Milano sa sempre più di ECDL

L'Università apre il CertL@b insieme ad AICA: computer e certificazioni informatiche, a partire dai già avviati corsi per la Patente Europea

Milano - Non si ferma la corsa all'occupazione dei nuovi spazi di formazione da parte dei sostenitori della Patente Europea del Computer (ECDL) introdotta dall'AICA in Italia nel 1998. In una nota diffusa ieri, l'Università degli Studi di Milano e la stessa AICA hanno annunciato la nascita di CertL@b, una struttura interamente dedicata alla formazione e alla certificazione ICT, ECDL in testa.

CertL@b (Centro di Ateneo per le Certificazioni Informatiche) è costituito da un'aula informatica con 61 box dotati di PC e da una segreteria, una struttura in grado, si legge nella nota, di formare e certificare "ampie capacità di utilizzo dello strumento informatico nelle diverse attività professionali".

Nella nota si accenna anche alla convenzione di AICA con la CRUI (Conferenza dei Rettori delle Università Italiane) per la diffusione delle certificazioni ECDL all'interno di tutti i corsi di studio in molti atenei. E proprio a Milano, con il progetto "Matricola 2001", sono già stati certificati ECDL migliaia di studenti, operazione che verrà ripetuta con "Matricola 2002".
"Il Centro - si legge nella nota - si propone inoltre come sede di esame per le nuove certificazioni riconosciute a livello europeo previste da AICA e finalizzate ad attestare le competenze dei vari livelli di operatori del settore informatico, quali ECDL Advanced Livello Applicativo e Specialistico ed il programma EUCIP (European Certificate for Informatics Professionals)".

Ai progetti l'Università intende portare anche i contributi delle convenzioni che saranno firmate con alcune importanti aziende, in primis i colossi americani Microsoft, Cisco e Oracle.
TAG: italia
12 Commenti alla Notizia Milano sa sempre più di ECDL
Ordina
  • Non faceva anche lei corsi ECDL? Senno' dove si fanno?
    non+autenticato
  • si dice della statale di milano, ma non della cattolica.
    Quest'anno per quasi tutte le matricole è obbligatorio e per tutti gli iscritti del biennio di qualunque facoltà è gratuito (o comunque per tutti gli studenti passati al nuovo ordinamento). Per gli studenti del vecchio ordinamento e iscritti ad anni superiori al secondo è a pagamento, ma a prezzi estremamente vantaggiosi rispetto a soluzioni in altri centri.
    non+autenticato
  • Che piaccia o meno lo e'. Sta a chi forma, poi, sapere spiegare i, diciamo, limiti della ECDL. Ma non si puo' condannare uno strumento che di fatto uniforma le competenze degli europei.
    non+autenticato
  • Non è uno standard mondiale ma limitato ai paesi dell'unione europea che lo riconoscono.

    La ECDL è un titolo statico che dimostra conoscenza generica sull'utilizzo di applicazioni,tra l'altro non vendor independent visto che si applica alle applicazioni MS OFFICE.

    Il titolo poi non può garantire la PROFESSIONALITA' nel settore IT visto che di fatto è un'attestazione di "saper utilizzare determinate applicazioni uso ufficio".

    Sarebbe come dire, per assurdo, che un ingegnere edile è bravo in quanto ha superato un test di costruzione con i lego...
    non+autenticato
  • La patente Europea per l'utilizzo del computer nasce con l'intento di formare in modo base e certificarne poi l'uso dei PC di base. Chiaramente dato che il 95% dei PC desktop utilizza il S.O. Microsoft non si può pretendere di essere Vendor Indipendent. Mentre sulle nuove ECDL (office e superuser) posso tranquillamente smentire che non siano vendor indipendent. Infatti ho appena assistito di persona ad un workshop AICA sulla ECDL superuser e vi posso confermare che per metà si è svolto su Linux e che il test di certificazione (Europeo) si svolge sia su Linux che su Windows. Per ora non contempla Mac ma credo che più avanti (anche su richiesta del mercato) si potrà aggiungere.

    Raffaele Albertini
    Vice Presidente ALSI
    Presidente commissione AICA
    non+autenticato


  • - Scritto da: Raffaele Albertini
    > La patente Europea per l'utilizzo del
    > computer nasce con l'intento di formare in
    > modo base e certificarne poi l'uso dei PC di
    > base. Chiaramente dato che il 95% dei PC
    > desktop utilizza il S.O. Microsoft non si
    > può pretendere di essere Vendor Indipendent.

    Quindi di fatto è una certificazione "doppione" della MOUS di Microsoft.
    Sono concorde che la maggior parte dei computer (non credo il 95% degli utenti di pc desktop, visto che oltre al mondo Linux c'è il mondo Unix, MAC, terminali e altri sistemi di tipo prettamente aziendale). Per quale motivo quindi "sdoppiare" la certificazione MOUS di Microsoft che tra l'altro, se non erro, utilizza centri indipendenti per l'attestazione di certificazione?


    > Mentre sulle nuove ECDL (office e superuser)
    > posso tranquillamente smentire che non siano
    > vendor indipendent. Infatti ho appena
    > assistito di persona ad un workshop AICA
    > sulla ECDL superuser e vi posso confermare
    > che per metà si è svolto su Linux e che il
    > test di certificazione (Europeo) si svolge
    > sia su Linux che su Windows. Per ora non
    > contempla Mac ma credo che più avanti (anche
    > su richiesta del mercato) si potrà
    > aggiungere.

    Comunque anche questo conferma che sono certificazioni limitate al territorio europeo in un mercato lavorativo globale ponendo di fatto barriere nel riconoscimento delle "professionalità" acquisite con le ECDL verso paesi extra-europei.

    Una curiosità: le ECDL hanno scadenza?
    non+autenticato
  • se ti incontro ti rompo il culo a picconate
    non+autenticato


  • - Scritto da: Gratta & Vinci
    > ma vincono sempre gli stessi

    Se si vuol fare percorsi formativi seri per la formazione nel settore IT utilizzando l'ECDL come titolo di competenza, allora prepariamoci all'invasione di professionisti stranieri.
    non+autenticato
  • Quello che dico anch'io: laureati italiani a fare manovalanza, e professionisti stranieri ai compiti di responsabilità. E' a questo che sta puntando l'italia.

    Avevamo il problema della fuga di cervelli. Eliminando i cervelli eliminiamo il problemaOcchiolino)))

    non+autenticato
  • secondo me non è vero. per esempio io ho preso l'anno scorso quella di Utente generico, e devo dire che era veramente una cavolata. l'anno prossimo spero di poter fare anche gli altri...
    non+autenticato
  • sempre pronti a GRATTARE soldi agli UTONTI.
    non+autenticato