Luca Annunziata

Salvate XP! Salvate XP!

Indetta una petizione per convincere Microsoft a non cancellare Windows XP. Ma Vista non piace proprio a nessuno?

Roma - Tenersi Windows XP per sempre. Anzi, indefinitamente. È quanto propone InfoWorld, che da poche ore ha lanciato una raccolta di firme che si propone di strappare a Microsoft la promessa di non staccare la spina alla quinta versione del suo sistema operativo, rimasta nel cuore di molti nonostante l'arrivo di Vista. A pochi giorni dal lancio, oltre 10mila persone hanno già risposto all'appello.

La petizione di InfoWorld"Con il vostro supporto, possiamo convincere Microsoft a risparmiare a XP il destino di essere cancellato dal 30 giugno 2008", si legge nel testo della petizione, che si riferisce alla data prevista di cessazione della vendita del sistema operativo. Secondo InfoWorld, milioni di persone si trovano più che bene con XP, e non vedono motivo per passare a Vista. "Non vale la pena cambiare tanto per farlo", spiega Galen Gruman nell'ultimo degli articoli scritti sulla campagna, per controbattere le tesi di coloro che sostengono che il cambiamento sia necessario per garantire il progresso tecnologico.

Tra i motivi più citati da coloro che hanno già firmato, c'è la mancanza di caratteristiche davvero innovative nella nuova edizione dell'OS, tali insomma da giustificare il costo dell'upgrade e gli eventuali problemi di compatibilità col proprio hardware. La scadenza del supporto per XP sarebbe vista come "un avviso di sfratto da un appartamento in cui si è vissuto alla grande per anni".
A sostegno delle proprie tesi, InfoWorld chiama in campo anche uno stratega di Burton Group - che ultimamente per una curiosa coincidenza quando si parla di Microsoft sembra sempre coinvolta. L'opinione di Ken Anderson sull'argomento è che la dimostrazione di affetto per XP dimostri quanto sia cambiato l'atteggiamento dei consumatori in questi ultimi anni: l'abitudine ad usare certi strumenti fa sì che agli utenti dia fastidio quando questi debbono mutare.

"Quando la tecnologia diventa parte di te, non ti piace che la gente ci faccia casino" spiega Anderson. Come esempio, cita la Coca-Cola: negli anni ottanta la formulazione della bibita venne cambiata, ma la rivolta dei consumatori fu tale da convincere l'azienda a reintrodurre la vecchia bibita sotto la dicitura Coke Classic. "XP è arrivato al punto di essere come la Coke Classic", conclude.

La petizione di InfoWorld è disponibile a questo indirizzo. C'è tempo fino alla fine della primavera per firmarla: a quel punto il monte delle sottoscrizioni verrà fornito a Microsoft, nella speranza che questo gesto possa contribuire a far cambiare il destino di Windows XP.

Luca Annunziata
510 Commenti alla Notizia Salvate XP! Salvate XP!
Ordina
  • Se non ci sarà più windowsXP ci sarà un motivo in più per passare a Linux
    non+autenticato
  • A parte il fatto che preferisco Linux come SO, devo dire che il SO NT nonchè 2000 mi è sempre sembrato un sistema decente nonchè decoroso. XP non mi piace per la sua grafica e la difficoltà di trovare i comandi, e questo forse è solo una questione di abitudine. Non trovo però assolutamente utile l'esclusione di una finestra a riga di comando. Ma dopo tutto la base è sempre DOS sia pure a 32 bit. Quindi possibilità di gestione più limitate.
    Di Vista non posso di certo dire che lo conosco perfettamente, ma più di un amico, e anche persone esperte mi hanno informato dei suoi bug e delle tante "trappole", che non sono bug, insite nel sistema.
    La mia domanda eterna è: "Perchè Microsoft non vuole creare un SO professionale con una interfaccia utile anche agli utenti poco esperti?"
    MISTERO, solo loro sanno il perchè.
    Forse per ragioni commerciali: vendere un prodotto bacato porta più utili di un prodotto valido?A bocca storta...
    O fose per nascondere "troyan" ("buoni"Deluso) che spiano i clienti?
  • Voglio spezzare anche io una lancia a favore di XP.
    Ho provato Vista e non mi piace assolutamente: non accetta nulla, ha un mucchio di difetti e soprattutto, per rendere appena appena, richiede l'intallazione della versione più completa... quella che costa carissima!!! In ogni caso anche i fornitori di Pc e programmi che conosco, mi hanno detto che forniscono Vista solo su richiesta espressa dei clienti... dato che hanno ricevuto tali e tante lamentele da disincentivare chiunque a proporlo. Sarò anche abitudinaria, ma che me ne faccio di un programma che fa arrabbiare a morte in cambio di uno che gira bene? Capisco che il sig: Bill Gates ha interesse in merito, ma al mondo ci sono anche gli altri, non solo lui... e sono gli altri a farlo guadagnare tanto... è ora che se ne renda conto anche lui!!!!!
    non+autenticato
  • Sono d'accordo per mantenere XP come SO di punta ma devono abbassare i costi delle licenze.
    non+autenticato
  • La cosa divertente degli ultimi vent'anni consiste nel fatto che la maggior parte degli utenti tutte le volte che Microsoft rilascia una major release dei propri sistemi operativi, o della sola GUI, la gente si lamenta per anni del fatto che"quello vecchio era migliore" salvo poi cambia idea al cambio successivo.
    in realtà a quello che sta succedendo non è una cosa nuova, al limite La novità consiste che essendoci molti più computer di prima coinvolge un numero di persone decisamente più elevato. Ho conosciuto centinaia di persone, per via del mio lavoro, che si sono lamentati di quando la Windows 3 si è passati a Windows 4 ( quello comunemente chiamato 95). Le stesse centinaia di persone si sono lamentati quando è arrivato service pack a pagamento chiamato 98.
    Infine costoro che se si erano lamentati di Windows 98 erano pronti a strapparsi i capelli e piangere sull'avvento XP definendo addirittura quell'assurdo anacronistico accrocchio a 16 bit migliore di XP.

    Questa situazione dovrebbe già far riflettere ma in realtà ci sono molte motivazioni per questa resistenza al cambio di versione.

    La prima io la chiamo la paura del nuovo. Quando si usa per sei anni la stessa attrezzatura è ovvio che conosce dove sono le cose, soprattutto nel caso di un'interfaccia così poco coerente come quelle prodotte da Microsoft. Dopo aver perso giornate di lavoro per scoprire dove erano nascosti i comandi a trovare che questi ultimi erano scomparsi nuovamente non è certo piacevole. La stessa motivazione è quella che spinge la gente a continuare ad acquistare gli stessi programmi con cui erano abituati e non trovare nulla di nuovo come potrebbe essere ad esempio open office oppure linux. Meno le persone sono avvezze all'uso del computer più forte questa resistenza che diventa granitica quando la cultura della persona rasenta lo zero.

    La seconda è la più ragionevole: uno dei motivi per cui si succedono le versioni in casa Microsoft è per divorare risorse e spingere le persone ad acquistare un computer più potente. Ovviamente chi pensa di aver investito delle cifre consistenti e pensava di mantenere per qualche tempo in più il proprio computer si ritrova fuori carreggiata. Non solo, come è successo con vista, era già capitato con XP e 95 il computer è ideale per il sistema operativo nuovo è praticamente il massimo costo esistente sul mercato. I computer in grado di far funzionare correttamente sistema operativo ad un prezzo" umano" giungono con un anno e mezzo di ritardo rispetto sistema operativo. Vista è sul mercato da circa un anno ma un PC sotto i € 1000 in grado di farlo funzionare perfettamente non sono ancora in commercio.

    il terzo motivo, anch'esso molto ragionevole consiste nel fatto che da sempre Microsoft rilascia un prodotto fatto metà, l'altra metà viene consegnata a spizzichi bocconi attraverso Internet. Passare da un sistema operativo ormai è abbastanza funzionante ad uno ancora non terminato ripetendo il travaglio già percorso è un bel disincentivo al passaggio.

    In realtà bisogna dire che le versioni nuove del sistema operativo si sono sempre distinte per dei miglioramenti notevoli:
    la GUI Windows 95 è realmente, che oggi nessuno può dire il contrario, migliore di Windows 3. Erano state introdotte molte novità: interfaccia grafica che copiava spudoratamente il sistema operativo OS2, finalmente una gestione le stampanti umana, una miglioria in tutti gli ambiti, rendeva di fatto molto meglio quest'interfaccia grafica. Con il service pack chiamato 98 molti errori venivano corretti veniva migliorata la gestione della memoria venivano introdotti il supporto ai nuovi media e venivano finalmente corretti molti bug che dalla versione 3 ci si era portati dietro alla 4.

    Ma la grossa differenza veniva fatta con il prodotto chiamato Windows XP. All'inizio fu molto contestato soprattutto da coloro i quali facevano finta di capire i computer ma in realtà non capivano un accidenti. Finalmente Microsoft decide di abbandonare i 16 bit e il SO ms-dos e riunisce le due linee di prodotto consumer e professionali sotto un unico ombrello. Il solo pensiero di poter confrontare un sistema operativo 16 bit come MS-DOS rispetto ad un sistema operativo a 32 come XP (in realta' nt) o tutti quelli che esistevano da un decennio, mi sembra, e sembrava, alquanto ridicolo eppure così succedeva.

    Ovviamente dopotutto questo calvario e dopo aver provato l'ebbrezza di un sistema operativo a 32 bit finalmente funzionante mi sembra normale che ci sia della gente che abbia paura a tornare qualsiasi altra condizione precedente: chissà cosa succederebbe a far provare a costoro un sistema operativo professionale come può essere linux, Solaris o os2.

    Sebbene le caratteristiche salienti di vista verranno consegnate attraverso il service pack nei prossimi mesi probabilmente è veramente migliore come racconta Microsoft, rimanendo ferme le necessità oggi considerate mostruose di macchina e la pazienza di possedere i prossimi aggiornamenti sistema. Rimaner arretrati in teoria non dovrebbe giovar nessuno a meno di voler comprare oggi un computer portatile a € 500 e pretendere di montarci sopra quel mostro vorace del nuovo vista. Ma forse non e' un problema di MS ma dell'utonto.

    Indipendentemente che mi piaccia o no l'azienda Microsoft l'unica cosa vera e questa: se desidero usare prodotti di questa azienda, se decido che mi vanno bene forse farò meglio ad ascoltare quello che ha da dire. Se Microsoft dice che il sistema operativo oggi a vista è giusto che sia così. Altrimenti faccio la figura di quello che va dal dottore, lo paga, e appena uscito straccia la ricetta delle pillole blu che va a comprare le pillole rosse di sua sponte. Se non mi fido di forse è meglio che cambio fornitore altrimenti il rischio è lo stesso che corrono quelle centinaia di migliaia di computer che stanno accendendo a Internet usando i vecchi sistemi operativi di Microsoft, NT, 2000, 95 e 98: sostanzialmente un allevamento di virus tagliato fuori dalla possibilita' d'uso dei programmi recenti...
    non+autenticato
  • e tutta sta pataffiata di parole solo per confermarci che MS sforna prodotti raffazzonati e che col tempo, a suon di pezze, diventa accettabile (cose che dovrebbe esser fin da subito) ?

    quanta fatica e tempo sprecati ragazzo...
    non+autenticato
  • Prima di dare di utonti a metà delle persone che usano un pc dovresti forse riflettere sul fatto che non tutti si possono permettere di spendere soldi per comprare un pc super carrozzato che su cui far girare vista in modo umano.
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | Successiva
(pagina 1/8 - 40 discussioni)