Windows non è di Microsoft

Questa la tesi di Lindows, la piccola start-up che sfida il colosso Microsoft con una nuova mozione in tribunale, nella quale si chiede di infliggere a MS un colpo durissimo affermando la genericità del marchio Windows

San Diego (USA) - Lindows è desiderosa di mettere la parola fine alla causa legale con Microsoft, un contenzioso di cui, come si ricorderà, la piccola start-up californiana ha già vinto i primi due round, riuscendo ad annullare tutte le richieste di ingiunzione preliminare con cui Microsoft aveva chiesto la chiusura del sito Lindows.com e il blocco del sistema operativo LindowsOS.

Lindows ha ora annunciato di aver presentato alla corte del tribunale una mozione che possa stabilire una volta per tutte che "windows" è un termine generico anche nel campo dei sistemi operativi, e dunque non è rivendicabile come trademark da parte di Microsoft.

In particolare, Lindows sostiene che è dal 1970 che la parola "windows" viene utilizzata per identificare una funzionalità inerente le interfacce grafiche. "Questo dimostra - si legge nella mozione presentata da Lindows - che il termine "windows" è stato usato come termine generico (...) per oltre 20 anni".
Lindows si è detta convinta della possibilità di ottenere una facile vittoria, soprattutto a causa del fatto che nelle precedenti sentenze, entrambe a favore di Lindows, il giudice John Coughenour aveva già basato buona parte delle sue considerazioni proprio sulla genericità del termine "windows" e si spingeva persino ad affermare che la validità del famoso marchio di Windows era "assai precaria". A sostegno del proprio giudizio, Coughenour ricordò come l'ufficio brevetti americano respinse più volte il marchio prima di approvarlo, nel 1995.

Pochi mesi fa, in occasione della seconda vittoria sul gigante di Redmond, Micheal Robertson, il CEO di Lindows, non esitò a sfruttare la situazione favorevole per dichiarare al mondo che "il trademark Windows è ora a rischio e imputabile". Una crepa, quella nella difesa di Microsoft, che gli avvocati di Robertson tenteranno ora di utilizzare per sbriciolare tutte le fondamenta su cui poggiano la linea d'accusa e i reclami del colosso di Redmond.

La sentenza potrebbe avere un epilogo clamoroso per Microsoft, visto che in gioco non c'è soltanto il contenzioso con Lindows, ma il diritto stesso di poter continuare ad utilizzare in modo esclusivo uno dei marchi più conosciuti al mondo.
TAG: microsoft
99 Commenti alla Notizia Windows non è di Microsoft
Ordina
  • fossi in voi non farei troppo lo spiritoso, se M$ vince tutti quelli che hanno delle finestre in casa dovranno pagare delle Royalties
    non+autenticato

  • - Scritto da: spiritoso
    > fossi in voi non farei troppo lo spiritoso,
    > se M$ vince tutti quelli che hanno delle
    > finestre in casa dovranno pagare delle
    > Royalties
    Guarda che windows e' gia un marchi (c) Microsoft. Se vince, si limita a restare tale...
    non+autenticato
  • Una domanda che mi viene spontanea subito: ma lindows (Ndr: che cavolo di nome!chissà poi cosa significherà, anche questi hanno avuto poca fantasia allora?!) perchè ci ha messo così tanto tempo ad accusare la microsoft di usare i termini "windows, word, etc..." in modo così generico?
    Non lo potevano dire già qualche anno fà? Ci hanno messo 20 anni a capirlo? (E' molto facile prendere + velocità sulla scia di un altra macchina che sta davanti(Es. della formula 1), "gurdate quante società di tanto in tanto escono fuori e si inventano le peggio cose per far cadere la Microsoft"!!!!)
    Forse perchè queste società pensano che se la microsoft perde qualche sentenza a favore di qualche altra società, perchè non dovrebbe andar bene anche a loro? "Quanta invidia c'è in giro".

    Per quanto riguarda le parole utilizzate sono d'accordo sul fatto che sono generici, ma se loro hanno avuto il brillante intuito di utilizzarli come nomi dei loro software non vedo dovè il problema! VI RICORDO CHE "WORD" prima che uscissero i computer era solo una semplice parola
    americana per dire "parola", ora se io imprenditore creo un software e sono il primo ad utilizzare questa parola per identificare un mio prodotto e per di + mi viene anche autorizzato l'uso, ma perchè gli altri devono rompere così tanto? Mica la microsoft ha vietato di combinare il termine "word" con altri termini...vedete Wordperfect, wordstar e ne uscito anche un altro di cui non ricordo il nome".

    Un altra cosa il termine "Word processor" mi sembra che sia stato utilizzato (o inventato) dopo che la microsoft abbia inventato "winword" o sbaglio? Essendo il primo "word processor" non poteva esistere prima questo termine("word processor").

    N.B.: Una domanda rivolta a tutti coloro che disprezzano i prodotti Microsoft: ma se li disprezzate ma perchè li utilizzate?
    Vi ricordo che esistono altre alternative!
    non+autenticato
  • che sia una speculazione è fuor di dubbio: ma stanno rubando un'auto a qualcuno che nonla possedeva, l'aveva solo presa in prestito dal "comune".
    non+autenticato

  • > N.B.: Una domanda rivolta a tutti coloro che
    > disprezzano i prodotti Microsoft: ma se li
    > disprezzate ma perchè li utilizzate?
    > Vi ricordo che esistono altre alternative!

    Probabilmente fa trend sparlare di MS...
    non+autenticato
  • Secondo me non c'è molto da divagare: l'azienda produttrice di Lindows si è vista arrivare una denuncia assurda in cui le volevano vietare di usare il nome ke aveva; lei si è difesa, e per cocludere in bellezza la causa passa da accusata ad accusatrice. La Microsoft se l'è voluta, è inutile stare a parlare di "brillanti idee", ciò ke ha fatto è sleale (come molte delle cose che fa la MS) e perdipiù, a quanto pare, passibile legalmente secondo le normative riguardanti i "nomi troppo generici". Non mi sembra ci siano da denotare intenzioni particolari di infangare la Microsoft, ma semplicemente di difendersi attaccando. E questo è tutto.
    non+autenticato


  • - Scritto da: slack\b0y
    > La Microsoft se l'è voluta, è inutile stare
    > a parlare di "brillanti idee", ciò ke ha
    > fatto è sleale (come molte delle cose che fa
    > la MS)

    non capisco... sembra che viviate in Guarakistan..
    o forse non siete del campo e non avete veramente idea di come funziona l'economia nell'informatica... e vi fate impapocchiare facilmente dai fazionismi di certi editori...

    ma veramente pensate che IBM, Sun, Compaq, HP, Cisco e compagnia bella, non agisca costantemente ne piu' ne meno come microsoft e come qualunque altra azienda?!?!?
    ma siete fuori?!?
    e' un po' come se credeste davvero a tutte le cacchiate che possono dire i repubblicani in USA pensando che solo i democratici sono "sporchi".
    o viceversa...

    pazzesco.. questi credono che se sparisce
    microsoft tutto sia pulito...

    un po' come, per evitare in spagna l'incetta di scudetti di real e barcellona, togliessimo di mezzo le due squadre.
    sapete che succederebbe?
    20 anni di scudetto a valencia e atletico.
    e di nuovo da capo...

    vabbe' ne parliamo quando cominciate a lavorare
    buonanotte...
    non+autenticato

  • > Un altra cosa il termine "Word processor" mi
    > sembra che sia stato utilizzato (o
    > inventato) dopo che la microsoft abbia
    > inventato "winword" o sbaglio? Essendo il
    > primo "word processor" non poteva esistere
    > prima questo termine("word processor").

    Sorride ehhh.... beata ignoranza.
    be insomma... prima c'era word x dos, c'era word per mac, ce ne erano uno scacielo. Star Write, word perfect, word star... insomma poi mica l'hanno fatto in microsoft word! l'hanno comprato come tutti i programmi. dos,windows 3x,word,excel, winnt, access ....
    non+autenticato
  • purtroppo devo darti ragione....
    Andate a visitare questo sito :

    http://web2.gpnet.it/pellegrini/museo/origini/bene...

    In effetti già l'ibm e l'olivetti avevano inventato il modo per scrivere e fare ricerche di documenti già prima che fosse uscito il DOS.
    (quindi il "winword" della microsoft non è stato il primo "word processor" come credevo!)

    Quindi il termine "Word processor" esisteva già molto prima, e quindi mi scuso per questa mia ignoranza.Sorride

    ciao ciao
    non+autenticato


  • - Scritto da: WordWindows
    > ma perchè gli
    > altri devono rompere così tanto?

    perché il monopolio microsoftt sta continuando la sua guerra ai competitori cercando di distruggerli con pretesti meschini e ILLIBERALI prima che possano entrare in competizione con il monopolio

    Microsoft sta continuando a tenere gli stessi comportamenti anti-competitivi che l'hanno portata alla CONDANNA; e che il monopolio microsoft sia stato condannato non ti sfugge, spero: microsoft è PREGIUDICATA per reati economici: per aver infranto le leggi ANTI-TRUST. Il comportamento monoplistico delle aziende viene visto, in USA, ancora più negativamente del comunismo.

    > Mica la
    > microsoft ha vietato di combinare il termine
    > "word" con altri termini...

    per intanto sta facendo guerra a chi vuole usare un termine generico tratto dalla lingua inglese. Domani chissà.

    Proprio per questo fa FERMATA, ORA.

    > N.B.: Una domanda rivolta a tutti coloro che
    > disprezzano i prodotti Microsoft: ma se li
    > disprezzate ma perchè li utilizzate?

    domanda impropria: come fai a sapere che TUTTI coloro che li disprezzano poi LI USANO ?

    Per questa domanda vuota di contenuti (perché ne mancano i presupposti) hai utilizzato _addirittura_ un "NB": che spreco!

    non+autenticato
  • > > N.B.: Una domanda rivolta a tutti coloro
    > che
    > > disprezzano i prodotti Microsoft: ma se li
    > > disprezzate ma perchè li utilizzate?
    >
    > domanda impropria: come fai a sapere che
    > TUTTI coloro che li disprezzano poi LI USANO
    > ?

    http://www.google.com/press/zeitgeist.html
    non+autenticato


  • - Scritto da: preconizzatore
    > > > N.B.: Una domanda rivolta a tutti
    > coloro
    > > che
    > > > disprezzano i prodotti Microsoft: ma
    > se li
    > > > disprezzate ma perchè li utilizzate?
    > >
    > > domanda impropria: come fai a sapere che
    > > TUTTI coloro che li disprezzano poi LI
    > USANO
    > > ?
    >
    > http://www.google.com/press/zeitgeist.html

    oggi non gioco a golf, grazie.

    comunque la tua non è una risposta.

    La domanda è: come fai a sapere che TUTTI coloro che disprezzano oùi prodotti microsoft, poi LI USANO ?

    Per rispondere a questa domanda devi dare una dimostrazione _diretta_ di come TUTTI coloro che disprezzano (e devi fornire un rapporto dettagliato fornendo nomi, cognomi e le altre generalità per controllare i dati forniti) poi usano (e di questo uso va fornito un rapporto dettagliato tale da superare un controllo oggettivo)

    Solo in questo modo si può dimostrare questa affermazione categorica.

    Se ti accontenti dei "si dice" (che poi producono statistiche in cui l'Italia avrebbe il golf come sport preferito), accomodati. Ognuno ha il diritto di crearsi un mondo proprio. Se però si pretende che le affermazioni abbiano un valore oggettivo vanno fornite prove.

    Prove che (ad esempio) hanno portato alla condanna del monopolio microsoft, colpevole di aver violato le norme anti-trust.

    Che microsoft sia un monopolio condannato è un fatto, controllabile DA TUTTI presso il sito della amministrazione della giustizia USA.

    Altre affermazioni basate sui "si dice" non hanno lo status dei "fatti" come quello sopra riportato


    non+autenticato


  • - Scritto da: zap
    >
    >
    > - Scritto da: preconizzatore
    > > > > N.B.: Una domanda rivolta a tutti
    > > coloro
    > > > che
    > > > > disprezzano i prodotti Microsoft: ma
    > > se li
    > > > > disprezzate ma perchè li utilizzate?
    > > >
    > > > domanda impropria: come fai a sapere
    > che
    > > > TUTTI coloro che li disprezzano poi LI
    > > USANO
    > > > ?
    > >
    > > http://www.google.com/press/zeitgeist.html
    >
    > oggi non gioco a golf, grazie.
    >
    > comunque la tua non è una risposta.
    >
    > La domanda è: come fai a sapere che TUTTI
    > coloro che disprezzano oùi prodotti
    > microsoft, poi LI USANO ?



    MA soprattutto perché uno, potendo scegliere, dovrebbe usare IE quando esiste Mozilla?
    Perché uno, potendo scegliere, dovrebbe usare Word quando esiste LaTex?
    Perché uno, potendo scegliere, dovrebbe usare Windows (400?...) quando esistono OsX (166?) e Linux (...gratis)?
    Masochismo?
    Ignoranza?
    Gusto dell'orrido?
    O solo voglia insopprimibile di far parte di quella massa che "adora" il golf?


    >
    > Per rispondere a questa domanda devi dare
    > una dimostrazione _diretta_ di come TUTTI
    > coloro che disprezzano (e devi fornire un
    > rapporto dettagliato fornendo nomi, cognomi
    > e le altre generalità per controllare i dati
    > forniti) poi usano (e di questo uso va
    > fornito un rapporto dettagliato tale da
    > superare un controllo oggettivo)
    >
    > Solo in questo modo si può dimostrare questa
    > affermazione categorica.
    >
    > Se ti accontenti dei "si dice" (che poi
    > producono statistiche in cui l'Italia
    > avrebbe il golf come sport preferito),
    > accomodati. Ognuno ha il diritto di crearsi
    > un mondo proprio. Se però si pretende che le
    > affermazioni abbiano un valore oggettivo
    > vanno fornite prove.
    >
    > Prove che (ad esempio) hanno portato alla
    > condanna del monopolio microsoft, colpevole
    > di aver violato le norme anti-trust.
    >
    > Che microsoft sia un monopolio condannato è
    > un fatto, controllabile DA TUTTI presso il
    > sito della amministrazione della giustizia
    > USA.
    >
    > Altre affermazioni basate sui "si dice" non
    > hanno lo status dei "fatti" come quello
    > sopra riportato
    >
    >
    non+autenticato
  • Attenzione a non confondere Windows con Window la "S" finale fa la differenza su cui Microsoft potrebbe appoggiarsi per vincere la causa!!!!!
    non+autenticato


  • - Scritto da: Fantamen
    > Attenzione a non confondere Windows con
    > Window la "S" finale fa la differenza su cui
    > Microsoft potrebbe appoggiarsi per vincere
    > la causa!!!!!

    non credo che un plurale faccia la differenza.

    L'ambiente originario della Xerox (quello elaborato dal gruppo PARC negli anni '70) era un classico "ambiente a finestre".

    L'ambiente a finestre (si noti il plurale) non è in alcun modo riconducibile alla sola microsoft, per fortuna.




    non+autenticato


  • - Scritto da: Fantamen
    > Attenzione a non confondere Windows con
    > Window la "S" finale fa la differenza su cui
    > Microsoft potrebbe appoggiarsi per vincere
    > la causa!!!!!

    E' proprio il punto che ne definisce la descrittività e rischierebbe di fargliela perdere, la causa.
    non+autenticato
  • Il prodotto di cui il monopolio microsoft detiene il marchio registrato è: "microsoft windows" (R)

    Quindi la pretesa, sostenuta in tribunale dal monopolio microsoft, di possedere per estensione tutti i possibili marchi in cui campeggi la parola "windows", è un vero attentato alla libertà di utilizzo delle parole, oltre che un attentato alla libertà di imprenditorìa e di commercio.

    Breve cronistoria: l'interfaccia a _finestre_ (windows) è stata inventata alla fine degli anni '60 e solo intorno alla metà degli anni '70 ha avuto le prime versioni commerciali (Xerox); solo ai primi degli anni '80 ha avuto il successo con Apple e SUCCESSIVAMENTE con "microsoft windows" 1.0 e in ambiente UNIX con l'interfaccia "X Window System".

    Quindi di ambienti a finestre (windows) ce ne sono sempre stati anche prima che li commercializzasse microsoft.

    Il fatto che il suo status di monopolio le abbia permesso di diffondere di più le proprie finestre non dà al monopolio microsoft alcun diritto di appropriazione di nessuna parola del vocabolario.

    Microsoft è scivolata sulla buccia di banana messa lì da essa stessa.

    Del resto che il monopolio microsoft fosse un'azienda solo dedita a far soldi sui cavilli e non sull'innovazione VERA è ormai una verità che molti possono toccare con mano.






    non+autenticato

  • Infatti chi innova è Linux.....
    peccato che arriva a volte con quattro anni di ritardo....
    ma va.....

    non+autenticato


  • - Scritto da: matteooooo
    >
    > Infatti chi innova è Linux.....

    in effetti...anche tu hai sentito parlare del file system distribuito NUMA ?

    E che dire dell'innovazione sul fronte del "metodo di sviluppo" open-source, per cui Torwalds è stato PREMIATO dalla nota rivista "Science" ?

    Lo sai ? è la stessa _innovazione_ che è stata ufficialmente riconosciuta da Ballmer (pur con tutti gli scongiuri che gli si addicono), tanto che, con la loro iniziativa "shared source" stanno provando a emularne gli effetti sul loro codice.

    > peccato che arriva a volte con quattro anni
    > di ritardo....

    a volte, ma a volte avviene il contrario

    1-l'USB 2.0 era già nel kernel di LINUX prima che fosse introdotto in windows

    2-Il supporto al processore a 64bit di Intel è arrivato prima di quello di microsoft: i primi titanium a essere venduti sono quelli pilotati da LINUX

    3-Il clustering, che non è certo una tecnologia nuova, è facilmente implementata su piattaforme UNI-Like come lINUX. Su questo fronte microsoft LATITA da ANNI (e ci soffre, come sa chi ha letto l'imbarazzata intervista di Ballmer)

    4-La sicurezza è sempre stato il tallone d'achille del monopolio microsoft, e sempre il fiore all'occhiello delle piattaforme UNIX-Like come LINUX.

    Comunque anche se queste fossero solo rondini (che non fan primavera), rimane il fatto che i proclami di INNOVAZIONE non vengono dal mondo open source (che pure qualche argomento ce l'ha); è il grande monopolio microsoft che vuole farsi passare per innovatore e non perde un secondo per ribadirlo, pur non avendo nel proprio carniere tecnologico che il NULLA. Microsoft si fa passare per azienda che INNOVA, ma non ha inventato alcunché della tecnologia che sfrutta.

    Innovazione da parte del monopolio microsoft? forse, ma solo sul fronte giudiziario: è stata la prima azienda (dopo l'AT&T) ad essere CONDANNATA per abuso di monopolio e violazione delle leggi anti-trust: il suo caso sta facendo epoca in tutti gli studi legali! Microsoft viene studiata a LEGGE, non a INFORMATICA (fino a che il monopolio microsoft non metterà le mani sul brevetto del Bubblesort, naturalmente: allora sui testi di informatica dovranno mettere una nota in calce per precisare la "proprietà intellettuale" di microsoft sull'ennesimo algoritmo; bell'innovazione)






    non+autenticato



  • > in effetti...anche tu hai sentito parlare
    > del file system distribuito NUMA ?

    Il journaling del file system cosa molto più semplice è arrivato relativamente da poco...

    > E che dire dell'innovazione sul fronte del
    > "metodo di sviluppo" open-source, per cui
    > Torwalds è stato PREMIATO dalla nota rivista
    > "Science" ?

    La GPL l'ha inventata Torsvald.... mi giunge nuova...

    > Lo sai ? è la stessa _innovazione_ che è
    > stata ufficialmente riconosciuta da Ballmer
    > (pur con tutti gli scongiuri che gli si
    > addicono), tanto che, con la loro iniziativa
    > "shared source" stanno provando a emularne
    > gli effetti sul loro codice.

    La shared source e la GPL sono due cose talmente diverse che è inutile confrontarle...

    > > peccato che arriva a volte con quattro
    > anni
    > > di ritardo....
    >
    > a volte, ma a volte avviene il contrario
    >
    > 1-l'USB 2.0 era già nel kernel di LINUX
    > prima che fosse introdotto in windows

    Concesso...

    > 2-Il supporto al processore a 64bit di Intel
    > è arrivato prima di quello di microsoft: i
    > primi titanium a essere venduti sono quelli
    > pilotati da LINUX

    Processori a 64bit ne esistono da una vita... il fatto che Linux sia arrivato prima su Intel conta poco... visto anche il numero di proc 64bit venduti da Intel


    > 3-Il clustering, che non è certo una
    > tecnologia nuova, è facilmente implementata
    > su piattaforme UNI-Like come lINUX. Su
    > questo fronte microsoft LATITA da ANNI (e ci
    > soffre, come sa chi ha letto l'imbarazzata
    > intervista di Ballmer)

    Dici bene UNIX .... il clustering non l'ha mica inventato Linux...


    > 4-La sicurezza è sempre stato il tallone
    > d'achille del monopolio microsoft, e sempre
    > il fiore all'occhiello delle piattaforme
    > UNIX-Like come LINUX.

    Sempre UNIX ma anche MVS e OS/400

    Se nessuno se ne è ancora accorto tutto il buono di Linux deriva dagli Unix che sono vecchi di 40 anni...Linux di persè non ha inventato nulla...
    E tutt'oggi non inventa nulla si limita a copiare i programmi di terzi... arrivando inesorabilmente in ritardo...


    non+autenticato


  • - Scritto da: matteooooo

    >    
    > > 2-Il supporto al processore a 64bit di
    > Intel
    > > è arrivato prima di quello di microsoft: i
    > > primi titanium a essere venduti sono
    > quelli
    > > pilotati da LINUX
    >
    > Processori a 64bit ne esistono da una
    > vita...

    ...ma a prezzi bassi, come quelli che possono derivare da una diffusione delle piattaforme Intel, non ce ne sono da una vita.
    LINUX aggiunge al costo basso delle piattaforme Intel/AMD il costo irrisorio del sistema e dei programmi per utilizzare queste nuove piattaforme a bassissimo costo.
    Se non è una rivoluzione tecno/economica questa...

    > il fatto che Linux sia arrivato
    > prima su Intel conta poco...

    ma qui si stava valutando proprio il fatto che ci sia arrivato PRIMA del monopolio (che si definisce campione dell'innovazione nell'interesse degli utenti) e tu arrivi alla dimostrazione della tua parzialità quando affermi che LINUX arriva in ritardo e se arriva prima... allora non conta.

    Se sei solo tu a decidere ciò che conta e ciò che non conta, allora nel mondo che ti sei disegnato e tratteggiato con le tue matite colorate otterrai tutte le ragioni che vuoi. Buona fortuna.


    > > 3-Il clustering, che non è certo una
    > > tecnologia nuova, è facilmente
    > implementata
    > > su piattaforme UNI-Like come lINUX. Su
    > > questo fronte microsoft LATITA da ANNI (e
    > ci
    > > soffre, come sa chi ha letto l'imbarazzata
    > > intervista di Ballmer)
    >
    > Dici bene UNIX .... il clustering non l'ha
    > mica inventato Linux...

    certo, ma lo sta portando a grandi livelli e a diffusione elevatissima (con tutto ciò che questo comporta in fatto di libertà innovativa e di sperimentazione), data la grande diffusione che ne permette in base al costo irrisorio se confrontato con altre soluzioni solamente proprietarie.
    Qui, su questo fronte, il monopolio microsoft è _impotente_ e imbarazzato perché non è in grado di dimostrare neanche a parole quanto innovative siano le sue "soluzioni": semplicemente non esistono.

    E oltre al clustering, non dovresti dimenticare la frontiera del calcolo distribuito, facilmente aggredibile con piattaforme hard/soft di bassissimo costo come quelle Linux+Intel/AMD.

    > > 4-La sicurezza è sempre stato il tallone
    > > d'achille del monopolio microsoft, e
    > sempre
    > > il fiore all'occhiello delle piattaforme
    > > UNIX-Like come LINUX.
    >
    > Sempre UNIX ma anche MVS e OS/400

    ma dai costi notevolmente superiori rispetto a soluzioni LINUX+Intel/AMD

    > Se nessuno se ne è ancora accorto tutto il
    > buono di Linux deriva dagli Unix che sono
    > vecchi di 40 anni...Linux di persè non ha
    > inventato nulla...

    ma quel "buono" lo rende disponibile per TUTTI a prezzi infimi.

    E la schiera di persone che possono utilizzare questi strumenti già buoni possono liberamente migliorarlo.

    Questa è l'innovazione che è stata riconosciuta a Torvalds: l'aver realizzato un coacervo di collaborazioni attraverso la rete come non si era MAI visto prima, tanto da superare e surclassare l'oscuro sviluppo di HURD, che era in pole position per la realizzazione di un sistema interamente free.

    > copiare i programmi di terzi...

    già copiati e implementati da quarti e quinti ecc...

    > arrivando
    > inesorabilmente in ritardo...
    >

    qui ti sei smentito da te. Infatti all'inizio affermavi:


    > > 1-l'USB 2.0 era già nel kernel di LINUX
    > > prima che fosse introdotto in windows
    >
    > Concesso...

    quindi, poiché almeno per un caso la tua affermazione categorica è errata, allora tale affermazione è errata "tout court".

    Domanda? Dove sono i campioni dell'innovazione di microsoft quando se ne ha bisogno per portare novità in un mercato ICT in difficoltà come quello attuale?

    Risposta: a difendere la trincea su una pagina del vocabolario Inglese, facendo la guerra sporca legale a una startup che vuole competere apertamente con il monopolio.

    non+autenticato
  • Skippo tutta la prima parte in quanto sicuramente non arriveremmo mai ad una conclusione...

    > Domanda? Dove sono i campioni
    > dell'innovazione di microsoft quando se ne
    > ha bisogno per portare novità in un mercato
    > ICT in difficoltà come quello attuale?
    >
    > Risposta: a difendere la trincea su una
    > pagina del vocabolario Inglese, facendo la
    > guerra sporca legale a una startup che vuole
    > competere apertamente con il monopolio.

    La startup ha apertamente provocato il gigante pensando, secondo me, di riuscire ad ottenere qualcosa in sede extra-giudiziale...

    La competizione la fanno anche RedHat,Mandrake,Debian senza scimmiotare Microsoft...
    non+autenticato


  • - Scritto da: matteooooo

    > > Domanda? Dove sono i campioni
    > > dell'innovazione di microsoft quando se ne
    > > ha bisogno per portare novità in un
    > mercato
    > > ICT in difficoltà come quello attuale?
    > >
    > > Risposta: a difendere la trincea su una
    > > pagina del vocabolario Inglese, facendo la
    > > guerra sporca legale a una startup che
    > vuole
    > > competere apertamente con il monopolio.
    >    
    > La startup ha apertamente provocato il
    > gigante pensando, secondo me, di riuscire ad
    > ottenere qualcosa in sede
    > extra-giudiziale...

    ma di questa tua opinione non puoi presentare alcuna prova sostanziale. Siamo ai "si dice" o ai "miti", per usare il termine tanto caro ai win-maniac

    > La competizione la fanno anche
    > RedHat,Mandrake,Debian senza scimmiotare
    > Microsoft...

    ti dimostro subito che sbagli e che lo "scimmiottamento" è una pratica tanto diffusa nell'ambito informatico che è stato coniato un neologismo ben preciso: "implementazione".

    E così di ogni idea XX si ha un'_implementazione_ sulla piattaforma YY.

    Ad esempio: se su windows c'è l'interfaccia grafica di nome omonimo, questa c'è anche sui sistemi unix-like e si chiama (udite, uduùite) "X window system". Si noti il nome, che contiene la fatidica parola "window". Questo nome sembra una sfida al "gigante" ancora più di "Lindows" perchè il NOME incriminato c'è TUTTO: questi sacrileghi di UNIX (e LINUX) avrebbero così l'ardire di usare la parola "sacra" di William III !

    E che lo scimmmiottamento sia tanto usato da microsoft quanto da altre società è tanto vero che basta citare alcune caratteristiche che microsoft ha di LINUX oppure quelle che gli altri sistemi "implementano"

    Non ultimo c'è il cosiddetto progetto di "shared source", che è un classico scimmiottamento di microsoft alla capacità collaborativa del mondo open source che il monopolio non riesce a comprare.

    Quindi quello che tu chiami scimmiottamento è una pratica tanto diffusa da diventare paradigma (il classico cut-paste, IMPLEMENTATO su qualunque piattaforma)

    Di tante "sfide", se il monopolio microsoft ha deciso di ribattere a quella di Lindows è invece a causa dell'obiettivo della start-up: fare da ponte tra il mondo Unix e quello windows-like.

    Che LINUX sia LA minaccia pre il monopolio microsoft è noto. E cosa c'è di più minaccioso quando il nemico si presenta alle proprie FINESTRE?
    non+autenticato
  • e pure della descrittività.
    L'unica è che vengano giudicati come marchi noti, ma non so untermine generico e/o descrittivo possa mai, giuridicamente parlando, generare un marchio noto.
    Ad ogni modo chiunque ha mai fatto nascere un marchio sa bene quanto sia grande la tentazione di usare nomi al limite della difendibilità della privativa, avrebbero la strada spianata, ma poi non ci si deve lamentare: troppo comoda,ripeto.
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | Successiva
(pagina 1/3 - 12 discussioni)