PcTuner

PI Hardware/ Asus P527 visto da vicino

PcTuner - Computing e connettività in mobilità, con un occhio al mondo professionale. La creatura di Asus deve competere in un mercato affollatissimo. Ecco con quali strumenti intende farlo

Roma - Le esigenze lavorative dell'attuale mondo professionale sono sempre più vaste: i continui spostamenti e il bisogno di condividere e raggiungere informazioni ovunque hanno portato i maggiori produttori nel campo IT a cercare soluzioni integrate sempre più efficienti per assecondare le richieste dei professionisti. Asustek, azienda taiwanese molto conosciuta sul fronte informatico propone una propria linea di prodotti, a cavallo tra palmare e cellulare, in grado di occupare questa nicchia di mercato che sta velocemente diventando sempre più vasta.

Asus P527: quando il cellulare incontra il PDA


Tale linea è identificata dalla lettera P e l'esemplare in prova è il modello P527 appartenente alla fascia media: successore del P526 presentato appena un anno fa, ne ricalca fedelmente le linee guida principali operando piccoli ritocchi.
Confezione e dotazione
Il P527 viene fornito in una elegante scatola nera di cartoncino al cui interno troviamo una ricca dotazione, come si confà ad un dispositivo di questo livello: oltre al PDA stesso abbiamo un paio di auricolari con microfono e pulsante per rispondere alle chiamate, un caricatore da auto, uno da rete (il dispositivo si carica anche da USB), una sacchetta in simil-pelle per il trasporto, una SD da 1 GB e un comodo supporto a ventosa per agganciarlo saldamente al vetro dell'auto durante i nostri spostamenti.

Asus P527: quando il cellulare incontra il PDA


La manualistica comprende la classica guida veloce e un corposo manuale in inglese che illustra tutte le caratteristiche del PDA in maniera esaustiva.
All'interno di questo bundle abbondante non troviamo però un pennino di ricambio: chicca che avrebbe sicuramente giovato, vista la facilità con la quale si perde questo oggetto fondamentale.

Design ed ergonomia
Il P527 è un PDA dalla forma molto classica e le linee sono eleganti e discrete, caratteristiche di tutta la serie P con la quale Asus ha evidentemente voluto rivolgersi agli utenti professionisti anche nei canoni estetici.

Asus P527: quando il cellulare incontra il PDA


I materiali sono di eccellente qualità: la semi-scocca inferiore è di tipo soft-touch e presenta uno sportellino per la batteria privo di leve per il bloccaggio, ma nonostante ciò non ha rivelato cedimenti. La parte superiore è in uno splendido alluminio satinato, molto piacevole al tatto e alla vista. I tasti, anch'essi di un raffinato color alluminio, sono assemblati con perizia risultando pronti nella risposta e solidi nell'uso.

Asus P527: quando il cellulare incontra il PDA


Unico neo dal punto di vista del design può essere assegnato alla cornice del display: tre millimetri di plastica nera che bordano lo schermo non sembrano una scelta molto azzeccata; si poteva trovare una soluzione migliore.
9 Commenti alla Notizia PI Hardware/ Asus P527 visto da vicino
Ordina
  • Gentile dodanna,
    sono l'autore della recensione dell'Asus P527. Come può vedere dagli screen inseriti, la versione in nostro possesso aveva il software in lingua inglese e su quell'esemplare l'XT9 funzionava perfettamente. Lei si riferisce alla versione con S.O. in italiano?

    Le posso assicurare che i test vengono fatti con il massimo dell'obiettività ed eventuali sviste capitano assolutamente in buona fede: non ci guadagnamo nulla a non segnalare i problemi riscontrati e ciò mi sembra risulti dalla recensione stessa.

    Cordiali saluti.

    Gianluca Mastrantonio
  • Gentile Signor Mastrantonio, sono certa siate obiettivi nelle vostre recensioni, ma perchè allora i prodotti non vengono testati con le versioni che saranno in uso in Italia? In questi due mesi ho letto quotidianamente recensioni da tutti i siti possibili, ne avessi trovata una che accennava al problema XT9 possibile quindi che proprio nessuno abbia provato la versione italiana? A questo punto sospetto sia proprio Asus a far testare il prodotto come vuole e nella versione che meglio funziona.
    O mi sbaglio?
    Comunque grazie per la sua risposta anche perchè è stata l'unica che ho ricevuto pur avendo esposto il problema anche ad altri siti.
    Cordiali saluti.
  • Salve dodanna,
    su questo purtroppo non posso darle alcuna risposta in quanto io mi occupo semplicemente di testare i prodotti che ricevo. Come e perchè essi arrivino non è di mia competenza ma dipende dalle strategie di PR e produttori.

    Capisco il disappunto nel ricevere un oggetto non conforme alle proprie aspettative ma, a tal proprosito, posso solo invitarla a contattare nuovamente Asus Italia e cercare di trovare una soluzione. Penso che da azienda seria qual'è cerchi di fare tutto il possibile per accontentare il cliente.

    Per quanto mi riguarda commenti, appunti e critiche - purchè costruttive - sono sempre ben accette.Occhiolino

    A presto!

    Gianluca Mastrantonio
  • Visto il problema che ho e che mi pare abbiano quasi tutti coloro che hanno acquistato questo smartphone, mi chiedo come mai chiunque scriva una recensione su questo prodotto (negli ultimi due mesi ne ho lette molte) omette di dire che per i cellulari circolanti in Italia non funziona la tastiera XT9. A me è arrivato la scorsa settimana un secondo Asus p527, il primo lo avevo reso e fatto sostituire ma il secondo è arrivato con lo stesso identico difetto, chiamato asus mi ha detto che era inutile lo restituissi di nuovo me ne sarebbe arrivato uno identico, ma mi hanno assicurato che nel giro di 20 giorni sarebbe uscito un firmware con il quale il problema si sarebbe risolto. Ho visto oggi sul sito e sembra ci sia l'aggiornamento, lo installero a giorni e spero vada tutto bene.
    Ma mi domandavo cosa ci guadagnate voi a non segnalare i difetti che chissà come mai troviamo noi acquirenti ma non voi che testate il prodotto.
  • SiRF Star III, preciso e veloce?
    altri ossimori: veloce cavallo morto e un grande nano.

    dopo avete visto i risultati.

    Possiedo un vecchio garmin (1998) che e' molto piu' preciso e veloce di qualsiasi SiRF stellina bella.

    Il sirf e' la scappatoia dell'industria assemblona, certo costa meno....
    non+autenticato
  • ma non dire cavolate che è meglio, è praticamente immediato l'aggancio dei satelliti col Sirfstar III e in più ho sempre segnale al massimo...
    non+autenticato
  • Questa è la balla degli integralisti del GPS per giustificare i propri "prodotti superiori". Svegliati, siete solo pecore nelle mani del marketing
    non+autenticato
  • molto meglio il P750
    non+autenticato
  • Sono due prodotti di fascia diversa.

    Io ho il p525 sono abbastanza buoni come telefoni gli asus
    non+autenticato