Nello stetoscopio batte un cuore Linux

Un gruppo di studenti americani sta progettando uno stetoscopio digitale basato sul Pinguino che i medici potranno utilizzare per registrare i suoni provenienti dalle auscultazioni dei propri pazienti

Roma - Il kernel di Linux viene oggi cucinato davvero in tutte le salse, e ormai non è più una sorpresa ritrovarselo nei gadget più disparati. Eppure qualcosa mancava ancora all'appello: lo stetoscopio.

LinuxDevices.com riporta che un piccolo team di studenti del Calvin College sta progettando uno stetoscopio digitale basato su uClinux, una speciale versione di Linux pensata per i dispositivi embedded privi di una memory management unit.

L'obiettivo dei "Rhythm Reloaded", questo il nome datosi dai giovani ricercatori americani, è costruire il primo stetoscopio digitale capace di registrare, filtrare e archiviare su di un computer remoto i dati audio provenienti dalle auscultazioni di un paziente. Rispetto ad uno stetoscopio tradizionale, uno digitale dovrebbe fornire al medico un ascolto più chiaro e "pulito" dei battiti cardiaci, del respiro e della circolazione sanguigna.
Il dispositivo avrà all'incirca la stessa dimensione di un iPod, e sarà dotato di un piccolo display LCD monocromatico, di una porta USB e di un'uscita cuffie. Al suo interno vi sarà il processore Coldfire MCF5275 di Freescale e un controller per il display.

La porta USB servirà per trasferire i dati registrati dallo stetoscopio ad un PC desktop o ad un notebook. I progettisti affermano di aver scartato l'ipotesi di utilizzare una tecnologia wireless perché questo avrebbe incrementato i costi dell'apparecchio - e il costo finale è un fattore cruciale in ambito sanitario, specie nel settore pubblico - e avrebbe generato eventuali preoccupazioni relative alla privacy dei pazienti.

Altri dettagli sull'inedito progetto vengono forniti qui.
7 Commenti alla Notizia Nello stetoscopio batte un cuore Linux
Ordina
  • Non sarebbe assolutamente il primo stetoscopio digitale come riportato nell'articolo: il Littmann 4100WS (evoluzione del 4000) è disponibile da anni, integra una riduzione del rumore e la registrazione delle auscultazioni e successiva esportazione a PC.

    http://solutions.3m.com/wps/portal/3M/it_IT/Littma.../

    sinceramente non vedo l'utilità di far girare un intero OS in uno stetoscopio, quando può essere composto da una circuiteria elettronica vista come semplice periferica USB da un qualsiasi PC...

    comunque avendolo provato di persona e avendo sentito le opinioni di altri che l'hanno provato, uno stetoscopio con noise reduction non è utile come sembra: conta decisamente di più l'orecchio e l'esperienza di chi l'adopera. Senza contare che il peso e soprattutto l'autonomia (20 ore, col rischio che ti abbandoni quando serve) lo rendono poco pratico in ambito ospedaliero. Meglio un semplice Littmann Classic II SE o un Cardiology III.
    non+autenticato
  • questo perchè viviamo in un mondo di merda ma avrà la riconoscenza di tutti noi per il grande aiuto dato all'umanità.
    non+autenticato
  • Questa notizia e' l'ennesima batosta per il cultori del sofware closed source con licenza restrittiva. questo apparacchio e' gia' un successo, non solo e' sicuramnte molto piu' affidabile non che' immune da virus, e' anche open source.
    Un medico che volesse applicare delle migliorie e' libero di farlo, generando un utile immenso per l'intera comunity.
    Lo spirito open source e' proprio questo. Condivisione, cosa succederebbe se un medico scoprisse una terapia nuova per sconfiggere una malattia rara e non la condividesse on il mondo? Sarebbe ignorato e vivrebbe nell'oblio.
    Il programmatore open source ha molto in comune con il medico e proprio per questo sono contento che pi abbia scelto una notizia così significativa.
    Questo e' uno degli infiniti esempi si come linux sia ambito in campo profesisonale e che il sofware open source puo' solo superare quello closed in ogni campo.
    Se da una aprte ci sono i milioni di dollari dio investimenti da parte dei potentati del software, dall'altra esiste linux con il suoi milioni di programmatori, pronti a mettere il pinguino ogni qualdove ve ne sia il bisogno.
  • - Scritto da: mes.id
    > Questa notizia e' l'ennesima batosta per il
    > cultori del sofware closed source con licenza
    > restrittiva. questo apparacchio e' gia' un
    > successo, non solo e' sicuramnte molto piu'
    > affidabile non che' immune da virus, e' anche
    > open source.
    >
    > Un medico che volesse applicare delle migliorie
    > e' libero di farlo, generando un utile immenso
    > per l'intera
    > comunity.
    > Lo spirito open source e' proprio questo.
    > Condivisione, cosa succederebbe se un medico
    > scoprisse una terapia nuova per sconfiggere una
    > malattia rara e non la condividesse on il mondo?
    > Sarebbe ignorato e vivrebbe nell'oblio.
    >
    > Il programmatore open source ha molto in comune
    > con il medico e proprio per questo sono contento
    > che pi abbia scelto una notizia così
    > significativa.
    > Questo e' uno degli infiniti esempi si come linux
    > sia ambito in campo profesisonale e che il
    > sofware open source puo' solo superare quello
    > closed in ogni
    > campo.
    > Se da una aprte ci sono i milioni di dollari dio
    > investimenti da parte dei potentati del software,
    > dall'altra esiste linux con il suoi milioni di
    > programmatori, pronti a mettere il pinguino ogni
    > qualdove ve ne sia il
    > bisogno.

    quoto ogni virgola
    purtroppo dubito che il software dello stetoscopio sarà rilasciato sotto gpl, ma già usare il kernel linux (moddato..uclinux) fa capire la qualità che c'è dietro (certo..si può fare sempre di + e infatti si sta facendo!)
    un grazie di cuore a tutti i programmatori del mondo che rilasciano software libero!
    non+autenticato
  • > Condivisione, cosa succederebbe se un medico
    > scoprisse una terapia nuova per sconfiggere una
    > malattia rara e non la condividesse on il mondo?
    > Sarebbe ignorato e vivrebbe nell'oblio.
    Cito dalla Wikipedia) (http://it.wikipedia.org/wiki/Albert_Sabin ):

    Il vaccino di Sabin, autorizzato in Italia nel 1963, ha provocato la scomparsa della malattia nel nostro Paese, come in tutti gli altri dove è stato reso obbligatorio.

    Sabin non brevettò la sua invenzione, rinunciando allo sfruttamento commerciale, per garantire una più vasta diffusione della cura. Anche per questo motivo, oggi, la poliomelite è praticamente debellata.

    Non ricevette il premio Nobel per le sue scoperte mediche.


    Quindi attenzione, che anche i medici che hanno condiviso le proprie scoperte senza offrirne uno sfruttamento commerciale non se la sono passata troppo bene...
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 17 gennaio 2008 10.58
    -----------------------------------------------------------
  • non dimentichiamo che prima di Sabin è stato Jonas Salk a trovare un vaccino contro la polio, Sabin poi lo ha perfezionato e reso più efficace e affidabile.
    Anche Salk regalò il suo vaccino al mondo, sue le parole:
    "Who owns my polio vaccine? The people! Could you patent the sun?"
    non+autenticato
  • non è proprio il primo... la littmann (una delle migliori marche di stetoscopi, se non la migliore) produce da anni un modello capace di registrare i suoni e trasferirli sul pc, dove un programmino apposito permette di visualizzare addirittura il fonogramma...
    Ben venga questa alternativa open-source (magari costa anche un po' meno), ma l'idea non è certo nuova...
    non+autenticato