Enrico Giancipoli

Microsoft: il futuro nell'uomo-macchina

I ricercatori di Redmond si proiettano nel 2020: etica, ubiquità, tecno-dipendenza, iperconnettività e Grande Fratello

Roma - Microsoft Research ha rilasciato in questi giorni un documento che riassume quello che 45 ricercatori prevedono sarà il futuro dell'informatica e dell'impatto che lo sviluppo tecnologico avrà sugli uomini, in un ipotetico anno 2020.

Il documento si intitola "Human-Computer Interaction in the year 2020", e nel prologo recita: "Le tecnologie dei computer non sono neutrali: dipendono dagli uomini e dai loro valori sociali e culturali. Dobbiamo definire una nuova agenda per l'interazione fra uomini e computer nel ventunesimo secolo, che anticipi e preveda l'impatto della tecnologia piuttosto che limitarsi a reagire".

Dal mainframe all'ubiquitàSecondo gli esperti, quella attuale è l'era del passaggio ai dispositivi portatili, mentre il 2020 sarà l'era dell'ubiquità. Il termine ubiquità indica la qualità di essere presenti contemporaneamente in ogni luogo. Il riferimento è chiaro: già oggi grazie ad Internet siamo in contatto con quasi ogni parte del mondo in tempo reale. Nel futuro, secondo Microsoft, questo aspetto sarà acutizzato: ogni persona avrà a disposizione centinaia di computer e di dispositivi presenti in ogni luogo - case, automobili, uffici, scuole, strade, piazze, luoghi pubblici - costantemente collegati alla rete, fondando le basi per quella che viene chiamata iperconnettività.
Oggi siamo in grado di memorizzare su dispositivi grandi pochi millimetri la stessa quantità di informazioni contenuta in migliaia di libri. Per Microsoft, con l'aumento delle capacità di storage e la diminuzione delle dimensioni dei dispositivi di memorizzazione si raggiungerà la fine dell'effimero. Tutto potrà essere memorizzato ed archiviato.

Di conseguenza, gli incubi di Orwell tornano inesorabilmente alla luce. Tutte le informazioni saranno registrabili, tutti i nostri movimenti tracciabili, tutte le nostre azioni monitorabili: la paura del Big Brother incalza. Un flusso così enorme di informazioni può avere aspetti positivi e aspetti negativi. Ad esempio, una nostra carta d'identità sanitaria potrebbe informare in tempo reale un ospedale riguardo il gruppo sanguigno, le patologie, la risposta ai farmaci, i decorsi clinici, le allergie e le tolleranze del paziente, facilitando enormemente l'attività terapeutica. Questo è un uso saggio. Ma chi può assicurarci che tutte le informazioni vengano usate solo per scopi leciti? Chi decide chi può avere accesso alle informazioni e l'utilizzo che deve farne? Quis custodiet ipsos custodes?

I ricercatori Microsoft prevedono anche che saremo sempre più tecno-dipendenti. La tecnologia ha avuto negli ultimi anni un impatto notevole sulle nostre attività quotidiane e sul nostro modo di lavorare, fare la spesa, andare in banca, acquistare, vendere, parlare, avere rapporti sociali. I dispositivi elettronici sono entrati nella nostra vita tanto che già oggi non riusciamo a fare a meno degli elettrodomestici. Per Microsoft, quanto più dipendiamo dalle tecnologie, tanto più dobbiamo renderle affidabili.

Enrico "Fr4nk" Giancipoli
29 Commenti alla Notizia Microsoft: il futuro nell'uomo-macchina
Ordina
  • Ma cosa ha mai previsto e/o inventato di utile e interessante la Micro$oft?

    Ma c'è qualcosa di assolutamente originale e non copiato o comprato altrove che la Micro$oft può vantare?

    Dopo l'era del PC e la sua fortuna col DOS e le prime schifezze a finestre che ha spacciato in giro per il mondo quell'aziendaccia ha campato di rendita.

    Tutto il resto è storia nota, come tutte le tristi pratiche anticoncorrenziali e le iniezioni di denari, insieme a copie di tecnologie, acquisizioni di aziende, e contrasto dei concorrenti (OS/2 e BeOS)...

    Ma cosa vuole inventare e prevedere un'azienda così?
    non+autenticato
  • - Scritto da: iRoby
    > Dopo l'era del PC e la sua fortuna col DOS e le
    > prime schifezze a finestre che ha spacciato in
    > giro per il mondo quell'aziendaccia ha campato di
    > rendita.

    Tra l'altro anche il DOS non è stato sviluppato da Microsoft ma è stato comprato...
  • Non sono nè un censore, nè un criticone, il tuo intervento però mi sà di fuffa.
    Microsoft sostanzialmente ha compiuto degli errori enormi, adagiandosi sulla sua posizione dominante conquistata nel tempo, è questo è decisamente criticabile.
    Le schifezze di Microsoft si sono affermate a causa del loro costo minore, vedi vhs betamax, dopodichè ha iniziato a fare concorrenza sleale, e non ci piove.
    Il fatto che non abbia inventato ma comprato tecnologie però, non vedo che problema rappresenti, è la logica aziendale... se ho liquidità perchè non comprare?
    I laboratori di Microsoft Research fanno il loro dovere nel fare queste previsioni, non è da poco che a Redmond si lavora per introdurre vere innovazioni dato che altri sistemi operativi e, anche taluni applicativi, sono più avanti (peraltro alcuni SO concorrenti e applicativi sono anche liberamente scaricabili).
    Personalmente ritengo che le critiche siano sempre abbastanza sterili, e servano più a scrivere Microsoft con il dollaro, che invece discutere della criticità dell'incremento di informazioni o almeno compiere analisi su una giusta, e aggiungerei scontata quasi, previsione.
    La concorrenza porterà novità e lo testimoniano gli investimenti e il "cambio di rotta", speriamo non provvisorio.
    Trovo che tirare in ballo la storia sia solo, concedimelo, un modo per far vedere che hai letto un pò wikipedia, e sia anche leggermente OT, ma in fondo, hai ragione, doppiamo pur tutti passare una domenica a non far nulla vero?Con la lingua fuori
  • A me dispiacciono tutte le ottime tecnologie bruciate e che sono state affossate da quell'azienda.

    BeOS lo vidi alla presentazione italiana su una dual-CPU PPC 603 ed era una cosa fantastica. Con i due led fuori dal case che facevano da CPU load monitor.
    Ci giravano 4 animazioni 3D calcolate in tempo reale e senza nessun rallentamento di sorta... Quando Micro$oft era ancora alle applicazioni a 16bit di Win95A.

    E poi OS/2 e l'Amiga e tutte le famiglie di macchine multimediali NMS e l'Atari ST. Si è mangiata tutto lasciando un monopolio condito di virus e malware, di utenti beta tester e prezzi artificialmente alti.
    Di ricatti e taglieggi ai produttori, e si potrebbe continuare ancora.

    Un'azienda pluricondannata e recidiva che continua impunemente a fare ciò che le aggrada come ha dimostrato la recente vergogna ISO.
    non+autenticato
  • Ma guarda io non ti dò torto, trovo però ingiuste le accuse al settore Microsoft ResearchSorride Mi sembrano un tantino sterili, per il resto tanto di cappello
  • Nell'immagine sopra l'articolo c'è scritto che nel 1980 nasceva il personal computer, ma lo dice come se tutti gli utenti possedessere un PC?! Poi nel 2000 viene messa l'immagine di un uomo con uno smartphone in mano, ma dico!, nel 2000 lo smartphone era diffusa tra tutta la gente?!Ma ancora oggi, chi è che possiede un telefonino che vale più di 500-600euro?, questo vuol dire che nel 2020 questa nuova tecnologia starà ancora prendendo piede e starà ancora in mano a chi tiene i soldi e agli utenti normali sarà concesso di avere a prezzi normali uno smartpone come adesso possediamo un computer.
    Mi sa che Microsoft Research non ha capito bene cosa è disposto l'utente media a pagare per avere dei gioellini.
  • "I ricercatori Microsoft prevedono anche che saremo sempre più tecno-dipendenti." Il loro fine ultimo è impiantarci un microchip sottocutaneo per controllarci tutti.
    http://www.the1phoenix.net/x-files/chip.htm
    Tutto questo per colpa dei potenti della Terra: i massoni e il signoraggio. Prendetemi pure per pazzo ma se continueremo a fidarci delle multinazionali, diventeremo loro schiavi privi di cervello.
    Già ci controllano abbastanza e soprattutto ci impediscono di pensare.
    Figuriamoci nel futuro. NESSUN GIORNALISTA ha avuto il coraggio di parlare di queste cose. Soprattutto di un noto film-documentario chiamato Zeitgeistmovie http://zeitgeistmovie.com/ che parla di tutto questo. Il messaggio che voglio darvi è SVEGLIATEVI. FATE CASINO NELLE PIAZZE. La libertà sta per scomparire. E' nostro compito proteggerla, sconfiggendo le bugie e distruggendo questo schifoso palcoscenico.

    Le ossa guariscono. I lividi svaniscono, ma l'arte è per sempre.
    Otep Shamaya
  • - Scritto da: Nexso
    > Prendetemi pure per
    > pazzo ma se continueremo a fidarci delle
    > multinazionali, diventeremo loro schiavi privi di
    > cervello.

    Leggento punto informatico, direi che il procedimento è gia in atto.
    non+autenticato
  • Sono cazzate.
    non+autenticato
  • "fate casino nelle piazze"

    bravo in puro stile comunist-schifoso far casino e danni per delle scemenze, ma te lo farai impiantare te il chip sottocutaneo non certo io dai..!
    non+autenticato
  • "fate casino nelle piazze" nel senso di protestare contro queste cose. Io sono contro la violenza, infatti firmo petizioni per Amnesty ed altri. Inoltre, non appartengo ad alcun schieramento politico perché tanto è il signoraggio a prendere le decisioni più importanti.
  • Ditemi che sono pazzo:
  • Da quando "firmare petizioni" rappresenta un atto anche lontanamente concreto? Rivoluzionario col culo degli altri...

    (Tra parentesi, Zeitgeist soprattutto nella parte riguardante le religioni dice una marea incredibile di cazzate! Mithra è stato crocifisso? Ma per favore!!!)
    non+autenticato
  • "Mithra, of Persia, born of a virgin on December 25th, he had 12 disciples and performed miracles, and upon his death was buried for 3 days and thus resurrected, he was also referred to as "The Truth," "The Light," and many others. Interestingly, the sacred day of worship of Mithra was Sunday." Come vedi non si parla di crocifissione ma di resurrezione. http://it.wikipedia.org/wiki/Cristianesimo_e_Mitra...
    (leggi da "Giorno Santo" in poi).
    Inoltre, grazie alle petizioni sono riuscito (e con me milioni di persone) a salvare un INNOCENTE che stava per essere ucciso in Texas     . Il suo nome è Kenneth Foster. (http://www.mtv.it/blogs/mtv_news/archive/2007/07/2...)
    Io conosco una sua cara amica di nome Terry. Lei mi confidava quanto soffriva per lui. L'averlo salvato è stato per noi una grande vittoria.

    P.S. Non è che sei un giornalista di Punto Informatico?
  • A me sembra che ci sia l'ottica della demonizzazione più insensata. Non me ne vogliano i fun di film come zeitgeist (o documentari insomma fate un pò voi).
    Il mondo si regge sul principio del profitto. Il casino nelle piazze andrebbe fatto per il lavoro che non c'è, non per scenari futuristici di dubbia fattibilità.
    L'articolo non dice nulla di strano o inquietante, sono cose che nelle università si sentono da anni.
    In ogni caso Microsoft sta spingendo l'acceleratore sulla ricerca, anche sul proprio sistema operativo, non solo su cose futuristiche, perchè ha capito si spera una volta su tutte, che l'enorme capitale può essere utilizzato per fare vera innovazione, perchè anche nelle cantine si può sviluppare qualcosa di migliore rispetto ad un'azienda con una liquidità enorme e quote di mercato da paura.
    E così leggiamo dell'impegno della ditta di Redmond in tanti di quei settori, del suo lento e progressivo cambio di vedute.... e ben venga la concorrenza, ci guadagnamo solo noi utenti.
    Ritornando in topic, ripeto, non c'è da fare sensazionalismo su delle cose normalissime che hanno detto i "ragazzi" della Microsoft Research, il succo è che si deve progettare pensando ad un'incremento esponenziale della quantità di macchine...
    Per il resto gli scopi di una multinazionale si limitano alla capitalizzazione... non siamo mica in alien con la weyland yutaniCon la lingua fuori
  • Intanto ti ringrazio per il commento intelligente (finalmente uno).
    Io spero tanto che tu abbia ragione. Che le multinazionali pensino "soltanto" a fare soldi e nient'altro (anche se solo per il denaro commettono le azioni più schifose ed infami). Il problema è che qualsiasi cosa vediamo ha quasi sempre il suo lato oscuro. Sto odiando terribilmente questo mondo. Troppi orrori. Troppa crudeltà. Troppa superbia. Vae Victus (guai ai vinti). Zeitgeist movie in ogni caso è assolutamente veritiero (aldilà se preoccuparsi o meno) dato che ho trovato un sacco di fonti che affermano ogni singolo tema.
    Voglio comunque farti vedere una cosa che mi ha colpito:
    http://it.youtube.com/watch?v=8TttcHi_YPc
    Ti prego, dimmi che è tutto falso.
  • Guarda di sensazionalismi oggigiorno ce n'è anche troppi. Ovvio che tutte le singole cose di questo singolare video sono vere.
    Complotti, massonerie? Esistono, certo che si, esistono ancora.
    Il problema è che, esistenza o no, è come combattere contro i mulini a ventoSorride
  • Questi scenari valgono solo per il mondo delle favole dove l'energia è inesauribile e disponibile a piacere e a poco prezzo.

    Con la crisi energetica che si prospetta le nostre priorità saranno:
    - riscaldare casa
    - riempire il serbatoio dell'auto (o la batteria) per andare al lavoro
    - avere un lavoro
    - procurarsi da mangiare a prezzi non disumani

    L'internet ci sarà ancora, ma semplicemente non ci sarà abbastanza energia per far funzionare tutti questi computer.
    Funz
    12980
  • - Scritto da: Funz
    > Questi scenari valgono solo per il mondo delle
    > favole dove l'energia è inesauribile e
    > disponibile a piacere e a poco prezzo.
    >
    >
    > Con la crisi energetica che si prospetta le
    > nostre priorità
    > saranno:
    > - riscaldare casa
    > - riempire il serbatoio dell'auto (o la batteria)
    > per andare al
    > lavoro
    > - avere un lavoro
    > - procurarsi da mangiare a prezzi non disumani
    >
    > L'internet ci sarà ancora, ma semplicemente non
    > ci sarà abbastanza energia per far funzionare
    > tutti questi
    > computer.

    visione ottimistica del mondo bravo: l' energia la possiamo prendere ovunque quando finirà una fonte ne useremo un altra e così via
    non+autenticato
  • - Scritto da: eightom

    > visione ottimistica del mondo bravo: l' energia
    > la possiamo prendere ovunque quando finirà una
    > fonte ne useremo un altra e così
    > via

    Visione realistica. Le fonti attuali di energia si avviano verso il declino, e non ne esistono di altre che possano sostituirle se non in minima parte.

    Tu invece continua a vivere nel mondo dei sogni, bravo, però il risveglio non sarà piacevole.
    non+autenticato
  • dimentichi che noi abbiamo nello spazio il Sole che è una fonte (quasi) infinita di energia se smettessimo di utilizzare le fonti non rinnovabili a favore di energie come il Sole l'energia non diventerebbe più un problema.
  • - Scritto da: battagliacom
    > dimentichi che noi abbiamo nello spazio il Sole
    > che è una fonte (quasi) infinita di energia se
    > smettessimo di utilizzare le fonti non
    > rinnovabili a favore di energie come il Sole
    > l'energia non diventerebbe più un
    > problema.

    Sarebbe bello, certo, se si iniziasse adesso a investire un bel pò di soldi si avrebbero dei risultati. Purtroppo però nel nostro paese disastrato si parla di ben altro:
    - nucleare (lo vedremo tra 20 anni, e come ci arriveremo fino ad allora è da vedere)
    -"carbone pulito", che è come dire "puttana casta"
    - rigassificatori, senza la certezza di avere ancora qualcosa da rigassificare tra qualche anno (e a quali prezzi)
    non+autenticato
  • Purtroppo hai torto, credimi, non è un volermela prendere a cacchio. Io per primo ero sicuro di questa cosa, poi un paio di articoli su "le scienze" (perdonate la pubblicità) mi hanno semplicemente mandato malissimoTriste
    Quoto Funz
  • chi sorveglierà i sorveglianti? Non potevi dirla cosi' eh?
    Oltretutto e' da mo' che scrivo in merito proprio a questo dicendola ancora piu' semplice:CHI CONTROLLA CHI?!
    Se dobbiamo credere a quanto si puo' comodamente vedere possiamo tranquillamente dire che "del domani V'E' certezza" quella di prenderselo...nel piede.
    Diverremo una societa' di formiche supercontrollate con un super io unico e magari pure DIGITALE che fara' da formica madre.
    E andrebbe gia' bene...l'alternativa e' che una ristretta cerchia di potenti , tramite la tecnologia applicata al controllo e alla REPRESSIONE di MASSA, riesca a controllare le masse SENZA che vi sia piu' una sola possibilita' di INVERTIRE il processo.
    Con un adeguato controllo mentale si potrebbero inibire persino le pulsioni "negative" tipo il suicidio o altro.
    Azz, quanto sono catastrofico...ma siccome a pensar male spesso ci si azzecca...Sorride
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 6 discussioni)