WiMax, Eutelia abbandona la gara

L'azienda italiana interrompe l'iter procedurale per l'assegnazione delle licenze e investe pių risorse nel neonato Mobyland, operatore mobile polacco

Roma - Eutelia non sarà fra i protagonisti del WiMax italiano. Perlomeno non in veste di operatore diretto. L'azienda ha infatti deciso di non proseguire ulteriormente nell'iter che porterà alla gara di assegnazione delle licenze della tecnologie wireless. Motivo? Un'altra opportunità di business, oltre confine, che si chiama Mobyland

"La decisione - ha spiegato Eutelia - è maturata sulla base del confronto fra la redditività sottesa allo stesso progetto WiMax e i ritorni attesi dallo start-up dell'operatore mobile polacco Mobyland, avviato a fine 2007. In tale ottica comparativa, la società ha valutato la convenienza di concentrare gli investimenti di sviluppo previsti per il triennio 2008-10 sull'opportunità Mobyland, in considerazione degli ampi spazi di crescita che il mercato mobile polacco presenta".

Non si tratta di una rinuncia totale: in relazione al WiMax, l'azienda ha dichiarato di voler "valorizzare il proprio know-how, sviluppato a livello di progettazione, delivery e manutenzione di reti wireless ad alta complessità, proponendosi, con un'offerta chiavi-in-mano, come outsourcer per la realizzazione e la gestione delle reti basate sulla nuova tecnologia". Non parteciperà alla gara e, di conseguenza, non sarà assegnataria di licenze, ma offrirà il proprio appoggio tecnologico ad altri operatori.
Eutelia vede il mercato polacco della telefonia mobile come uno dei più interessanti in Europa in prospettiva di sviluppo a breve e a medio termine, "essendo uno dei meno maturi in termini di penetrazione (tuttora inferiore al 100%, a fronte del 130% raggiunto in Italia) e mostrando un tasso di crescita attualmente superiore al 15% annuo". In uno scenario in cui le previsioni di crescita indicano in 15 milioni i nuovi sottoscrittori che attiveranno entro il 2013 una SIM mobile, Mobyland si inserisce con l'obiettivo di raggiungere, con 5,5 milioni di clienti entro i prossimi 5 anni, una quota di mercato pari al 10%.
3 Commenti alla Notizia WiMax, Eutelia abbandona la gara
Ordina
  • ma perché? c'è una gara?
    Chi vi partecipa?
    Quali sono i termini?
    Non ha più letto niente in proposito?
    non+autenticato
  • - Scritto da: tuttoscemo
    > ma perché? c'è una gara?
    > Chi vi partecipa?
    > Quali sono i termini?
    > Non ha più letto niente in proposito?

    Ho cercato wimax gara sul search di P.I.:
    http://punto-informatico.it/cerca.asp?s=wimax+gara...

    Leggere, studiare, combattere.
    non+autenticato
  • Dappertutto hanno posto una sola condizione escludente nelle gare per l'assegnazione delle frequenze Wi-Max: NON ESSERE OPERATORI DELLE TELECOMUNICAZIONI.

    Da noi è una condizione praticamente obbligatoria. Come si fa a creare una rete senza Telecom? O senza Enel/Wind?

    Abbiamo tutti vissuto le seguenti truffe legalizzate:

    - Tariffa di Libero prontamente eliminata quando Libero è stato comprato da Wind (con lettera-truffa). Posso mandare una lettera-truffa ad un cliente e passarla liscia? No, mi denuncia. Ma loro possono.

    - Enel si sdoppia in Enel Distribuzione (tariffa statale) + Enel Energia (tariffa libera). Mezza Italia si trova a cambiare fornitore di energia senza rendersene conto e senza aver firmato un contratto. Posso farlo io? No, ma loro sì. E, come diceva Vulvia, "NESSUNO GLI DICE NIENTE!"

    - Enel crea Enel Gas. Agenti partono alla maniera italiana, ovvero spacciandosi per chi non sono, promettendo assurdi risparmi (che sfido chiunque a verificare), e qualcuno non ha mai avuto il servizio ma si è accorto troppo tardi che quella bella cosa dell'addebito automatico spesso funziona anche se il gas non te lo godi. Tre anni e tre diffide dopo, il rimborso. Interessi? MORA? No. Ma provate VOI a non pagare mora e interessi...

    E tante, tante altre cosette di noi internauti, povera gente costretta a passare per quel maledetto filo tenuto da un maledetto "incumbent".

    Ora chiedo: possono mai questi signori CONCEDERCI la LIBERTA' di poterci CONNETTERE LIBERAMENTE SENZA DI LORO?
    non+autenticato