Luca Annunziata

Porno in ufficio, addio

Uno strumento da investigatori può scovare tutto quello che c'è di proibito. Il tramonto di un'era? Voyeur del cubicolo cercasi

Roma - Si chiama Surf Recon LE e potrebbe trasformarsi nell'incubo degli hard disk dell'uffici più bollenti. Secondo i suoi creatori non darà tregua a nessuno: è in grado di scandagliare a caccia di pornografia i bit di computer che montano Linux, Windows e MacOS. E può persino riconoscere pedo-pornografia quando la incontra.

http://forum.doctissimo.fr/doctissimo/Fetichisme/footstool-sujet_16_2.htmLo segnala Wired, che spiega anche come funziona: Surf Recon LE si installa su una comune penna USB, che va collegata ad un computer pronto ad essere riavviato. A questo punto il software inizia a ravanare nei settori del disco rigido, in cerca di immagini e video conosciuti, oppure tentando di individuare il materiale proibito basandosi sull'analisi della struttura dei file con una tecnologia appositamente sviluppata.

I suoi creatori lo propongono come strumento investigativo: l'ideale, dicono, per trovare rapidamente prove durante una perquisizione. La percentuale di successo supererebbe il 99 per cento. Gli esponenti delle forze dell'ordine possono anche collegarsi ad un database centrale per condividere informazioni sul materiale rinvenuto e tentare di risalire alla filiera della produzione del pedoporno.
Il suo utilizzo, spiegano, consentirebbe anche di minimizzare l'esposizione dei detective alle immagini più scabrose: una esposizione che, a quanto pare, crea non pochi problemi psicologici a lungo termine.

Luca Annunziata
44 Commenti alla Notizia Porno in ufficio, addio
Ordina
  • Mettiamo che questo genere di software prima o poi si metta a funzionare con una certa affidabilità.

    Verra' prima implementato a livello di routers eccetra, poi, visto che prevedibilmente per quando sara' affidabile anche il pedofilo piu' idiota sapra' che tecniche di crittografia usare, non e' che costringeranno tutti a non avere alcuna crittazione di quanto posseduto in casa? E le uniche connessioni criptate saranno consentite verso le banche online?

    Oggi una richiesta del genere sarebbe ridicola perche' comunque il mero volume di traffico da controllare la rende inutile. Domani?

    Non che il controllo stile grande fratello sia un male in se'. Io mi farei controllare completamente in un contesto dove posso controllare completamente chi mi controlla ed esporre i suoi eventuali abusi. Ma ragion di stato da una parte, impossibilità di coordinare il controllo in un mondo con piu' di un governo dall'altra, insieme all'ovvia resistenza di chi e' piuttosto potente e non lascera' certo i peones sopravanzare, garantiscono matematicamente che questo non possa accadere.
    non+autenticato
  • da un paio di poppe che li sconvolgono, mica devono essere protetti dagli effetti a lungo termine che derivano dal pestare ragazzi a morte, soffocarli con il CS (lacrimogeno proibito in guerra), manganellarli, strinarli con il taser, inventare le prove (vedi resoconto di moore del processo a oj simpson), sparargli alle spalle perché non hanno il casco
    non+autenticato
  • Da http://www.surfrecon.com/support/surfrecon_users_g...
    si evince che controlla se lo hash (checksum unica) del file è elencato in una data base che sarebbe denominato "international image forensic database IFID", e che a una prima ricerca sembra una bufala.
    Ma anche se esistesse, non potrebbe ovviamente essere completo.
    Quanto al riconoscimento ottico automatico della pornografia, oggi appartiene più al dominio dell'umorismo che a quello della fantascienza.
  • Beh ci sono diversi modi di fare un hash. Presumo che esistano funzioni di hashing che supportano la nozione di somiglianza, nel senso che un'immagine simile ad un'altra genera un hash poco distante.
    Senno' e' una barzelletta -
    non+autenticato
  • Ma vuol dire che un'immagine A è somigliante ad un'immagine B ?

    Che l'immagine B è l'immagine A degradata di qualità o al più rifilata ?

    Che entrambe le immagini mostrano una stessa scena con personaggi e ambienti diversi ?
    non+autenticato
  • contenuto non disponibile
  • Vorrei proprio vedere come se la caverebbe il "presunto" (termine preso in prestito dal mondo giornalistico Sorride ) software di riconoscimento di immagini con la foto in questione. LOL!
    non+autenticato
  • "L'analisi della struttura del file"... ma che cavolo di spiegazione e'? ah, magari legge i tag/nome del file e se c'e' dentro "pedo", "naked" o altri termini "sospetti" allora segnala presenza di immagini pedoporno?

    come cavolo fa, un software, a riconoscere una immagine pedopornografica, o piu in generale, un qualunque tipo si categorizzazione di una immagine? come fa a distinguere, che so, un panorama, una faccia umana, o la foto di due amici a pesca? E se becca una immagine porno, come fa, un software, a calvolare l'eta' dei presenti sulla foto?

    Mi sembra sia nedessario un grado di discernimento umano, che non mi sembra cosi' facilmente algoritmizzabile in un software... mi sembra l'ennesima notizia cialtrona pobblicata per fare pseudoinformazione senza un controllo preventivo.
    non+autenticato
  • Potrebbe basarsi sulle statistiche, tipo il fatto che una grossa percentuale della foto sia del colore della pelle (butto un esempio).
    Magari fa una selezione grossolana, da analizzare poi da una persona.
    non+autenticato
  • - Scritto da: anonimo
    > "L'analisi della struttura del file"... ma che
    > cavolo di spiegazione e'? ah, magari legge i
    > tag/nome del file e se c'e' dentro "pedo",
    > "naked" o altri termini "sospetti" allora segnala
    > presenza di immagini pedoporno?
    >
    >
    > come cavolo fa, un software, a riconoscere una
    > immagine pedopornografica, o piu in generale, un
    > qualunque tipo si categorizzazione di una
    > immagine? come fa a distinguere, che so, un
    > panorama, una faccia umana, o la foto di due
    > amici a pesca? E se becca una immagine porno,
    > come fa, un software, a calvolare l'eta' dei
    > presenti sulla
    > foto?
    >
    > Mi sembra sia nedessario un grado di
    > discernimento umano, che non mi sembra cosi'
    > facilmente algoritmizzabile in un software... mi
    > sembra l'ennesima notizia cialtrona pobblicata
    > per fare pseudoinformazione senza un controllo
    > preventivo.

    basta studiare un pochino.
    cerca su google "elaborazione delle immagini" "match pattern" e scoprirai cose nuoveSorride
    in Italia ci sono telecamere montate su cavalcavia che, analizzando costantemente i dati acquisiti, rilevano il lancio di un sasso da un cavalcavia, e avvisano immediatamente le forze dell'ordine. Come fanno? Elaborazione delle immagini!Sorride
    non+autenticato
  • sei anche in grado di citare degli esempi nel mondo reale?
    non+autenticato
  • > sei anche in grado di citare degli esempi nel
    > mondo
    > reale?
    No, se li è fumatiA bocca aperta
    non+autenticato
  • > in Italia ci sono telecamere montate su
    > cavalcavia che, analizzando costantemente i dati
    > acquisiti, rilevano il lancio di un sasso da un
    > cavalcavia, e avvisano immediatamente le forze
    > dell'ordine. Come fanno? Elaborazione delle
    > immagini!
    >Sorride

    o abbiamo avuto lo stesso professore alla sapienza che magari sparava cavolate, o questa storia la sapevo anche io (per bocca di chi dice di averla implementata)
  • Non capisco di cosa ti meravigli.

    L'analisi e il riconoscimento di immagini (pattern colori gradienti ecc) non è magia e nemmeno fantascienza.
    Se pensi veramente che un sw in grado di riconoscere le immagini non esista ti consiglio di documentarti (basta una ricerca si un google)
    Per quanto riguarda in particolare le immagini (pedo)pornografiche ti assicuro che la capacità di catalogazione di certi sw è impressionante sia per quanto riguarda la precisione sia per quanto riguarda la velocità dell'operazione.
    non+autenticato
  • E secondo te come fa un software a distinguere fra la foto di un lottatore di sumo e quella di una pornostar un po' in carne in perizoma??

    E le foto delle bellone/stelline/aspiranti letterine che a fine anno fanno i calendari senza veli come vengono riconosciute??

    Francamente più che scienza mi sembra fantascienza.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Zampa
    > E secondo te come fa un software a distinguere
    > fra la foto di un lottatore di sumo e quella di
    > una pornostar un po' in carne in
    > perizoma??
    >
    > E le foto delle bellone/stelline/aspiranti
    > letterine che a fine anno fanno i calendari senza
    > veli come vengono
    > riconosciute??
    >
    > Francamente più che scienza mi sembra
    > fantascienza.

    Per domini specifici il tasso di riconoscimento di questi sitemi di detezione è abbastanza buono. Utilizzando più sistemi (statistiche dell'immagine, riconoscimento pattern, eccetera) assieme non è così impossibile ottenere il 99% di tasso di riconoscimento se si calca un po' la mano sui falsi positivi. Limitandoli secondo me un tasso verosimile è tra l'80% e il 90%.

    Se hai voglia di documentarti su internet trovi tonnellate di materiali a disposizione, i metodi per classificare le immagini sono tantissimi, e trovi anche filmati a riguardo.
    non+autenticato
  • Hai ragione! Infatti una foto di Mastella devorebbe effettivamente essere considerata pornografica a tutti gli effetti...
    non+autenticato
  • contenuto non disponibile
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 8 discussioni)