markvp

Haiku per il grande ritorno di BeOS

La rete sta concentrando tutti i suoi clic su un grande ritorno: Haiku. La riedizione in versione open source del glorioso BeOS č dunque qui, viva e vegeta. Ancora bambina, ma promette bene

Roma - Molti ricorderanno BeOS, quel particolare sistema operativo immediato, compatto, veloce e dall'architettura furba e flessibile, sfortunatamente finito nel dimenticatoio dal 2001 in poi. Ebbene, è rinato: ora si chiama Haiku e vuol fare come e meglio del suo predecessore.

Schermo HaikuIl merito è di Bruno de Albuquerque, ingegnere software di Google e sviluppatore open source, che ha presentato il suo progetto al Southern California Linux Expo.

Immediati il positivo riscontro della rete, l'entusiasmo dei netizen nel compiere prove e misurazioni, il desiderio struggente di voler vedere di nuovo in funzione un sistema operativo che ora si ripresenta in piena veste open source.
"La nostra priorità è farne un ottimo sistema operativo desktop. Č molto vicino a quel che era BeOS e abbiamo già apportato tante migliorie", dice de Albuquerque.

Database del sito saturo di connessioniMolte imperfezioni, diversi bug e più di qualche crash delle applicazioni più note sono comunque ancora elementi che accompagnano con persistenza il funzionamento del sistema: Ars Technica li descrive accuratamente.

La rete, ciò nonostante, attende con grande impazienza: nel momento in cui scriviamo, una ricerca limitata alle ultime 24 ore offre già migliaia di risultati sull'argomento, certamente destinati a moltiplicarsi. Non solo, collegandosi al sito ci si avvede che... occorre "fare la fila": il database di servizio del sito non riesce ad accettare ulteriori connessioni.

Le nightly build sono disponibili, per chi vuol provare, a questo indirizzo.

Marco Valerio Principato
146 Commenti alla Notizia Haiku per il grande ritorno di BeOS
Ordina
  • Premetto che ho una certa esperienza in ambito informatico, anche se non molta con Linux.
    Dopo aver provato varie distribuzioni ero rimasto piacevolmente sorpreso da ubuntu.
    7.04 non va l'accelerazione grafica, il resto è ok.
    Aggiorno alla 7.10. Ci mette circa il doppio di una installazione ex-novo.
    Terminato l'"aggiornamento" mi ritrovo cche alcune cose, tra cui gli aggiornamenti e l'installazione di nuovo software, mi pare, non partono più.
    L'installo ex novo, attivo beryl-compiz, temi maccosi etc...
    Stupenda! Semplicemente meravigliosa! Certo, installare alcuni software è ancora parecchio difficile, però la vista di gnome ripaga.
    Un brutto giorno... freeze! All'inizio penso sia il mio hardware che però con winzozz ha sempre funzionato a dovere. Invece, dopo qualche ricerca, scopro che i freeze sono un problema comune a questa distribuzione. Dopo qualche mese, non sono ancora stati risolti. Il pc è inutilizzabile.
    Racconto solo questa ma ne ho avute anche molte altre.
    non+autenticato
  • Potrei passare anche giorni a programmare perchè mi paice, ma passare giorni ad amministrare il mio sistema mi sembra quanto di più stupido possa esistere.
    Non dico che con Linux sia sempre così, però, dalla mia limitata esperienza, mi è parso che attività che con windows sono immediate, in linux richiedono molto tempo.
    Inoltre:
    XP è NETTAMENTE più veloce e richiede la metà della RAM di una distribuzione linux dotata di gnome o kde.
    XP non è molto più pesante di DreamLinuz.
    Puppy Linux è un'altra storia, veloce e leggero, ma fino a che punto viene incontro alle esigenze dell'utente medio?
    non+autenticato
  • Haiku è sicuramente l'alternativa più interessante a Win, ma credo che nessun OS alternativo possa permettersi oggi di partire da 0 con il software e driver, quando per Win c'è già tutto quello che serve.
    Come molti hanno scritto, oggi ci vuole un sistema utilizzabile come Windows, ma che non sia Windows. Cioè un sistema che non sia Windows, ma su cui funzionino i programmi e i driver già scritti per Windows.
    Con un mercato già invaso al 95% da Win, oggi può essere solo questa la scelta per un OS alternativo vincente.
    ReactOS punta proprio a questo. Non so se per gli utenti avanzati sia ugualmente interessante, ma all'utente desktop è questo che serve.
    http://www.reactos.org/en/index.html
  • 140 commenti e 4/5 di essi parlano di quale distro di linux sia migliore. Occhi prosciuttati, siamo di fronte a una meraviglia della tecnica: un nuovo OS completamente slegato dalla "storia" degli altri contendenti.

    Per chi è appassionato di sistemi operativi, vedere Haiku che vive di vita propria è un orgasmo.
    non+autenticato
  • * sigh *

    Chissa` se ce la fara`, che sia la volta buona che ci ritroviamo un SO compatto ed efficiente? La cosa che piu` mi tira su il morale e` vedere i post di sopra piu` o meno uniformemente orientati verso un desiderio del genere.

    Bene, applausi ovvi da parte mia, anche se un po' sconsolati pensando a quanti anni ci sono voluti per far sorgere un sentimento del genere, ma meglio tardi che mai. Forse in vecchiaia la generazione che ha scoperto i computers negli anni '80 si ritrovera` con un OS che trovera` decente, chissa`...
  • - Scritto da: alex.tg
    > Bene, applausi ovvi da parte mia, anche se un po'
    > sconsolati pensando a quanti anni ci sono voluti
    > per far sorgere un sentimento del genere, ma
    > meglio tardi che mai. Forse in vecchiaia la
    > generazione che ha scoperto i computers negli
    > anni '80 si ritrovera` con un OS che trovera`
    > decente,
    > chissa`...

    Eppure basterebbe guardare fuori dalle FinestreŠ per scoprire un Mondo Nuovo e Libero... mi riferisco in particolare a GNU/Linux, se non si fosse capito Sorride Ce n'è per tutti i gusti ed esigenze; ormai non ci sono più scuse che reggano, se non la pigrizia fisica e mentale dell'utente finale, che preferisce quindi soffrire ogni giorno... Se non si è particolarmente esperti, si può fare un giro su www.ubuntu-it.org per capire come funziona e cosa vuol dire realmente "home computing".
  • - Scritto da: Il Pinguino
    > - Scritto da: alex.tg
    > > Bene, applausi ovvi da parte mia, anche se un
    > po'
    > > sconsolati pensando a quanti anni ci sono voluti
    > > per far sorgere un sentimento del genere, ma
    > > meglio tardi che mai. Forse in vecchiaia la
    > > generazione che ha scoperto i computers negli
    > > anni '80 si ritrovera` con un OS che trovera`
    > > decente,
    > > chissa`...
    >
    > Eppure basterebbe guardare fuori dalle FinestreŠ
    > per scoprire un Mondo Nuovo e Libero... mi
    > riferisco in particolare a GNU/Linux, se non si
    > fosse capito Sorride Ce n'è per tutti i gusti ed
    > esigenze; ormai non ci sono più scuse che
    > reggano, se non la pigrizia fisica e mentale
    > dell'utente finale, che preferisce quindi
    > soffrire ogni giorno... Se non si è
    > particolarmente esperti, si può fare un giro su
    > www.ubuntu-it.org per capire come funziona e cosa
    > vuol dire realmente "home
    > computing".

    Che scatole. Sul serio quelli che propongono Linux ai fan di BeOS credono che questi ultimi siano degli ignoranti che non hanno mai visto Linux? Io conosco e uso linux dagli anni '90, ma lo cambierei subito per un derivato di BeOS messo al passo con i tempi
    non+autenticato
  • Anche io uso Linux da parecchio tempo, ma farei carte false per avere un BeOS anche un po zoppo, unica mancana per adesso è il sw.
    non+autenticato
  • - Scritto da: anonimo
    > Che scatole. Sul serio quelli che propongono
    > Linux ai fan di BeOS credono che questi ultimi
    > siano degli ignoranti che non hanno mai visto
    > Linux? Io conosco e uso linux dagli anni '90, ma
    > lo cambierei subito per un derivato di BeOS messo
    > al passo con i
    > tempi

    E allora, nel frattempo, cosa hai usato oltre Linux, che pare non piacerti? MS-DOS? Mac OS (X)? Windows 95/98/ME/XP/Vista? Avanti, sono proprio curioso...

    PS Io ho semplicemente allargato il discorso a chi non usa che SO M$, ovvio che non volevo insultare nessuno Occhiolino
  • Ma per carità... come rendere linux "semplice" ovvero la ricetta ubuntu:

    caricare un bordello di roba all'avvio
    esautorare root facendo in modo che sudo sia alla portata di qualunque cane
    avere in uscita un os capace di addormentarsi su un xp 1700, lo stesso che invece prende zeta e lo fa filare in meno di 20 secondi.

    Quando haiku sarà pronto capirete di brutto come dev'essere fatto un os per il desktop
    non+autenticato
  • Mmh... comprai una Suse 9 pro, mi pare due-tre anni fa, col quale facevo delle prove per l'infrastruttura di un sito, per valutare il carico sul server su un sistema piu` simile a quello dell'hosting provider. Ho provato anche Red Hat ai tempi della 7.1, e qualche live CD (conobbi Suse da un live CD in effetti). Ma su quel versante un nostalgico come cerca molto meno: login e navigazione in console, X server installato per uso sporadico. Ma io sono un tipo un po'... un po' tanto particolare. Visto che e` stato menzionato, fai conto che MS-DOS e` a tutt'oggi il sistema che abbia apprezzato di piu`, per motivi gia` detti e lunghi da riassumere.
  • Vediamo... una distribuzione senza GUI/per uso server? Debian Stable, che non hai nominato, mi sembra la più indicata Occhiolino
  • Sembra di essere tornati ai tempi di Amiga: l'essenziale senza fronzoli e codice bello compatto. Il risultato e' un sistema che occupa pochissimo spazio ed e' veloce di conseguenza.

    Comunque, se volete provare il vero brivido, date un'occhiata a KolibriOS, che sta in un dischetto da 1.44 pieno zeppo di roba e la cui immagine caricata con Qemu corre in modo impressionante, ma e' asm puro quindi non c'e' da stupirsi.
    Scaricate uno degli archivi "binaries" qui:
    http://www.kolibrios.org/?p=Download
    e provate l'immagine del floppy da 1.44 contenuta nell'archivio.
  • Grazie mille del link: la volevo provare tempo fa, ma lo avevo dimenticato... Triste questa volta va subito in VirtualBox Sorride
  • e pensare che giusto ieri ho avuto una "discussione" col solito M$-Addicted...

    davvero, a vedere questi OS meraviglia scritti come nei bei tempi Fan AmigaFan Commodore64 che ci stanno in nemo di 2 mb...mi viene ancor di più da ridere per quelli che fanno "wow" ogni volta che vedono un ridicolo flip di finestre A bocca aperta
  • il "WOW" e dei produttori HW che venderanno prodotti nuovi grazie a Vista, secondo me.
    Sgabbio
    26178
  • Ecco un buon motivo per mantenere i floppy drive nei nuovi computer venduti Sorride
    non+autenticato
  • - Scritto da: Abusivo
    > Ecco un buon motivo per mantenere i floppy drive
    > nei nuovi computer venduti
    > Sorride

    Io ho comprato un lettore floppy di riserva e tenuto da parte, visto che stanno scomparendo. Ho anche un lettore floppy usb eventualmente. Ho fatto anche scorta di floppy.

    Servono sempre!

    TAD
  • 3.5" o 5.25"?
    non+autenticato
  • - Scritto da: next
    > 3.5" o 5.25"?

    Ma scusa ti pare che esistano ancora i 5.25"?? già che ci 6 perchè non chiedi se formattati a 360K oppure 1,2MB?
    Siamo seri daiA bocca aperta
    LROBY
    lroby
    5311
  • - Scritto da: lroby
    > - Scritto da: next
    > > 3.5" o 5.25"?

    > Ma scusa ti pare che esistano ancora i 5.25"??
    > già che ci 6 perchè non chiedi se formattati a
    > 360K oppure 1,2MB?
    > Siamo seri daiA bocca aperta
    > LROBY

    Io a casa ho ancora dei dischi e un lettore da 8Sorride
    krane
    22544
  • - Scritto da: krane
    > Io a casa ho ancora dei dischi e un lettore da 8
    >Sorride


    PPPssstt...
    non dirlo a nessuno,ma dentro l'armadio ho 2 contenitorini piccoli (da 50 posti cadauno) di floppy da 5.25" di quando avevo i 386/486A bocca aperta
    LROBY
    lroby
    5311
  • - Scritto da: lroby
    > - Scritto da: krane
    > > Io a casa ho ancora dei dischi e un lettore da 8
    > >Sorride
    >
    >
    > PPPssstt...
    > non dirlo a nessuno,ma dentro l'armadio ho 2
    > contenitorini piccoli (da 50 posti cadauno) di
    > floppy da 5.25" di quando avevo i 386/486
    >A bocca aperta
    > LROBY

    Io ho comprato 3 pacchi di floppy da 5.25" su ebay, qualche tempo fa avevo comprato il cavetto per collegare il 1541 al PC. La prospettiva è quella di lanciarmi nel retrogaming più sfrenato, con il leggendario C64 funzionante acquistato 21 anni fa!

    TAD
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | 4 | Successiva
(pagina 1/4 - 16 discussioni)