Luca Annunziata

L'archivio globale sono bit condivisi

Salvare la propria vita digitale sulla rete. Ma risparmiando spazio. Una startup italiana che sogna in grande

Roma - Altro che dischi ultracapienti, altro che periferiche USB o wireless. Il futuro della copia di backup corre sul filo di Internet: almeno secondo quelli di Memopal, una startup tutta italiana entrata da poco nella fase beta del progetto.

MemopalL'idea di base, neppure troppo originale, è quella di archiviare i propri file online. L'idea aggiuntiva, quella sì più intrigante, consiste in ciò che Memopal definisce compressione logica: partendo dal presupposto che spesso su diversi computer si trovano gli stessi file, ad esempio lo stesso filmato o la stessa canzone MP3, perché non limitarsi a conservarne una sola copia invece di un numero potenzialmente sconfinato?

Così il sistema remoto di Memopal si occupa di dare un'occhiata a quanto c'è in giro: quando si prova ad uploadare i propri file, un'operazione trasparente e semplice sfruttando il software fornito, un algoritmo brevettato provvede a verificare se quei byte sono già presenti. E se lo sono, riduce il consumo di banda e di spazio: di copie ce n'è già una, perché perdere tempo a farne un'altra?
Naturalmente, la riservatezza dei dati è garantita. Nessuno, a parte il proprietario, avrà l'esatta percezione di cosa c'è davvero su ciascun disco backuppato. Solo, grazie alla compressione logica, Memopal potrà risparmiare prezioso spazio disco e proporre servizi di storage gratuiti o a prezzi invitanti.

Il software MemopalMa come fare ad essere certi che i propri dati siano al sicuro? Beh, quelli di Memopal hanno pensato anche al peggio: ogni archivio sarà duplicato in tre diversi datacenter, dislocati in tre diversi continenti - Asia, America, Europa. Uno stratagemma che dovrebbe mettere al riparo da qualsiasi evento catastrofico, anche di grosse proporzioni.

Per il momento, Memopal resta un servizio in beta: si accede solo per invito, e i posti sono limitati. Provare, comunque, non costa niente. In futuro, invece, l'account base che offrirà 5 gigabyte di spazio per i propri salvataggi resterà gratuito, mentre sono allo studio soluzioni business a partire da meno di 100 euro l'anno per 250 gigabyte di spazio.

Luca Annunziata
34 Commenti alla Notizia L'archivio globale sono bit condivisi
Ordina
  • Ciao,
    anche io ho provato ed ho avuto lo steso problema, ho scritto ad info@memopal.com e mi hanno detto che stanno risolvendo questo bug. Nella nuova versione il cui rilasci sarà fra pochi giorni non dovremmo + avere questo problema.
    DCW
    non+autenticato
  • Finalmente una bella iniziativa di Italiani che approcciano in modo Globale. Idea intelligente, sito Web 2.0, marketing ad inviti. Non ne potevo più di vedere queste cose solo sul mercato USA.
    Bravi, continuate così ed in bocca al lupo!
    non+autenticato
  • Ragazzi, ho provato a fare l'upload di alcuni file. Una volta caricati su Memopal non riesco a cancellarli.
    Avete provato? Ci siete riusciti?
    non+autenticato
  • Ho notato un paio di cose:

    1) Se modifico un file se ne accorge e lo salva di nuovo.
    2) Nel log appare la misteriosa scritta TurboUploaded. Un file fa 13Mb è stato trasferito in 3 sec??? l'ho riscaricato funziona. mmm, come è possibile?
    3) hanno scelto webdav come protocollo sicuro di accesso, significa che dietro c'e' probabilmente un grande file system distribuito. (forse è questo il brevetto?)

    Per finire, se ho fatto click con il destro su un file sul desktop. C'e' un menu Memopal, con una funzione "Trasferisci e Condividi". Mi ha creato questo link.

    http://apps.memopal.com/d/?XS2D2Z7Y

    Ho preso un mp3 di windows ma avrei potuto prendere un file qualsiasi. tutto online = File sharing?

    Antonio
    non+autenticato
  • > 1) Se modifico un file se ne accorge e lo salva
    > di nuovo.
    >
    > 2) Nel log appare la misteriosa scritta
    > TurboUploaded. Un file fa 13Mb è stato trasferito
    > in 3 sec??? l'ho riscaricato funziona. mmm, come
    > è possibile?

    Forse fa l'upload solo di una parte del file.

    Magari lo spezza in blocchi e fa l'upload solo dei blocchi modificati, utilizzando tecniche di hashing per capire quali sono i blocchi modificati

    Oppure si tiene una cache locale sul tuo disco dei file uploadati. Così ogni volta che modifichi un file fa il diff con quello in cache, per poi inviare al server solo le parti del file modificate. Sarà poi il server a ricostruire il file aggiornato a partire dai dati ricevuti.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Guido La Vespa
    > Forse fa l'upload solo di una parte del file.
    >
    > Magari lo spezza in blocchi e fa l'upload solo
    > dei blocchi modificati, utilizzando tecniche di
    > hashing per capire quali sono i blocchi
    > modificati
    >
    > Oppure si tiene una cache locale sul tuo disco
    > dei file uploadati. Così ogni volta che modifichi
    > un file fa il diff con quello in cache, per poi
    > inviare al server solo le parti del file
    > modificate. Sarà poi il server a ricostruire il
    > file aggiornato a partire dai dati
    > ricevuti.

    punterei più sull'hascing di blocchi di dati
    non+autenticato
  • - Scritto da: Ciano
    > punterei più sull'hascing di blocchi di dati

    ma come %&%&°#§?^"£$%zzo ho scritto hashing Deluso
    non+autenticato
  • Probabile l'hashing. Nulla di nuovo sotto il sole. Vedi l'antico bimodem (cercate, gente, cercate). Faceva lo stesso per l'upload differenziale. 1990 circa.. usava il buon crc. Comunque non avevo ancora visto l'applicazione di questi tempi. Rimane il problema della privacy. Con questo meccanismo ci si può solo affidare all'onestà dei gestori, o codificare tutto, perdendo il vantaggio in termini di banda.
    non+autenticato
  • ...praticamente questi signori hanno, giustamente, fatto dei server in cui si salva solo una copia fisica del dato per risparmiare spazio... quindi LORO risparmiano ed io dovrei pagare di più rispetto ai competitor perché mi sento FIGO per usare questo servizio!??

    I risparmi di costo si passano ai Clienti nei mercati ad alta competizione!! Ahh... scordavo, qui in Italia non siamo abituati ai mercati ad alta competizione...
    non+autenticato
  • Ma non ho capito quanto costa memopal? Quindi su cosa fai confronto? Ho trovato mozy, costa circa 60 dollari ma se cancello un dato lo cancella anche dall'archivio.

    Puoi suggerirmi un'alternativa?

    Fabio
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | Successiva
(pagina 1/3 - 11 discussioni)