parlare, dato che qualsiasi prodotto è il risultato di un lavoro.

    Microsoft produce Zune, e si grida allo scandalo, Apple vende IPOD un sistema chiuso e tutti gridano rivoluzionario.

    Per non parlare delle associazioni tipo ONU, FAO, WWP, etc, che danno stipendi d'oro ai propri impiegati invece di usare quei soldi per l'africa. l'80% delle loro risorse serve per mantenere le associazioni stesse.

    Avete mai sentito qualco altro magnate che mette mano ai suoi soldi e li dona. Be se è cosi per cortesia tirate fuori i nomi.

    E facile fare delle crociate se non si conosce bene l'economia, o la politica, certo è semplice parlare di Bill Gates, ma è difficile vedere come intorno a noi le amminisrazioni speculano sulla salute dei cittadini. Vedi situazione dei rifiuti campani, costati allo stato (cioè a noi) 690 milio di euro, cioè 1300 miliardi delle vecchie lire.

    Chi parla senza conizione di causa, e con pregiudizi farebbe meglio a leggere e documentarsi invece di sparare stupidagini.
    non+autenticato
  • Atmosfera tenue luci già abbassate
    un collegamento a reti unificate
    linee telefoniche ovviamente aperte
    per un virtuale cesto delle offerte

    industriali esperti passano una busta
    sanno che l'offerta è la cosa giusta
    quello che hanno dato sarà centuplicato
    da un bilancio falso depenalizzato

    la diretta è in mondovisione
    la serata della buona azione
    mentre aspetti che contribuisco
    lanci un film o il tuo nuovo disco

    portano la sciarpa attore e cantautore
    pronti per un derby che spalanchi il cuore
    ecco che lo stadio in poco si gremisce
    ma c'è qualche cosa che non si capisce

    guardo il mio biglietto e leggo benvenuti
    salverete il mondo con i vostri aiuti
    ma se è veramente il giorno dell'amore
    cosa cazzo centra il diritto d'autore

    non puoi negare l'evidenza sai che la beneficienza
    trova sempre più importanza dove c'è disuguaglianza
    il buon samaritano è pronto a tendere la mano
    sa che far la carità rinforza la celebrità

    tra un ballo e una canzone presentano un malato
    praticamente morto destino ormai segnato
    un velo di tristezza compare sopra i volti
    ma proprio in quel momento s'impennano gli ascolti

    carramba che sorpresala vecchia si è ripresa
    perchè la vita è un varietà
    finita la raccolta dividono la torta
    la gente li ringrazierà
    non+autenticato
  • - Scritto da: Millantator e
    > Atmosfera tenue luci già abbassate
    [...]
    >
    > carramba che sorpresala vecchia si è ripresa
    > perchè la vita è un varietà
    > finita la raccolta dividono la torta
    > la gente li ringrazierà


    DAVVERO BELLISSIMA!!! Sorride
    meriteresti il Nobel!... ma no so se per la letteratura o per la pace! Occhiolino

    MITICO
    non+autenticato
  • - Scritto da: CCC
    >
    > DAVVERO BELLISSIMA!!! Sorride
    > meriteresti il Nobel!... ma no so se per la
    > letteratura o per la pace!
    > Occhiolino
    >
    > MITICO

    Mi piacerebbe prenderne il merito, ma purtroppo non è mia...

    http://www.myspace.com/punkreas
    non+autenticato
  • Allora pensa prima di copiare, che non ti rendi nemmeno conto che in Africa l'AIDS è diffusa da far spavento.

    Inoltre, visto che ti piace l'argomento, TI RENDI CONTO CHE NESSUNO COMPRA WINDOWS PER FARE BENEFICENZA O PER L'ASSOCIAZIONE IN QUESTIONE?
  • Spero proprio che tu sia un troll, o al massimo che abbia 9 anni, perchè non è possibile essere così ingenui/lenti a capire...

    Ma che c'entrano gli acquirenti di windows??

    M$ destina quei fondi alle multinazionali anzichè a missioni di volontari che lavorano sul campo e conoscono bene la situazione e sanno di cosa c'è davvero bisogno

    poi ovvio che ci vogliono i farmaci, ma lasciamo che siano gli ospedali del posto a fare le richieste

    non capisci che così invece è tutto uno scambio di favori?

    in più grazie a quelli come te, m$ ci fa pure belle figura....

    ooooooooh ma guarda che filantropi!
    donare addirittura 8 milioni di dollari!!
    che cuore d'oro!!!

    partiamo dalle cose facili:
    almeno l'hai capito che quei soldi gates non li sborsa di suo, ma semplicemente ne cambia la destinazione?

    LI DOVREBBE COMUNQUE CACCIARE QUEI SOLDI! ALLO STATO!

    solo che facendo "beneficenza" ne ricava un ritorno di immagine, (e magari la multinazionale ricambia il favore, chessò avranno pure bisogno di un sistema operativo no??)
    invece versandoli allo stato non ne ricava nulla!


    Ma almeno non potresti argomentare un po' invece che trollare e basta??
    non+autenticato
  • Dunque, Bill Gates sgancia comunque quei soldi, questo non indica minimamente che non li sganci e non vadano in beneficienza. A quanto pare non lo capisci.

    Passiamo poi alla destinazione, se credi che i soldi dell'associazione finiscano tutti alle multinazionali e che siano tutti per la cura all'AIDS ignori l'associazione in questione.

    Questo lo rende un benefattore, il che quando è ora di parlare di M$ non me ne può fregar di meno tanto nessuno compra i loro prodotti per questo, nemmeno le case farmaceutiche, che comprano il software in base alle richieste di amministrazione, ricerca e budget.

    Allora signorino invece di darmi dell'infantile o del trollone perchè non provi a vedere cosa significa curare l'AIDS in un continente che ne è martoriato come l'Africa? Già che ci sei non dimenticarmi di nuovo le ricadute sociali e soprattutto che l'associazione Gates non si occupa solo di immunodeficenza.
  • tutta questa "filantropia" non e' altro che, nei fatti, un drop di 8mld di dollari da un numero di conto corrente ad un altro. e' una cosa che avviene in un database e nulla di piu'. loro gli danno 8mld di dollari e lori gli mandano delle pillole che
    a) non han MAI salvato nessuno
    a. bis) qualcuno e' guarito dall'hiv senza assumere farmaci (http://news.bbc.co.uk/1/hi/health/4432564.stm)
    b) spesso e volentieri, anzi, peggiorano la qualita' della vita
    C) NON HANNO UN COSTO CHE NON SIA QUELLO CHE IL MONOPOLIO CHE LO PRODUCE IMPONE quindi per 8 mld di dollari gli possono anche mandare un blister per posta raccomandata..

    uhuh
    1016
  • Certo, tutti i soldi vanno alle multinazionali, l'associazione si occupa solo di AIDS e per di più non lavora sul territorio, le multinazionali farmaceutiche non comprano altro che software Microsoft, gli utenti comprano Windows perchè conoscono l'associazione Gates e, soprattutto, le medicine non hanno mai salvato nessuno.
    MA NON TI RENDI CONTO DI COSA SIA L'AIDS IN AFRICA o vuoi continuare a dire che sia una malattia poco diffusa come da noi, che le medicine impediscono alle famiglie di riuscire a mantenere i loro lavori e sostentarsi e di non fare orfani almeno fino alla maggiore eta? Vuoi capire che è la malattia a peggiorare la qualità della vita in Africa per uno stuolo di conseguenze "secondarie" e non le cure che si offrono ai malati che possono sopravvivere per anni con esse? Lo sai che se non hanno un minimo di ritorno l'associazione non accetta semplicemente i contratti delle case farmaceutiche?

    E poi sarei io quello disinformato.
    La prossima volta togliti un po' di ignoranza sul continente Africano prima di offendere.
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 21 dicembre 2007 09.36
    -----------------------------------------------------------
  • - Scritto da: Giocatore110
    > Certo, tutti i soldi vanno alle multinazionali,
    > l'associazione si occupa solo di AIDS e per di
    > più non lavora sul territorio, le multinazionali
    > farmaceutiche non comprano altro che software
    > Microsoft, gli utenti comprano Windows perchè
    > conoscono l'associazione Gates e, soprattutto, le
    > medicine non hanno mai salvato
    > nessuno.
    > MA NON TI RENDI CONTO DI COSA SIA L'AIDS IN
    > AFRICA o vuoi continuare a dire che sia una
    > malattia poco diffusa come da noi, che le
    > medicine impediscono alle famiglie di riuscire a
    > mantenere i loro lavori e sostentarsi e di non
    > fare orfani almeno fino alla maggiore eta? Vuoi
    > capire che è la malattia a peggiorare la qualità
    > della vita in Africa per uno stuolo di
    > conseguenze "secondarie" e non le cure che si
    > offrono ai malati che possono sopravvivere per
    > anni con esse? Lo sai che se non hanno un minimo
    > di ritorno l'associazione non accetta
    > semplicemente i contratti delle case
    > farmaceutiche?
    >
    > E poi sarei io quello disinformato.
    > La prossima volta togliti un po' di ignoranza sul
    > continente Africano prima di offendere.

    Veramente a lamentarsi sono proprio le associazioni che sono la' ad aiutare la gente. Tu ne fai parte o ti limiti a pensare di saperne piu' di chi e' la' a fare qualcosa ?
    krane
    22544
  • Le associazioni che sono la non si lamentano minimamente di chi aiuta contro l'AIDS, piuttosto informati su quello che ci si ritrova in Africa per colpa dell'immunodeficienza e su cosa NON LA SOLA FONDAZIONE GATES dovrebbe fare.
  • - Scritto da: Giocatore110
    > Le associazioni che sono la non si lamentano
    > minimamente di chi aiuta contro l'AIDS, piuttosto
    > informati su quello che ci si ritrova in Africa
    > per colpa dell'immunodeficienza e su cosa NON LA
    > SOLA FONDAZIONE GATES dovrebbe
    > fare.

    sei un troll.. e' evidente.
    1016
  • Ma la finiamo con questa storia della lotta all'AIDS???

    I farmaci contro l'AIDS sono costosissimi perché le multinazionali farmaceutiche da un lato lucrano grazie ai BREVETTI tenendo altissimi i prezzi e dall'altro prosperano con i FONDI PUBBLICI per la ricerca.

    Se si volesse davvero combattere l'AIDS basterebbe RINUNCIARE ALLE ROYALTIES PER I BREVETTI.

    Ma non lo si fa. E così sono tutti contenti e felici: le multinazionali farmaceutiche fanno i miliardi e zio Bill (e tanti altri in modo analogo nel mondo) si scaricano le tasse e poi tutti questi bei soldini tornano a casa in qualche bella banca USA...

    Come ha già detto outkid, lo schema è:
    bill gates->USA->africa->farmaci hiv->USA->bill gates

    E vale in generale, non solo per zio Bill.

    E intanto in Africa la gente crepa... però così almeno può scegliere: o di fame o per l'HIV...

    E c'è pure gente (anche qui su PI) che difende questo stato di cose.
    Che schifo.
    non+autenticato
  • > Ma non lo si fa. E così sono tutti contenti e
    > felici: le multinazionali farmaceutiche fanno i
    > miliardi e zio Bill (e tanti altri in modo
    > analogo nel mondo) si scaricano le tasse e poi
    > tutti questi bei soldini tornano a casa in
    > qualche bella banca
    > USA...

    secondo me e' ingenuo pensare che zio billy operi solo per la detrazione fiscale. Piu probabilmente possiedera' una casa farmaceutica (che incidentalmente produce vaccini anti aids)
    non+autenticato
  • Che le enormi donazioni siano motivate esclusivamente dalla necessita' di abbattere le tasse non e' un mistero: quello della beneficenza detraibile e' un business diffusissimo negli USA perche' permette nello stesso tempo di pagare meno tasse e ottenere bubblicita'. In sostanza, in un mondo dove uno spot in prima serata costa un occhio della testa fra realizzazione e messa in onda, qualunque commercialista americano consiglierebbe di fare una donazione. Naturalmente chi non sa queste cose giudichera' solo il lato piu' immediatamente visibile della cosa, cioe' che il miliardario di turno ha donato un sacco di soldi ai poveri, senza pensare che lo ha fatto perche' gli rendera' ancora piu' soldi, senno' probabilmente non lo avrebbe fatto.

    Indipendentemente da cio', e soprattutto da Gates poiche' essendo io un linuxaro incallito qualunque critica verrebbe immediatamente interpretata come un insulto di parte al riccone di Redmond, il discorso sui problemi che attanagliano gli aiuti umanitari nei paesi e' molto diverso da quello che vogliono far credere.

    L'approccio tipicamente ecclesiastico al problema della fame e della poverta', come in un mucchio di altri casi, e' totalmente sbagliato e fa piu' morti di quanti ne vuole salvare.

    In molti paesi la gente muore di fame perche' non e' culturalmente preparata a porsi nelle migliori condizioni per sfruttare quello che la loro terra puo' offrire, e niente piu'. Se la parte piu' povera della popolazione del mio paese non puo' commerciare con quelli vicini o produrre beni oltre a quelli che crescono o pascolano all'interno della terra, si fa un errore colossale se non si organizzano le cose in modo da equilibrare le risorse e la popolazione che ne usufruisce.

    In sostanza, se ho un pezzo di terra e qualche animale che possono dare da mangiare a 5 persone ma nonostante questo decido di mettere al mondo 12 figli, in mancanza di aiuti dall'esterno ho automaticamente creato uno scenario dove lo sviluppo di poverta', criminalita' e scarsa igiene, quindi malattie, diventano da possibili a probabili, se non scontate. Se alla luce di questo continuo a permettere ai miei figli di proliferare senza controllo, ho creato una stirpe totalmente dipendente dagli aiuti dall'esterno, quindi alla merce' di nazioni straniere per quanto riguarda la sopravvivenza.

    Qualunque animale tende a contrastare le ostilita' dell'ambiente in cui vive con il numero: piu' si e' in pericolo e piu' si tromba. Scherzi a parte, a questa legge del comportamento animale non sfugge nemmeno l'essere umano, e chi pretende di risolvere i problemi del terzo mondo semplicemente paracadutando cibo e medicine, rischia di commettere un errore catastrofico.
    Mi piacerebbe poter escludere alcuni casi davvero ammirevoli dati dalle molte e sconosciute missioni dirette da gente con le migliori intenzioni, ma per via della loro stessa natura religiosa chiaramente non possono affrontare in modo distaccato i problemi dati dall'eccessivo sviluppo demografico ed agire di conseguenza.

    Permettere ai paesi poveri di elevare il proprio status con una lenta (per forza di cose) transizione verso il concetto occidentale di ricchezza, comporta un adeguamento culturale che e' obbligatorio se non si vuole perdere completamente il controllo della situazione. In sostanza, se curo tutte le malattie e garantisco il cibo a tutti, ma non educo la gente a controbilanciare le condizioni di vita migliorate con una minore natalita', praticamente faccio piu' danni di quelli che avrei fatto non facendo nulla.

    Ficchiamoci in testa una cosa: sulla Terra siamo troppi, anzi, stratroppi. Chi dice in TV che bisogna fare piu' figli o e' qualcuno con secondi fini o in alternativa un perfetto idiota indegno di considerazione, ma pericoloso perche' reso credibile dall'esposizione mediatica.

    Ora ci si chiede, perche' non si fa cio'? Perche' non si educa la gente che muore di fame a fare meno figli con ragionamenti che anche un deficiente capirebbe ("siete un miliardo e fate otto figli a famiglia, se foste un quarto potreste mangiare tutti senza chiedere ad altri, e se aveste iniziato 50 anni fa adesso sareste un paese ricco")?
    E soprattutto, perche' l'ostacolo maggiore alla pianificazione delle nascite ed uso di profilattici, con conseguente morte di migliaia e migliaia di persone per malattie varie, viene proprio dalla multinazionale che piu' fortemente vuole far credere di voler risolvere tutto cio', ovvero dal Vaticano?

    Non mi dilungo sui motivi che spingono i religiosi e gli industriali ad aiutare i paesi poveri con metodi sbagliati che non fanno altro che prolungare ed accrescere la poverta' di detti paesi. Di ipotesi se ne sono fatte a bizzeffe (manodopera a basso costo, terra a basso costo, destabilizzazione di nazioni confinanti per effetto della forte immigrazione, ecc.) fatto sta che e' fin troppo chiaro che quello che si sta facendo non puo' e non vuole curare la poverta'.
    In questo momento molte persone che nei decenni scorsi hanno figliato come conigli dietro l'imposizione dell'uomo in bianco di non abortire e non usare preservativi hanno gia' visto morire molti dei loro figli perche' non c'erano le risorse per farli sviluppare, quando non di AIDS e altre malattie, contribuendo anche enormemente alla diffusione delle stesse. Solo che se dici che Santo Subito ha a modo suo fatto piu' morti di Bin Laden ed e' sulla buona strada per doppiare Saddam Hussein, ti pigliano per scemo, ma tant'e'.

    Volete eliminare la poverta? Esiste un solo modo: libri, libri ed ancora libri, e naturalmente saperli anche leggere, quindi istruzione.
    Il resto viene da solo perche' ne e' una naturale conseguenza.

    Poi naturalmente chi volesse impiantare uno stabilimento industriale in quei posti avrebbe difficolta' perche' ora sono meno dipendenti: hanno la canna da pesca e il pesce non gli serve piu', cosi' terra, concessioni e persone costerebbero di conseguenza.
    Forse a qualcuno non conviene, vero?
    non+autenticato
  • D'accordo praticamente su tutto, a parte questo

    - Scritto da: Silvione
    >
    > Ficchiamoci in testa una cosa: sulla Terra siamo
    > troppi, anzi, stratroppi.

    In realtà siamo troppi per lo standard di vita tipico Occidentale, insomma il nostro.

    Se cambiassero le abitudini ci sarebbero abbastanza risorse per tutti.

    Ovviamente reputo questa cosa impossibile, perchè il nostro comportamento è esattamente quello descritto nel film Matrix: la nostra natura fa sì che ci comportiamo esattamente come un cancro per il pianeta.

    Resta il fatto che se fossimo la metà, saremmo comunque troppi, perchè ci comporteremmo esattamente allo stesso modo
    non+autenticato
  • - Scritto da: Millantator e
    > D'accordo praticamente su tutto, a parte questo
    >
    > - Scritto da: Silvione
    > >
    > > Ficchiamoci in testa una cosa: sulla Terra siamo
    > > troppi, anzi, stratroppi.
    >
    > In realtà siamo troppi per lo standard di vita
    > tipico Occidentale, insomma il
    > nostro.
    >
    > Se cambiassero le abitudini ci sarebbero
    > abbastanza risorse per
    > tutti.
    >
    > Ovviamente reputo questa cosa impossibile, perchè
    > il nostro comportamento è esattamente quello
    > descritto nel film Matrix: la nostra natura fa
    > sì che ci comportiamo esattamente come un
    > cancro
    per il
    > pianeta.
    >
    > Resta il fatto che se fossimo la metà, saremmo
    > comunque troppi, perchè ci comporteremmo
    > esattamente allo stesso modo

    Quindi bisogna sterminare 2/3 di popolazione, non basta sterminarne meta'.
    krane
    22544
  • - Scritto da: krane
    >
    > Quindi bisogna sterminare 2/3 di popolazione, non
    > basta sterminarne
    > meta'.

    non hai letto bene.
    il nocciolo del mio pensiero è qui:

    > > Se cambiassero le abitudini ci sarebbero
    > > abbastanza risorse per
    > > tutti.

    mentre il discorso umanità/cancro è ricorsivo:
    anche 1/3 sarebbe troppo...

    ti risparmio eventuali altre domande sul tema:
    portando il discorso all'estremo, anche 2 sole persone sarebbero troppe
    non+autenticato
  • - Scritto da: Millantator e
    > - Scritto da: krane

    > > Quindi bisogna sterminare 2/3 di popolazione,
    > > non basta sterminarne meta'.
    > non hai letto bene.
    > il nocciolo del mio pensiero è qui:

    L'ho letto, ma non lo ritengo compatibile con la specie di cui si sta parlando.

    > > > Se cambiassero le abitudini ci sarebbero
    > > > abbastanza risorse per
    > > > tutti.
    > mentre il discorso umanità/cancro è ricorsivo:
    > anche 1/3 sarebbe troppo...

    Bhe, dipende... Sarebbe necessario anche un ferreo controllo sulle nascite, altrimenti siamo d'accapo.

    > ti risparmio eventuali altre domande sul tema:
    > portando il discorso all'estremo, anche 2 sole
    > persone sarebbero troppe

    No, non basterebbero neanche se fossero mascho e femmina: ci vuole un numero minimo di popolazione per mantenere varianza genetica.
    non+autenticato
  • > No, non basterebbero neanche se fossero mascho e
    > femmina: ci vuole un numero minimo di popolazione
    > per mantenere varianza
    > genetica.

    e sopratutto non basterebbero perche' se come siamo abituati al capitalismo vogliamo continuare a vivere secondo certi standard c'e' bisogno di un tot di gente da tener schiavizzata per la produzione di materie prime ed alla quale rivendere le tecnologie superate.Sorride
    1016
  • - Scritto da: 186548
    >
    > No, non basterebbero neanche se fossero mascho e
    > femmina: ci vuole un numero minimo di popolazione
    > per mantenere varianza
    > genetica.

    ma che è un clone?

    va bè, cmq è qui che la tesi di Matrix torna ad essere valida: il cancro muore insieme all'essere che lo ospita.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Millantator e
    [...]
    > Ovviamente reputo questa cosa impossibile, perchè
    > il nostro comportamento è esattamente quello
    > descritto nel film Matrix: la nostra natura fa
    > sì che ci comportiamo esattamente come un
    > cancro
    per il
    > pianeta.

    concordo... e a ben vedere SIAMO un cancro per il pianeta

    > Resta il fatto che se fossimo la metà, saremmo
    > comunque troppi, perchè ci comporteremmo
    > esattamente allo stesso
    > modo

    già... ma prima o poi gli altri esseri viventi si romperanno le pa..e di noi...
    e saranno guai
    non+autenticato
  • batteri ed insetti sono esseri viventi non meno dei mammiferi e, rottura di palle o meno, direi che ci fanno un culo a campana come e quanto voglionoSorride
    1016
  • - Scritto da: outkid
    > batteri ed insetti sono esseri viventi non meno
    > dei mammiferi e, rottura di palle o meno, direi
    > che ci fanno un culo a campana come e quanto
    > vogliono
    >Sorride

    giusto a loro pensavo
    Sorride
    non+autenticato
  • > In realtà siamo troppi per lo standard di vita
    > tipico Occidentale, insomma il nostro.

    Mmmm, risponderei "ni".
    No, nel senso che ogni popolazione contribuisce a suo modo scaricando sul pianeta il risultato della propria esistenza, cosi' se 200 yankees fra lavorazione dei gatti morti che Mc Donalds trasforma in hamburgers, plastiche, stramaledettissimi SUV, condizionatori d'aria pure quando basta un ventilatore da soffitto, ecc. fanno danni quando 500 europei, i 500 europei faranno gli stessi danni, poniamo, di 10000 asiatici. Il fatto e' che li' la popolazione e' realmente enorme rispetto a noi, per cui alla fine l'impatto per nazione e' quello.
    Si', e' vero anche che scarichiamo merda nel terzo mondo, ma senza voler giustificare la cosa in alcun modo, non e' quello il motivo per cui li' muoiono di fame: se sono troppi e' perche' hanno risposto in quel modo ad un ambiente ostile che esisteva gia' molto tempo prima dell'industrializzazione in occidente.

    Chiaramente i numeri sono del tutto inventati e gia' immagino la critica "chi da' a 500 europei o 200 americani il diritto di condannare ad una vita di merda 10000 asiatici?". Osservazione perfettamente giusta che mi porta al Si.
    Si, perche' lo sviluppo occidentale e' una macchina complessa che non e' fatta solo di invenzioni da ritardati mentali come i SUV (scusatemi, e' un chiodo fisso. Spero di non aver offeso qualche ritardato paragonandolo ad un guidatore di SUV) o da guerrafondai come missili intercontinentali. Senza scomodare complesse iterazioni giusto-sbagliato come le invenzioni militari che prima uccidono, poi divengono pubbliche e salvano vite, che vanno appunto considerate nella loro interezza, senno' Internet stessa sarebbe da considerare un'arma da guerra, lo sviluppo occidentale e' fatto anche di cose piu' evidenti come gli acquedotti (li inventarono i Romani, e in alcuni paesi non hanno nemmeno quelli) o le protesi dentarie, per non parlare delle anestesie, dei composti al carbonio per fare materiali duri e leggeri, della dinamo senza la quale ci scordiamo l'energia pulita (e andiamo pure al buio in bicicletta, hi!:), ecc.

    E' chiaro che prendiamo come esempio il nostro sviluppo perche' e' quello che conosciamo meglio o semplicemente perche' e' cio' che non vogliamo perdere, ma dover rinunciare a qualcosa non significa per forza dover rinunciare a tutto e ripartire da zero. Poi al primo dente che fa male chi chiamiamo?
    La consapevolezza di essere dannosi al pianeta e' gia' qualcosa; cominciare ad agire e' ancora di piu'. Forse non abbastanza per adesso, ma almeno si e' identificata la direzione nella quale incamminarsi. In queste condizioni servono solo due componenti per eliminare il problema: tempo e volonta'. A sufficienza, naturalmente.

    Il punto quindi e': l'essere umano vuole perdere una parte delle sue comodita' per non fare un casino tale da rimetterci le chiappe? Se si, a cosa e' disposto a rinunciare? Basteranno queste rinunce? Abbiamo abbastanza tempo? Non e' certamente un discorso semplice.

    > Ovviamente reputo questa cosa impossibile, perchè
    > il nostro comportamento è esattamente quello
    > descritto nel film Matrix: la nostra natura fa
    > sì che ci comportiamo esattamente come un
    > cancro
    per il
    > pianeta.

    Matrix non e' un film che parla di problemi ambientali ma di politica, solo che pochi se ne sono accorti. E' una satira grottesca delle funzioni di cellula sanguigna che hanno gli esseri normali come me e te, non facenti quindi parte dell'oligarchia tecnico-politico-finanziaria che governa il sistema, motori dell'organismo-sistema ed inconsapevoli produttori di energia e risorse, intrappolati per la garanzia di un funzionamento senza intoppi in un mondo di sogni edulcorati a base di informazione falsa e preconfezionata.

    Poi che la storia del cancro sia assolutamente vera, quello e' un altro discorso:) Pero' va detto che piu' che avercela col pianeta ce l'abbiamo con tutto cio' che ci circonda: spesso siamo un cancro verso qualunque cosa, inclusi noi stessi.

    > Resta il fatto che se fossimo la metà, saremmo
    > comunque troppi, perchè ci comporteremmo
    > esattamente allo stesso
    > modo

    Si, ma vuoi mettere quanto casino in meno?Sorride
    non+autenticato
  • Ciao, questo articolo è a dir poco penoso.
    Uno è ovvio che se io donassi 8,5 miliardi di dollari circa (una bella finanziaria qui in italia ) se permetti dico io come disporli e come spenderli.
    Non ti devi lamentare se ha scelto di donarli per un modo e non per un altro.
    Poi è stata una mossa per detearli dalle tasse?
    ha fatto più che bene!!!.
    qui in italia pure lo si dovrebbe fare e non solo con il limite di 5000 euro imposti annui (mentre per i partiti politici le donazioni sono offlimits).
    Non ce la si può prendere con Gates solo perchè è stra ricco e tutto quello che fa è contro l'umanità intera...

    Non fatemi andare avanti che sennò mi inciufolo ancora di più.
    non+autenticato
  • scusa ma tu trovi moralmente giusto farsi della pubblicità gratuita sulla pelle di quei poveracci?

    pubblicità gratuita perchè: bill ottiene un ritorno di immagine, il tutto senza investire un soldo (in pratica quei soldi li dovrebbe versare in ogni caso: invece che destinarli allo stato, li versa nelle casse di una multinazionale. Quello che deve essere chiaro è che non sborsa dei soldi, semplicemente ne cambia la destinazione)

    sulla pelle di quei poveracci perchè: se fosse davvero interessato alla causa, verserebbe quei soldi seguendo le indicazioni di chi passa la sua vita come volontario in mezzo a quelle situazioni. Invece, per chissà quali motivi, quei soldi finiscono alle multinazionali dei farmaci, che, come dice l'articolo, spesso oltre a non risolvere la situazione, rischiano di peggiorarla.
    non+autenticato
  • Soldi solo nelle multinazionali? Solo per l'AIDS? Solo per un ritorno di immagine che non ci sarebbe nemmeno se nessuno facesse di questi articoli dato che nessuno paga il sistema operativo per fare beneficienza?
    No mio caro, non hai minimamente capito quello che sta facendo l'organizzazione, anche se c'è Bill Gates in mezzo quei soldi non vanno sprecati in quel modo.
  • Atmosfera tenue luci già abbassate
    un collegamento a reti unificate
    linee telefoniche ovviamente aperte
    per un virtuale cesto delle offerte

    industriali esperti passano una busta
    sanno che l'offerta è la cosa giusta
    quello che hanno dato sarà centuplicato
    da un bilancio falso depenalizzato

    la diretta è in mondovisione
    la serata della buona azione
    mentre aspetti che contribuisco
    lanci un film o il tuo nuovo disco

    portano la sciarpa attore e cantautore
    pronti per un derby che spalanchi il cuore
    ecco che lo stadio in poco si gremisce
    ma c'è qualche cosa che non si capisce

    guardo il mio biglietto e leggo benvenuti
    salverete il mondo con i vostri aiuti
    ma se è veramente il giorno dell'amore
    cosa cazzo centra il diritto d'autore

    non puoi negare l'evidenza sai che la beneficienza
    trova sempre più importanza dove c'è disuguaglianza
    il buon samaritano è pronto a tendere la mano
    sa che far la carità rinforza la celebrità

    tra un ballo e una canzone presentano un malato
    praticamente morto destino ormai segnato
    un velo di tristezza compare sopra i volti
    ma proprio in quel momento s'impennano gli ascolti

    carramba che sorpresa! la vecchia si è ripresa
    perchè la vita è un varietà
    finita la raccolta dividono la torta
    la gente li ringrazierà
    non+autenticato
  • Invece di perdere tempo a scrivere cazzate in rima basilare prova a renderti conto di cosa sia l'AIDS in Africa e che non si limita certo a curare suddetta malattia l'associazione in questione.

    Inoltre, visto che ti piace l'argomento, TI RENDI CONTO CHE NESSUNO COMPRA WINDOWS PER FARE BENEFICENZA O PER L'ASSOCIAZIONE IN QUESTIONE?
  • invece che trollare e basta
    non potresti argomentare con qualcosa di sensato?
    non+autenticato
  • Dillo a te stesso, sei tu che copia poesie invece di informarsi di quanto sia diffusa e che ricadute provoca l'AIDS in Africa nonchè che l'associazione in questione lavora in vari campi.
    E non dite che il mio è trollare.
  • > E non dite che il mio è trollare.

    non lo sarebbe se ti mettessi in discussione ma affermare che uno che DONA 8mld di dollari ai suoi amichetti (parliamo delle persone piu' ricche ed influenti del mondo, vuoi che non si incontrino per giocare a golf, andare a mignotte e decidere come salvare il mondo?) e' un po' come dire che la terra e' piatta perche' quando metti lo zoom al minimo sul google maps appare cosi'.
    1016
  • Non affermo che dona 8 miliardi di dollari ai suoi amichetti, sempre che così si possano chiamare visto che ti credi tanto esperto sulle relazioni delle decine di migliaia di CEO nel mondo.
    Affermo che la sua associazione lavora in vari campi, che voi ignorate quanto sia disastrosa l'AIDS in Africa, che per curare l'AIDS sarebbe ridicolo che desse soldi solo alle multinazionali (cosa che non potrebbe fare comunque) e che il discorso degli amici da voi portato pare una barzelletta. Insomma che i suoi soldi sono utili, al di là delle vostre storielle di un'associazione che non cura e non ha effetti in Africa.
    Per cui smettila di darmi del trollone.
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 21 dicembre 2007 09.58
    -----------------------------------------------------------
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | Successiva
(pagina 1/5 - 25 discussioni)