Gaia Bottà

Cancelliamo gli anonimi dalla rete

Lo propone un politico del Kentucky: tutti i post dovrebbero essere firmati, tutti i commenti autografati. Multe per i webmaster che non raccolgono le generalità di chiunque intervenga sul proprio sito

Roma - Fuori dalla rete i post anonimi, fuori i commenti non firmati, puniti operatori dei forum, blogger e webmaster che non sono in grado di spifferare l'identità di coloro che lasciano tracce online. Arivendicarlo con vigore, un parlamentare del Kentucky: la sicurezza dei netizen è prioritaria persino rispetto alla Costituzione.

Kentucky, Tim Couch, legge, anonimatoLa proposta di legge del representative Tim Couch mira a edificare una Internet ordinata e controllata: non solo quanti sono esposti nelle gogne di stato ma tutti coloro che si esprimono in rete dovranno registrarsi con i propri dati personali, fornire la propria email e il proprio recapito all'operatore del sito al quale desidera contribuire. No agli pseudonimi, no ai nickname, no alle identità parallele: ogni commento, ogni post sarà affiancato da nome e cognome di colui che l'ha scritto.

È un provvedimento indispensabile per prevenire atti di bullismo online: "Cose molto cattive sono state dette a proposito di alcuni scolari delle mie parti, in genere dai loro coetanei - ha spiegato Couch - ma nemmeno gli adulti si tirano indietro". Couch ammette di essere rimasto scottato in passato da commenti poco generosi: nessuna firma riconducibile ad alcun cittadino, nessun obiettivo contro il quale canalizzare la propria ira: "Quando sei protetto dall'anonimato - ha osservato con acume Couch - puoi dire qualsiasi cosa tu voglia su chiunque e nessuno saprà chi sei".
Poco importa che la proposta di legge sia spudoratamente incostituzionale, poco importa che il bill possa ridurre al silenzio gli attivisti e l'intera società civile: bulli, provocatori e troll sono una piaga sociale, è necessario richiamare l'attenzione di tutti sulla questione e tentare di affrontarla con la armi di cui si dispone, ha spiegato Couch.

A sobbarcarsi l'onere di mettere a tacere il vociferare anonimo saranno webmaster e amministratori di forum: a loro spetta la responsabilità di togliere la maschera ai netizen che agiscono sotto pseudonimo, a loro la responsabilità di organizzare un registro contenente ogni dettaglio degli attivi frequentatori del proprio spazio web. Un archivio al quale attingere qualora si verificassero episodi di diffamazione, qualora un netizen disseminasse online informazioni false e tendenziose: in questa contingenza entrano in gioco gli indirizzi e i contatti racimolati dai webmaster, utili a rintracciare all'istante colui che ardisce esprimersi pubblicamente sbandierando il proprio nome.

Chi non ottempererà alla legge sarà multato: 500 dollari per il primo commento anonimo che compare sul sito, sanzioni che raddoppiano in caso di recidiva. In bilico tra la padella legislativa e le braci di utenti che temono per la propria riservatezza, amministratori e webmaster saranno costretti a proteggere il database dall'assalto dei malintenzionati alla ricerca di contatti e dati personali con l'acquolina in bocca.

Ma sono solo speculazioni: la proposta si infrangerà contro stratificazioni di leggi e di sentenze, non scalfirà diritti, verrà sbaragliata dall'inapplicabilità. La rete non funziona come crede il representative Tim Couch.

Gaia Bottà
60 Commenti alla Notizia Cancelliamo gli anonimi dalla rete
Ordina
  • immaginate la situazione:

    "avete presente gli ipv6? ecco ce ne saranno così tanti che ci costringeranno ad averne uno per periferica che ci collegherà univocamente alla rete, ergo saremo tracciabili"

    io spero che questa visione sia solo un brutto incubo però è abbastanza reale da preoccuparmi parecchio
    non+autenticato
  • - Scritto da: gino
    > immaginate la situazione:
    >
    > "avete presente gli ipv6? ecco ce ne saranno così
    > tanti che ci costringeranno ad averne uno per
    > periferica che ci collegherà univocamente alla
    > rete, ergo saremo
    > tracciabili"
    >
    > io spero che questa visione sia solo un brutto
    > incubo però è abbastanza reale da preoccuparmi
    > parecchio

    Quante cazzate in un unico post... Rotola dal ridere
    non+autenticato
  • il fatto che cambieranno ipv4 in ipv6 è una cazzata?
    il fatto che di ipv6 ce ne saranno tanti è una cazzata?
    il fatto che tanti ip equivarrà ad averne praticamente uno a testa è una cazzata?
    il fatto un ip a testa equivarrà ad essere facilmente riconoscibili è una cazzata?
    non+autenticato
  • - Scritto da: gino
    > il fatto che cambieranno ipv4 in ipv6 è una
    > cazzata?
    > il fatto che di ipv6 ce ne saranno tanti è una
    > cazzata?
    > il fatto che tanti ip equivarrà ad averne
    > praticamente uno a testa è una
    > cazzata?
    > il fatto un ip a testa equivarrà ad essere
    > facilmente riconoscibili è una
    > cazzata?

    Se non ci arrivi da solo o sei ignorante o hai qualche problema, o forse entrambi, chi lo sa...

    Rotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridere
    non+autenticato
  • - Scritto da: anonimo
    > - Scritto da: gino
    > > il fatto che cambieranno ipv4 in ipv6 è una
    > > cazzata?
    > > il fatto che di ipv6 ce ne saranno tanti è una
    > > cazzata?
    > > il fatto che tanti ip equivarrà ad averne
    > > praticamente uno a testa è una
    > > cazzata?
    > > il fatto un ip a testa equivarrà ad essere
    > > facilmente riconoscibili è una
    > > cazzata?
    >
    > Se non ci arrivi da solo o sei ignorante o hai
    > qualche problema, o forse entrambi, chi lo
    > sa...

    No, non e' una cazzata, almeno in un certo senso. Quale? Quello percui la disponibilita' di IP renderebbe non necessario in renew dinamico, ovvero un provider potrebbe decidere di assegnare permenentemente un ip ad un client. Questo in teoria poiche' in pratica deve esistere una necessita' del provider che al momento non e' scontata. Inoltre la disponibilita' di IP in abbinamento con le piattaforme Trusted potrebbe in effetti portare alla realizzazione di un inquietante sistema di autenticazione a priori sulla rete.

    hola
  • ritengo sia giusto che dietro un nick sia rintracciabile una persona fisica.
    come ritengo che l'identita' dietro un nick sia svelabile solo e soltanto quando il nick abbia commesso un qualche reato.
  • - Scritto da: bimbosporco
    > ritengo sia giusto che dietro un nick sia
    > rintracciabile una persona
    > fisica.
    > come ritengo che l'identita' dietro un nick sia
    > svelabile solo e soltanto quando il nick abbia
    > commesso un qualche
    > reato.

    perfettamente d'accordo

    non ci può essere alcuna ragione morale-etico-politico-religiosa per avallare l'anonimato di chi spara insulti e opinioni gratuite, per poi nascondersi come un topo dietro un nick

    questi topi escono dalla tana solo per urlare: "non toccate l'anonimato! E' un diritto!"

    ai tempi del medioevo e del nazismo tutta questa osannazione all'anonimato sarebbe stata giustificabile, oggi secondo me è invece solo codardia tipica dei roditori
    non+autenticato
  • - Scritto da toner -

    >ai tempi del medioevo e del nazismo tutta questa >osannazione all'anonimato sarebbe stata giustificabile, >oggi secondo me è invece solo codardia tipica dei roditori

    Ho capito sei il classico personaggio che vuole farsi forte di fronte agli altri mostrando una posizione in cui non si ha nulla da nascondere e quindi da temere, e invece sei cosi debole da non capire che quei dati a qualcuno servono e non per salvare l'umanità dalle ingiustizie.

    E poi per cosa questa iniziativa?
    Per eliminare quattro trolloni che non contano niente, o per eliminare qualcuno che con l'anonimato avrebbe il coraggio di denunciare qualcosa di veramente serio?

    In tutti e due i casi è controproducente. Deluso
  • - Scritto da: toner
    > perfettamente d'accordo
    >
    > non ci può essere alcuna ragione
    > morale-etico-politico-religiosa per avallare
    > l'anonimato di chi spara insulti e opinioni
    > gratuite, per poi nascondersi come un topo dietro
    > un
    > nick
    >
    > questi topi escono dalla tana solo per urlare:
    > "non toccate l'anonimato! E' un
    > diritto!"
    >
    > ai tempi del medioevo e del nazismo tutta questa
    > osannazione all'anonimato sarebbe stata
    > giustificabile, oggi secondo me è invece solo
    > codardia tipica dei
    > roditori

    Ecco, inizia tu a pubblicare il tuo indirizzo, nome e cognome, numero di telefono, etc, qui. Altrimenti sei solo un ridicolo troll, e anonimo, che crede parla solo per dar fiato alla bocca.
    non+autenticato
  • - Scritto da: toner

    > oggi secondo me è invece solo
    > codardia tipica dei
    > roditori

    Attento quando parli dei roditori, se no Hamtaro ti cava un occhio.A bocca aperta
    non+autenticato
  • - Scritto da: bimbosporco
    > ritengo sia giusto che dietro un nick sia
    > rintracciabile una persona
    > fisica.
    > come ritengo che l'identita' dietro un nick sia
    > svelabile solo e soltanto quando il nick abbia
    > commesso un qualche
    > reato.


    concordo pienamente con quanto detto
  • - Scritto da: er meglio
    > - Scritto da: bimbosporco
    > > ritengo sia giusto che dietro un nick sia
    > > rintracciabile una persona
    > > fisica.
    > > come ritengo che l'identita' dietro un nick sia
    > > svelabile solo e soltanto quando il nick abbia
    > > commesso un qualche
    > > reato.
    >
    >
    > concordo pienamente con quanto detto

    quoto, via i post degli anonimi
    non+autenticato
  • aahhahah detto da un anonimo
    non+autenticato
  • In teoria possibile. In realtà no. In Italia poi sperare che la riservatezza venisse efficacemente mantenuta......
    non+autenticato
  • - Scritto da: bimbosporco
    > ritengo sia giusto che dietro un nick sia
    > rintracciabile una persona
    > fisica

    Ah perche' adesso invece e' irrintracciabile... Rotola dal ridere
    non+autenticato
  • alette di pollo dorate, croccanti e calde siiiiiii ahhhh ne voglio ancoraahhh

    qualcuno mi sa spiegare perchè in italia non c'è ancora un KFC ?????
    ne abbiamo bisogno tutti
    non+autenticato
  • KFC son delle merde se sapessi come torturano gli animali ti passerebbe la voglia di andarci
  • E' vero ma son così buoni...tutto bello piccante e succoso
    non+autenticato
  • beh allora goditeli.. a me solo pensare ai metodi di "produzione" fa passare l'appetito
  • ...in rete l'anonimato non esiste, puoi usare tutti i trucchi che vuoi ma si è sempre rintracciabili.

    Ci vuole più tempo, ma alla fine non è difficile trovare "il colpevole".....

    I blog dei "complottisti" (11/09, scie chimiche, ecc...) non li censurano per questo, per far vedere che la rete è libera e che puoi rimanere nell'anonimato, ma non è così.

    Si appoggia apparentemente questa idea, per non provocare gli animi di tutti noi... ma in realtà..
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | 4 | Successiva
(pagina 1/4 - 19 discussioni)