UK, l'Esercito perde i dati del suo personale

L'emorragia è iniziata 10 anni fa e non ha mai smesso

Roma - I dati di 600mila persone che negli ultimi 10 anni hanno sottoscritto il modulo per richiedere di entrare nell'esercito britannico sono andati perduti, finiti nelle mani di non si sa chi, qualcuno che ha saputo rubare il computer giusto al momento giusto.

Ci va giù pesante The Register nel ricostruire questa nuova ennesima vicenda di furto di dati personali conservati da pubbliche istituzioni britanniche, una vera e propria emorragia che negli ultimi tempi ha creato tanto scandalo quanto poco è stato fatto per risolverla.

A quanto pare un portatile con quei dati è stato rubato dall'automobile di un ufficiale della Marina. "Non è chiaro se i dati fossero cifrati o il laptop protetto da password - scrive l'ezine britannica - ma i dati sono composti da due database separati, uno dei quali parte dalla fine degli anni '90".
Nell'insieme ci sono dettagli per decine di migliaia di persone oggi nell'esercito, molti dei quali conditi da dettagli su numeri di conti correnti bancari, passaporti, codici fiscali, numeri di matricola e via peggiorando.

La prossima settimana il Governo riferirà alla House of Commons sull'accaduto.
4 Commenti alla Notizia UK, l'Esercito perde i dati del suo personale
Ordina