Mario gioca al Commodore 64

Ai molti classici dei videogiochi già disponibili per Nintendo Wii si aggiungeranno presto anche quelli del Commodore 64, indimenticato home computer degli anni '80. Pronti a rispolverare i joy... ehm, i gamepad?

Roma - Già considerata una delle piattaforme da gioco più appetibili per i nostalgici dei videogame, Wii corteggia ora i milioni di trentenni che negli anni '80 e '90 si sono divertiti con l'home computer più venduto della storia: il Commodore 64.

Confermando le voci che si inseguivano da tempo, Nintendo ha annunciato un accordo con Commodore Gaming, la società che attualmente detiene tutti i marchi e i brevetti Commodore, per portare su Wii alcuni dei più famosi classici del C64.

C64Presto i possessori di Wii potranno giocare ad alcuni dei più famosi titoli creati per la vecchia gloria Commodore: tra questi Uridium, Karate, California Games, Summer Games, Impossible Mission e Jumpman. Ciascun gioco potrà essere acquistato su Wii Shop per 500 punti (5 euro), e fatto girare all'interno di Virtual Console, un emulatore integrato nel software di Wii che oggi è già in grado di supportare piattaforme storiche come NES, SNES, Nintendo 64, Sega Genesis, MSX, Neo Geo e Turbografx 16.
I primi giochi per C64 dovrebbero apparire sul canale Wii Shop delle console europee a partire dalla seconda metà dell'anno. Per il momento non è dato sapere se il supporto al C64 verrà esteso anche a USA e Giappone: l'accordo con l'olandese Commodore Gaming è stato infatti raggiunto da Nintendo Europe.
66 Commenti alla Notizia Mario gioca al Commodore 64
Ordina
  • non ricordo il nome di un gioco che veniva chiamato colo un fantasmino che prendeva palloncini per volare sulle nuvole!sapete dirmi il vero nome?
    non+autenticato
  • Non capisco tutte queste polemiche, il fatto che i giochi del C64 finiscano sul Wii a (secondo me) caro prezzo non ci toglie la possibilità di giocarli con gli emulatori.

    Immagino però che il mondo sia pieno di persone che giocarono col C64 durante la loro infanzia e che poi per mille motivi non hanno più seguito l'evoluzione tecnologica e quindi non sanno come far funzionare un emulatore, reperire le immagini dei giochi, o semplicemente non hanno voglia di sbattersi a farlo (senza sforzarmi troppo penso di consocerne almeno 3 in queste condizioni).

    Si potrebbero vedere quei 5 Euro come il costo del servizio che
    Nintendo offre a tutti queste persone: un metodo oltremodo semplice e "sbattimento free" di rigiocare i titoli della propria infanzia.
  • in effetti vista così sono anche d' accordo; però 5 euro mi sembrano cmq troppi...
  • - Scritto da: pentolino
    > in effetti vista così sono anche d' accordo; però
    > 5 euro mi sembrano cmq
    > troppi...

    Te lo compro io dai, guadagno in karma aiutando un pezzente.
    non+autenticato
  • eh sì sono un pezzente, ho speso tutto per l' iMac a 24"...
  • - Scritto da: pentolino
    > eh sì sono un pezzente, ho speso tutto per l'
    > iMac a
    > 24"...

    Ed ora sei con le manine sporche di mac a lasciare impronte sui vetri di un negozio eh? Poverino.
    non+autenticato
  • no, vado davanti al mac point con il cappello in terra ed il cartello "fate la carità ad un povero macaco".
    tra le trollate la tua è proprio simpatica Sorride
  • - Scritto da: Io blocco il P2P

    > Ed ora sei con le manine sporche di mac a
    > lasciare impronte sui vetri di un negozio eh?
    > Poverino.

    Si dice "sui vectrex di un negozio."
    :D
    non+autenticato
  • > Te lo compro io dai, guadagno in karma aiutando
    > un
    > pezzente.

    Ma che discorso stupido è?
    5 euro sono troppi davvero.
    non+autenticato
  • ...e non pago una lira A bocca aperta

    Basta un emulatore di C64 (ne esistono sia per Window Mobile che Symbian) ed i file che scarichi liberamente da moltissimi siti in rete ed in quasi tutti i casi poiché chi li ha prodotti non esiste manco più sono privi di vincoli di copyright.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Star
    > ...e non pago una lira A bocca aperta
    >
    > Basta un emulatore di C64 (ne esistono sia per
    > Window Mobile che Symbian) ed i file che scarichi
    > liberamente da moltissimi siti in rete ed in
    > quasi tutti i casi poiché chi li ha prodotti non
    > esiste manco più sono privi di vincoli di
    > copyright.

    errore, per legge saresti costretto a cancellare le rom/dump dopo un giorno di utilizzo "di prova".

    poi La Realtà è un altro discorso Occhiolino


    (per essere precisi però gli abandon-ware sono nel più completo limbo della a-legalità non scritta)
  • Diciamo che per gli c'è un "codice etico" (i 10 anni, la non reperibilità in commercio, ecc.) in parte rispettato !
    non+autenticato
  • cinque anni, chiedo scusa
    non+autenticato
  • Tanti paroloni....

    Ora gia mi immagino orde di 30 enni che comprano la Wii perchè "cosi possono rigiocare ai vecchi giochi del c64" pagandoli 5 euro l'uno...

    Quando basta qualche sito ABANDONWARE, sono considerati abbandonati dal produttore dagli stessi produttori.. e dunque di pubblico dominio...

    Un pc, una PSP, un VECCHIO 486, un blackberry, un palmarino windows mobile e PERSINO IL NOKIA Con sistema operativo Symbian (6630,6680, 6600, e tutta la serie N) che molti tengono in tasca, per poter rigiocare a *TUTTI* i giochi del C64

    La nintendo non ha capito una SEGA ( pronunciato "Siga", La casa che produceva il Sega Master System).
    non+autenticato
  • - Scritto da: JattaMan
    > Tanti paroloni....
    >
    >
    > La nintendo non ha capito una SEGA ( pronunciato
    > "Siga", La casa che produceva il Sega Master
    > System).

    Dipende se l'accordo prevede l'esclusiva dei personaggi dei giochi per C64 sul mercato odierno delle consolle.....discorso 5 euro a parte non la vedo cosi' malvagia.
    Qualunque sviluppatore potrebbe gia' avere la comodità di trasferire i giochi piu' evoluti alla reatà tecnica odierna.
  • - Scritto da: JattaMan
    > Tanti paroloni....
    >
    > Ora gia mi immagino orde di 30 enni che comprano
    > la Wii perchè "cosi possono rigiocare ai vecchi
    > giochi del c64" pagandoli 5 euro
    > l'uno...
    >
    > Quando basta qualche sito ABANDONWARE, sono
    > considerati abbandonati dal produttore dagli
    > stessi produttori.. e dunque di pubblico
    > dominio...
    >
    > Un pc, una PSP, un VECCHIO 486, un blackberry, un
    > palmarino windows mobile e PERSINO IL NOKIA Con
    > sistema operativo Symbian (6630,6680, 6600, e
    > tutta la serie N) che molti tengono in tasca, per
    > poter rigiocare a *TUTTI* i giochi del
    > C64
    >
    > La nintendo non ha capito una SEGA ( pronunciato
    > "Siga", La casa che produceva il Sega Master
    > System).

    Senza offesa..
    ma tu secondo me non hai capito lo scopo di questa operazione.

    Nintendo Wii ha fatto un grande successo perché introduce un gameplay interessante e coinvolgente. Vende indipendentemente da virtiual console, canali ecc..quelli sono accessori. Io stesso ho preso il primo Zelda della Virtual Console, probabilmente prenderò anche un gioco del C64 visto che mi ricorda i bei tempi andati.
    Anche perché, se voglio giocare attualmente preferisco farlo su una console, anziché farlo sul pc, o sul telefonino, o su un vecchio 486, o sul termostato di casa.

    I servizi aggiuntivi, che possono interessare gli ha già acquistato una console, non sono certo la ragione principale per indurre l'acquisto. Sono cose che fa piacere avere, punto.

    Cavolo.. davvero è ora di smetterla di sputare su quello che la gente fa, atteggiandosi a esperti di qualsiasi campo, giusto per dare aria alla bocca. Si passa da "esprimere una opinione" a "dare giudizi tanto per fare".
    Bastaaaa!!

    saluti

    Marcello
    non+autenticato
  • Boh, vorrei capire, adesso con tutto il tempo che è passato magari mi ricordo male ma i giochi del C64 quando sono usciti non costavano tipo appunto 10-20 mila lire? Adesso me li rivendi a 5 euro senza confezione, manuale, supporto fisico e pure pieni zeppi di DRM?
    Badate, io sono uno di quelli che pagherebbe per avere alcuni giochi che al momento uso "a scrocco" se ce ne fosse la possibilità; certo dovrebbe essere un prezzo simbolico (tipo 1 o 2 euro, come una suoneria per capirci), però mi farebbe piacere usarli in maniera regolare. E dovrebbero essere ovviamente in formato standard che io possa usare indifferente su Wii, mac, linux (vabbè dai anche su Windows).
    Insomma ho capito, continuerò a giocarli a scrocco quando capita! A bocca aperta
  • - Scritto da: pentolino
    > Boh, vorrei capire, adesso con tutto il tempo che
    > è passato magari mi ricordo male ma i giochi del
    > C64 quando sono usciti non costavano tipo appunto
    > 10-20 mila lire?

    18000, 25000, 12000, 15000, 7500, 5000, 39000, 69000 ... dipende dal gioco ... disco, cassetta, budget game, ecc.

    Adesso me li rivendi a 5 euro
    > senza confezione, manuale, supporto fisico e pure
    > pieni zeppi di
    > DRM?

    Loro ci provano.

    > Badate, io sono uno di quelli che pagherebbe per
    > avere alcuni giochi che al momento uso "a
    > scrocco" se ce ne fosse la possibilità; certo
    > dovrebbe essere un prezzo simbolico (tipo 1 o 2
    > euro, come una suoneria per capirci), però mi
    > farebbe piacere usarli in maniera regolare.

    Che fissazione !

    E
    > dovrebbero essere ovviamente in formato standard
    > che io possa usare indifferente su Wii, mac,
    > linux (vabbè dai anche su
    > Windows).

    Già lo sono : T64, D64, P00, PRG, TAP, CRT, ecc.

    > Insomma ho capito, continuerò a giocarli a
    > scrocco quando capita!
    > A bocca aperta

    Come fanno tutti da sempre, visto che non fai male a nessuno : i soldi non andrebbero di certo ai programmatori che hanno creato quei capolavori negli anni '80 e '90, e che in alcuni casi sono i primi ad incoraggiare la diffusione gratuita tra appassionati.
    non+autenticato
  • - Scritto da: joe tornado
    > > Badate, io sono uno di quelli che pagherebbe per
    > > avere alcuni giochi che al momento uso "a
    > > scrocco" se ce ne fosse la possibilità; certo
    > > dovrebbe essere un prezzo simbolico (tipo 1 o 2
    > > euro, come una suoneria per capirci), però mi
    > > farebbe piacere usarli in maniera regolare.
    >
    > Che fissazione !

    mi spieghi questa frase per favore? quale è il problema?

    >
    > E
    > > dovrebbero essere ovviamente in formato standard
    > > che io possa usare indifferente su Wii, mac,
    > > linux (vabbè dai anche su
    > > Windows).
    >
    > Già lo sono : T64, D64, P00, PRG, TAP, CRT, ecc.

    io intendevo quelli che metteranno sul canale Wii; quelli che hanno messo finora sono tutto fuorchè standard, lucchettati alla grande. Non credo che per il C64 faranno un' eccezione, al limite impacchetteranno uno di quei formati in un' archivio blindato loro senza dire niente a nessuno.
    >
    > Come fanno tutti da sempre, visto che non fai
    > male a nessuno : i soldi non andrebbero di certo
    > ai programmatori che hanno creato quei capolavori
    > negli anni '80 e '90, e che in alcuni casi sono i
    > primi ad incoraggiare la diffusione gratuita tra
    > appassionati.
    Ma infatti non è che non ci dorma la notte, il mame lo uso sono per quei giochi veramente vecchi (anni 80 per capirci), per giocarci 10 minuti ogni tanto. Certo se alla SIAE (ed equivalenti di altri paesi) si occupassero di queste cose invece che rompere le scatole con i bollini e l' equo compenso, magari gli autori originali potrebbero essere giustamente remunerati... prima che qualcuno mi flammi lo riconosco io stesso: non succederà mai, lo so! Triste
  • però mi
    > > > farebbe piacere usarli in maniera regolare.
    > >
    > > Che fissazione !
    >
    > mi spieghi questa frase per favore? quale è il
    > problema?
    >

    Allergia ai bacchettoni. Ma dacchè la legge, comunque, ti dà ragione (seppur non essendo chiaro a chi fai torto emulando in maniera "classica") fai finta che io non abbia scritto nulla.

    > >
    > > E
    > > > dovrebbero essere ovviamente in formato
    > standard
    > > > che io possa usare indifferente su Wii, mac,
    > > > linux (vabbè dai anche su
    > > > Windows).
    > >
    > > Già lo sono : T64, D64, P00, PRG, TAP, CRT, ecc.
    >
    > io intendevo quelli che metteranno sul canale
    > Wii; quelli che hanno messo finora sono tutto
    > fuorchè standard, lucchettati alla grande. Non
    > credo che per il C64 faranno un' eccezione, al
    > limite impacchetteranno uno di quei formati in
    > un' archivio blindato loro senza dire niente a
    > nessuno.
    > >

    Tutto ben preparato per il curioso o il nostalgico occasionale. Chi è appassionato d'emulazione quel software ce l'ha da un bel pezzo; e pensa se dovesse pagare non dico cinque euro, ma anche solo cinque centesimi per ogni immagine disco/nastro/ecc. contenuto nei Tosec o nei Good ... come minimo deve vendersi casa !

    > > Come fanno tutti da sempre, visto che non fai
    > > male a nessuno : i soldi non andrebbero di certo
    > > ai programmatori che hanno creato quei
    > capolavori
    > > negli anni '80 e '90, e che in alcuni casi sono
    > i
    > > primi ad incoraggiare la diffusione gratuita tra
    > > appassionati.
    > Ma infatti non è che non ci dorma la notte, il
    > mame lo uso sono per quei giochi veramente vecchi
    > (anni 80 per capirci), per giocarci 10 minuti
    > ogni tanto. Certo se alla SIAE (ed equivalenti di
    > altri paesi) si occupassero di queste cose invece
    > che rompere le scatole con i bollini e l' equo
    > compenso, magari gli autori originali potrebbero
    > essere giustamente remunerati... prima che
    > qualcuno mi flammi lo riconosco io stesso: non
    > succederà mai, lo so!
    > Triste

    Valli a rintracciare ! Io, piuttosto, farei arrivare qualcosa in tasca ai dumpers, per la loro opera di preservazione.
    non+autenticato
  • - Scritto da: joe tornado
    >
    > Allergia ai bacchettoni. Ma dacchè la legge,
    > comunque, ti dà ragione (seppur non essendo
    > chiaro a chi fai torto emulando in maniera
    > "classica") fai finta che io non abbia scritto
    > nulla.>

    bacchettone io? di tutte le etichette che mi sono visto appioppare negli anni questa è di sicuro tra le più gratuite e divertenti! A bocca aperta

    >
    > Tutto ben preparato per il curioso o il
    > nostalgico occasionale. Chi è appassionato
    > d'emulazione quel software ce l'ha da un bel
    > pezzo; e pensa se dovesse pagare non dico cinque
    > euro, ma anche solo cinque centesimi per ogni
    > immagine disco/nastro/ecc. contenuto nei Tosec o
    > nei Good ... come minimo deve vendersi casa
    > !
    abbiamo un percezione diversa, secondo me un prezzo di 1E sarebbe equo, dal momento che ragionevolmente uno ne dovrebbe avere un decina al massimo (a che serve avere centinaia di giochi a cui non giochi mai?)

    >
    > Valli a rintracciare ! Io, piuttosto, farei
    > arrivare qualcosa in tasca ai dumpers, per la
    > loro opera di
    > preservazione.

    sì su questo potrei anche essere d' accordo; però dico solo che se la SIAE fosse come dovrebbe essere sarebbe una sorta di punto di raccordo tra gli autori (che appunto si potrebbero iscrivere per ricevere in compensi) e i fruitori (che pagherebbero i compensi alla SIAE). Mi rendo conto che questo funzionerebbe solo in un mondo ideale.
  • > abbiamo un percezione diversa, secondo me un
    > prezzo di 1E sarebbe equo, dal momento che
    > ragionevolmente uno ne dovrebbe avere un decina
    > al massimo (a che serve avere centinaia di giochi
    > a cui non giochi
    > mai?)
    >

    Sindrome da "0 missing", bramosia di possesso, poter dire "io ne ho più di te" ... per quanto riguarda me, collezionismo, volontà di preservare e libertà di scelta. Comunque, non è che ho tutto, anzi. Credo sia umanamente impossibile stare dietro a tutti i set, a meno che non si faccia solo quello nella vita.

    > >
    > > Valli a rintracciare ! Io, piuttosto, farei
    > > arrivare qualcosa in tasca ai dumpers, per la
    > > loro opera di
    > > preservazione.
    >
    > sì su questo potrei anche essere d' accordo; però
    > dico solo che se la SIAE fosse come dovrebbe
    > essere sarebbe una sorta di punto di raccordo tra
    > gli autori (che appunto si potrebbero iscrivere
    > per ricevere in compensi) e i fruitori (che
    > pagherebbero i compensi alla SIAE). Mi rendo
    > conto che questo funzionerebbe solo in un mondo
    > ideale.
    non+autenticato
  • - Scritto da: joe tornado
    >
    > Sindrome da "0 missing", bramosia di possesso,
    > poter dire "io ne ho più di te" ... per quanto
    > riguarda me, collezionismo, volontà di preservare
    > e libertà di scelta. Comunque, non è che ho
    > tutto, anzi. Credo sia umanamente impossibile
    > stare dietro a tutti i set, a meno che non si
    > faccia solo quello nella
    > vita.

    ok, partiamo da presupposti diversi; a me interessa al massimo rigiocare a quelli che per me hanno significato qualcosa (tali che ancora me li ricordo a distanza di 20 anni), per gli altri pazienza, se ne occuperà qualcun altro, senza problemi.
    Mi fa piacere che abbiamo serenamente ricomposto quello che poteva degenerare in un flame Sorride
    Saluti
  • Io, oltre a rivivere i giochi che avevo conosciuto venti anni fa, mi levo lo sfizio di provare - e, tempo permettendo, approfondire - quei titoli che negli anni della mia "giovinezza" videoludica potevo solo vedere nelle fotografie delle riviste di settore, perchè non ero in possesso del computer o console su cui girano nativamente : è una bella opportunità !

    CiaoSorride
    non+autenticato
  • - Scritto da: joe tornado
    > Io, piuttosto, farei arrivare qualcosa in tasca ai
    > dumpers, per la loro opera di preservazione.

    :D
    non+autenticato
  • Che poi vabbè potrebbero essere anche solo per wii, in fondo tu paghi l'accesso al servizio, ma anche secondo me piu di un paio di euro non dovrebbero chiedere!
    non+autenticato
  • contenuto non disponibile
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 9 discussioni)