PC-BSD 1.5 abbraccia i 64 bit

La nuova distribuzione orientata al desktop introduce finalmente il supporto ai sistemi x86 a 64 bit e migliora la gestione e l'installazione degli upgrade

San Jose (USA) - La scorsa settimana è nata, lontano dai clamori, la nuova versione 1.5 di PC-BSD, una distribuzione di FreeBSD espressamente orientata ai PC desktop. Sviluppata come progetto open source dalla società californiana iXsystems, PC-BSD tenta di coniugare la potenza "bruta" di Unix con una interfaccia grafica altrettanto semplice da usare di quella di Windows.

Basata sulla release 6.3 (stabile) di FreeBSD, PC-BSD 1.5 introduce come novità più importanti il supporto ai processori x86 a 64 bit (AMD o Intel), un nuovo tool per rilevare la periferica audio del PC e caricare automaticamente il giusto modulo, e un programma concepito per semplificare l'aggiornamento del sistema tramite repository remoti o locali. Tra i nuovi componenti software si trovano Xorg 7.3 e KDE 3.5.8: quest'ultimo è il desktop environment scelto da iXsystems per la propria distribuzione e integrato con vari tool creati in proprio, quali wizard per la configurazione dell'hardware e l'installazione dei programmi.

PC-BSD 1.5 è composta da 2 CD, sia a 32 che a 64 bit, uno contenente l'installazione base e l'altro contenente i pacchetti multilingua e altro software extra. Le immagini ISO del sistema operativo possono essere scaricate gratuitamente.
Per maggiori informazioni è possibile leggere le note di rilascio, dove si trovano elencate tutte le modifiche rispetto alla versione precedente.

Il sistema di gestione dei pacchetti di PC-BSD è diverso da quello della maggior parte dei sistemi operativi Unix-like: invece di utilizzare un adattamento del sistema di FreeBSD, PC-BSD utilizza pacchetti precompilati con l'estensione ".pbi" che installano il software attraverso un'interfaccia grafica, dunque senza la necessità di impartire comandi da shell. Se questa caratteristica rappresenta un vantaggio per gli utenti consumer, costringe però gli sviluppatori a dover riadattare tutti i pacchetti già disponibili per PC-BSD.
45 Commenti alla Notizia PC-BSD 1.5 abbraccia i 64 bit
Ordina
  • Purtroppo i driver NVIDIA a 64bit non esistono per FreeBSD.
    Spero che prima o poi li si possa avere...
    non+autenticato
  • - Scritto da: Pier Luigi Fiorini
    > Purtroppo i driver NVIDIA a 64bit non esistono
    > per
    > FreeBSD.
    > Spero che prima o poi li si possa avere...

    oddio non solo certo solo, a FreeBSD mancano un mare di driver mica solo quelli NVidia

    addirittura ATI non li fa più quelli per FreeBSD
    non+autenticato
  • Scusate ma *BSD non usa X?
    E non può usare i dirver per X?

    Perchè attualmente io su un sistema a 64 bit uso tranquillamente i drivers Ati ufficiali e quelli opensource...



    Fan Atari
  • infatti se ci fossero i driver qualunque programma che va sotto x su linux o osx andrebbe su bsd

    peccato che i driver sono un componente a livello kernel
    quindi è il kernel bsd che deve interagire con loro e quindi è abbastanza diverso da linux
    ergo driver non sono multipiattaforma-unix
    non+autenticato
  • E' un vero peccato, attualmente e in passato ciò che mi ha frenato è stata proprio la mancanza di driver.

    Mi piacerebbe proprio provarlo potendo sfruttare l'hw che posso usare su Linux. Nel caso particolare del driver NVIDIA pare che non sia possibile fare la versione a 64bit per qualcosa che manca nel kernel o che è diverso rispetto alle altre piattaforme supportate.

    Pazienza ....Triste
    non+autenticato
  • Ogni volta che ho provato ad usare un SO a 64bit ho dovuto scontrarmi con la mancanza di driver per certe periferiche ed applicazioni. Per il linux ad esempio non esiste il flash a 64bit, ci si dovrebbe accontentare di altre soluzioni che spesso funzionano malissimo. Stessa cosa per windows a 64bit.
    non+autenticato
  • Provato con Vista? E' il primo con cui sono riuscito ad avere un SO a 64bit funzionante.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Mondovich
    > Provato con Vista? E' il primo con cui sono
    > riuscito ad avere un SO a 64bit funzionante.

    Il 64 bit funziona.
    E' il resto che barcolla...
  • - Scritto da: JJLetho
    > spam

    dove?
  • Io ho provato kubuntu a 64bit. Funzionare funzionava benissimo, e nell'editing audio con ardour era più veloce della versione a 32bit, il problema era che mancavano effettivamente troppe cose a 64bit, c'erano trucchi per usare applicativi come flash a 32bit, ma era una rottura di palle configurare tutto a mano (Se non mi fossi rotto le palle a smanettare, sarei rimasto a gentoo). Alla fine sono tornato alla versione a 32bit, più che altro per comodità, almeno uso la console ormai poche volte al mese, soltanto per spostare file, perché la trovo più comoda e veloce del file manager.
  • - Scritto da: xbomber
    > Io ho provato kubuntu a 64bit.
    >
    > [CUT]
    >
    > (Se non
    > mi fossi rotto le palle a smanettare, sarei
    > rimasto a gentoo).

    DelusoDelusoDeluso

    eresiaaaaa!

    Rotola dal ridere Sto scherzandoA bocca aperta
  • - Scritto da: Mondovich
    > Provato con Vista? E' il primo con cui sono
    > riuscito ad avere un SO a 64bit
    > funzionante.

    certo ma anche lì mancano driver, ci sono incompatibilità notevoli con alcune applicazioni

    è inutile girarci intorno i sistemi operativi a 64 bit hanno ancora molta strada da fare
    non+autenticato
  • esempio? io non ne ho ancora incontrati per ora.
    mi farebbe comodo sapere cosa non vaSorride
  • non sono l'utente qui sopra.

    a livello sw ho riscontrato ben pochi problemi, anzi nessuno ma io uso software 64 bit certificato per win vista ergo nn mi aspettavo affatto problemi.

    per quanto riguarda l'hw ci sono periferiche che danno problemi schede tv hauppage e lifeview e schede di acquisizione video.
    non+autenticato
  • - Scritto da: pabloski
    > - Scritto da: Mondovich
    > > Provato con Vista? E' il primo con cui sono
    > > riuscito ad avere un SO a 64bit
    > > funzionante.
    >
    > certo ma anche lì mancano driver, ci sono
    > incompatibilità notevoli con alcune
    > applicazioni

    Il problema sono piu' le applicazioni che l'OS, esattamente come sulle piattaforme *NIX.

    > è inutile girarci intorno i sistemi operativi a
    > 64 bit hanno ancora molta strada da
    > fare

    Finche' il software sara' sviluppato prevalentemente a 32 bit gli OS a 64 bit saranno sempre svantaggiati (nonostante le indubbie potenzialita' espresse).
  • con una interfaccia grafica altrettanto semplice da usare di quella di Windows.

    Rotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridere
    non+autenticato
  • - Scritto da: Pippo
    > con una interfaccia grafica altrettanto
    > semplice da usare di quella di
    > Windows.

    >
    > Rotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridere



    La cazzata è il fatto che windows abbia un interfaccia grafica semplice da usare?Rotola dal ridere
    non+autenticato
  • Ovvio! windows e' facile da usare? certo, se parti imparando windows! Anche l'arabo e' facile da parlare se sei arabo. Salamelecchi a tuttiSorride
    non+autenticato
  • - Scritto da: Pippo
    > con una interfaccia grafica altrettanto
    > semplice da usare di quella di
    > Windows.

    >
    > Rotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridere

    In effetti è PIU' semplice di Windows.
  • Chi l'ha giá vista potrebbe descriverla?
    mi interessano i pro e i contro, non m'interessano i flames Grazie.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Roberto Di
    > Chi l'ha giá vista potrebbe descriverla?

    KDE 3.5.4
  • - Scritto da: Roberto Di
    > Chi l'ha giá vista potrebbe descriverla?
    > mi interessano i pro e i contro, non
    > m'interessano i flames
    > Grazie.

    E' kakkadiè installatela e dacci uno sguardo no? Avete mica tutti linux qui?
    non+autenticato
  • È kde 3.5.9, è facile da usare, più o meno come windows (per quanto riguarda l'interfaccia grafica). Un po' più complesso da configurare (ma anche molto più potente in realtà)
    non+autenticato