Gaia Bottà

La Dottrina Sarkozy contagia il Regno Unito

ISP poliziotti per legge: il Regno Unito ha in cantiere una proposta anti-pirateria. I provider dovranno avvertire i sospetti pirati, ai recidivi dovranno sospendere l'erogazione di connettività

Roma - I provider del Regno Unito saranno vigilantes a guardia degli utenti: saranno cacciati dalla rete coloro che verranno colti con la refurtiva sottratta indebitamente all'industria dei contenuti.

Sarà la legge ad imporlo, una legge che da tempo fermenta nell'Isola. Una bozza del provvedimento è stata visionata dal Times e sarà presentata in parlamento nelle prossime settimane.

"Agiremo per fare in modo che la legge obblighi gli internet service provider a operare contro il file sharing", questa la promessa che compare nel Green Paper proposto dal Department of Media, Culture and Sport, un documento ad ampio raggio nel quale si affollano propositi e proposte per rendere il Regno Unito il fulcro della creatività mondiale. La bozza prevede un sistema alla francese, modellato sulla dottrina Sarkozy: alla prima violazione, un'ingiunzione a desistere dal sospetto comportamento pirata recapitata via email, per i recidivi una sospensione della fornitura di banda, per gli inguaribili pirati del file sharing la terminazione del contratto con il provider.
Era questa una proposta peraltro già ventilata dal ministro Lord Triesman lo scorso mese, convinto che i provider debbano essere spronati alla cooperazione con le major dalla minaccia di sanzioni inflitte per legge. Il fornitore di connettività che non interpreterà a dovere il ruolo di cane da guardia affibbiatogli dallo stato verrà trascinato in tribunale e costretto a rivelare i dati dell'infingardo utente pirata. Dati che potrebbero convergere in una lista nera condivisa fra tutti i provider.

Le major accolgono con favore la proposta: NBC Universal gioisce per il fatto che "il governo abbia iniziato ad attribuire il giusto peso al valore dell'industria creativa e abbia iniziato a prendere sul serio i danni causati dal dilagare della violazioni della proprietà intellettuale commesse attraverso la rete".

I provider non si dimostrano altrettanto entusiasti: il processo di negoziazione con le major per stipulare un accordo di autoregolamentazione in materia è in corso da tempo, ma ISP e industria dei contenuti non intendono cedere nei compromessi con la rispettiva controparte. I provider si considerano alla stregua di inerti gestori di condotti in cui fluisce l'informazione: non intendono vigilare sugli utenti, tanto più che, spiega l'associazione di provider ISPA, è possibile che si verifichino dei casi controversi nei quali i fornitori del servizio non si sentono di arrogarsi il diritto di giudicare i propri utenti.

Una esternazione alla quale ha ribattuto con vigore BPI (British Phonographic Industry): "Gli ISP da anni costruiscono un business sulla musica degli altri" ha dichiarato Geoff Taylor, boss di BPI, sottintendendo come sia arrivata l'ora che i provider ricambino il favore, cooperando. "È giunto il momento che i provider smettano di nascondersi dietro a inconsistenti argomentazioni relative alla privacy dei propri utenti o a presunte difficoltà logistiche insormontabili" intima Taylor. E se i provider non dovessero dargli ascolto, daranno ascolto al legislatore.

Gaia Bottà
72 Commenti alla Notizia La Dottrina Sarkozy contagia il Regno Unito
Ordina
  • Condizionamento
    Controllo
    Coercizione
    non+autenticato
  • Se impediscono il P2p, molti utenti, la grande maggioranza semplicemente rinunceranno ad una ADSL flat.
    Per navigare su internet o scaricare la posta basta e avanza una ADSL a consumo.
    Voglio vedere che fine faranno le compagnie telefoniche.
    Le Major non credano di recuperare soldi vendendo più CD/DVD, perchè la gente al limite li copierà dai videonoleggi o dagli abusivi ai 4 angoli delle strade.
    Risultato finale? un danno per la modernizzazione del paese; se la gente non è più spinta ad usare internet (e la copia di materiale audio video è una componente importante), ci sarà un calo di utilizzo del PC e di sostituzione degli stessi.
  • Visto che fanno tanto i fantastici occorre dargli una bella scossa.
    Non compriamo piu' niente... registriamo dalla tv, dai canali sky e dalla radio...
    E che si....FO...!
    non+autenticato
  • - Scritto da: Ricky
    > Visto che fanno tanto i fantastici occorre dargli
    > una bella
    > scossa.
    > Non compriamo piu' niente... registriamo dalla
    > tv, dai canali sky e dalla
    > radio...
    > E che si....FO...!

    Ed ecco la seconda fesseria più letta su P.I.

    "Non compriamo più niente", che si pone al secondo posto. Il primo, invece, è occupato da "Cambiate provider".

    Io vivo una volta sola e dovrei rinunciare a tutto solo perchè 10 ingordi insulsi vogliono strafogarsi, infischiandosene degli altri? Ma chi vuoi che ci creda?

    Frasi del tipo sono utopiche. E' come dire "Se tutti fossero onesti, le cose andrebbero meglio". NON ESISTE ed è ampiamente dimostrato, percui è inutile continuare su questa linea. Occorre cambiare quella Legge-Pasticcio (termine molto amato da Rutelli), una volta per tutte e smantellare la MAFIAA.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonymous
    > - Scritto da: Ricky
    > > Visto che fanno tanto i fantastici occorre
    > dargli
    > > una bella
    > > scossa.
    > > Non compriamo piu' niente... registriamo dalla
    > > tv, dai canali sky e dalla
    > > radio...
    > > E che si....FO...!
    >
    > Ed ecco la seconda fesseria più letta su P.I.
    >
    > "Non compriamo più niente", che si pone al
    > secondo posto. Il primo, invece, è occupato da
    > "Cambiate
    > provider".
    >
    > Io vivo una volta sola e dovrei rinunciare a
    > tutto solo perchè 10 ingordi insulsi vogliono
    > strafogarsi, infischiandosene degli altri? Ma chi
    > vuoi che ci
    > creda?
    >
    > Frasi del tipo sono utopiche. E' come dire "Se
    > tutti fossero onesti, le cose andrebbero meglio".
    > NON ESISTE ed è ampiamente dimostrato, percui è
    > inutile continuare su questa linea. Occorre
    > cambiare quella Legge-Pasticcio (termine molto
    > amato da Rutelli), una volta per tutte e
    > smantellare la
    > MAFIAA.

    Be però se ciascuno di noi magari comprasse un po' meno...
    non+autenticato
  • Personalmente da diverso tempo non compro quasi più niente; ma non è una reazione allo strapotere, è proprio perché come tu hai detto giustamente si vive una volta sola, e mi sono reso conto di divertirmi molto di più a FARE piuttosto che guardare qualcosa fatto da altri.

    Ossia preferisco fare sport in prima persona piuttosto che guardare ALTRI che lo fanno in TV...facendolo miglioro il mio fisico, mi sento meglio e più soddisfatto, nel secondo ho solo incrementato il conto in banca di sconosciuti e mi sento di aver perso il mio tempo, senza aver migliorato me stesso.

    Preferisco andare in giro a scattare fotografie, o a fare riprese e montarle, piuttosto che guardare un film...

    Meglio suonare che ascoltare musica...

    Devo dire che ormai ho un senso di irrequietezza quando "guardo" o "ascolto" invece che "fare", perché mi sembra di perdere tempo prezioso della mia vita, tempo sprecato senza essere diventato più bravo in prima persona, solo ad alimentare bravura di "altri".

    Insomma, fosse per me questa gente prenderebbe ben pochi soldi, non per dispetto ma per carattere.

    PERO' quello che mi preoccupa è che si sta dando sempre più per scontato che una persona "DEBBA" guardare la TV (vedi il canone che ci provano con tutti), debba guardare i film o ascoltare la musica (vedi la tassa sui CD vergini...).

    Insomma si va sull'idea di far pagare a PRIORI con il presupposto che la "persona media" abbia certe abitudini.

    E a me che non le ho (non ho nemmeno il televisore in casa) mi chiedono di pagare il canone, devo pagare una tassa ai quei por## per mettere le MIE foto su un CD vergine, ed in futuro chissà...

    Perché non una tassa direttamente sul reddito alla SIAE, dicendo che è buono e giusto che ogni cittadino versi il 5% dello stipendio agli autori (che non ascolta) ?

    > > "Non compriamo più niente", che si pone al
    > > secondo posto. Il primo, invece, è occupato da
    > > "Cambiate
    > > provider".
    > >
    > > Io vivo una volta sola e dovrei rinunciare a
    > > tutto solo perchè 10 ingordi insulsi vogliono
    > > strafogarsi, infischiandosene degli altri? Ma
    > chi
    > > vuoi che ci
    > > creda?
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    > Personalmente da diverso tempo non compro quasi
    > più niente; ma non è una reazione allo
    > strapotere, è proprio perché come tu hai detto
    > giustamente si vive una volta sola, e mi sono
    > reso conto di divertirmi molto di più a FARE
    > piuttosto che guardare qualcosa fatto da
    > altri.

    > Preferisco andare in giro a scattare fotografie,
    > o a fare riprese e montarle, piuttosto che
    > guardare un film...

    > Meglio suonare che ascoltare musica...

    > Devo dire che ormai ho un senso di irrequietezza
    > quando "guardo" o "ascolto" invece che "fare",
    > perché mi sembra di perdere tempo prezioso della
    > mia vita, tempo sprecato senza essere diventato
    > più bravo in prima persona, solo ad alimentare
    > bravura di "altri".

    Anche a me capita lo stesso senso di irrequietezza, e ti diro' che sono contento, mi fa sentire continuamente attivo e in azione.
    krane
    22544
  • > Visto che fanno tanto i fantastici occorre dargli
    > una bella
    > scossa.
    > Non compriamo piu' niente... registriamo dalla
    > tv, dai canali sky e dalla
    > radio...
    Tanto, tu, non hai mai comprato nienteA bocca aperta
    non+autenticato
  • - Scritto da: Ricky
    > Visto che fanno tanto i fantastici occorre dargli
    > una bella
    > scossa.
    > Non compriamo piu' niente... registriamo dalla
    > tv, dai canali sky e dalla
    > radio...
    > E che si....FO...!

    fra poco con TC e DRM non si potrà fare neanche questo...
    vedi:
    http://www.partito-pirata.it/liberate_la_TV_digita...
    ciao
    non+autenticato
  • Grazie CCC della segnalazione
  • non dimenticate che zio silvio ha le mani in pasta anke nel settore dell'intrattenimento e che una sua eventuale rielezione può portare allo sviluppo di una legge sulla scia di francia e inghilterra; una legge che potrebbe far seguito alla disastrosa Urbani (per ki non non dovesse ricordare, tra l'altro, prevede l'illecito penale per la condivisione di materiale protetto da diritto d'autore.. ).
    Con questo non voglio dire che con la sinistra al governo saremmo tranquilli, ma se non altro c'è un rischio minore affinchè ci si ritrovi un altro scempio stile Urbani, vista l'assenza di un interesse diretto dei governanti.


    "meditate gente, nell'intimo dell'urna..."
    non+autenticato
  • Vedi le leggi fasciste che sono state approvate durante i suoi anni di governo e capisci quali sono i suoi "pensieri" sullo sharing e sulla libertà (di internet)
  • Si,
    mentre Prodino ha subito cancellato la legge Urbani!

    Quali altre affermazioni prive di riscontri oggettivi vogliamo fare?
    non+autenticato
  • era in commissione una modifica alla urbani e se magari avessero completato la legislatura magari qualcosa di buono avrebbero combinato.

    resta fermo il fatto ke un governo di sinistra è difficile che possa far peggio di berlusca proprio x l'assenza di interessi diretti in questione.
    Visto che solo in italia si da la possibilità di governare a un imprenditore ke opera a 360° e ke legifera per risolvere nella maggior parte dei casi le sue beghe, beh allora se proprio si vuol esprimere il proprio consenso elettorale, meglio farlo a favore del "male minore" qual'è appunto un governo di sinistra.

    e non lo dico per far campagna elettorale, non me ne frega niente. son la razionalità, la logica e i dati empirici che inducono esprimermi in tal senso.
    non+autenticato
  • Anche le COOP rosse hanno interessi a 360°; anzi quantitativamente operano e sono presenti in più campi dell'imprenditore televisivo milanese.
    Ciò che cambia è la parte qualitativa; poichè le COOP sono in "mano", seppur con poteri differenti, a diverse persone e con le loro associazioni interessano milioni di persone.
    Mentre il Silvio nazionale ha in mano solo lui il suo impero.
    Ma sempre di conflitti inaccettabili d'interesse si tratta.
    Nei paesi anglosassoni sono inaccettabili entrambe.
  • contenuto non disponibile
  • Non mi sembra che abbia vantato il governo prodi.

    sei talmente prevenuto che ti smerdi da solo
    non+autenticato
  • - Scritto da: Divertito
    > Si,
    > mentre Prodino ha subito cancellato la legge
    > Urbani!
    >
    > Quali altre affermazioni prive di riscontri
    > oggettivi vogliamo
    > fare?

    non l'ha cancellata perchè non ha avuto il tempo.la cancellazione della legge urbani era prevista dopo il 3 anno di mandato.
    cmq è sempre meglio non votare chi ha scritto una porcata.
    non+autenticato
  • - Scritto da: robolo
    > - Scritto da: Divertito
    > > Si,
    > > mentre Prodino ha subito cancellato la legge
    > > Urbani!
    > >
    > > Quali altre affermazioni prive di riscontri
    > > oggettivi vogliamo
    > > fare?
    >
    > non l'ha cancellata perchè non ha avuto il
    > tempo.la cancellazione della legge urbani era
    > prevista dopo il 3 anno di
    > mandato.
    > cmq è sempre meglio non votare chi ha scritto una
    > porcata.

    Oh ceeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeerto!
    Poverini, non ne hanno avuto il tempo!!!!!!!!
    in DUE anni, dopo che è dal 2004 che se ne parla!!!

    Hanno avuto tanto da fare! Ma giurin giurello al terzo anno di mandato avrebbero aggiustato la urbani!
    E se il governo arrivava al prossimo anno? ah ma al 4 anno avremmo sistemato tutto! E al quarto! Eh ormai eravamo pronti ma non ce l'abbiam fatta guarda per un soffio! E se arrivavano a fine legislatura? "non abbiam fatto in tempo, con tutto quel che è successo, il libano, la cina, il golfo, i mutui, la spazzatura, la criminalità, la guerra tra clan mafiosi, il petrolio, il gas... ma alla prossima legislatura la prima cosa che faremo... quindi rivotateci!"

    P.S: in questi 2 anni ci siam trovati tra capo e collo il decreto gentiloni antipedoporno che da alla polpost diritto di vita o di morte su un IP (non su un sito, su un IP) su segnalazione delle associazioni, la levi-prodi disinnescata (forse) per miracolo, che obbligava i blog al direttore responsabile giornalista iscritto all'albo (che gentiloni "oh!" non ha trovato il tempo di leggere prima di firmare), la cavolata delle immagini degradate... ma la riforma della urbani, NO!
    non+autenticato
  • cmq ormai non sapremmo mai la verità perchè sono caduti.
    non+autenticato
  • il dubbio resta quello....pattume in strada o libertà su emule..?
    non+autenticato
  • Come disse John titor, l'uomo venuto dal futuro, chi vivrà nelle città avra sempre i poliziotti e il sistema superinvadente, controlleranno anche la nostra pipi' ..... pazzesco ma pur sempre verso questa direzione stiamo andando....
    non+autenticato
  • Mi sto convincendo che il nostro Pianeta, si stia velocemente trasformando in un maxi carcere orbitante. Come disse un grande personaggio dell' Arte, (Giuseppe Verdi) : Torniamo indietro: sara' un progresso...Naturalmente, si riferiva ai problemi del Suo tempo ma... Nel leggere certe notizie, (sempre più frequentemente), pare che il Congresso di Vienna, del 1814, sia un fatto appena avvenuto. C'è un' atmosfera di Restaurazione ...informatica e non solo. Al posto dei monarchi assoluti, abbiamo le multinazionali, le major e compagnia bella...Si, siamo messi proprio bene. Se John Titor sia veramente un personaggio , venuto dal futuro e che quello che ha scritto e diffuso, corrisponde alla verità, non c'è da essere ottimisti. Ma , qualcuno ha detto anche : Mai dire Mai. Non tutte le speranze, sono perdute. I prepotenti, prima o poi, la pagano cara.
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | Successiva
(pagina 1/3 - 14 discussioni)