I captcha che tengono fuori i ciechi

Se ne torna a parlare per via di una petizione che chiede a MySpace di modificare le proprie procedure. Un non vedente non può accedere alla community senza l'aiuto di uno che, invece, vede i captcha

Roma - Elena B. è già nota ai lettori di Punto Informatico perché da anni si batte contro la discriminazione web verso i disabili, una discriminazione sostanziata spesso e volentieri dai captcha implementati sui siti web. Un problema riscontrato in queste settimane con la piattaforma di social networking MySpace.

"Ho già parlato con quelli di MySpace per la questione dell'immagine di sicurezza che servirebbe, secondo loro, a evitare lo spam - scrive Elena a Punto Informatico - questa è la risposta che mi è stata data". Elena cita una mail del supporto tecnico di MySpace in cui si spiega: "Siamo veramente spiacenti della situazione. MySpace.com adotta misure per assicurare un ambiente sano e sicuro. Ti consigliamo di farti aiutare da un amico per ovviare a questo inconveniente".

I captcha sono, come noto, sistemi pensati per vari scopi, principalmente per impedire che bot automatici sparaspam invadano gli spazi frequentati dagli utenti: si tratta, nella maggior parte dei casi, di immagini che devono essere interpretate dall'utente, che deve inserire poi un codice in un form apposito per "sbloccare" l'accesso ad un dato servizio o pagina. Un sistema adottato saltuariamente anche da Punto Informatico che, come fanno moltissimi siti, propone anche una "versione accessibile" del captcha, ovvero "parlata", con cui anche un non vedente può districarsi.
Come si può vedere dalla schermata qui sotto, però, MySpace non adotta una versione accessibile, il che evidentemente significa che chi non può vedere non può nemmeno fruire dei suoi servizi: la schermata qui riprodotta viene proposta allorché l'utente cerca di iscriversi al servizio.

il captcha di MySpace


Per spingere MySpace ad adottare uno strumento accessibile anche ai non vedenti, è partita una petizione internazionale in cui si legge:
"Questa petizione è per MySpace, un sito per condividere musica, foto ed altro. Questa petizione è per chiedere a MySpace di rendere il captcha più accessibile ai ciechi e agli ipovedenti e a tutti coloro che hanno problemi di vista".

Va detto che vi sono altri social network di primo piano, come Facebook, che pur essendo per molti aspetti dissimili da MySpace, proprio come quest'ultima offrono un captcha non accessibile a tutti, sebbene affermino cose come "chiunque può creare un profilo su Facebook".
28 Commenti alla Notizia I captcha che tengono fuori i ciechi
Ordina
  • Per chi fosse interessato o anche solo curioso, segnalo il sito diveintoaccessibility.org che è, a mio parere, un'ottima guida introduttiva all'argomento dell'accessibilità.

    Purtroppo il sito è in inglese; riporta però molti esempi pratici di come un disabile possa usufruire appieno di internet, se i servizi sono sviluppati correttamente.

    http://diveintoaccessibility.org/
    non+autenticato
  • Ma un cieco, cosa se ne fa di myspace?? voglio dire, anche ammesso che mettano il Captcha audio... una volta iscritto, come fa a vedere le foto o a leggere i commenti o i messaggi che gli lasciano gli altri utenti?? a me sembra la classica maratona contro myspace... bah
    non+autenticato
  • Come un sacco di gente qua dentro non hai idea di come funzioni il SW per ciechi.
    Eppure funziona. Se fosse come dici tu, un cieco resterebbe bloccato alla finestra di login...
    Funz
    13021
  • - Scritto da: Funz
    > Come un sacco di gente qua dentro non hai idea di
    > come funzioni il SW per ciechi.
    >
    > Eppure funziona. Se fosse come dici tu, un cieco
    > resterebbe bloccato alla finestra di
    > login...

    ma smettila dai...

    sarei proprio curioso di sapere quanti ciechi si muovono su myspaces con questi software
    non+autenticato
  • - Scritto da: gast
    >
    > sarei proprio curioso di sapere quanti ciechi si
    > muovono su myspaces con questi
    > software

    Fosse anche per uno solo, non vedo perché precludergli l'accesso solo perché non hanno voglia di usare una tecnica alternativa al captcha, che esiste già.

    E poi stiamo parlando di uno dei siti più importanti del web, mica pizzaefichi.itCon la lingua fuori
    Funz
    13021
  • Amore mio....Sorride (sguardo compassionevole) secondo te i ciechi non navigano internet? Hai premesso "non per fare il polemico" quindi voglio intendere che la tua sia una domanda senza malizia. Esistono degli strumenti tecnologici (screenreader) che aiutano i chiechi o gli ipovedenti a navigare in internet. In parole povere sono dei software che LEGGONO i testi presenti in pagina. Ugualmente a una persona perfettamente vedente poi i chiechi ascoltano la musica, i suoni, i rumori, forse peraltro con maggiore attenzione di chi myspace lo guarda in fretta sfogliando annoiato le pagine ed i blog..Occhiolino
    non+autenticato
  • Allora...
    Sono non vedente e vi spiego qualcosina.
    Premesso che non sono amante di Myspace, non vedo per quale motivo io non posso accedere ad un sito web che non contiene soltanto foto, ma puo' contenere anche blog, audio, etc. Il software che uso per leggere e' in grado di vocalizzare moltissime cose, ovviamente non le immagini senza descrizione.
    Quindi il Captcha, per tornare in argomento, sarebbe inaccessibile per natura.
    Le soluzioni al problema sarebbero semplici, o inserire files audio come hanno fatto in altri siti vedi Google, oppure affidarsi alla matematica. Per un esempio di questa seconda opzione, basta guardare il form di registrazione su:
    http://www.spazioausili.net

    Certo, probabilmente se la matematica fosse molto diffusa, inventerebbero degli spammer che automaticamente risolverebbero il calcolo. Ma era per mostrarvi quanto semplice sarebbe sistemare le cose.
    non+autenticato
  • È curiosa la disposizione che hai dato al testo, perdonami ma ho qualche dubbio su quanto hai affermato inizialmente. Primo perché se un sito è fatto con i piedi un browser vocale non velocizza le cose, ma le rallenta e di molto. Prendi un telefono, chiama una persona e descrivile quello che vedi in una pagina web.

    Un vedente è in grado di selezionare i contenuti importanti, notare i titoli, i grassetti e i corsivi; un browser vocale no, legge dalla prima all'ultima riga senza saltare nulla, senza distinguere fra contenuti di rilievo e il materiale riempitivo o ripetitivo a meno che non vengano usati i tag corretti e riconosciuti da quel tipo di apparecchiatura o che vi sia un intervento da parte dell'utente. Se il sito non è costruito in modo da guidare l'utente allora questo non potrà orientarsi.

    Prendi la homepage di PI. Nella parte superiore della pagina e nella colonna sinistra ci sono menu, pubblicità e altri box che non riportano le novità pubblicate nell'ultimo numero. E non c'è modo di saltarle automaticamente per giungere alle novità. Si tratta di informazioni che potrebbero essere utili ad un utente appena arrivato, ma dopo la seconda visita non hai più interesse in quelle aree della pagina, vuoi andare ai contenuti e con la costruzione attuale, per arrivarci, devi avanzare continuamente ascoltando cosa il browser vocale stia leggendo, ripeti questa operazione per tre o quattro volte, ascolta ogni volta una trentina di elementi posti in lista e vedrai che non è affatto semplice navigare in un sito come questo.

    Gli occhi permettono di selezionare le informazioni interessanti e scartare il contorno, un browser vocale non è in grado di farlo almeno fin quando non si userà il web semantico. Un programmatore può soltanto facilitare l'accesso ai siti sviluppando la struttura in modo da presentare i contenuti di rilievo in testa al documento.

    I CSS hanno questo scopo, fornire un layout adatto ad ogni tipo di media che entra in contatto con la risorsa aperta dal browser, sia che si tratti di un browser visuale, che di un brower vocale, braille o di una stampante.
    non+autenticato
  • - Scritto da: ...
    > È curiosa la disposizione che hai dato al testo,
    > perdonami ma ho qualche dubbio su quanto hai
    > affermato inizialmente. Primo perché se un sito è
    > fatto con i piedi un browser vocale non velocizza
    > le cose, ma le rallenta e di molto. Prendi un
    > telefono, chiama una persona e descrivile quello
    > che vedi in una pagina web.
    >

    Detta così sembra che dubiti che quell'anonimo sia cieco. Spiegati meglio.


    Per il resto, saprà bene chi è cieco cosa vuole o non vuole fare. Ignorare le loro esigenze partendo dal presupposto che mySpace (piuttosto che un altro sito) non è una cosa che possa interessarli oltre ad essere arrogante è anche molto ingiusto.
    non+autenticato
  • Non ho mai detto che non hanno diritto ad entrare su mySpace, internet è e dev'essere accessibile a chiunque, così come ogni sua risorsa. Io ho dubitato di quanto affermato da quell'utente perché siti web accessibili li progetto e non sono affatto semplici da realizzare proprio per la limitatezza dei browser vocali. Affermare che velocizzano l'accesso alle risorse significa che non lo si è mai usato e non si capisce cosa significhi.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    basta guardare il form di registrazione
    > su:
    > http://www.spazioausili.net

    Questo tipo di captcha si chiama "security trough obscurity", che come potrai leggere dall'ottima pagina di wikipedia non è accettabile in un implementazione seria.

    > Certo, probabilmente se la matematica fosse molto
    > diffusa, inventerebbero degli spammer che
    > automaticamente risolverebbero il calcolo. Ma era
    > per mostrarvi quanto semplice sarebbe sistemare
    > le cose.

    L'utilizzo di captcha audio è una soluzione migliore.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Hazyel
    > Ma un cieco, cosa se ne fa di myspace?? voglio
    > dire, anche ammesso che mettano il Captcha
    > audio... una volta iscritto, come fa a vedere le
    > foto o a leggere i commenti o i messaggi che gli
    > lasciano gli altri utenti?? a me sembra la
    > classica maratona contro myspace...
    > bah

    hai detto bene

    un cieco non se ne fa niente, ma la moda della marmaglia di sparare sui grossi gruppi americani se ne fa e come...
    non+autenticato
  • Non è indispensabile usare il captcha per evitare lo spam.
    Io mi diletto di web-builing in php-mysql e ho realizzato un sistema semplicissimo di antispam accessibile. Si tratta di una serie di domande-risposta appoggiate ad una tabella mysql; sono domande semplici ma che, tuttavia, richiedono un piccolo sforzo intellettivo (niente, insomma, a cui si possa rispondere in via automatica). Ad eempio: "qual è l'animale nascosto nella parola granaio?" (rana).
    Lo spam è evitato (è da un po' che lo testo) ed è accessibile.
    non+autenticato
  • Infatti anche io uso quel seispema, basterebbe chiedere la data odierna.
    Ciao
    non+autenticato
  • Occhio che poi ti becchi le critiche di qualcuno preposto a difendere i diritti di accessibilità dei ritardati. Accessibilità ovvero come pretendere l'uovo e la gallina.
    non+autenticato
  • Si e secondo tu un non vedente legge la domanda??
    non+autenticato
  • - Scritto da: Hazyel
    > Si e secondo tu un non vedente legge la domanda??

    La domanda il non vedente la legge senza problemi grazie allo stesso screen reader che usa per leggere la pagina. La domanda infatti viene posta in HTML non con una immagine come i captcha normali.
  • O con un file audio (fondamentalmente un wav) generato runtime nella stessa maniera in cui vengono generati i capcha visuali. Esempio: i capcha sono la concatenazione casuale di 6 cifre. Sul server sono presenti 10 wav di una voce che dice i numeri dallo 0 al 9. A runtime un programma (similmente a come succede con i capcha visuali) prende a caso 6 di questi wav e li concatena in un wav unico. il non udente quindi scarica sul proprio PC un wav che verosimilmente dirà: "due cinque tre cinque sei otto". Scrive quindi nella casellina del capcha 253568. era presente a suo tempo per libero accessibile, nel processo di registrazione. (ho appena controllato... c'è ancora!). Significa civiltà, sensibilità e cultura. Non toglie niente ai normodotati (perchè NON TOGLIE NIENTE, è una alternativa AGGIUNTIVA al capcha tradizionale) e dà la possibilità veramente A TUTTI di fruire del servizio. (Cheers per libero!)
    non+autenticato
  • per un sito normale magari sì, ma MySpace ha bisogno di una sicurezza maggiore avendo una visibilità e un numero di utenze maggiore. Il tuo metodo in qualche modo è aggirabile perchè ha poche domande possibili e quindi con un po' di tempo si riesce a registrarle tutte, se ho capito bene può generare X*Y domande diverse, dove X sono i tipi di domande e Y le parole tipo granaio. Un captcha di 5 caratteri alfanumerici può arrivare a oltre 37^5 = circa 70 milioni di domande diverse, senza contare le variazioni di colore delle lettere e gli scarabocchi.

    Penso comunque che non ci voglia molto a generare un captcha sonoro, visto che i riconoscitori vocali fanno mooolto più schifo dell'orecchio di un non vedente.
    non+autenticato
  • ti ho risposto sopra. Il meccanismo di generazione è IDENTICO al capcha visuale. Volendo.... certo se non si vuole e si vuol far passare per "infattibilità tecnica" quello che non si ha avuto voglia di pensare....
    non+autenticato
  • Volevo solo dire che MySpace è fatto da ignoranti con la i maiuscola. Su molti siti che usano captcha c'è anche la versione audio per i non vedenti. Solitamente sono solo numerici, ma da quello che ho capito possono essere anche alfanumerici. Basta poco per ovviare a questo problema che è una sorta di discriminazione bella e buona.
    E' un paradosso, in quanto MySpace nasce in USA, lo stato che è da sempre all'avanguardia sulle innovazioni per migliorare la vita ai disabili. Per di più potrebbe essere anche elemento di class-action, che in USA per una azienda è la morte nera dell'impresa.
    Spero che si risolva presto.
    Ciao a tutti, blckdrgn.
    non+autenticato
  • Mi sfugge però un piccolo particolare. Se per ascoltare il captcha bisogna clicca da qualche parte come fa il cieco a vedere il pulsante da cliccare ?
    non+autenticato
  • tantissimi modi: Non so se già si usano le interfaccie Aptiche stile guantoA bocca aperta ma i terminali Braille sono comuni credo.
    Poi figurati se nn hanno trovato un modo per permettere di navigare anche ai cani guidaA bocca aperta
    non+autenticato
  • I non vedenti possono tranquillamente navigare un sito Web anche attraverso degli screen-reader che leggono i "contenuti" linearizzati della pagina, compresi link, bottoni ecc.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Gianluca
    > I non vedenti possono tranquillamente navigare un
    > sito Web anche attraverso degli screen-reader che
    > leggono i "contenuti" linearizzati della pagina,
    > compresi link, bottoni
    > ecc.

    sì, però quel "tranquillamente" lo toglierei
    non+autenticato