Sid Meier: le tre maggiori innovazioni

Uno dei pių importanti nomi del videogaming rivela quelle che ritiene siano state le tre tappe fondamentali della videoludica contemporanea

Roma - Se Sid Meier parla di storia dei videogiochi, gli appassionati smettono di fraggare il fraggabile per qualche secondo per stare ad ascoltare: il creatore di Civilization e di tanti altri titoli di chiara fama, considerato una sorta di leggenda vivente del settore, in un ambiente informale ha tirato fuori quelle che ritiene essere le tre maggiori innovazioni nel settore del videogaming.

il celebre developerIn particolare, ha dichiarato durante un pranzo all'Algonquin Hotel di New York, che la prima svolta per i videogiochi fu l'arrivo del personal computer IBM. Uno strumento sul quale tantissimi, e lui tra questi, hanno iniziato a suo tempo a sviluppare forme di gaming fino a quel momento impensabili.

Il secondo passo fondamentale dal suo punto di vista è stato lo sviluppo di videogiochi capaci di stimolare la costruzione in alternativa alla distruzione: sebbene siano moltissimi i titoli che consentono di scagliare qualsiasi cosa contro qualsiasi altra, questo il ragionamento di Meier, ve ne sono altri più progressisti e dalla visione più ispirata. Anziché citare il suo Civilization, Meier ha preferito citare dinanzi ai reporter di settore quel Sim City di Will Wright che proprio come Civ ha fatto il giro del mondo, conoscendo una infinità di seguiti, varianti e versioni mutanti. "Simulatori", per così dire, della costruzione di una civiltà, o di una città, capaci di mettere alla prova più le capacità di governo e di gestione economica e sociale che quelle di fraggamento.
Il terzo momento chiave per il mondo dei videogiochi secondo Meier è stato il lancio dell'"Official Seal of Quality" voluto da Nintendo, una operazione che consentì negli anni '80 di buttar fuori dal giro dei titoli che contano quella marea montante di videogiochi spazzatura che aveva creato così tanti danni alle console videoludiche fino a quel momento.
37 Commenti alla Notizia Sid Meier: le tre maggiori innovazioni
Ordina
  • scusate l'OT palese ma sentire parlare di Sid Meyer mi ha fatto tornare alla mente un altro grande dell'epoca Commodore 64, Geoff Crammond..

    chi si ricorda di lui e dei suoi capolavori?
    io si In lacrimeIn lacrimeIn lacrimeIn lacrime

    dove 6? che fine hai fatto Geoff??
    LROBY
    lroby
    5311
  • - Scritto da: lroby
    > scusate l'OT palese ma sentire parlare di Sid
    > Meyer mi ha fatto tornare alla mente un altro
    > grande dell'epoca Commodore 64, Geoff
    > Crammond..
    >
    > chi si ricorda di lui e dei suoi capolavori?
    > io si In lacrimeIn lacrimeIn lacrimeIn lacrime

    Già, The Sentinel, Stunt Car Racer e Formula One Grand Prix su tutti!
    Quanto ho giocato con Stunt Car Racer su Amiga. A bocca aperta
    A pensarci bene il concept del gioco era piuttosto semplice, ma incredibilmente accattivante, mi "acchiappava" talmente tanto da non riuscire a smettere.
  • io lo ricordo bene, tra l'altro è il piu grande in fatto di simulazioni sportive su ogni piattaforma dal c64 in avanti
    non+autenticato
  • > The Sentinel, Stunt Car Racer e Formula One Grand Prix

    tre pietre miliari ... sentinel era già affascinante su C64, ma la versione amiga era fantastica. Il concept è GENIALE ed il gioco ti prendeva molto. beh, gli schemi erano un po' troppi, ma il fatto di poter "saltare" a seconda di come arrivavi in fondo era un'altra bella invenzione.

    Stunt car racer ed F1GP ... avanti ! Con stunt car ho passato un sacco di tempo e mi sono divertito (accipicchia che voli con quella macchina!).


    Un nostalgico.
    Sorride
    non+autenticato
  • Permettetemi di fare un osservazione personale, ma più dell'invenzione dell'IBM credo che il merito vada a computer come il CBM 64 o lo Spectrum, capaci nei primi anni '80 di attirare verso il mercato videoludico migliaia di appassionati come api al miele.
    Quando i PC erano dotati di grafica CGA, un sonoro raccapricciante e nessuno si sarebbe sognato di usarli per giocare, visto anche il loro costo, le suddette macchine già avevano software ludico in grado di tenere incollati ore ed ore davanti allo schermo.
    Capisco che Sid si sta riferendo ad un particolare tipologia di giochi, ma non dimentichiamoci che se non fosse stato per le sopra citate macchine, che hanno iniziato un era aprendo il mercato dell'home computer alle masse, forse non avremmo avuito titoli come Sim City o Civilization.
    Provo a ribaltare il punto di vista, il PC IBM è stato creato per lavoro, ma è stato il mercato videoludico, affamato di potenza di calcolo e grafica a fare in modo che diventasse una piattaforma di "sviluppo di gaming fino allora impensabile". Diciamo che è stata una logica conseguenza del mercato. Il PC IBM più che un innovazione, per me è stato un adattamento. A bocca aperta
  • - Scritto da: fiorefr73
    > più dell'invenzione dell'IBM credo che il
    > merito vada a computer come il CBM 64 o lo
    > Spectrum, capaci nei primi anni '80 di attirare
    > verso il mercato videoludico migliaia di
    > appassionati come api al
    > miele.

    straquoto

    e capaci in pochi k di far girare giochi stupendi

    ricordo quante ore ho passato con jet pac, cookie, pssst, knight lore, sabre wolf o bruce lee sullo spectrum

    e poi giana sisters o ghosts'n'goblins sul 64

    e robocop, chase h.q. o where time stood still sullo spectrum 128

    ai quei tempi c'era castle wolfstein per pc da milioni di lire che faceva davvero pietà
  • - PC IBM. Passi di per sé, ma di sicuro il Commodore 64 e poi l'Amiga hanno avuto molta più influenza come computer adattati all'uso videoludico.

    - Sim City. Sicuramente importante, ma come tutti i capostipiti di un genere.

    - Official Seal of Quality. Sarebbe stato anche un bene se fosse rimasto una valutazione da parte del produttore, e non avesse aperto la strada alle console chiuse, dove è necessario il placet (da pagare) del produttore per svilupparvi sopra. Per fortuna, i computer sono ancora liberamente programmabili (sperando che prima o poi non si debba pagare anche il produttore del sistema operativo, ma anche allora ci sarà sempre Linux).
    non+autenticato
  • - Scritto da: Un Videogioca tore
    > - PC IBM. Passi di per sé, ma di sicuro il
    > Commodore 64 e poi l'Amiga hanno avuto molta più
    > influenza come computer adattati all'uso
    > videoludico.

    Pienamente d'accordo con te!
    Come ho scritto nel mio post il PC IBM si è solo adattato.

    > - Sim City. Sicuramente importante, ma come tutti
    > i capostipiti di un
    > genere.

    quoto

    > - Official Seal of Quality. Sarebbe stato anche
    > un bene se fosse rimasto una valutazione da parte
    > del produttore, e non avesse aperto la strada
    > alle console chiuse, dove è necessario il placet
    > (da pagare) del produttore per svilupparvi sopra.
    > Per fortuna, i computer sono ancora liberamente
    > programmabili (sperando che prima o poi non si
    > debba pagare anche il produttore del sistema
    > operativo, ma anche allora ci sarà sempre
    > Linux).

    Official Seal of Quality: secondo me solo una mossa di mercato. Niente più.
  • > - Official Seal of Quality. Sarebbe stato anche
    > un bene se fosse rimasto una valutazione da parte
    > del produttore, e non avesse aperto la strada
    > alle console chiuse, dove è necessario il placet
    > (da pagare) del produttore per svilupparvi sopra.

    straquoto

    > Per fortuna, i computer sono ancora liberamente
    > programmabili (sperando che prima o poi non si
    > debba pagare anche il produttore del sistema
    > operativo, ma anche allora ci sarà sempre
    > Linux).

    con vista ci hanno provato ma a quanto pare non ci sono riusciti!
  • - Scritto da: Un Videogioca tore
    > - PC IBM. Passi di per sé, ma di sicuro il
    > Commodore 64 e poi l'Amiga hanno avuto molta più
    > influenza come computer adattati all'uso
    > videoludico.

    beh secondo me Sid sta parlando della sitauzione americana, inoltre pensando al tipo di giochi che fa lui la cosa ha un po più significato, qualcuno si ricorda (io sono troppo piccolo per farlo) diq ualche gioco della complessitàù di civilization su spectrum/commodore?
    dal punto di vista della prgrammazione mi sà che serve un PC

    > - Sim City. Sicuramente importante, ma come tutti
    > i capostipiti di un
    > genere.

    Si infatti, ha citato questo perchè nn poteva citaer i suoi

    > - Official Seal of Quality. Sarebbe stato anche
    > un bene se fosse rimasto una valutazione da parte
    > del produttore, e non avesse aperto la strada
    > alle console chiuse, dove è necessario il placet
    > (da pagare) del produttore per svilupparvi sopra.
    > Per fortuna, i computer sono ancora liberamente
    > programmabili (sperando che prima o poi non si
    > debba pagare anche il produttore del sistema
    > operativo, ma anche allora ci sarà sempre
    > Linux).

    beh la cosa importante è proprio che con quel stampino è cominciata tutta la storia dei bollini (non PEGI quella è ancora un'altra cosa) per i videogiochi il che effettivamente è uan cosa fondamentale
    non+autenticato
  • > beh secondo me Sid sta parlando della sitauzione
    > americana, inoltre pensando al tipo di giochi che
    > fa lui la cosa ha un po più significato, qualcuno
    > si ricorda (io sono troppo piccolo per farlo) diq
    > ualche gioco della complessitàù di civilization
    > su
    > spectrum/commodore?

    Beh, se per "commodore" intendi il commodore 64, c'era Sim City anche lì:

    http://www.lemon64.com/games/details.php?ID=2313

    Se intendi Amiga, c'era anche civilization, anzi se non erro civilization nacque inizialmente proprio su Amiga:

    http://www.lemonamiga.com/games/details.php?id=264

    > dal punto di vista della prgrammazione mi sà che
    > serve un PC

    Come vedi non è così. Ricordiamoci che quanto a videogiochi fino ai primi anni 90 i PC facevano ridere se paragonati ad Amiga (che costava una frazione di quanto costava un PC).

    TAD
  • - Scritto da: TADsince1995
    > > beh secondo me Sid sta parlando della sitauzione
    > > americana, inoltre pensando al tipo di giochi
    > che
    > > fa lui la cosa ha un po più significato,
    > qualcuno
    > > si ricorda (io sono troppo piccolo per farlo)
    > diq
    > > ualche gioco della complessitàù di civilization
    > > su
    > > spectrum/commodore?
    >
    > Beh, se per "commodore" intendi il commodore 64,
    > c'era Sim City anche
    > lì:
    >
    > http://www.lemon64.com/games/details.php?ID=2313
    >
    > Se intendi Amiga, c'era anche civilization, anzi
    > se non erro civilization nacque inizialmente
    > proprio su
    > Amiga:
    >
    > http://www.lemonamiga.com/games/details.php?id=264
    >
    > > dal punto di vista della prgrammazione mi sà che
    > > serve un PC
    >
    > Come vedi non è così. Ricordiamoci che quanto a
    > videogiochi fino ai primi anni 90 i PC facevano
    > ridere se paragonati ad Amiga (che costava una
    > frazione di quanto costava un
    > PC).
    >
    > TAD

    ok grazie per la smentita, non sapevo proprio che la situazione fosse quella.

    ma cmq mi sembra di capire che parli degli anni '90 (ecco perchè cita sim's e non i suoi) e non è proprio allora che uscirono le prime schede video 3D per PC?

    tieni conto che io ho 23 anni ed il primo VG che ho avuto è stao Super mario su un già "vecchio" SNES e subito dopo (verso i 12) caesar III / Quake / Doom etc. etc.
    non+autenticato
  • > ma cmq mi sembra di capire che parli degli anni
    > '90 (ecco perchè cita sim's e non i suoi) e non è
    > proprio allora che uscirono le prime schede video
    > 3D per
    > PC?

    Sì, le prime schede video con accelerazione 3D sono arrivate nella seconda metà degli anni 90. La leggendaria Diamond Monster 3D con il chipset voodoo è di fine 96. Quello fu il vero inizia di una nuova era per i videogiochi, fino ad allora era impensabile che il PC fosse dotato di un apparecchiatura specifica per i videogiochi, al massimo il termine di paragone poteva essere la potenza del processore (dato che tutte le elaborazioni 3D venivano programmate a manina e affidare totalmente alla CPU)

    > tieni conto che io ho 23 anni ed il primo VG che
    > ho avuto è stao Super mario su un già "vecchio"
    > SNES e subito dopo (verso i 12) caesar III /
    > Quake / Doom etc.
    > etc.

    Beh, molto meglio di certi ragazzini che hanno iniziato con la playstation! Io ho 28 anni, ma ho iniziato molto presto col C64 e l'amiga! A bocca aperta

    TAD
  • - Scritto da: TADsince1995
    > Sì, le prime schede video con accelerazione 3D
    > sono arrivate nella seconda metà degli anni 90.
    > La leggendaria Diamond Monster 3D con il chipset
    > voodoo è di fine 96.
    Nessuno di voi ha mai provato/visto/giocato con una scheda che si montava nel case (non ricordo se su slot con bus ISA o VLB) dei 486 chiamata 3DO??
    Era praticamente la scheda che permetteva di usare i giochi che uscirono (non molti purtroppo) per la omonima console 3DO, quanto era potente per quell'epoca..
    Poi arrivò la mitica DIAMOND EDGE 3D (della Diamond Multimedia) che mi fece sognare con giochi tipo Virtua Fighter e Virtua Cop.
    Solo successivamente,con il pentium 1 già diffuso,arrivò la 3DFX con 4 mb di ram a bordo,la prima versione (che serviva per giochi tipo motoracer 1), e fù rivoluazione.
    Tutto quello che uscì dopo (dalla 3DFX 2 che permetteva di montare 2 in simil-SLI) in poi è solo evoluzione.
    Ho quasi 34 anni ma quegli anni me li ricordo ancora bene
    LROBY

    EDIT :
    era ISA, ho trovato una foto facendo una piccola ricerca su google :
    http://www.yjfy.com/C/Creative/image/3doblaster.jp...
    per chi fosse curioso di vederla
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 05 marzo 2008 14.00
    -----------------------------------------------------------
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 05 marzo 2008 14.01
    -----------------------------------------------------------
    lroby
    5311
  • > era ISA, ho trovato una foto facendo una piccola
    > ricerca su google
    > :
    > http://www.yjfy.com/C/Creative/image/3doblaster.jp
    > per chi fosse curioso di vederla

    Incredibile. Mi ricordo bene del 3DO (credo fosse la prima console 3D della storia, alla quale lavorò anche R.J. Mical, uno degli ingegneri di Amiga), ma di questa scheda non ne avevo mai sentito parlare!

    Io ho ancora la mia Diamond Monster 3D da 4 Mb nel cassetto, datata 1997, la tengo come un piccolo (mica tanto, mi costò 500000 lire!) monumento del passato!

    TAD
  • - Scritto da: TADsince1995

    > Incredibile. Mi ricordo bene del 3DO (credo fosse
    > la prima console 3D della storia, alla quale
    > lavorò anche R.J. Mical, uno degli ingegneri di
    > Amiga), ma di questa scheda non ne avevo mai
    > sentito
    > parlare!

    Incredibile invece è come tante persone che oggi hanno + o - la stessa età e che si scannano tra "meglio mac ,no linux no Windows", in quegli anni fosse invece accumununata da una sola unica passione, quella per l'informatica in generale, e che sempre in quegli anni erano più portati al piacere di usare un computer che non alla guerra di religione.
    io ero e sono tutt'ora uno di quelli (appassionato al computer in quanto mondo meraviglioso e per nulla alla guerra di religione)
    saluti
    LROBY
    lroby
    5311
  • > Incredibile invece è come tante persone che oggi
    > hanno + o - la stessa età e che si scannano tra
    > "meglio mac ,no linux no Windows", in quegli anni
    > fosse invece accumununata da una sola unica
    > passione, quella per l'informatica in generale, e
    > che sempre in quegli anni erano più portati al
    > piacere di usare un computer che non alla guerra
    > di
    > religione.

    Ehm... Non ne sarei così sicuro! Occhiolino In quegli anni le guerre di religione c'erano eccome! C'era la mitica lotta tra i possessori di Commodore 64 e quelli di Spectrum, dibattiti che oggi si ricordano con tenerezza.

    Senza contare la ferocissima battaglia anni 90 tra l'Amiga e il PC!!!

    Le guerre di religione ci sono sempre state, sono solo cambiati i protagonisti!

    TAD
  • mi devi innumerevoli nottate in bianco e qualche mese di vita... se sommassi le ore di gioco buttate nei titoli con la tua firma. E conto di peggiorare il tuo debito in futuro!
    non+autenticato
  • quoto! mannaggia a Sid ed al suo Alpha Centauri (è sempre stato il mio capitolo preferito, mi divertivo un sacco a mandare stormi di locuste in giro per il pianeta!)
  • ah....che bello vedere le città nemiche assalite da stormi di vermi psichici....uno dei giochi che ho disinstallato e sempre reinstallato quando in crisi d'astinenza...stupendo....assieme al primo Mech Commander....
    Anche se non capivo come mai arrivavano truppe coi livelli minimi di armi e corazze che mi fottevano sempre che ero ai massimi livelli...Triste(
    non+autenticato
  • quoto.
    sarei stato un ragazzo piu sano senza di lui!!
    non+autenticato
  • Ave.

    Grande, grandissimo Meier!

    Il Primo, il Migliore.

    Dacci oggi la nostra strategia quotidiana.

    Ciao
    Nilok
    Nilok
    1925
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 8 discussioni)