Italia, un impiegato IT prende 25mila euro l'anno

Lo dice l'Indagine Retributiva 2007 svolta da Assintel sulle imprese ICT italiane. Ecco il quadro, numeri e cifre. Chi guadagna cosa, chi fa l'informatico con contratto da metalmeccanico

Roma - I dirigenti ICT italiani hanno mediamente 47 anni e guadagnano 77.877 euro (lordi) all'anno, i quadri di anni ne hanno 41 e stipendi da 46.241 euro, gli impiegati hanno 35 anni e 25.166 euro di reddito e i lavoratori atipici, mediamente 33 anni, sono retribuiti con 26.621 euro.

Questi alcuni dei numeri più interessanti dell'Indagine Retributiva Assintel 2007 sulle aziende dell'ICT. Aziende nelle quali l'occupazione è cresciuta del 4,3 per cento nel corso dell'ultimo anno.

Ad essere retribuiti maggiormente sono i quadri e gli impiegati delle "aree di front end" (commerciale e vendita) nonché gli informatici ("figure tecniche che svolgono attività di ricerca e sviluppo"). I meno pagati sono gli operatori di help desk e gli operai dell'inserimento dati.
L'indagine è stata svolta su un campione di 162 aziende "che ricalca la composizione dimensionale tipica del tessuto imprenditoriale dell'ICT italiano": il 9 per cento grandi aziende (con più di 250 addetti), il 24 per cento medie imprese (50-250 addetti), il 20 per cento piccole imprese (20-49 addetti), il 47 per cento micro e piccole imprese (meno di 20 addetti). Il 68 per cento di esse dichiara un fatturato inferiore ai 5 milioni di euro, il 25 per cento si distribuisce nella classe 6-50 milioni di euro e solo il 7 per cento dichiara di fatturare volumi superiori ai 50 milioni di Euro.

All'interno del campione prevalgono le software house (40 per cento) e le società di Servizi (20 per cento), con una presenza del 12 per cento di operatori specializzati nella distribuzione. Sono il 7 per cento le aziende di telecomunicazione e di servizi internet, mentre solo il 3 per cento gli hardware vendor. È di 20.403 la forza lavoro impiegata dalle aziende intervistate, di cui il 5,5 per cento è costituito da dirigenti e il 94,5 per cento da impiegati.

Sono lavoratori dipendenti il 94,5 per cento di essi, mentre i collaboratori incidono per l'8,5 per cento. Il 62 per cento delle aziende adotta il contratto nazionale del Terziario, mentre il restante 38 per cento adotta quello dell'industria metalmeccanica. In questo senso è interessante che le retribuzioni migliori per dirigenti e quadri sono quelle con contratti del Terziario, mentre gli impiegati dei due livelli più alti se la cavano meglio col contratto nazionale di lavoro Metalmeccanico.

Il 30 per cento delle aziende offre ai propri dirigenti una parte di retribuzione variabile, che incide in busta paga per il 23 per cento. "Il valore - spiega Assinte - scende al 19 per cento per i Quadri, ai quali solo il 17 per cento delle aziende offre una retribuzione variabile. Questa cifra è infine dell'11 per cento per gli Impiegati, per i quali il valore economico incide solo del 12 per cento ed è per la maggior parte legato ai profili che operano nella vendita".

Per le aree funzionali non tecniche, che comprendono l'amministrazione/finanza, il commerciale/vendite, il marketing/comunicazione, i servizi generali e il personale, sono i Dirigenti del Personale (101.660 euro) e delle Vendite (96.623 euro) le figure meglio posizionate. Per quanto riguarda i Quadri, le aree più premiate sono quelle più "esposte" e di front-end (Commerciale: 47.476 euro, Vendite: 50.740 euro). Il trend è confermato anche per gli Impiegati (28.178 euro per i Commerciali e 29.521 per l'area vendita). All'interno di quest'ultima categoria, si è rilevata una dinamica per cui il livello più alto si distacca in modo sensibile da quelli immediatamente inferiori.

Per quanto riguarda le aree tecniche, che comprendono analisi e programmazione non web, analisi e programmazione web, assistenza tecnica, consulenti tecnici/Capi Progetto, help desk, operatori di data entry, operatori di macchina, ricerca e sviluppo, sistemisti, Assintel ha rilevato livelli retributivi medi più elevati per le attività di ricerca e sviluppo e per i profili consulenziali con responsabilità di project management, anche in forma di contratto di lavoro atipico.

Nell'area ricerca/sviluppo, la retribuzione annua dei Dirigenti è di 78.863 euro, quella dei Quadri di 47.533 euro, mentre gli impiegati sono a quota 30.640 euro.

All'estremo opposto stanno le retribuzioni degli operatori di data entry (23.261 euro per gli impiegati e 13.943 euro per gli atipici) e di help desk (23.678 euro per gli impiegati e 14.828 euro per gli atipici). In posizione intermedia i Sistemisti (44.899 euro per i Quadri e 26.654 euro i dipendenti) e l'Assistenza tecnica (44.831 euro i Quadri e 25.898 gli Impiegati).

Benefit extracontrattuali
A livello di benefit orizzontali, il 70 per cento delle aziende offre ai propri dipendenti il buono pasto, il 24 per cento polizze infortuni extraprofessionali, il 25 per cento forme di assistenza sanitaria.
La penetrazione di benefit extracontrattuali concessi ad uso individuale è elevata e interpretabile come risposta alla crescente "mobilizzazione" e "remotizzazione" del lavoro. L'83 per cento delle aziende concede l'utilizzo del cellulare aziendale (al 75 per cento dei Dirigenti, al 70 per cento dei Quadri e al 68 per cento degli Impiegati).
Il 78,9 per cento delle aziende offre il PC portatile (al 79 per cento dei Dirigenti, al 67 per cento dei Quadri e al 71 per cento degli Impiegati). Valori inferiori per quanto riguarda l'auto aziendale, che è utilizzata dal 67,4 per cento delle aziende (per il 77 per cento dei Dirigenti, il 58 per cento dei Quadri e il 63 per cento degli Impiegati).

Formazione, assenteismo, lavoro straordinario
È superiore a 100.000 il monte ore formative annue delle aziende intervistate, che rapportato al numero di addetti determina una media annua di 14,8 ore per addetto. Il trend è differenziato per dirigenti (11,8 ore) e impiegati (15 ore).
È pari al 2 per cento il tasso di assenteismo per malattia, che corrisponde a una media annua di 4,6 giornate per addetto.
Le ore di sciopero incidono per lo 0,04 per cento sulle ore totali lavorate nell'anno: in media sono 0,8 le ore di sciopero per addetto.
Sono 141.400 le ore annue totali di lavoro straordinario dichiarate dalle aziende target nel 2007, con una media per singolo impiegato pari a circa 24 ore.

Il lavoro femminile: ancora lontano dalla parità
Per dirla con Assintel "molti degli indicatori rilevanti emersi dall'indagine descrivono una situazione con significative differenze imputabili al sesso del lavoratore, che ci suggeriscono come il percorso di livellamento verso un approccio di uguaglianza di opportunità e di trattamento non sia ancora compiuto completamente.
Le donne lavoratrici all'interno del campione sono il 20,3 per cento, con una percentuale di ruoli dirigenziali significativamente inferiore alla media (2,9 per cento contro il 5,5 per cento di media generale).
Sono 12 le ore medie annue di formazione delle donne, contro una media di 15.
Leggermente inferiore anche il tasso di crescita dell'occupazione femminile (4 per cento sul totale addetti, contro una media generale del 4,3 per cento).
Più alto per le donne, invece, il tasso di assenteismo per malattia: 6,1 giornate all'anno, contro un valore di 4,2 per gli uomini".
348 Commenti alla Notizia Italia, un impiegato IT prende 25mila euro l'anno
Ordina
  • vorrei porre l'attenzione sul fatto che in queste statistiche non sono stati inclusi i milgiaia di tecnici/impiegati informatici della pubblica amministrazione.
    Un tecnico informatico guadagna circa 12.000€ l'anno netti con contratto a tempo determinato o inderminato. Un dirigente almeno 25.000 più l'extra contrattato su base privata con l'amministrazione al raggiungimento degli obiettivi. In pratica un tecnico statale guadagna quanto un amministrativo statale. Non è proprio giusto se la cosa si guarda dal punto di vista delle competenze. Uno progetta o gestisce gli applicativi, l'altro li usa (spesso male) e vengono pagati uguale... e sempre meno che nel privato pur avendo le stesse competenze.
    non+autenticato
  • - Scritto da: MiK .
    > vorrei porre l'attenzione sul fatto che in queste
    > statistiche non sono stati inclusi i milgiaia di
    > tecnici/impiegati informatici della pubblica
    > amministrazione.
    > Un tecnico informatico guadagna circa 12.000€
    > l'anno netti con contratto a tempo determinato o
    > inderminato. Un dirigente almeno 25.000 più
    > l'extra contrattato su base privata con
    > l'amministrazione al raggiungimento degli
    > obiettivi. In pratica un tecnico statale guadagna
    > quanto un amministrativo statale. Non è proprio
    > giusto se la cosa si guarda dal punto di vista
    > delle competenze. Uno progetta o gestisce gli
    > applicativi, l'altro li usa (spesso male) e
    > vengono pagati uguale... e sempre meno che nel
    > privato pur avendo le stesse
    > competenze.

    veramente ci sono delle associazioni che dovrebbero curare la cosa, ma col solito campanilismo italiano vanno solo per settori per esempio i diritti dei soli informatici statali periferici e non quelli centrali
    non+autenticato
  • - Scritto da: max59
    > - Scritto da: MiK .
    > > vorrei porre l'attenzione sul fatto che in
    > queste
    > > statistiche non sono stati inclusi i milgiaia di
    > > tecnici/impiegati informatici della pubblica
    > > amministrazione.
    > > Un tecnico informatico guadagna circa 12.000€
    > > l'anno netti con contratto a tempo determinato o
    > > inderminato. Un dirigente almeno 25.000 più
    > > l'extra contrattato su base privata con
    > > l'amministrazione al raggiungimento degli
    > > obiettivi. In pratica un tecnico statale
    > guadagna
    > > quanto un amministrativo statale. Non è proprio
    > > giusto se la cosa si guarda dal punto di vista
    > > delle competenze. Uno progetta o gestisce gli
    > > applicativi, l'altro li usa (spesso male) e
    > > vengono pagati uguale... e sempre meno che nel
    > > privato pur avendo le stesse
    > > competenze.
    >
    > veramente ci sono delle associazioni che
    > dovrebbero curare la cosa, ma col solito
    > campanilismo italiano vanno solo per settori per
    > esempio i diritti dei soli informatici statali
    > periferici e non quelli
    > centrali

    LOSER!

    No alle associazioni di morti di fame!
    non+autenticato
  • - Scritto da: Io blocco il P2P
    > > veramente ci sono delle associazioni che
    > > dovrebbero curare la cosa, ma col solito
    > > campanilismo italiano vanno solo per settori per
    > > esempio i diritti dei soli informatici statali
    > > periferici e non quelli
    > > centrali
    >
    > LOSER!
    >
    > No alle associazioni di morti di fame!

    concordo: il corporativismo oltre a portare a poco è da pezzenti dentro
    non+autenticato
  • - Scritto da: max59
    > - Scritto da: Io blocco il P2P
    > > > veramente ci sono delle associazioni che
    > > > dovrebbero curare la cosa, ma col solito
    > > > campanilismo italiano vanno solo per settori
    > per
    > > > esempio i diritti dei soli informatici statali
    > > > periferici e non quelli
    > > > centrali
    > >
    > > LOSER!
    > >
    > > No alle associazioni di morti di fame!
    >
    > concordo: il corporativismo oltre a portare a
    > poco è da pezzenti
    > dentro

    altra cosa è un sindacato di informatici che raccolga chiunque abbia l'informatica come studio e/o curriculum
    non+autenticato
  • - Scritto da: max59
    > - Scritto da: max59
    > > - Scritto da: Io blocco il P2P
    > > > > veramente ci sono delle associazioni che
    > > > > dovrebbero curare la cosa, ma col solito
    > > > > campanilismo italiano vanno solo per settori
    > > per
    > > > > esempio i diritti dei soli informatici
    > statali
    > > > > periferici e non quelli
    > > > > centrali
    > > >
    > > > LOSER!
    > > >
    > > > No alle associazioni di morti di fame!
    > >
    > > concordo: il corporativismo oltre a portare a
    > > poco è da pezzenti
    > > dentro
    >
    > altra cosa è un sindacato di informatici che
    > raccolga chiunque abbia l'informatica come studio
    > e/o
    > curriculum

    Parliamo un secondo seriamente, il sindacato è per definizione comunista, il comunismo non cerca l'esaltazione della meritocrazia, della bravura e delle potenzialità, ma toglie a chi lavora per dare un tozzo di pane a tutti.

    Ora, chi nella vita ha successo si iscriverebbe? NO, quindi diverrebbe un sindacato di gente a 800 euro al mese, che grazie a qualche scioperino ridicolo porteranno a 830 al mese.


    Non siete più dei bambini, o bambocci come piace al ministro...svegliatevi, studiate, lavorate, costruitevi da soli e fatevi un futuro; altrimenti perite.
    non+autenticato
  • Cito testualemente "Il sindacato è per definizione comunista", ma davvero credi all'esistenza dei comunisti ? Ed aggiungo hai mai guardato oltre il tuo naso ? In caso affermativo sapresti che esistono sigle che si ispirano a diverse ideologie chi di sinistra (CIGL) chi di centro (CISL e UIL), chi di destra (CISNAL), un pò per tutti i gusti direi.

    "chi nella vita ha successo si iscriverebbe?" Ti rispondo SI, non che sia proprietario di un'industria o che guadagni 100 mila euro l'anno, sicuramente godo di remunerazioni ben superiore alla media e se consideri che opero in una PMI può essere considerato un piccolo successo.

    Considero bamboccioni coloro che credono che da soli rivoluzioneranno il mondo così come quelli che sono convinti che in tutta solitudine conquisteranno il mondo grazie al merito!

    Se vivessi nel paese dei balocchi ti direi che è possibile ma vivo in Italia dove la meritocrazia è una bella parola con la quale lavarsi la bocca e fare chiacchere in campagna elettorale.
    Se non sei figlio di papà il merito te lo metti in tasca e le porte ti si aprono solo se vai oltre confine.



    Il giorno in cui non esisterà più u
    non+autenticato
  • Se non sei laureato, 12.000 euro agli inizi ti vanno piu che bene. Noi ingegneri per i primi due anni almeno non prendiamo piu di 1000-1100 euro se tutto va bene... quindi accontentati
    non+autenticato
  • andare in un posto dove non ti conosce nessuno
    che se cadi per terra non ti raccoglie nessuno

    a fare l'immigrato?

    no grazie...mi tengo la buona cucina il sole e le belle donne vestite come si deve non come delle poveracce

    ed i 1000 euro al mese.
    non+autenticato
  • in inghilterra???? manco da morto.
    non+autenticato
  • - Scritto da: gigi rissio
    > in inghilterra???? manco da morto.

    come se in rete uno non potesse lavorare anche per clienti all'estero...

    inoltre la situazione attualmente favorevole in Inghilterra non credo che durerà in eterno, anche lì il mercato si stabilizzerà e allora gli emigranti di lusso si ricorderanno della solidarietà
    non+autenticato
  • - Scritto da: gigi rissio
    > in inghilterra???? manco da morto.

    Non c'è mica solo l'Inghilterra, eh?
    C'è la Spagna, c'è la Francia, ci sono tantissimi posti, se vuoi una buona assistenza ci sono Olanda e Scandinavia, eviterei solo il Belgio, che dicono sia ingessato e piagato da una burocrazia che fa a gara con la nostra (o almeno faceva, prima che la nostra peggiorasse ancora).
    non+autenticato
  • - Scritto da: Categorico
    > - Scritto da: gigi rissio
    > > in inghilterra???? manco da morto.
    >
    > Non c'è mica solo l'Inghilterra, eh?
    > C'è la Spagna, c'è la Francia, ci sono tantissimi
    > posti, se vuoi una buona assistenza ci sono
    > Olanda e Scandinavia, eviterei solo il Belgio,
    > che dicono sia ingessato e piagato da una
    > burocrazia che fa a gara con la nostra (o almeno
    > faceva, prima che la nostra peggiorasse
    > ancora).

    che accadrà all'emigrante di lusso quando anche all'estero il mercato IT si stabilizzerà?

    purtroppo ognuno vede solo il vantaggio immediato a partire dal cliente che vuole spendere poco anche se avrà prodotti scadenti passando ai laureati informatici che vorrebbero un ordine chiuso anche se non sono indispensabili come i medici per farsi valere per finire con i periti informatici che vogliono un codice aperto che è buona cosa per lo scambio di informazioni, ma che non consente grande distribuzione dei propri prodotti.

    finchè non si entra nell'ordine di idee di un sindacato di categoria che porti ad un contratto nazionale, o magari europeo, gli informatici resteranno a combattersi fra loro
    non+autenticato
  • - Scritto da: max59
    >
    > finchè non si entra nell'ordine di idee di un
    > sindacato di categoria che porti ad un contratto
    > nazionale, o magari europeo, gli informatici
    > resteranno a combattersi fra
    > loro

    Aho, 59, falla finita con st'idea fissa Sorride.

    In Italia sindacato = corporazione che non fa gli interessi di nessun altro tranne i propri. E ce ne sono già anche troppiTriste.

    Inoltre IT = categoria debole, storicamente attaccata alla scrivaniaCon la lingua fuori.

    Infine il volgo oggi difende il proprio portafoglio senza guardare né se pesta il vicino né come va lo stato delle cose :/.

    Dunque, non c'è trippa per gattiPirata.

    Salami
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 03 gennaio 2008 02.07
    -----------------------------------------------------------
  • - Scritto da: Programmato re .NET
    > andare in un posto dove non ti conosce nessuno
    > che se cadi per terra non ti raccoglie nessuno
    >
    > a fare l'immigrato?
    >
    > no grazie...mi tengo la buona cucina il sole e le
    > belle donne vestite come si deve non come delle
    > poveracce
    >
    > ed i 1000 euro al mese.

    Ecco qua il classico esempio dell'italiano medio che non ha mai messo il naso fuori dal paesello natio e crede ancora di vivere nel paese più bello del mondo. Sogna ragazzo, sogna
    non+autenticato
  • - Scritto da: Disgraziato
    > - Scritto da: Programmato re .NET
    > > andare in un posto dove non ti conosce nessuno
    > > che se cadi per terra non ti raccoglie nessuno
    > >
    > > a fare l'immigrato?
    > >
    > > no grazie...mi tengo la buona cucina il sole e
    > le
    > > belle donne vestite come si deve non come delle
    > > poveracce
    > >
    > > ed i 1000 euro al mese.
    >
    > Ecco qua il classico esempio dell'italiano medio
    > che non ha mai messo il naso fuori dal paesello
    > natio e crede ancora di vivere nel paese più
    > bello del mondo. Sogna ragazzo,
    > sogna

    ecco l'esempio di chi s'illude che il paradiso è all'estero a costo di fare il giro del mondo a vitaRotola dal ridere
    non+autenticato
  • - Scritto da: max59
    > - Scritto da: Disgraziato
    > > - Scritto da: Programmato re .NET
    > > > andare in un posto dove non ti conosce nessuno
    > > > che se cadi per terra non ti raccoglie nessuno
    > > >
    > > > a fare l'immigrato?
    > > >
    > > > no grazie...mi tengo la buona cucina il sole e
    > > le
    > > > belle donne vestite come si deve non come
    > delle
    > > > poveracce
    > > >
    > > > ed i 1000 euro al mese.
    > >
    > > Ecco qua il classico esempio dell'italiano medio
    > > che non ha mai messo il naso fuori dal paesello
    > > natio e crede ancora di vivere nel paese più
    > > bello del mondo. Sogna ragazzo,
    > > sogna
    >
    > ecco l'esempio di chi s'illude che il paradiso è
    > all'estero a costo di fare il giro del mondo a
    > vitaRotola dal ridere

    Ecco l'esempio di una persona che non sa leggere, chi ha mai parlato di paradiso? O nella tua (evidentemente ristretta) mentalità c'è spazio solo per le dicotomie tipo bianco/nero?
    non+autenticato
  • - Scritto da: Disgraziato
    > - Scritto da: max59
    > > ecco l'esempio di chi s'illude che il paradiso è
    > > all'estero a costo di fare il giro del mondo a
    > > vitaRotola dal ridere
    >
    > Ecco l'esempio di una persona che non sa leggere,
    > chi ha mai parlato di paradiso? O nella tua
    > (evidentemente ristretta) mentalità c'è spazio
    > solo per le dicotomie tipo bianco/nero?

    allora invece di seguire chimere all'estero resta a lottare in italia
    non+autenticato
  • - Scritto da: max59
    > ecco l'esempio di chi s'illude che il paradiso è
    > all'estero a costo di fare il giro del mondo a
    > vitaRotola dal ridere

    Personalmente, non tornerei in Italia (specie dalle parti di Milano) neanche se mi pagassero il doppio di quello che mi pagano qui.
    non+autenticato
  • ...ma non a tuttiA bocca aperta
    Buon 2008 ai vincenti e ai proattivi (sia che siate rimasti in Italia, sia che siate andati all'estero).
    Niente auguri invece ai perdenti, agli autori di inutili piagnistei, agli invidiosi e agli sfigati, per voi il nuovo anno sarà peggiore del precedente, come sempre (anche qui, sia che siate rimasti in Italia, sia che siate emigrati)

    :D
    non+autenticato
  • - Scritto da: Gordon
    > ...ma non a tuttiA bocca aperta
    > Buon 2008 ai vincenti e ai proattivi (sia che
    > siate rimasti in Italia, sia che siate andati
    > all'estero).
    > Niente auguri invece ai perdenti, agli autori di
    > inutili piagnistei, agli invidiosi e agli
    > sfigati, per voi il nuovo anno sarà peggiore del
    > precedente, come sempre (anche qui, sia che siate
    > rimasti in Italia, sia che siate emigrati)
    >
    >
    >A bocca aperta

    M I T I C O
    non+autenticato
  • Vedi sopra la risposta a max59.

    Sui lamenti In lacrime ti do' ragione, sono (e siamo) noiosiCon la lingua fuori, solo però se convieni che chi 'non ha' da lamentarsi, ha avuto soprattutto cu*o, e non si è fatto necessariamente il cu*o più di un altro che invece è finito fra i 'perdenti'.

    A volte infatti basta una scelta sbagliata, prendere la diramazione cieca, non saperla riconoscere, o non avere in tasca il biglietto giusto in quel momento per quell'altro binario. [Se vuoi chiamala istinto di orientamento o di conservazione, più la capacità di premunirsi e di avere in mano le carte giuste, ma molte volte poi dipende dalla fortuna e da come le scelte che hai fatto si sviluppano, non sempre per responsabilità tua].

    Il fatto che te la prendi coi cosiddetti 'perdenti' significa che non hai un minimo di umiltàCon la lingua fuori purtroppo, e non capisci che anche tu domani potresti essere uno di questi, in base a come va il mondo e alle carte che ti ritrovi in un dato momento, e a come la fortuna gira, e non solo per meriti / demeriti, oppure perché sei / non sei 'fighissimo'Sorride.

    Non che te lo auguri, ma credimi, è un'esperienza illuminante vedere le cose anche dal bassoSorride. Dovresti provare, fa bene vivere anche questo shock e sentirsi 'terra terra' quando uno è troppo abituato ai suoi voli pindarici (e direi anche un po' vanitosi...)

    Quel giorno o il giorno dopo, magari un articolone su PI scriverà che tutto il mondo dell'IT è fatto solo di belli e vincenti, e ricchi e fighissimi e contentiCon la lingua fuori, e anche se tu a quel punto _saprai_ che non è così, perché nella vita si mangia anche la polvere, e perchè per uno che va in cadillac ce ne sono altri otto che vanno a piedi, non potrai scriverlo, perché se lo farai semplicemente non sarai   a s c o l t a t o Imbarazzato.

    E guai ad arrabbiarti, sarai pure   c e n s u r a t o Imbarazzato.

    Angurie di buon anno
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 03 gennaio 2008 02.46
    -----------------------------------------------------------
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 03 gennaio 2008 02.55
    -----------------------------------------------------------
  • Complimenti, sembri proprio un vero boyscout ! Rotola dal ridere

    - Scritto da: Berto
    > Vedi sopra la risposta a max59.
    >
    > Sui lamenti In lacrime ti do' ragione, sono (e siamo)
    > noiosiCon la lingua fuori, solo però se convieni che chi 'non ha'
    > da lamentarsi, ha avuto soprattutto cu*o, e non
    > si è fatto necessariamente il cu*o più di un
    > altro che invece è finito fra i
    > 'perdenti'.
    >
    > A volte infatti basta una scelta sbagliata,
    > prendere la diramazione cieca, non saperla
    > riconoscere, o non avere in tasca il biglietto
    > giusto in quel momento per quell'altro binario.
    > [Se vuoi chiamala istinto di orientamento o di
    > conservazione, più la capacità di premunirsi e di
    > avere in mano le carte giuste, ma molte volte poi
    > dipende dalla fortuna e da come le scelte che hai
    > fatto si sviluppano, non sempre per
    > responsabilità
    > tua].
    >
    > Il fatto che te la prendi coi cosiddetti
    > 'perdenti' significa che non hai un minimo di
    > umiltàCon la lingua fuori purtroppo, e non capisci che anche tu
    > domani potresti essere uno di questi, in base a
    > come va il mondo e alle carte che ti ritrovi in
    > un dato momento, e a come la fortuna gira, e non
    > solo per meriti / demeriti, oppure perché sei /
    > non sei 'fighissimo'
    >Sorride.
    >
    > Non che te lo auguri, ma credimi, è un'esperienza
    > illuminante vedere le cose anche dal bassoSorride.
    > Dovresti provare, fa bene vivere anche questo
    > shock e sentirsi 'terra terra' quando uno è
    > troppo abituato ai suoi voli pindarici (e direi
    > anche un po'
    > vanitosi...)
    >
    > Quel giorno o il giorno dopo, magari un
    > articolone su PI scriverà che tutto il mondo
    > dell'IT è fatto solo di belli e vincenti, e
    > ricchi e fighissimi e contentiCon la lingua fuori, e anche se tu
    > a quel punto _saprai_ che non è così, perché
    > nella vita si mangia anche la polvere, e perchè
    > per uno che va in cadillac ce ne sono altri otto
    > che vanno a piedi, non potrai scriverlo, perché
    > se lo farai semplicemente non sarai   a s c o l t
    > a t o
    >Imbarazzato.
    >
    > E guai ad arrabbiarti, sarai pure   c e n s u r a
    > t o
    >Imbarazzato.
    >
    > Angurie di buon anno
    > --------------------------------------------------
    > Modificato dall' autore il 03 gennaio 2008 02.46
    > --------------------------------------------------
    > --------------------------------------------------
    > Modificato dall' autore il 03 gennaio 2008 02.55
    > --------------------------------------------------
    non+autenticato
  • Dal basso ci siamo venuti, e se voi ci siete rimasti sono solo affari vostri. Chiamalo come vuoi, bravura, fortuna, riti voodoo al chiaro di luna.


    - Scritto da: Berto
    > Vedi sopra la risposta a max59.
    >
    > Sui lamenti In lacrime ti do' ragione, sono (e siamo)
    > noiosiCon la lingua fuori, solo però se convieni che chi 'non ha'
    > da lamentarsi, ha avuto soprattutto cu*o, e non
    > si è fatto necessariamente il cu*o più di un
    > altro che invece è finito fra i
    > 'perdenti'.
    >
    > A volte infatti basta una scelta sbagliata,
    > prendere la diramazione cieca, non saperla
    > riconoscere, o non avere in tasca il biglietto
    > giusto in quel momento per quell'altro binario.
    > [Se vuoi chiamala istinto di orientamento o di
    > conservazione, più la capacità di premunirsi e di
    > avere in mano le carte giuste, ma molte volte poi
    > dipende dalla fortuna e da come le scelte che hai
    > fatto si sviluppano, non sempre per
    > responsabilità
    > tua].
    >
    > Il fatto che te la prendi coi cosiddetti
    > 'perdenti' significa che non hai un minimo di
    > umiltàCon la lingua fuori purtroppo, e non capisci che anche tu
    > domani potresti essere uno di questi, in base a
    > come va il mondo e alle carte che ti ritrovi in
    > un dato momento, e a come la fortuna gira, e non
    > solo per meriti / demeriti, oppure perché sei /
    > non sei 'fighissimo'
    >Sorride.
    >
    > Non che te lo auguri, ma credimi, è un'esperienza
    > illuminante vedere le cose anche dal bassoSorride.
    > Dovresti provare, fa bene vivere anche questo
    > shock e sentirsi 'terra terra' quando uno è
    > troppo abituato ai suoi voli pindarici (e direi
    > anche un po'
    > vanitosi...)
    >
    > Quel giorno o il giorno dopo, magari un
    > articolone su PI scriverà che tutto il mondo
    > dell'IT è fatto solo di belli e vincenti, e
    > ricchi e fighissimi e contentiCon la lingua fuori, e anche se tu
    > a quel punto _saprai_ che non è così, perché
    > nella vita si mangia anche la polvere, e perchè
    > per uno che va in cadillac ce ne sono altri otto
    > che vanno a piedi, non potrai scriverlo, perché
    > se lo farai semplicemente non sarai   a s c o l t
    > a t o
    >Imbarazzato.
    >
    > E guai ad arrabbiarti, sarai pure   c e n s u r a
    > t o
    >Imbarazzato.
    >
    > Angurie di buon anno
    > --------------------------------------------------
    > Modificato dall' autore il 03 gennaio 2008 02.46
    > --------------------------------------------------
    > --------------------------------------------------
    > Modificato dall' autore il 03 gennaio 2008 02.55
    > --------------------------------------------------
    non+autenticato
  • ovunque al mondo, quando qualcuno vuole vantarsi di qualcosa lo fa riferendosi alle proprie capacita' non a quanto guadagna. Se chiedete a Carlo Rubbia di partecipare ad un forum come questo probabilmente vi parlera' di esperimenti sulla fusione fredda o di energia dal sole NON di quanto prende all'anno. In italia politici come CALDEROLI (quello che porta a spasso i maiali sulle moschee) guadagnano 4 volte quel che guadagna il premier olandese ma credete che valga davvero 4 volte tanto? Qui non esiste meritocrazia, nessuno al mondo arriva a diventare dirigente per meriti , mi fanno ridere i messaggi di CARRIERE con stipendi da dirigente a 2x anni in ramo finanziario... a questi farei una semplice domanda, cosa fa papa'? Si scoprira' che in percentuale superiore al 100% (e vi sfido a capire il perche') papa' e' nel ramo finanziario oppure immobiliare.
    Tanto di cappello invece a chi ha avuto le PALLE per lasciare tutto e ricominciare all'estero dove la meritocrazia ancora esiste e c'e' davvero la possibilita' di competere ad armi pari.. e' solo all'estero che un italiano ha davvero la possibilita' di fare un culo cosi' ai competitor.
    Ai figli di papa' non resta che augurare tanta fortuna, il 2008 sara' un anno molto duro per il settore finanziario, papa' fara' di tutto per andare in prepensionamento e voi .... gia' e voi?
    non+autenticato
  • - Scritto da: uomo che ride
    > ovunque al mondo, quando qualcuno vuole vantarsi
    > di qualcosa lo fa riferendosi alle proprie
    > capacita' non a quanto guadagna.

    quoto in pieno
    non+autenticato
  • > Tanto di cappello invece a chi ha avuto le PALLE
    > per lasciare tutto e ricominciare all'estero dove
    > la meritocrazia ancora esiste e c'e' davvero la
    > possibilita' di competere ad armi pari..

    tanto di cappello a quelli che sono rimasti si sono rimboccati le maniche e hanno avuto successo.

    Successo sia in Italia che all'estero.

    Non so come è finita, avrebbero dovuto in italia ( Cameri ) produrre degli aerei avanzati, peccato che gli stessi italiani abbiano protestato.

    Avevamo le centrali elettriche in Italia ma le abbiamo vulute sull'altra sponda del confine.
  • Purtroppo papà come l'hai definito tu è morto quando avevo 17 anni... quindi caro uomo che ride c'è ben poco da ridere perchè se il tuo commenso fosse riferito a me (e lo è) risulta essere davvero fuori luogo..... tutto ciò che ho fatto l'ho fatto da solo, senza l'aiuto di nessuno, sicuramente con circostante magari fortuite, ma ho sempre creduto in quello che facevo ed ho sempre lavorato al meglio e forse per questo motivo che sono stato notato e premiato.
    Come ho detto ora ho una piccola società e anche in questo caso non c'è stato nessun aiuto se non sempre da me.
    Magari finiro con culo per aria o magari mi andrà bene ad ogni modo sarà artefice del mio fallimento o del mio successo.
    un saluto
    Massimo
    non+autenticato
  • perfettamente d'accordo . Lavorare in societa' di servizi ti apre gli occhi sulle condizioni del mercato del lavoro italiano, ho cambiato decine di societa' e in tutte ho fatto il lavoro di dipendenti che sembrano vivere fuori dal mondo, arroccati con i loro assurdi privilegi e totalmente incompetenti. A Roma praticamente tutti i posti di responsabilita' sono dati per nepotismo (il figlio fa lo stesso mestiere di papa' e a volte di papa' e mamma' assieme) o anche per intercessione religiosa, ci sono posti che semplicemente non puoi avere se papa' non e' membro dell'opus dei o conosce il cardinale. Nella mia carriera ho conosciuto gente realmente con le palle, dei possibili premi nobel ma mai in posizioni di responsabilita'. Ogni tanto anche noi consulenti ci prendiamo delle soddisfazioni, queste societa' gestite in modo cosi' ignobile nel medio periodo falliscono ed e' un gioia vedere il terrore nei volti dei dirigenti consci che e' praticamente impossibile trovare un nuovo posto con le loro competenze nulle, derivanti solo da papa', qualche volta e' capitato che qualcuno si suicidasse tra l'indifferenza generale.

    L'italia e' in pieno declino e tutto sommato ce lo meritiamo, in questo momento sto lavorando in una banca romana la cui divisione sviluppo sta per essere smantellata per mancanza di fondi , i soliti raccomandati ormai sono in agitazione permanente ed e' una gioia vedere una paura nera per il loro futuro mentre io continuo a fare il loro lavoro dietro un monitor, conscio quando arrivera' la fine per me sara' questione di un paio di giorni riprendere a lavorare. Vi assicuro che non e' cinismo, e' cosi' che funzionano le cose oggi in italia, mors tua vita mea , cercate di essere sempre dalla parte della vitaSorride
    Dopo aver avuto il privilegio di assistere a quest'ultimo tracollo bancario decidero' se spostarmi a milano o all'estero.

    saluti
    non+autenticato
  • - Scritto da: michele r
    > perfettamente d'accordo . Lavorare in societa' di
    > servizi ti apre gli occhi sulle condizioni del
    > mercato del lavoro italiano, ho cambiato decine
    > di societa' e in tutte ho fatto il lavoro di
    > dipendenti che sembrano vivere fuori dal mondo,
    > arroccati con i loro assurdi privilegi e
    > totalmente incompetenti. A Roma praticamente
    > tutti i posti di responsabilita' sono dati per
    > nepotismo (il figlio fa lo stesso mestiere di
    > papa' e a volte di papa' e mamma' assieme) o
    > anche per intercessione religiosa, ci sono posti
    > che semplicemente non puoi avere se papa' non e'
    > membro dell'opus dei o conosce il cardinale.
    > Nella mia carriera ho conosciuto gente realmente
    > con le palle, dei possibili premi nobel ma mai in
    > posizioni di responsabilita'. Ogni tanto anche
    > noi consulenti ci prendiamo delle soddisfazioni,
    > queste societa' gestite in modo cosi' ignobile
    > nel medio periodo falliscono ed e' un gioia
    > vedere il terrore nei volti dei dirigenti consci
    > che e' praticamente impossibile trovare un nuovo
    > posto con le loro competenze nulle, derivanti
    > solo da papa', qualche volta e' capitato che
    > qualcuno si suicidasse tra l'indifferenza
    > generale.
    >
    > L'italia e' in pieno declino e tutto sommato ce
    > lo meritiamo, in questo momento sto lavorando in
    > una banca romana la cui divisione sviluppo sta
    > per essere smantellata per mancanza di fondi , i
    > soliti raccomandati ormai sono in agitazione
    > permanente ed e' una gioia vedere una paura nera
    > per il loro futuro mentre io continuo a fare il
    > loro lavoro dietro un monitor, conscio quando
    > arrivera' la fine per me sara' questione di un
    > paio di giorni riprendere a lavorare. Vi assicuro
    > che non e' cinismo, e' cosi' che funzionano le
    > cose oggi in italia, mors tua vita mea , cercate
    > di essere sempre dalla parte della vita
    >Sorride
    > Dopo aver avuto il privilegio di assistere a
    > quest'ultimo tracollo bancario decidero' se
    > spostarmi a milano o
    > all'estero.
    >
    > saluti



    come milano fosse la mecca dell'it...

    ma va la'...1000 euro al mese anche li cocco.

    e' ora che ti svegli.
    non+autenticato
  • - Scritto da: uomo che ride
    > ovunque al mondo, quando qualcuno vuole vantarsi
    > di qualcosa lo fa riferendosi alle proprie
    > capacita' non a quanto guadagna

    Si' infatti. Il "bello" e' che ci sono messaggi di gente come Gordon e quell'altro che dicono "io ti batto" riferendosi a quanto guadagnano... roba da "io ce l'ho piu' lungo di te"... fanno accapponare la pelle per lo squallore. E si ritengono pure in gamba.Triste
    non+autenticato
  • Dunque riassiumiamo: esce un articolo con le statistiche sulle retribuzioni nel mondo IT, saltano fuori puntuali i soliti sfigati che dicono che "non è vero nulla, nessuno può prendere più di 1000 euro al mese" Rotola dal ridere, altri che sono emigrati per 50000 euro l'anno Rotola dal ridere (e nessuno gli dica che è un normale stipendio da quadro aziendale in Italia, se no gli viene un travaso di bile); qualcuno invece fa notare che non solo le cifre presentate nell'artcolo sono realistiche, ma che in Italia c'è gente che prende ben di più, e allora gli si dice che "ci si vanta per le capacità, non per i soldi".

    Primo, l'articolo parla di retribuzioni, non di capacità, quindi è normale che nei commenti si parli principalmente di soldi.

    Secondo, allora se hai ragione tu chi prende cifre ridicole dovrebbe almeno scrivere nei post quali sono le sue effettive competenze, almeno si vede di quali figure professionali si sta parlando.
    No perchè mi è capitato di leggere di gente che dice che "non è laureata ma fa il sistemista da una vita".
    Ti credo che questi non fanno carriera...

    Lasciamo perdere i tuoi commenti su chi fa carriera in ambito finanziario, trasudano palesemente di invidia sociale.


    - Scritto da: uomo che ride
    > ovunque al mondo, quando qualcuno vuole vantarsi
    > di qualcosa lo fa riferendosi alle proprie
    > capacita' non a quanto guadagna. Se chiedete a
    > Carlo Rubbia di partecipare ad un forum come
    > questo probabilmente vi parlera' di esperimenti
    > sulla fusione fredda o di energia dal sole NON di
    > quanto prende all'anno. In italia politici come
    > CALDEROLI (quello che porta a spasso i maiali
    > sulle moschee) guadagnano 4 volte quel che
    > guadagna il premier olandese ma credete che valga
    > davvero 4 volte tanto? Qui non esiste
    > meritocrazia, nessuno al mondo arriva a diventare
    > dirigente per meriti , mi fanno ridere i messaggi
    > di CARRIERE con stipendi da dirigente a 2x anni
    > in ramo finanziario... a questi farei una
    > semplice domanda, cosa fa papa'? Si scoprira' che
    > in percentuale superiore al 100% (e vi sfido a
    > capire il perche') papa' e' nel ramo finanziario
    > oppure immobiliare.
    >
    > Tanto di cappello invece a chi ha avuto le PALLE
    > per lasciare tutto e ricominciare all'estero dove
    > la meritocrazia ancora esiste e c'e' davvero la
    > possibilita' di competere ad armi pari.. e' solo
    > all'estero che un italiano ha davvero la
    > possibilita' di fare un culo cosi' ai
    > competitor.
    > Ai figli di papa' non resta che augurare tanta
    > fortuna, il 2008 sara' un anno molto duro per il
    > settore finanziario, papa' fara' di tutto per
    > andare in prepensionamento e voi .... gia' e
    > voi?
    non+autenticato
  • E' il 3° post che leggo e mi trovo d'accordo su tutto....ma non mi cadere sulla laurea.


    - Scritto da: Gordon
    > Dunque riassiumiamo: esce un articolo con le
    > statistiche sulle retribuzioni nel mondo IT,
    > saltano fuori puntuali i soliti sfigati che
    > dicono che "non è vero nulla, nessuno può
    > prendere più di 1000 euro al mese" Rotola dal ridere, altri
    > che sono emigrati per 50000 euro l'anno Rotola dal ridere
    > (e nessuno gli dica che è un normale stipendio da
    > quadro aziendale in Italia, se no gli viene un
    > travaso di bile); qualcuno invece fa notare che
    > non solo le cifre presentate nell'artcolo sono
    > realistiche, ma che in Italia c'è gente che
    > prende ben di più, e allora gli si dice che "ci
    > si vanta per le capacità, non per i
    > soldi".
    >
    > Primo, l'articolo parla di retribuzioni, non di
    > capacità, quindi è normale che nei commenti si
    > parli principalmente di
    > soldi.
    >
    > Secondo, allora se hai ragione tu chi prende
    > cifre ridicole dovrebbe almeno scrivere nei post
    > quali sono le sue effettive competenze, almeno si
    > vede di quali figure professionali si sta
    > parlando.
    > No perchè mi è capitato di leggere di gente che
    > dice che "non è laureata ma fa il sistemista da
    > una vita".
    >
    > Ti credo che questi non fanno carriera...
    >
    > Lasciamo perdere i tuoi commenti su chi fa
    > carriera in ambito finanziario, trasudano
    > palesemente di invidia
    > sociale.
    >
    >
    > - Scritto da: uomo che ride
    > > ovunque al mondo, quando qualcuno vuole vantarsi
    > > di qualcosa lo fa riferendosi alle proprie
    > > capacita' non a quanto guadagna. Se chiedete a
    > > Carlo Rubbia di partecipare ad un forum come
    > > questo probabilmente vi parlera' di esperimenti
    > > sulla fusione fredda o di energia dal sole NON
    > di
    > > quanto prende all'anno. In italia politici come
    > > CALDEROLI (quello che porta a spasso i maiali
    > > sulle moschee) guadagnano 4 volte quel che
    > > guadagna il premier olandese ma credete che
    > valga
    > > davvero 4 volte tanto? Qui non esiste
    > > meritocrazia, nessuno al mondo arriva a
    > diventare
    > > dirigente per meriti , mi fanno ridere i
    > messaggi
    > > di CARRIERE con stipendi da dirigente a 2x anni
    > > in ramo finanziario... a questi farei una
    > > semplice domanda, cosa fa papa'? Si scoprira'
    > che
    > > in percentuale superiore al 100% (e vi sfido a
    > > capire il perche') papa' e' nel ramo finanziario
    > > oppure immobiliare.
    > >
    > > Tanto di cappello invece a chi ha avuto le PALLE
    > > per lasciare tutto e ricominciare all'estero
    > dove
    > > la meritocrazia ancora esiste e c'e' davvero la
    > > possibilita' di competere ad armi pari.. e' solo
    > > all'estero che un italiano ha davvero la
    > > possibilita' di fare un culo cosi' ai
    > > competitor.
    > > Ai figli di papa' non resta che augurare tanta
    > > fortuna, il 2008 sara' un anno molto duro per il
    > > settore finanziario, papa' fara' di tutto per
    > > andare in prepensionamento e voi .... gia' e
    > > voi?
    non+autenticato
  • - Scritto da: Gordon

    > Lasciamo perdere i tuoi commenti su chi fa
    > carriera in ambito finanziario, trasudano
    > palesemente di invidia
    > sociale.

    Ragazzi, abbiamo l'"invidia sociale" adesso... come a dire "se mi vanto perche' sono ricco grazie a mio padre, non osate dire che ho trovato la pappa pronta altrimenti soffrite di invidia sociale"...

    Hai toccato il fondo e incominciato a scavare...
    non+autenticato
  • secondo me il fondo l'hanno toccato i morti di fame che sono emigrati per 50000 euro l'anno.
    Meno di quello che prende un idraulico italiano, e nemmeno tra quelli più cari.


    - Scritto da: rotfl
    > - Scritto da: Gordon
    >
    > > Lasciamo perdere i tuoi commenti su chi fa
    > > carriera in ambito finanziario, trasudano
    > > palesemente di invidia
    > > sociale.
    >
    > Ragazzi, abbiamo l'"invidia sociale" adesso...
    > come a dire "se mi vanto perche' sono ricco
    > grazie a mio padre, non osate dire che ho trovato
    > la pappa pronta altrimenti soffrite di invidia
    > sociale"...
    >
    > Hai toccato il fondo e incominciato a scavare...
    non+autenticato
  • Gentile sig. Andreis,
    buongiorno.

    Riguardo:
    http://punto-informatico.it/p.aspx?i=2148603

    E' stato eliminato, presumo dalla redazione, un mio commento critico verso l'articolo e l'autore, da me inserito in forma anonima, e come se non bastasse anche (per errore) due volte! (Errore da nerd purtroppo).

    Mi scuso per l'inserimento anonimo (è un po' che non commento su PI e non trovavo più il nick) - anonimato pure così diffuso in tutti i commenti alle notizie - , e ancora di più per l'inserimento doppio - il sistema di PI pare non sia calibrato per Firefox (va lentissimo!), dunque tradito dall'impazienza e dai problemi del sistema che mi ha causato la necessità di un avanti-indietro, ho finito per inviare due volte _involontariamente_ e forse stupidamente.

    Ma NON mi scuso (salvo ragioni evidenti) per il testo del commento, che a quanto pare è stato cancellato di brutto (e senza lasciare traccia nel tread!!).

    [ Voialtri lettori come vi comportereste? (Domando agli altri lettori.) ]

    Io ritengo leso il mio diritto di critica, dunque, essendo comunque "colpevole" del mio precedente anonimato, desidero ripubblicare il mio commento.
    Però vorrei anche _prima_ capire se c'é qualche ragione "contraria alla pubblica decenza"....

    Il mio commento del 27/12 ore 05 e qualcosa si intitolava: "Cubasia la REGINA DELLE FATE" (dando per scontato - come _molti_ altri commentatori hanno fatto - che l'autore dell'articolo in questione - anonimo - sia il vostro redattore Cubasia, autore dell'altra "perla" sull' IT "ideale") e si riferiva (come pure molti altri commenti han fatto) ai contenuti idilliaci ed irrealmente falsi dei dati commentati dall'articolo. Il "nick" anonimo risultava: "PI ci OFFENDE!"

    Il mio commento era _volutamente_ provocatorio. Se é stato cancellato devo dedurre di essere riuscito nel mio intento Deluso .
    Devo forse anche dedurre che su Punto Informatico é presente una censura killer strisciante, che non si degna di lasciare traccia delle proprie azioni e che difende i propri protetti a oltranza? Oppure non è così?

    Spero che il mio commento NON sia stato cancellato perché ritenuto offensivo nei confronti dell'autore dell'articolo (comunque anonimo) o di PI stesso.
    In tal caso, per equilibrare la bilancia censoria, chiedo al management di PI di far inserire un link sotto ciascun articolo pubblicato, con le parole "offensivo o ingiurioso", per consentire al pubblico di chiedere (a gran voce ovviamente) la cancellazione degli articoli ritenuti OFFENSIVI ed ingiuriosi verso i lettori stessi.

    In particolare, l'articolo, secondo il mio sentire, OFFENDE tutti i lettori che NON hanno avuto nella propria vita informatica, la bella esperienza di élite pubblicizzata dall'altra "perla" di Cubasia sull'IT ideale, e (per averlo visto nella realtà informatica per vent'anni), credo che gli sfruttati e bistrattati siano la maggioranza e i "fighetti di successo" purtroppo pochini.
    Non si tratta di "invidia sociale", mi creda, ma di non sentirsi presi per scemi.

    Rivendico comunque il diritto di protestare.
    Se qualcosa nei toni del commento andava corretto, la prego, mi faccia presente ora quali punti sono ritenuti intollerabili.
    Diversamente lo ripubblicherò uguale.

    Se poi il mio torto è stato di dipingere una realtà che molti preferiscono ignorare, allora mi scuso e taccio (immagino di non avere più scelta a quel punto!!).
    In fondo io come molti, faccio parte di quelle migliaia di "metalmeccanici" dell'informatica che le statistiche "fighette" non prendono in considerazione, essendo ormai trasformati o in "esuberi", o in "morti viventi" (in ditte più morte che vive).

    In ogni caso il mio scritto non mi sembrava potenzialmente offensivo più di altri commenti presenti; ribadisco, solo fortemente provocatorio.

    Cordialmente
       Berto
  • Bon tempo ?
    non+autenticato
  • - Scritto da: Berto
    > In fondo io come molti, faccio parte di quelle
    > migliaia di "metalmeccanici" dell'informatica che
    > le statistiche "fighette" non prendono in
    > considerazione, essendo ormai trasformati o in
    > "esuberi", o in "morti viventi" (in ditte più
    > morte che
    > vive).

    un sindacato di categoria darebbe voce anche a te

    > In ogni caso il mio scritto non mi sembrava
    > potenzialmente offensivo più di altri commenti
    > presenti; ribadisco, solo fortemente
    > provocatorio.

    semplicemente evita lo stile provocatorio e non darai più motivi di cancellazione
    non+autenticato
  • In ogni caso, avrei preferito una risposta secca e non una censura, ma forse ho pigiato un pò pesante qualche tasto. Mi scusino coloro ai quali ho pestato i calliImbarazzato.

    (Faccio presente però che anche la censura mica é roba da ridereA bocca storta).

    In ogni caso, provocatorio lo sono stato, ma dal mio punto di vista è molto provocatorio anche l'articolo, e lo si vede dalla quantità di commentiA bocca aperta.

    Poi il mondo si divide in fortunati che si definiscono autori della propria fortunaAngioletto, e sfortunati che passano il tempo a lamentarsi In lacrime, capisco anche questo.
    Forse può essere questione di scelte, ma questo IMHO non dà meriti come qualcuno pretende, credendo di essere il capo dell'Olimpo.
    Io ho lavorato duro come qualsiasi altro messo-in-proprio rampante, e probabilmente molti miei ex-colleghi anche di più, eppure quelli che han resistito son tutti ancora lì che piglian miserieCon la lingua fuori.

    In ogni caso quelle statistiche là sopra pigliano dentro solo chi si é arrampicato mettendosi in proprio, perché per chi ha fatto il dipendente la situazione è stata ed è tuttora profondamente diversa. In questo senso sono false: specchiano una realtà 'rampante' con la sfacciataggine di voler fotografare tutto l'universo IT.

    Ho capito comunque com'è l'andazzo qui. Probabilmente sono solo finito un po' fuori modaOcchiolino

    Quel che non mi è chiaro, è se c'è un P.I. anche per i meccanici del software, veri dannati della scrivania, che, con i loro cinque subappalti sulla testa, oltre alla loro famiglia contribuiscono anche a quella di circa una decina di dirigenti manager e via dicendo. Per venir buttati poi via alla prima 'crisi'. Se c'é un P.I. anche per questi qui, o solo per l'<<eccellenza IT>> Rotola dal ridere.

    In effetti penando alla vita che ho fatto, m'illumino d'immenso, e mi dico: chi me l'ha fatto fare? Come si possono accettare cose del genere?Sorpresa
    E poi però mi spengo subito. Il perché è presto detto.

    Perché forse finalmente sto di nuovo trovando lavoro nel settore, e le condizioni per me sono tuttora quelle: un quadruplo subappalto, per avere una paga da affamato e fare un lavoro "mediamente meccanico"Triste.

    Lo so che dovrei lavorare sul mio potere contrattuale, che dipende dalle mie outdatate competenzeTriste.
    Lo so che rispetto ai maghi del J2EE sono un asinaccio, ma mi domando: QUANTI nell'hinterland dei bytes sono messi così? QUANTI sono questi sfruttati rispetto ai maghi dell'IT?

    Non sto lamentandomi: conosco e ammetto i miei erroriDeluso.
    Non più di 10 anni fa potevo ancora illudermi di appartenere a una certa onda IT, ma poi, lasciandomi vivere in una ditta che mi faceva languire, mi son perso il java balzoTriste.
    Grave errore, se rischiavo tutto in una nuova avventura forse ora ero un self-made-man rampante pieno di soldi e di vanitàA bocca aperta.

    - Scritto da: max 59
    > - Scritto da: Berto
    > > In fondo io come molti, faccio parte di quelle
    > > migliaia di "metalmeccanici" dell'informatica che
    > > le statistiche "fighette" non prendono in
    > > considerazione, essendo ormai trasformati o in
    > > "esuberi", o in "morti viventi" (in ditte più
    > > morte che
    > > vive).
    >
    > un sindacato di categoria darebbe voce anche a te

    Rotola dal ridere Non ci tengo grazie. Coi sindacati ho già dato ed é anche quello uno dei motivi per cui son stato buttato fuori. Ho aiutato altri e poi non son stato aiutato.

    Insomma, per concludere il discorso, per vivere bene bisogna fare gli imprenditori di sé stessi.
    E' l'unico modo, nevvero?

    Bene, comincerò col tirarmi a lucido.
    E col turarmi il naso.
    Magari ci riesco.
  • - Scritto da: Berto
    > (...)
    >
    > In effetti PENANDO alla vita che ho fatto,

    Lapsus!! Rotola dal ridere
  • Ma neanche per sogno.
    Primo, le statistiche sono indirizzate proprio ai lavoratori dipendenti (gli impiegati, quelli da 25000 euro lordi, sono dipendenti, idem i quadri e i dirigenti che ovviamente prendono ben di più).
    Secondo, nessuno si metterebbe mai in proprio per 25000 euro, e probabilmente neanche per il doppio.
    Mi sa che il tuo commento è un po' fuori luogo, forse è per questo che ti hanno censurato.



    - Scritto da: Berto

    > In ogni caso quelle statistiche là sopra pigliano dentro >solo chi si é arrampicato mettendosi in proprio, perché per >chi ha fatto il dipendente la situazione è stata ed è >tuttora profondamente diversa. In questo senso sono false: >specchiano una realtà 'rampante' con la sfacciataggine di >voler fotografare tutto l'universo IT.
    non+autenticato
  • gordon write
    > Mi sa che il tuo commento è un po' fuori luogo, forse è per questo che ti hanno censurato.

    Sai solo provocare, ma non capisci quanto pesa sentirsi presi per il cu*o da un articolo che dice emerite ba*le

    25000 lordi non sono come 25000 netti tesoro, sono 12000 netti perciò smetti di prendere per il c*lo
  • guarda che l'articolo parla chiaramente di cifre lorde, come sempre si fa quando si parla di statistiche sulle retribuzioni, e 25000 euro lordi annui (quindi 1300-1400 euro netti al mese) è la normale retribuzione di un impiegato qualunque.

    Per forza ti censurano, neanche hai capito cosa hai letto.



    - Scritto da: Berto
    > gordon write
    > > Mi sa che il tuo commento è un po' fuori luogo,
    > forse è per questo che ti hanno
    > censurato.
    >
    > Sai solo provocare, ma non capisci quanto pesa
    > sentirsi presi per il cu*o da un articolo che
    > dice emerite
    > ba*le
    >
    > 25000 lordi non sono come 25000 netti tesoro,
    > sono 12000 netti perciò smetti di prendere per il
    > c*lo
    non+autenticato
  • - Scritto da: Gordon
    > guarda che l'articolo parla chiaramente di cifre
    > lorde, come sempre si fa quando si parla di
    > statistiche sulle retribuzioni, e 25000 euro
    > lordi annui (quindi 1300-1400 euro netti al mese)
    > è la normale retribuzione di un impiegato
    > qualunque.


    E ovviamente un impiegato qualunque guadagna ben meno di un quadro o di un dirigente
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | Successiva
(pagina 1/9 - 43 discussioni)