Blue Gene dichiara guerra all'AIDS

La potente tecnologia di supercomputing di IBM verrà utilizzata dall'Università di Edimburgo per tentare di scoprire una cura efficace contro il virus dell'HIV, responsabile dell'AIDS

Edimburgo - La più potente tecnologia di supercomputing al mondo, quella Blue Gene di IBM, verrà messa a disposizione di un team di scienziati svedesi che da anni è alla ricerca di una cura contro il flagello dell'AIDS.

I ricercatori dell'Università di Edimburgo e del Watson Research Center di IBM hanno annunciato un progetto di ricerca congiunto, della durata di cinque anni, che utilizzerà le simulazioni effettuate con supercomputer Blue Gene per velocizzare la creazione di farmaci per l'inibizione dell'infezione da HIV, il virus che causa l'AIDS.

Combinando l'utilizzo di veloci supercalcolatori con nuove tecniche farmacologiche sperimentali, gli scienziati puntano a creare inibitori specifici che agiscano direttamente sulla parte del virus responsabile dell'ingresso del materiale genetico virale all'interno della cellula umana. L'aspetto innovativo di questa collaborazione, spiega IBM, sta nel tentativo di creare simultaneamente inibitori multipli in grado di evitare che il virus possa mutare il proprio patrimonio genetico, rendendo inefficaci le terapie farmacologiche in uso.
"I primi risultati ottenuti sono promettenti e mostrano come si possano sfruttare le capacità informatiche per simulare le tipologie di molecole in grado di bloccare l'infezione da HIV delle cellule umane e che queste informazioni possono poi essere utilizzate dai ricercatori per realizzare farmaci specifici in modo rapido ed efficace", ha spiegato Jason Crain, della School of Physics dell'Università di Edimburgo e divisional head of science presso il National Physical Laboratory britannico. "Questo è un nuovo approccio alla realizzazione dei farmaci. Utilizziamo algoritmi sofisticati abbinati a tecniche sperimentali specifiche per progettare terapie molecolari più efficaci, e possiamo inoltre trarre enorme vantaggio da straordinarie risorse informatiche per operare in modo efficiente e razionale".

Il progetto fa leva sul meccanismo con cui il virus dell'immunodeficienza umana HIV-1 si fissa alle cellule all'interno del corpo e poi inocula il proprio materiale genetico. I ricercatori stanno effettuando studi su un frammento della proteina superficiale del virus, chiamata peptide, che è fondamentale per la stimolazione della risposta immunitaria all'attacco virale. Capire la struttura e il comportamento del peptide permetterà la creazione simultanea di farmaci multipli in grado di contrastare il processo infettivo.

Quella di Edimburgo fu la prima università europea, nel 2004, ad installare presso i propri laboratori informatici un supercomputer della famiglia Blue Gene. Oggi questo istituto vanta una delle infrastrutture di calcolo più potenti d'Europa.

IBM combatte la propria guerra tecnologica all'AIDS su più fronti. Il centro di ricerca di Haifa, in Israele, lo scorso anno ha sviluppato, insieme ad alcuni partner europei (tra cui l'Università di Siena e Informa S.r.l.), un sistema integrato per il trattamento dell'HIV chiamato EUResist. Questo sistema è in grado di prevedere le reazioni delle varianti genetiche dell'HIV a specifici trattamenti antiretrovirali: i medici possono così selezionare i farmaci o le combinazioni di farmaci più efficaci nella cura dei pazienti affetti da AIDS.
40 Commenti alla Notizia Blue Gene dichiara guerra all'AIDS
Ordina
  • ... per interessi economici quelli che le hanno non le divulgano, perchè si guadagnano molti più soldi con "le cure" come la chemio... C'è un marcio giro di soldi in tutto il mondo e tantissima gente soffre e muore per l'avidità e la stupidità di una stretta cerchia di persone che hanno in mano la soluzione al problema ma che la rilasceranno solo quando avranno deciso che sarà vantaggiosa per loro.. poco importa quelli che muiono.
    non+autenticato
  • chiedo a chi ne sa più di me se non rischano di accavallarsi i due progetti, questo qui nuovo di IBM con Bluegene e quanto fatto fino ad ora con la WCG.
    non+autenticato
  • Scusate ma preferirei che studiassero il modo di prevenire, curare , debellare il CANCRO...
    Non solo perche' ne sono colpiti tanti nel Mondo ma perche' capita anche a chi non se lo va a scegliere...
    AIDS invece ,salvo pochi casi, deriva da una vita promiscua, poco attenta alla sicurezza propria e del prossimo.
    Oltretutto sono stati stanziani milioni di euro negli anni e i risultati paiono deludenti,sembra che qualcuno ci "sguazzi".
    Il cancro e' davvero pestilenziale,colpisce ovunque e sempre piu' gente.
    Debellarlo, anche in funzione a COME agisce, secondo me aiuterebbe di riflesso molti altri studi su malattie similari e non.
    E' vero anche l'opposto, magari cercando un sistema per sconfiggere l'AIDS si potrebbe approdare ad un sistema per sconfigger eanche il cancro.
    Ma mentre di AIDS non ho visto morire ancora nessuno tra le mie molteplici conoscenze di CANCRO ne ho visti cadere parecchi.
    Un caso!?Non pare proprio...
    non+autenticato
  • Sono abbastanza d'accordo anche su questo. Con cognizione di causa, faccio ricerca in quell'ambiente, posso dirti che negli ultimi anni stanno diminuendo moltissimo le morti per AIDS perché i farmaci sono sempre più potenti e quindi il virus riesce sempre meno a far conclamare l'AIDS (ossia a distruggere il sistema immunitario). D'altra parte però le infezioni sono cresciute moltissimo, e questo sia a causa della negligenza verso se stessi e verso gli altri, ma anche a causa della nostra visione dei media, per cui se i media non parlano più di un problema è come se il problema fosse scomparso. Fatto sta che di questo passo ci ritroveremo con milioni di persone sieropositive (infette da HIV), e ti assicuro che, stando nell'ambiente, non è bello sapere di avere un virus potenzialmente mortale, ed essere visto da tutti (per ignoranza) come un pericolo ambulante. E' vero anche che le industrie farmaceutiche ci sguazzano. Con gli stessi soldi si potrebbero curare milioni di persone in più. Un flaconcino da una 50ina di capsule di non ricordo quale farmaco anti HIV costa circa 1000 (mille) euro..

    La differenza tra HIV e cancro è che l'HIV è un virus, puoi studiartelo come vuoi, cercare di capirne i meccanismi e le mutazioni. Il cancro (di cui non so molto) comprende un numero infinito di variaili, tanto che ci sono ricerche anche solo per certi tipi di cancro, che per altri non andrebbero bene perché sono completamente diversi. Ma soprattutto, non si tratta di un corpo esterno da debellare (come l'HIV) ma del tuo stesso corpo che "impazzisce".
    non+autenticato
  • hai perfettamente ragione, quindi, seguendo il tuo ragionamento:

    non curiamo chi si ammala di cancro ai polmoni, perchè causato dal fumo
    non curiamo i malati di cuore, perchè spesso hanno comportamenti alimentari ecc sbagliati
    non curiamo chi si rompe la testa andando in moto; se la sono voluta, no?

    sono sconcertato e decisamente stupito ce il moderatore del forum non chiuda questa pagina colma di beceraggini
    non+autenticato
  • ste
    oggi, 14.08link html
    hai perfettamente ragione, quindi, seguendo il tuo ragionamento:

    non curiamo chi si ammala di cancro ai polmoni, perchè causato dal fumo
    non curiamo i malati di cuore, perchè spesso hanno comportamenti alimentari ecc sbagliati
    non curiamo chi si rompe la testa andando in moto; se la sono voluta, no?

    sono sconcertato e decisamente stupito ce il moderatore del forum non chiuda questa pagina colma di beceraggini

    Hei, mai sentito parlari di GESTIONE DELLE RISORSE?!
    Se ne hai infinite puoi fare quello che ti pare, altrimenti devi prendere delle decisioni.
    Secondo me il cancro e' un male ameno che colpisce chiunque ovunque e ha una valenza sempre maggiore.
    Se proprio lo vuoi sapere, allo stato attuale e data l'informazione che gira,i fumatori non dovrebbero avere alcun diritto all'assistenza SE beccano malattie derivanti dall'uso del fumo a meno di pagarsela!
    Sanno benissimo a cosa vanno incontro, sanno benissimo che oltre alla LORO salute mettono a repentaglio quella di chi sta' loro vicino eppure insistono...stessa cosa dicasi di altri comportamenti simili.
    E la comunita si deve sbattere e sobbarcarsi spese enormi per salvare la vita a chi se la spegne giorno dopo giorno scientemente!?
    Usiamo i soldi, quei pochi, per altre cose...
    Si e' CINISMO ma meglio che essere ipocrita e far finta che tutto vada bene.
    non+autenticato
  • Effettivamente il virus dell'HIV è una pura simulazione al calcolatore: a tutt'oggi NON è MAI stato isolato.
    Per quanto riguarda il cancro... io ho vissuto l'esperienza in prima persona, anche se il linfoma di Hodgkin è qualcosa di un po' diverso, pur essendo una patologia tumorale curata con chemio e radioterapia: quando recidiva occorre un midollo nuovo. Ora sto meglio grazie alle cellule staminali del midollo di mia sorella, ma dal cancro non si guarisce, ci si può "rimettere" sperando che non si manifesti più. Credo che lo studio delle cellule staminali sia l'unica via sia l'unica da percorrere assieme alla prevenzione per debellare un male così infido e diffuso: nessuno si "va a cercare" una leucemia, e il tumore ai polmoni può essere anche causato da altri fattori piuttosto che dal fumo di sigaretta: basti pensare alle particelle inquinanti, ai PM10 e PM2,5 all'amianto e altre storie... bisogna stare attenti a generalizzare sull'eziologia (la causa) di questi mali così terribili e dolorosi
  • - Scritto da: Rubinho
    > Effettivamente il virus dell'HIV è una pura
    > simulazione al calcolatore: a tutt'oggi NON è MAI
    > stato
    > isolato.

    MA CHE CAVOLO VAI DICENDO???????????????????????????????????????????????????? I FARMACI SI SOMMINISTRANO IN BASE ALL'RNA DEL VIRUS DEL PAZIENTE!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
    MA DOVE CAVOLO LE TROVATE STE IDIOZIE, BASTAAAAAAAAAAAAA!!!!!!!!!!
    non+autenticato
  • - Scritto da: Ricky
    > ste
    > oggi, 14.08link html
    > hai perfettamente ragione, quindi, seguendo il
    > tuo
    > ragionamento:
    >
    > non curiamo chi si ammala di cancro ai polmoni,
    > perchè causato dal
    > fumo
    > non curiamo i malati di cuore, perchè spesso
    > hanno comportamenti alimentari ecc
    > sbagliati
    > non curiamo chi si rompe la testa andando in
    > moto; se la sono voluta,
    > no?
    >
    > sono sconcertato e decisamente stupito ce il
    > moderatore del forum non chiuda questa pagina
    > colma di
    > beceraggini
    >
    > Hei, mai sentito parlari di GESTIONE DELLE
    > RISORSE?!
    > Se ne hai infinite puoi fare quello che ti pare,
    > altrimenti devi prendere delle
    > decisioni.
    > Secondo me il cancro e' un male ameno che
    > colpisce chiunque ovunque e ha una valenza
    > sempre
    > maggiore.
    > Se proprio lo vuoi sapere, allo stato attuale e
    > data l'informazione che gira,i fumatori non
    > dovrebbero avere alcun diritto all'assistenza SE
    > beccano malattie derivanti dall'uso del fumo a
    > meno di
    > pagarsela!
    > Sanno benissimo a cosa vanno incontro, sanno
    > benissimo che oltre alla LORO salute mettono a
    > repentaglio quella di chi sta' loro vicino eppure
    > insistono...stessa cosa dicasi di altri
    > comportamenti
    > simili.
    > E la comunita si deve sbattere e sobbarcarsi
    > spese enormi per salvare la vita a chi se la
    > spegne giorno dopo giorno
    > scientemente!?
    > Usiamo i soldi, quei pochi, per altre cose...
    > Si e' CINISMO ma meglio che essere ipocrita e far
    > finta che tutto vada
    > bene.

    a livello di principio il tuo discorso io lo comprendo ma non lo giustifico.

    mio fratello si è beccato l'HIV (è portatore sano grazie al fatto che è agiato e si può permettere tutti i medicinali) da una trasfusione.

    senza stare a parlare solo del mio caso e provando a generalizzare se davvero si dovesse fare come dici tu allora per ogni malato bisognerebbe fare un processo ed un pool di medici dovrebbe certificare l'origine della malattia (ma ti rendi conto!) ed allroa bisognerebbe chiedere a dei medici di scegliere se curare o meno un malato (ippocrate ti ricorda niente?)

    insomma ci sono cosi tante implicazioni nella tua proposta/idea che neppure immagini che la rendono semplicemente inapplicabile.


    e tutto questo senza considerare le questioni morali/etiche che ci sono dietro ad una decisione del genere che sono tutte discutibilissime.
    non+autenticato
  • Ma che dici meglio di qua meglio di là, chiedi a chi soffre.
    Sarebbe meglio che tutte le malattie fossero debellete.
    Una persona che ha visto morire dei cari non credo che si crei questo problema...
    Vi prego riflettete prima di parlare.
    E non è bello affrontare un argomento con così tanta superficialità. Si soffre tutti, cancro o aids cercata o meno!!
    Ma che discorsi


    - Scritto da: Ricky
    > Scusate ma preferirei che studiassero il modo di
    > prevenire, curare , debellare il
    > CANCRO...
    > Non solo perche' ne sono colpiti tanti nel Mondo
    > ma perche' capita anche a chi non se lo va a
    > scegliere...
    > AIDS invece ,salvo pochi casi, deriva da una vita
    > promiscua, poco attenta alla sicurezza propria e
    > del
    > prossimo.
    > Oltretutto sono stati stanziani milioni di euro
    > negli anni e i risultati paiono deludenti,sembra
    > che qualcuno ci
    > "sguazzi".
    > Il cancro e' davvero pestilenziale,colpisce
    > ovunque e sempre piu'
    > gente.
    > Debellarlo, anche in funzione a COME agisce,
    > secondo me aiuterebbe di riflesso molti altri
    > studi su malattie similari e
    > non.
    > E' vero anche l'opposto, magari cercando un
    > sistema per sconfiggere l'AIDS si potrebbe
    > approdare ad un sistema per sconfigger eanche il
    > cancro.
    > Ma mentre di AIDS non ho visto morire ancora
    > nessuno tra le mie molteplici conoscenze di
    > CANCRO ne ho visti cadere
    > parecchi.
    > Un caso!?Non pare proprio...
    non+autenticato
  • Ho perso mia madre, mia nonna, sua sorella, un cugino e TUTTI per cancro...
    Mio cugino lo ha preso per volonta' divina mentre gli altri fumavano come turchi.
    Secondo te affronto la cosa in modo superficiale?
    Il problema e' che non puoi far tutti felici, non puoi curare tutto, non puoi ricercare tutto.
    Quindi devi scegliere,ma chi lo dovrebbe fare non lo fa proprio per non incorrere nelle ire di chi non ha capito ancora che le risorse sono FINITE e non INFINITE.
    Credo che l'egoismo e lastupidita' di molte persone impattino parecchio sui costi e sulle decisioni a procedere.
    Mi chiedo perche' devo spostare risorse per risolvere problemi che la gente SI CREA SCIENTEMENTE quando molta altra gente ha mali non cercati ma piovuti dal cielo.
    I distinguo ci sono sempre,come in tutte le cose.
    LA nostra legge per proteggere QUALCHE innocente preferisce far uscire centinaia di colpevoli.
    PEr salvarne uno ne condanni mille...perche' quelli che escono statene certi...rovineranno la vita ad altra gente.
    UNO SOLO innocente contro centinaia di innocenti che subiranno le sorti infauste legate alla scarcerazione dei colpevoli.
    Ma la coscienza e' salva...
    non+autenticato
  • Mi spiace, ma anche io sono cinico a riguardo. Se fumi, e sei avvisato che sarai ucciso o ti prenderà il cancro, e puoi scegliere di non rischiare, rischi con le tue tasche e la tua salute, non con le tasche dello stato e la salute di chi ti sta vicino.

    A parole dovrebbe essere così.. Però se fossi medico credo che non riuscirei a dire di no ad una persona che soffre per un tumore. Anche a me ha portato via un sacco di amici e familiari.
    non+autenticato
  • Peccato caro ricky che non è proprio come dici tu. Nessuna malattia è "buona". Un giorno ti potresti svegliare e renderti conto di aver contratto l'Hiv, chissà come a quel punto risponderesti. Se lo vuoi proprio sapere l'hiv favorisce l'insorgere di vari tipi di cancro etc..Prima di parlare, fai un favore a te stesso e documentati!
    non+autenticato
  • Guardate che "peptide" è solo un nome generico, un modo di chiamare delle piccolissime proteine. La proteina che sta sulla superifcie dell'HIV ed è responsabile dell'aggangio ai linficiti ed ai macrofagi si chiama gp120; quella invece che non è esposta, ma subentra subito dopo l'aggancio per penetrare nella cellula si chiama gp41.
    State attenti quando parlate di scienze non informatiche.
    non+autenticato
  • hahaha, scusa ma ho letto tutti gli articoli di stamane e sono pochi quelli in cui non si redarguisce chi li ha scrittiSorride
    E' davvero difficile fare articoli scientifici senza avere delle basi piu' che buone, e cosi' vale per tutto il resto.
    Il bello e' che QUI come altrove c'e' gente che ha voglia di puntualizzare e di "aggiustare" il tiro.
    Per questo ritengo non cosi' importante che l'articolo sia "perfetto", se c'e' un errore qualcuno lo fara' notare.
    Alla fine chi legge ed e' VERAMENTE INTERESSATO avra' l'informazione buona e completa.
    Bella internet eh? Non ricordo di aver mai avuto un simile strumento di informazione che si AUTOPULISCE come questa.
    Dovrebbero potervi accedere tutti...
    non+autenticato
  • Perfettamente d'accordo, io il mio ruolo di "pulitore" l'ho fatto..Sorride
    non+autenticato
  • Magari sono leggermente OT ma neanche troppo.
    E' da circa 12 anni che casualmente sono venuto a conoscenza di una notizia poi approfondita e discussa anche con gente veramente esperta di medicina e biologia a differenza di me che sono un'informatico, ossia che non c'è NESSUNA dimostrazione che il fantomatico virus dell'HIV sia la causa della malattia AIDS.

    Anzi, fino ad ora tutte le prove raccolte sostengono l'esatto contrario. E' da citare inoltre che i maggiori scienziati mondiali tra cui Kary B. Mullis (Premio nobel per la chimica per l'invenzione della PCR) chiedono con voce grossa dove siano le prove che sostengono che l'HIV sia il responsabile dell'AIDS.

    Dietro ci sono a mio avviso le solite manovre farmaceutico/commerciali (vedi SARS, vedi Aviaria, Vedi Mucca pazza), non a caso il virus muta ogni 500 milioni di dollari XD

    Scherzi a parte, se non ne siete a corrente di questa notizia approfondite almeno su google prima di affibbiarmi il classico nome di pazzo o di credulone.

    C'è ben poco da prendere per vero purtroppo nelle notizie "ufficiali".
    non+autenticato
  • Io ho gia' approfondito quindi posso darti del pazzo credulone?
    non+autenticato
  • Dipende da dove hai letto la notizia...
  • - Scritto da: Mahji
    > Io ho gia' approfondito quindi posso darti del
    > pazzo credulone?

    Solo se argomenti, altrimenti sei un inutile rompitazze.
    krane
    22544
  • Vero, molti illustri ricercatori sostengono che il virus nemmeno esiste. In realtà sono i farmaci per curarlo che uccidonoA bocca aperta
    non+autenticato
  • - Scritto da: asd
    > Vero, molti illustri ricercatori sostengono che
    > il virus nemmeno esiste. In realtà sono i farmaci
    > per curarlo che uccidono
    >A bocca aperta

    Non so se la tua era ironia... cmq basta pensare che l'idea dell'AZT è: se non posso averlo io non lo avrai nemmeno tu virus!
    Cioè, una medicina che come effetto collaterale ha lo stesso effetto della malattia che deve curare.
    Sono dei geni!
    non+autenticato
  • - Scritto da: Mau
    > - Scritto da: asd
    > > Vero, molti illustri ricercatori sostengono che
    > > il virus nemmeno esiste. In realtà sono i
    > farmaci
    > > per curarlo che uccidono
    > >A bocca aperta
    >
    > Non so se la tua era ironia... cmq basta pensare
    > che l'idea dell'AZT è: se non posso averlo io non
    > lo avrai nemmeno tu
    > virus!
    > Cioè, una medicina che come effetto collaterale
    > ha lo stesso effetto della malattia che deve
    > curare.
    > Sono dei geni!

    Anche la chemioterapia usa lo stesso principio medioevale. Con la differenza che è una sanguisuga artificiale micidiale.
    non+autenticato
  • Perfetto, allora fai un salto al policlinico gemelli di roma, ti faccio fare a te, ed a tutti quelli che sostengono queste idiozie, una bella trasfusione da un qualsiasi paziente a cui è stato diagnosticato l' "inesistente" visrus dell'HIV. Ti assicuro che non ci sono solo tossici e prostitute, ma anche illustri signori, avvocati, imprenditori, ecc. Vediamo se ti regge, o se gli regge a quegli idioti che sostengono un fatto simile.
    non+autenticato
  • Le prostitute, caso strano, non fanno parte delle categorie a rischio AIDS. Vai a cercarti le statistiche di morte per AIDS dell'OMS... e caso strano vedrai che circa il 90% sono maschi (fa eccezione guarda caso l'Africa... dove si muore per malattie legate alla malnutrizione) mentre l'Hiv colpisce indifferentemente uomini e donne. Sei in grado di spiegara come faccia il virus a distinguere il sesso delle persone per ammazzare solo i maschi? La teoria di cui si parla è controfirmata da 13 premi Nobel quindi non la bollerei semplicemente come bufala. Il primo a mettere in dubbio la relazione Hiv->Aids è stato Peter Duesberg, idolatrato a livello mondiale per le sue teorie sulla carcenogenesi e completamente ignorato (quando non offeso...) per le sue teorie sull'origine tossicologica dell'AIDS.
    non+autenticato
  • Tossicologica? Ossia mi stai dicendo che a chi non assume farmaci non si conclama l'AIDS?.. Senti, fammi il piacere va..
    non+autenticato
  • Ho detto tossicologica... alcuni farmaci possono esserne la causa (leggi ad esempio gli effetti collaterali dell'AZT, chemioterapico bocciato dalla FDA negli anni 70 come cura al cancro perchè ammazzava + gente del tumore... o anche alcuni farmaci per emofiliaci) ma non solo. A me è stato insegnato sempre si sentire approfonditamente le due campane prima di farmi un'opinione. Leggi il libro di Duesberg (lo trovi anche da Feltrinelli: "Aids: il virus Inventato" di Peter Duesberg). Dopo che lo hai letto tutto, verificane la bibliografia e le fonti e poi fatti un'idea tua. Qui non stiamo facendo a gara a chi ha ragione o torto... Leggi il libro: se dopo rimani della stessa idea ben venga, vorrà dire che hai argomenti concreti per confutare le ipotesi poste. Io ad ora ho provato a confutare tale ipotesi ponendo precisi quesiti a gente competente... e ne ho ottenuto solo chiusura a priori (vista l'incapacità di rispondere alle domande poste). Ti ripeto: conosci una spiegazione SCIENTIFICA che giustifichi la capacità di un retrovirus che colpisce indistintamente uomini e donne di conclamarsi in malattia quasi esclusivamente negli uomini? Di più: perchè la curva di diffusione di tutte le malattie e infezioni a carattere sessuale (che si trasmettono come l'Hiv) differiscono enormemente da quella del retrovirus? Come mai è l'UNICO virus (sai quanti se ne conoscono??) a conclamarsi in malattia dopo ANNI (anche 20) senza seguire la comune corva di incubazione di TUTTI gli altri??? Sai come mai si studia un vaccino (che dovrebbe aiutare l'organismo a produrre anticorpi specifici) quando lo stesso test (brevettato dal signor Gallo) cerca proprio gli anticorpi (che quindi l'organismo produce da solo)? Se conosci le risposte a tutte queste domande (e a tante altre)... beato te... la risposta media dei ricercatori a cui ho chiesto è stata "In effetti questo è un punto oscuro..." .. mi sembra siano un po' troppi i punti oscuri visti gli anni e i miliardi di dollari investiti nella ricerca...
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 7 discussioni)