Memorie, Intel e STMicro sfoderano le Flash killer

Intel, insieme alla propria partner STMicroelectronics, ha rilasciato campioni di memorie PRAM, candidate a rimpiazzare le flash in molte applicazioni, specie quelle che richiedono grande velocità e affidabilità

Santa Clara (USA) - Con quasi un anno di ritardo sulle previsioni, Intel e STMicroelectronics sono finalmente pronte a lanciare il proprio attacco alle memorie flash. Le due partner hanno infatti annunciato la distribuzione dei primi campioni di memorie Phase-Change RAM (PRAM), un'alternativa alle memorie flash che combina il principale vantaggio delle memorie non volatili, quello di conservare i dati anche in assenza di corrente, con la velocità tipica delle memorie DRAM.

Intel afferma che i suoi imminenti chip PRAM da 128 Mbit, nome in codice Alverstone, possono fornire velocità di scrittura e lettura fino a 1.000 volte maggiori a quelli delle Flash, una caratteristica che nei dispositivi mobili (PDA, smartphone ecc.) potrebbe ridurre significativamente il crescente divario di performance tra processori e memoria.

Le PRAM promettono di migliorare le memorie flash, sia NOR che NAND, anche in fatto di affidabilità e durata nel tempo: il chipmaker di Santa Clara ha detto che i propri chip sono in grado di sopportare oltre 100 milioni di cicli di lettura/scrittura, un numero almeno 100 volte superiore a quello delle flash, e di garantire la conservazione dei dati per oltre 10 anni.
Intel ha sviluppato la propria implementazione della tecnologia PRAM insieme alla società italo-francese STMicroelectronics, da tempo impegnata nella ricerca di alternative più efficienti alle flash.

Sulle memorie PRAM stanno lavorando anche diversi altri colossi del settore, fra cui IBM, che nel 2006 ha presentato un chip sperimentale basato su una nuova lega germanio-antimonio, e Samsung, che nello stesso anno invece svelato un prototipo da 512 Mbit.

Intel e STMicroelectronics prevedono di avviare la produzione in volumi dei loro chip PRAM entro la fine dell'anno, eventualmente dando vita ad una nuova società che, secondo le indiscrezioni, porterà il nome di Numonyx.
7 Commenti alla Notizia Memorie, Intel e STMicro sfoderano le Flash killer
Ordina
  • > eventualmente dando vita ad una nuova società che,
    > secondo le indiscrezioni, porterà il nome di Numonyx.

    veramente il nome lo si sa da tempo:
    http://www.intel.com/pressroom/archive/releases/20...
    cioè ufficialmente dal 19 luglio 2007.

    Detto questo, speriamo bene.
    non+autenticato
  • Con prestazioni del genere teoricamente si potrebbe fare a meno della dualità memoria volatile (RAM) - memoria di massa (HD). Sarebbe un po' come usare solo una partizione/file di swap sui nostri HD. Vedremo i prezzi...
    non+autenticato
  • "fornire velocità di scrittura e lettura fino a 1.000 volte maggiori a quelli delle Flash"....

    è decisamente una frase mooolto ambigua in quanto non da nessuna informazione sull'ordine di grandezza della velocità di scrittura, in sintesi potrebbero essere velocità non minimamente paragonabili a quelle di trasferimento delle attuali ram ma chissà potrebbero concorrere (forse) alla tecnologia dei solid state disk

    senza contare che lo swap potrebbe ridurre drasticamente la vita di un "hd comune" di un pc sprovvisto di ram

    poi correggetemi se sbaglioOcchiolino
    non+autenticato
  • e' noto che il "berciare pubblicitario" spara numeri per impressionare il volgo, ma ban si guarda di dare precisi riferimenti tecnici. parafrasando quel tale: "E' il mercato, bellezza, il mercato! E tu non puoi farci niente, niente".
    non+autenticato
  • - Scritto da: anonimo
    > e' noto che il "berciare pubblicitario" spara
    > numeri per impressionare il volgo, ma ban si
    > guarda di dare precisi riferimenti tecnici.
    > parafrasando quel tale: "E' il mercato, bellezza,
    > il mercato! E tu non puoi farci niente,
    > niente".

    Stiamo parlando di 1000 volte, che vuol dire tre ordini di grandezza!!!
    Ora, supponiamo che io inventi un rivoluzionario mezzo di trasporto e dica che "va veloce 1000 volte un'automobile". Potrebbe trattarsi di 120.000 km/h se l'automobile di riferimento è una Panda o di 250.000 km/h se l'automobile è una bmw o 320.000 km/h se l'automobile è una formula uno.
    Anche il valore più basso, comunque, è tre ordini di grandezza superiore a quello della più veloce automobile esistente...
    non+autenticato
  • Prendendo ad esempio e paragone le automobili hai fatto un grosso errore, difatti tra tutte le tecnologie ad oggi in uso quella delle automobili, come molte altre che coinvolgono grossi interessi legati al petrolio, sono tra le meno performanti e meno evolutesi nel tempo...

    Prendi invece ad esempio e paragone una tecnologia commensurabile a quella delle memorie come ad esempio la potenza di calcolo dei processori quando si passo' a parlare dai megaflops ai gigaflops, si parla di tre ordini di grandezza (10alla6 e 10alla9), o prendi ad esempio la capacita' degli hard drives quando si comincio' a parlare dai megabytes ai gigabytes (sempre tre ordini di grandezza), e via dicendo.

    Se non sparano numeri esatti non si capisce se passano direttamente di tre ordini di grandezza puliti di botto o se si entra nell'ordine di grandezza con tre zeri in piu', che e' cosa ben diversa.
  • di fatto "fornire velocità di scrittura e lettura fino a 1.000 volte maggiori a quelli delle Flash" io lo posso intendere come "al limite 1000 volte + veloci delle memorie flash più lente in assoluto" tralaltro nell'articolo non fa riferimento alle flash "attualmente prodotte" quindi sarebbe anche lecito pensare alle prime flash comparse sul mercato...

    poi sono misteri del marketing
    non+autenticato