Dell abbraccia ubuntu 7.10

L'azienda ha aggiornato la propria linea di sistemi Linux-based con l'ultima versione disponibile di Ubuntu, a cui ha aggiunto il supporto alla riproduzione DVD e un sistema per il backup automatico

Dallas (USA) - Dissipando i timori di chi temeva che non avrebbe più rinnovato il proprio supporto a Ubuntu, ieri Dell ha introdotto i primi modelli di PC basati sull'ultima release di Ubuntu, la 7.10 (alias Gutsy Gibbon). D'ora in avanti questa sarà la distribuzione che l'azienda di Dallas installerà su tutti i propri desktop e portatili Linux-based di fascia consumer.

Ubuntu 7.10 è stata distribuita da Canonical due mesi or sono, ed il ritardo con cui Dell l'ha abbracciata va imputato, secondo molti osservatori, ai problemi di gioventù che hanno afflitto Gutsy Gibbon, soprattutto quando utilizzata per aggiornare un'installazione di Ubuntu 7.04.

I primi due sistemi Dell con Gutsy Gibbon pre-installata sono il desktop Dimension 530n e il notebook Inspiron 1420n. L'azienda ha già rilasciato le immagini CD live di Gutsy Gibbon personalizzate per i due computer: queste includono driver e fix, e possono essere utilizzate sia per ripristinare una installazione preesistente che per installare da zero il sistema operativo sui modelli che ne sono privi.
Dell spiega in questo wiki che gli utenti di Ubuntu 7.04 possono migrare automaticamente alla versione 7.10, utilizzando il programma Update Manager integrato nel sistema operativo. Prima di procedere all'update, però, il produttore suggerisce di leggere attentamente le note di rilascio e l'elenco dei problemi noti pubblicati su Ubuntu.com.

Il passaggio alla nuova versione di Ubuntu consente agli utenti Dell di usufruire delle numerose novità e migliorie introdotte da questo sistema operativo, tra le quali gli effetti 3D del desktop Compiz Fusion, un più potente desktop search integrato, la possibilità di passare velocemente da un utente all'altro, e il pieno supporto alle partizioni NTFS di Windows.

Seguendo poi i suggerimenti pubblicati dagli utenti sul sito IdeaStorm, Dell ha incluso nei propri PC Linux-based il player Flash, un sistema di backup automatizzato e il supporto alla riproduzione automatica dei DVD.

Oggi Dell distribuisce i propri PC consumer con Linux pre-installato in USA, Regno Unito, Francia e Germania. Per il momento, l'azienda non ha annunciato alcun piano per una possibile estensione dell'offerta all'Italia.
116 Commenti alla Notizia Dell abbraccia ubuntu 7.10
Ordina
  • giusto per curiosità, almeno una volta, vorrei capire...
    qualcuno di coloro i quali che non fanno altro che sponsorizzare M$ o Apple, qui su PI o altrove, e/o denigrare comunque il resto del mondo (chei per costoro si riduce quasi sempre a GNU/Linux) mi spiega cosa ve ne viene in tasca? lo fate per soldi forse? per "tifo"? vi regalano la licenza? boh... ditemi...
    grazie

    ps:
    risposte tipo "e tu che difendi Linux perché lo fai?" non sono accettate in quanto:
    a) la domanda è un'altra, l'ho fatta io, e vorrei una risposta precisa
    b) chi usa/difende/sponsorizza GNU/Linux lo fa spesso sulla scia della filosofia del software libero... quindi la suddetta domanda semplicemente non ha senso...
    non+autenticato
  • Se l'offerta viene estesa in Italia con buona probabilità mi faccio un DELL, aspetto solo questo.
    Se fosse possibile acquistarlo in america ad esempio lo comprerei già.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Raffaele Diotallevi
    > Se l'offerta viene estesa in Italia con buona
    > probabilità mi faccio un DELL, aspetto solo
    > questo.
    > Se fosse possibile acquistarlo in america ad
    > esempio lo comprerei
    > già.

    Ho chattato questa mattina con personale Dell per parlare appunto di questo. Ho avuto modo si sapere che NON vendono i loro notebook con OS diversi da quelli proposti (nel mio caso vista su xps m1730), ma mi hanno detto che installare Ubuntu integralmente o anche parzialmente (su partizione insieme a vista) non inficia ne la garanzia ne il servizio di assistenza.

    Inoltre navigando nel loro sito e nel loro forum, linux (ubuntu) è supportato e ci sono svariate soluzioni (soprattuto driver) per farlo girare senza problemi anche su modelli diversi da quello con ubuntu preinstallato.
    non+autenticato
  • Linux e pc in vendita parlatene solo quando saranno italia e' tempo perso

    Io conosco utenti che hanno provato linux e dicono NON TORNERERMO MAI + a Microsoft
    non+autenticato
  • Se è per questo conosco utenti che hanno tentato di installare Linux e dopo due giorni si sono stufati di perdere tempo e sono ritornati ai vecchi cari Windows o OSX che si voglia e credi non erano tutti utonti come li chiamate voi (e non so con che diritto e educazione).
    Certo poi ognuno vede quello che vuol vedere.
    non+autenticato
  • Io rappresento entrambi gli utenti...
    Alcuni anni fa ho provato Mandrake ma ho incontrato una montagna di problemi tecnici e ci ho rinunciato per mancanza di tempo.
    Ultimamente ho provato Kubuntu e questa volta è andato tutto bene: non tornerò mai più a Win, nemmeno se mi pagano loro!!!
    non+autenticato
  • - Scritto da: Tontolo
    > Io rappresento entrambi gli utenti...
    > Alcuni anni fa ho provato Mandrake ma ho
    > incontrato una montagna di problemi tecnici e ci
    > ho rinunciato per mancanza di
    > tempo.
    > Ultimamente ho provato Kubuntu e questa volta è
    > andato tutto bene: non tornerò mai più a Win,
    > nemmeno se mi pagano
    > loro!!!

    Eh, linux non l'ho mai mollato del tutto, ma anch'io con Mandrake (8.0) ho avuto un mare di guai, e anch'io alla fine ho provato Kubuntu, l'ho trovato la distro ideale per il desktop e ormai sono alla terza versione di Kubuntu che uso, la 7.10, dopo la 6.06 LTS e la 7.04.
    E sistemato un piccolo bachetto e cassato Dolphin, ora il bilancio del passaggio da 7.04 a 7.10 posso considerarlo totalmente positivo, rimane ancora qualche particolare da limare, ma ormai è molto più facile e proficuo da usare di Windows 2000, che pur essendo il miglior SO mai fatto da MS, purtroppo ha alcune scomodità nell'uso che essendo ormai nella fase di supporto "Extended" non verranno mai più corrette.
    Col migliorare di Kubuntu mi sono alla fine trovato così bene che in questo periodo, in cui uso poco i giochi, mi capita di utilizzare Win 2000 un paio di volte alla settimana al massimo, quando il mio vecchio fedele scanner parallelo con driver solo per W9x/ME/NT/2k passerà a miglior vita, i giochi rimarranno l'unica ragione di sopravvivenza di Windows sul mio PC.
    ...Bugia! Anche per i virus, i trojan e gli spyware, che noia sarebbe sennò la vita, senza un pizzico di rischio??? Rotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridere
    non+autenticato
  • - Scritto da: Guglielmo
    > Se è per questo conosco utenti che hanno tentato
    > di installare Linux e dopo due giorni si sono
    > stufati di perdere tempo e sono ritornati ai
    > vecchi cari Windows o OSX che si voglia e credi
    > non erano tutti utonti come li chiamate voi (e
    > non so con che diritto e
    > educazione).
    > Certo poi ognuno vede quello che vuol vedere.

    Io conosco donne che, pur pigliando un sacco di botte dai fidanzati/compagni/mariti, continuano a starci assieme.
    Onguno poi fa la fine che cerca.....
    non+autenticato
  • Beh... Poco tempo fa sono stato in un negozio di PC, e mi hanno fatto vedere un listino italiano in cui erano presenti soluzioni con ubuntu installato. Magari non tutte le case pubblicizano questa possibilità. Magari non tutti i negozianti lo dicono. Ne conosco certi che pur di non parlare di linux non ti venderebbero un PC.

    CMQ, non so come sia ora la legge, ma trovo ancora in giro PC assemblati e pronti senza OS.
    Usando Linux, ultimamente opto sempre per questa soluzione.

    Ho già dovuto cestinare 4 licenze winzoz che non uso più da anni. (Una XP, per altro mai usata, una ME, una 98 ed una 95) e devo dire che mi rode aver dato soldi a Billy senza usare i suoi prodotti.
  • Probabilmente Dell ha aumentato il fatturato di almeno 40.000 unita', senza contare quelli che pur avendo scelto un PC con Vista lo hanno comprato da Dell poiche' compatibile con Linux.
    Non mi sembra un risultato cosi' deprimente....
  • - Scritto da: Enjoy with Us
    > Probabilmente Dell ha aumentato il fatturato di
    > almeno 40.000 unita', senza contare quelli che
    > pur avendo scelto un PC con Vista lo hanno
    > comprato da Dell poiche' compatibile con
    > Linux.
    > Non mi sembra un risultato cosi' deprimente....

    Bhe qualcosa devono pur dire, sai... giorno dopo giorno la M$ sta perdendo credibilità..
    non+autenticato
  • - Scritto da: Enjoy with Us
    > Probabilmente Dell ha aumentato il fatturato di
    > almeno 40.000 unita', senza contare quelli che
    > pur avendo scelto un PC con Vista lo hanno
    > comprato da Dell poiche' compatibile con
    > Linux.
    > Non mi sembra un risultato cosi' deprimente....

    Ci sarebbe anche da chiedersi quanti hanno brasato linux e installato win pirata.
    non+autenticato
  • Ed il contrario? Io l'ho fatto su tre PC.
  • Ma proprio nessuno!
    Se compri un pc con ubuntu o sei stato talmente pirla da comprare un pc solo perchè costava 100 dollari meno della controparte con win oppure lo hai fatto con cognizione di causa sapendo cosa andavi a prendere.
    Poichè io stesso ritengo impossibile che di 40.000 uno o due la cazzata non l'abbiano fatta posso ragionevolmente affermare che praticamente nessuno ha fatto quello che dici tu.
    non+autenticato
  • - Scritto da: franco
    > Ma proprio nessuno!
    > Se compri un pc con ubuntu o sei stato talmente
    > pirla da comprare un pc solo perchè costava 100
    > dollari meno della controparte

    ti pare poco? a me no. e poi se ci metti win pirata è sempre una licenza in meno pagata al draga e vai in paradiso a fare le orgie. a parte l'umorismo lugubre e osceno, usare ubuntu conviene se si ha hardware compatibile, altrimenti no. dell ha fatto dei comp compatibili, quindi conviene.
    non+autenticato
  • - Scritto da: franco
    > Ma proprio nessuno!
    > Se compri un pc con ubuntu o sei stato talmente
    > pirla da comprare un pc solo perchè costava 100
    > dollari meno della controparte con win oppure lo
    > hai fatto con cognizione di causa sapendo cosa
    > andavi a
    > prendere.
    > Poichè io stesso ritengo impossibile che di
    > 40.000 uno o due la cazzata non l'abbiano fatta
    > posso ragionevolmente affermare che praticamente
    > nessuno ha fatto quello che dici
    > tu.

    Incredibile come viviate di certezze, eppure il governo cinese ti ha appena detto che il 31% di quelli che comprano i loro lenovo con sopra red-flag lo brasa per installare windows pirata. Sti cinesi, cosi' diversi dal resto del mondo.
    non+autenticato
  • Uno che compra un pc con ubuntu al limite mette un win pirata in dual boot ma non brasa linux se lo ha comprato, a meno che sia così ignorante da credere di non dover imparare più nulla...
    non+autenticato
  • 100 dollari in meno mica male....
    Considerando poi che un dfual boot con win si può sempre fare....
  • Le solite patetiche critiche, di cervelli vuoti e gente che non lo ha mai realmente usato, ho non ha seriamente provato ad usarlo.
    non+autenticato
  • La tua è beata ingenuità...

    Le critiche sono di coloro che per lavoro lo usano e ci programmano e non saprebbero riadattarsi ad un ambiente diverso.

    Più Winzozz diffusi = più mercato nel loro ambito lavorativo.


    Il successo di Linux gli ruba mercato, ed è un mondo che è più vasto e ostico da imparare. Senza tenere conto che è anche ricco proprio perché i tecnici realmente bravi sono meno e meglio pagati, rispetto al piatto di minestra che prendono i programmatorini visual basic e i sistemisti punta e clicka Winzozz
    non+autenticato
  • Ma quale successo ?!?

    Se vi state gongolando solo per una notiziola di Ubuntu offerto sui Dell.
    E' più facile che OSX dia problemi a Windows che non tutte le versioni di Linux messe assieme.
    Del resto di vede quello che sta riuscendo a fare il caro buon Steve in pochi anni dopo il ritorno in Apple che non i vari Fedora, Mandrake, Ubuntu, R.H. e non so quanti altri ancora che arrancano per invogliare gli utenti a convertirsi.
    La verità è che finora l'unica valida motivazione che sento dire è che e' gratis. Ottima argomentazione per chi non ha soldi da spendere ma per un professionista che voglia investire in ambito lavorativo il costo non è l'unico parametro di giudizio.
    non+autenticato
  • Boh... Io non valuto solo il costo, come ho detto in un'altro posto poco sotto ho cestinato licenze win, perchè in azienda mi trovo da dio con linux.
  • Nel mercato server è un successo e uno strapotere indiscusso.

    Sui desktop si diffonde più lentamente per un insieme di motivi di cui si è parlato spesso.

    Linux su desktop è comunque molto più diffuso di MacOSX.
    non+autenticato
  • Ma non diciamo scemenze.
    Possibile che si debba parlare sempre senza dati ?

    Si tratta di 70% a Microsoft e 20% a Linux

    Per di più nel 2006 Linux ha subito una flessione

    http://www.webmasterpoint.org/news/linux-perde-pos...
    non+autenticato
  • Purtroppo tanti fanno confusione tra linux ed apache, entrambi open-source... Non è detto che su un server apache ci sia per forza linux...
    Questo per il WEB, ma i server non sono solo WEB. Nei database commerciali, mi sa che l'IBM con i suoi ISeries la fa ancora da padrona. In giro si vedono una miriade di terminali client access che girano su Win, ed ora IBM sta anche sviluppando il suo client access per linux.
  • - Scritto da: Guglielmo
    > Ma quale successo ?!?
    >
    > Se vi state gongolando solo per una notiziola di
    > Ubuntu offerto sui
    > Dell.
    > E' più facile che OSX dia problemi a Windows che
    > non tutte le versioni di Linux messe
    > assieme.
    > Del resto di vede quello che sta riuscendo a fare
    > il caro buon Steve in pochi anni dopo il ritorno
    > in Apple che non i vari Fedora, Mandrake, Ubuntu,
    > R.H. e non so quanti altri ancora che arrancano
    > per invogliare gli utenti a
    > convertirsi.
    > La verità è che finora l'unica valida motivazione
    > che sento dire è che e' gratis. Ottima
    > argomentazione per chi non ha soldi da spendere
    > ma per un professionista che voglia investire in
    > ambito lavorativo il costo non è l'unico
    > parametro di
    > giudizio.

    Balle. Io uso sia Kubuntu, gratis, sia Win 2000, che ho pagato per avere e mettere al posto di Win ME, che a sua volta avevo pagato per mettere al posto di Win9x, perché era l'unico disponibile
    in un certo periodo che avesse tutti i driver necessari al mio HW, purtroppo.
    Ma sono già parecchio meno disposto a pagare per XP e ancor meno per Vista e non darei un cent per Office, visto che neanche uso tutte le features di OOo.
    La questione non è gratis o a pagamento, ma se il prodotto a pagamento dia qualcosa in più di cui si abbia bisogno.
    Certo che se il prodotto a pagamento in più, in cambio dei soldi sborsati, invece che vantaggi dà rogne come Product Activation et similia, il suo appeal cala parecchio, se ciuccia più risorse delle applicazioni che ci devono girare sopra le cose peggiorano ulteriormente, se esce sul mercato ancora troppo immaturo e se features utili come quelle di sicurezza vengono implementate in maniera meno ergonomica dei loro equivalenti su linux, be', allora l'appeal scende a zero.
    non+autenticato
  • OOOPS! Per non so quale ragione quando ho schiacciato "Quota" mi ha inserito automaticamente il nome della persona a cui rispondevo nel campo "Nome e cognome" senza che me ne accorgessi... e me lo stava facendo di nuovo in un altro thread... ImbarazzatoTriste
    Punto Informaticooooo! Bachetto???
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 9 discussioni)