Banche, trojan aumentati del 463%

Lo dice Panda Security. Il malware č diretto agli utenti Windows meno accorti

Milano - Con una preoccupata nota, Panda Security ha fatto sapere che i propri laboratori hanno intercettato nel 2007 un numero di trojan bancari del 463 per cento più elevato di quanto registrato l'anno precedente.

Questo genere di malware colpisce in particolare gli utenti Windows meno attenti alla protezione dei propri sistemi e viene diffuso attraverso email virali, spam puro e semplice o nell'ambito di operazioni di phishing: l'aumento esponenziale dei conti correnti online e il loro utilizzo anche da parte di utenti non sempre consapevoli dei pro e contro di certe tecnologie offre il fianco alle aggressioni telematiche dei cyber-criminali.

"Lo straordinario aumento di trojan bancari - sostiene Panda - è dovuto alla nuova dinamica del malware. I cyber-criminali non sono in più alla ricerca di notorietà, bensì di ritorni economici. In questo senso questi codici sono strumenti molto utili, in quanto sono progettati per il furto di dati e di numeri di conti bancari e sono stati utilizzati ultimamente per derubare gli utenti".
La raccomandazione, evidentemente, è quella di rendere più sicuri i propri sistemi, di filtrare le aggressioni sfruttando il proprio senso critico e la propria intelligenza, aggiornare sempre tool di sicurezza e sistema operativo quando sono resi disponibili gli update.
5 Commenti alla Notizia Banche, trojan aumentati del 463%
Ordina
  • Invece di perdere tempo a obbligare i providers a bloccare il traffico P2P, si farebbe un servizio migliore se li si convincesse a collaborare nella repressione delle botnet.

    Sarebbe fattibile tecnicamente? Non saprei, forse no.
    Basterebbe identificare i PC zombi, se possibile, e segnalarli ai providers i quali bloccherebbero qualunque connessione alla rete, reindirizzandoli ad una pagina web dove viene spiegata la situazione e suggerite varie soluzioni per risolverla.
    Analogamente potrebbero essere bloccate le mail in uscita, e allo stesso tempo inviate mail ricorrenti con le stesse informazioni di cui sopra.
    Solo una volta che il PC risulti pulito può essere riammesso in rete.

    Certo, qualcuno potrebbe lamentarsi della violazione dei propri diritti, ma anche avere la patente di guida è un diritto, che può essere revocato per inadempienze gravi.
    Che ne dite?
    Funz
    13000
  • Visto e considerato il tutto.... chissà che la gente si svegli fuori che sono tutti d'accordo...

    Arriva Panda antivirus e ci dice che cè rischio nella rete.... cavolo che sforzo, che lavoro di intelligence suprema.... dovrebbere essere per prime chi da la linea adsl a mettere i filtri e assicurarsi delle reti... e windows dovrebbe smetterla di fare il finto sistema sicuro....

    Cmq comperate Panda antivirus!!! magari tra 5 anni vi dice che esistono anche i virus nella rete...
    non+autenticato
  • Forza Windows! Siamo tutti con te! A bocca aperta
  • Che notiziona! Ci voleva Panda per dircelo. PS: La Redazione è sempre pron(t)a ad informarci quando si tratta di camuffare una réclame da notizia.
    non+autenticato
  • "I cyber-criminali non sono in più alla ricerca di notorietà, bensì di ritorni economici"

    Veramente e' una situazione che va avanti almeno dal 2004...
    non+autenticato