Adobe AIR muove i primi passi su Linux

Ieri Adobe ha rilasciato la prima versione alpha della propria tecnologia web-based AIR ed ha annunciato la propria adesione a Linux Foundation

Santa Clara (USA) - A poco più di un mese di distanza dal rilascio di AIR (Adobe Integrated Runtime) per Windows e Mac OS X, Adobe ha rilasciato una versione preliminare per Linux della propria tecnologia web-based.

Il plug-in AIR per Linux, attualmente in versione alpha, consente anche agli utenti del Pinguino di far girare le applicazioni AIR sulle distribuzioni più diffuse, tra le quali Red Hat Linux, SUSE Linux e Ubuntu. La mamma di Photoshop ha anche rilasciato una versione aggiornata del proprio ambiente di sviluppo Flex Builder per Linux, anch'esso in stato di alpha. Entrambi i software possono essere scaricati gratuitamente dal sito labs.adobe.com, e saranno distribuiti nella loro versione finale verso il tardo autunno.

Ieri Adobe ha anche annunciato il proprio ingresso in Linux Foundation, la nota organizzazione non profit che sostiene lo sviluppo del sistema operativo Linux e delle applicazioni open source.
Adobe aiuterà la Fondazione americana a promuovere lo sviluppo di rich Internet application su Linux, ed a migliorare i propri software open source dedicati a tale settore: tra questi c'è il framework Flex e l'ActionScript Virtual Machine, il cui codice è stato recentemente donato a Mozilla Foundation per una prossima inclusione in Firefox.
50 Commenti alla Notizia Adobe AIR muove i primi passi su Linux
Ordina
  • ....anche per Linux.

    Pensassero a fare questo prima e poi il resto.

    La versione 9.0.115.0 per Linux è inutilizzabile. CPU al 100% per qualsiasi animazione flash, anche la + banale. Sia con nvidia che con ati.
    Downgrade obbligatorio.

    Sveglia Adobe!!!
    non+autenticato
  • flash usa sempre cpu al 100% salvo rari casi, e lo dico non per sentito dire, ma perchè sono 8 anni che ci sviluppo su ^^

    La versione per linux... è + che usabile dai
    non+autenticato
  • Neanche io parlo per sentito dire.

    Prova a fare una ricerca su flashplayer 9.0.115.0 e Linux....e vedi quanti hanno fatto il downgrade alla versione 9.0.48.0. Solo con quest'ultima è possibile vedere "normalmente" ad esempio i video pubblicati in flash, come quelli su youtube.
    non+autenticato
  • Quand'è che faranno il porting di Photoshop su Linux?

    Lo avevano annunciato già anni fa.
    I driver perle schede grafiche per Linux ora sono di qualità (vedi nVidia).

    Micro$oft ha ancora voce in capitolo nel CDA di Adobe?

    Anni fa nel periodo di crisi di Adobe M$ investì alcuni milioni di $$$ in azioni Adobe al solo scopo di avere potere decisionale nell'azienda e impedire il porting su Linux di software importantissimi come Photoshop che avrebbero dato una spinta alla diffusione di Linux in alcuni settori particolari...

    Ma ora Adobe non ha più problemi e non credo subisca condizionamenti...
    non+autenticato
  • e chi se lo comprerebbe?

    Se uno deve scegliere di comprare la versione Linux o quella Windows scegliera' sempre e comunque la versione Windows,
    per lo stesso motivo per il quale comprano i MACOcchiolino
    non+autenticato
  • quoto, non penso che avrebbe grande mercato; per photoshop la scelta è o win o mac, francamente non vedo una terza via
  • Ovvero le due piattaforme per cui c'è supporto...Rotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridere
    non+autenticato
  • baggianata... comprati una redhat ed hai un supporto professionale di gran lunga superiore a quello di mamma MS (parlo per esperienza professionale)
    non+autenticato
  • se mi parli di oracle, jboss etc. ti quoto al 100%, se mi parli di photoshop e affini mi sento di avere qualche dubbio...
  • ahhhh... allora non ci siamo capiti...

    credevo parlassi del SO, dato che la critica era "quoto, non penso che avrebbe grande mercato; per photoshop la scelta è o win o mac, francamente non vedo una terza via"

    ovvio pero' che se rilasciasse una versione per linux, Adobe sarebbe costretta a farne anche assistenza.
    non+autenticato
  • direi che i fraintendimenti sono parecchi allora A bocca aperta
    Io credo che pinco con "le due piattaforme per cui c'è supporto" intendesse dire che volendo photoshop puoi farlo girare su linux con wine ma ovviamente adobe non ti fornisce alcun supporto (se pinco vuole correggermi faccia pure).
    Il mio intervento era appunto riferito al fatto che probabilmente data la scarsa quota di mercato prevista adobe non avrebbe ritorno economico a farne una versione linux, quindi per chi vuole usare il programma la scelta di fatto è tra win e mac; poi è ovvio che se invece parliamo di Oracle (per esempio) allora win e mac stanno zitti ed è meglio puntare su redhat dove hai un supporto coi fiocchi.
    La terza via in generale esiste eccome, io al lavoro uso linux, però non uso photoshop, insomma dipende molto dal contesto: in molti casi linux è una scelta praticabile quando non la migliore in assoluto.
  • motivazioni? io se devo usare photoshop per il mio lavoro e posso risparmiare sulla licenza del SO tanto di guadagnato... a che mi serve avere Windows che gira sotto?
    non+autenticato
  • mi spiego meglio; non intendevo dire che nessuno comprerebbe photoshop per linux, intendevo dire che probabilmente sarebbero un numero esiguo tale da non giustificare investimenti in tal senso da parte di adobe. Inoltre chi usa photoshop spesso ha bisogno anche di altri sw collaterali che anch' essi sono disponibili per lo più per win e/o mac, quindi sarebbe lo stesso restio allo switch.
    Per cui al momento la sfiga è questa: se vuoi photoshop ti devi portare dietro win o mac os con annessi problemi e costi, triste ma tragicamente vero Triste
  • A dir la verità anche su Windows se lo comprano in pochi...
    ma allora come mai Photoshop è così diffuso e conosciuto?

    MAH...
    non+autenticato
  • Sempre + aziende investono su linux.
    Che significa?
    non+autenticato
  • - Scritto da: vac
    > Sempre + aziende investono su linux.
    > Che significa?

    no non lo so Anonimo
    non+autenticato
  • - Scritto da: vac
    > Sempre + aziende investono su linux.
    > Che significa?

    che possono guadagnarci, per lo meno in immagine
    non+autenticato
  • che puntano sulla multipiattaformita' per sopravvivere.

    Purtroppo scopriranno che ai linari la roba closed source non interessa, anche se gratuita, è così.
    non+autenticato
  • Ma se hanno aperto il della maggior parte dei plugin e di altri progetti...
    non+autenticato
  • LOL ma quali?

    Adobe Reader?
    Adobe Digital Editions?
    Adobe-Macromedia Flash?

    Sono aperti?
    non+autenticato
  • - Scritto da: MAH
    > LOL ma quali?
    >
    > Adobe Reader?
    > Adobe Digital Editions?
    > Adobe-Macromedia Flash?
    >
    > Sono aperti?

    non è così semplice

    chiaramente ogni azienda segue la politica che più le piace, per esempio Creative continua ottusamente ad essere incomunicante, mentre AMD ha reso pubbliche le specifiche per le schede Radeon

    è chiaro che ognuno salta sul carro di linux e lo fa a modo suo

    quello che è importante è che queste aziende, ma ancorpiù le aziende del settore mobile dove ancora non c'è un monopolio, hanno capito che linux conviene, perchè ti permette di realizzare un progetto senza dover ogni volta reinventare la ruota

    per le aziende questo è un valore aggiunto incredibile, vuol dire risparmiare miliardi di dollari in ricerca e sviluppo
    non+autenticato
  • - Scritto da: MAH
    > Purtroppo scopriranno che ai linari la roba
    > closed source non interessa, anche se gratuita, è
    > così.

    Fino ad ora gli investimenti (di Adobe e delle altre aziende) per Linux sono andati a progetti liberi, con licenza GPL o compatibile. Quindi il problema non esiste.
  • - Scritto da: MAH
    > che puntano sulla multipiattaformita'

    Bel neologismo, l'hai brevettato?Con la lingua fuori
    Funz
    13021
  • Non capisco cosa faccia questa actionscript virtual machine.
    Che differenza ci sarebbe con il flash player?
    non+autenticato
  • > Non capisco cosa faccia questa actionscript
    > virtual
    > machine.
    > Che differenza ci sarebbe con il flash player?
    Più bugs per tuttiOcchiolino
    non+autenticato
  • - Scritto da: Gianni
    > Non capisco cosa faccia questa actionscript
    > virtual
    > machine.
    > Che differenza ci sarebbe con il flash player?

    Servono per portare le applicazioni web anche sul desktop con i seguenti vantaggi:

    1) Se il browser crasha e tu hai più applicativi aperti perdi tutto. Così invece ognuno ha un processo separato (mi pare lo stesso stia facendo Mozilla con Prism)

    2) Permetti ai programmatori web di entrare nel mercato degli applicativi per il desktop.

    3) Se tu hai creato roba in flash per un sito usando Flex ti sarà più semplice riutilizzare lo stesso codice per creare una versione client per Air.
    non+autenticato
  • si possono fare tante cose che non si possono fare con il flash player.
    per esempio una nuova generazione di virus, e cose simili
    non+autenticato
  • > si possono fare tante cose che non si possono
    > fare con il flash
    > player.
    > per esempio una nuova generazione di virus, e
    > cose
    > simili
    Già il player non è un mostro di sicurezzaA bocca aperta
    non+autenticato
  • Sempre propositivi eh...
    non+autenticato
  • Si, ok, certo... se tutti la pensassero cosi' staremmo ancora a programmare in ASM...
    non+autenticato
  • > Si, ok, certo... se tutti la pensassero cosi'
    > staremmo ancora a programmare in
    > ASM...
    Almeno lavorerebbero solo quelli capaciA bocca aperta
    non+autenticato
  • Certo.

    Perche' non inizi tu a fare una piattaforma di trading online con dati in tempo reali in ASM ?
    non+autenticato
  • ...ma lasciali parlare...
    non+autenticato
  • > Perche' non inizi tu a fare una piattaforma di
    > trading online con dati in tempo reali in ASM
    > ?

    Come questo magari?
    http://sourceforge.net/projects/hexhub/
    non+autenticato