Il chirurgo che gioca con Wii è più bravo

Lo sostiene una fonte non disinteressata dopo alcuni test condotti a Phoenix, in Arizona. Ma che i videogiochi possano aumentare le abilità di un chirurgo è cosa nota. Ecco come

Phoenix - Nell'assolata capitale dell'Arizona si è tenuto un nuovo test per chirurghi, al sapore di videogioco. Ospite dell'occasione è stata Haptica, azienda specializzata nel fornire tecnologie alla sanità e che in questo periodo sta sbandierando le qualità del suo sistema ProMIS, capace secondo l'azienda di "misurare le abilità di un chirurgo".

Un interventoPer dare un rilievo mediatico alla faccenda, alcuni dei chirurghi che hanno utilizzato ProMIS a Phoenix in questi giorni hanno prima giocato per qualche decina di minuti su una console Nintendo Wii. A detta di Haptica i risultati sono stati immediati: gli otto giovani tirocinanti che hanno preso in mano i videogame, quando si sono posti dinanzi a ProMIS hanno realizzato punteggi migliori, soprattutto negli esperimenti operatori in laparoscopia, la celebre tecnica che consente di accedere a determinati organi o punti interni del corpo mediante minuscoli fori, alternativa e assai meno invasiva delle tecniche precedenti.

ProMIS è una sorta di sofisticato videogioco a sua volta, un ambiente virtuale nel quale viene chiesto al chirurgo di eseguire una operazione virtuale che ne collauda così le capacità, anche dinanzi ad eventi tipici o inaspettati per questo o quell'altro tipo di intervento. In particolare, sostiene Haptica, chi ha giocato con Wii prima di usare ProMIS ha segnato un 48 per cento in più in termini di controllo degli strumenti chirurgici e performance generale.
il simulatoreSe è vero che l'evento di Phoenix ha dato ad Haptica l'occasione per rendere note le qualità delle proprie tecnologie (vedi foto), non è certo la prima volta che si attribuiscono ai videogiochi qualità migliorative per chirurghi. Secondo uno studio pubblicato su Archives of Surgery lo scorso febbraio, come sanno i lettori di Punto Informatico, i videogiochi sono strumenti ottimi per affinare i sensi e la percezione, amplificando e potenziando le capacità dei chirurghi.

Risultati simili l'anno precedente erano stati vantati da un team di New York che, proprio come Haptica, ha elogiato l'uso dei videogiochi soprattutto per i chirurghi che devono operare in laparoscopia.
10 Commenti alla Notizia Il chirurgo che gioca con Wii è più bravo
Ordina