Gaia Bottà

Ecocho, Google stacca la spina

Il metamotore di ricerca ecologico sembrerebbe responsabile di click fraud. Google accusa: Ecocho spinge i propri utenti a cliccare sugli annunci pubblicitari, promettendo di investire i ricavi in iniziative a favore dell'ambiente

Roma - Quello di Ecocho, il metamotore di ricerca australiano che promette di piantare alberi ogni mille ricerche effettuate dagli utenti, è un debutto travagliato. Dopo la partenza a singhiozzo, con alcuni domini non raggiungibili, ora Google nega all'azienda la sua collaborazione.

Cos'è successo a Google?


A darne l'annuncio è lo stesso team di Ecocho, in un post del blog ufficiale: BigG non permette più ad Ecocho di mediare le ricerche che gli utenti effettuano su Google, non permette più al metamotore di trarre guadagno dalla pubblicità mostrata nei risultati della ricerca. Nemmeno se questi guadagni vengono investiti nella salvaguardia del pianeta.
Se in un primo momento lo staff si era limitato a dare l'annuncio e a rimuovere tutti i riferimenti a Google da FAQ, ricerche e dichiarazioni di intenti, ora ha reso pubbliche le motivazioni che hanno spinto Google a staccare la spina, a negare la propria disponibilità. Si tratterebbe di una violazione della policy di AdSense: Ecocho, spiega BigG, spingerebbe gli utenti ad effettuare le ricerche e a cliccare sugli annunci pubblicitari. Poco importa che si tratti di inviti spinti da incentivi monetari o da incentivi ecologisti come "con il denaro che ci fate guadagnare piantiamo degli alberi": in ogni caso si tratta di click fraud, alla quale Google non è disposta a sottostare.

"È stata una sorpresa totale e scioccante per noi - spiega il fondatore Tim Macdonald: lo staff di Ecocho si era rivolto a Google in passato, c'erano stati degli incontri nei quali il colosso di Mountain View aveva incoraggiato l'iniziativa. "Hanno avuto dei mesi per sollevare delle perplessità - continua Macdonald - ma non ci è stato detto nulla fino ad ora".

Lo staff di Ecocho non crede che il meccanismo del proprio sito possa influire sulla qualità dei click pubblicitari: Google collabora con successo con iniziative simili ad Ecocho, che sfruttano la tecnologia del gigante del search per raccogliere fondi da devolvere a cause benefiche.

"Considerato che eravamo sulla buona strada per raggiungere il milione di visite e comprare abbastanza carbon credit per piantare mille alberi entro il mese, la delusione è enorme", commentano da Ecocho.

Ma il supporto al metamotore ecologico non manca. Yahoo! continua a prestare i propri servizi per la causa, mentre sono numerosissimi i netizen che danno spazio alla questione in rete, numerosissimi coloro che sono intervenuti sul blog di Ecocho per mostrare la propria solidarietà compilando e inviando raffiche di email a Google per lamentare un trattamento ritenuto ingiusto.

Gaia Bottà
13 Commenti alla Notizia Ecocho, Google stacca la spina
Ordina
  • Non ho presente com'era la ricerca da ecocho con Google, fatto sta che con "Yahoo Ecocho" effettuando una ricerca ricevo come primi 2 risultati dei link sponsorizzati con lo sfondo tipo azzurrino (ad indicare il link a pagamento), poi 10 risultati attinenti alla ricerca, quindi altri 2 link a pagamento...

    2+10+2...

    la stessa ricerca su Yahoo non presenta link a pagamento.

    solo 10 link.

    Com'è 'sta storia??

    Aggiungono sponsor loro?
    Akiro
    1906
  • aggiungo che magari basterebbe spostare questi link a pagamento in una colonna a destra... come fa google di norma
    Akiro
    1906
  • Mi verrebbe da chiedere a Google: Perchè sul sito Corporate dai enfasi del tuo "Green Commitment" e del "Zero carbon impact" e poi non supporti un sito come Ecocho, ma ne supporti altri che utilizzano lo stesso metodo per acquisire crediti/soldi da devolvere?!?

    Rumble rumble... proprio non capisco...
    non+autenticato
  • - Scritto da: fpc
    > Mi verrebbe da chiedere a Google: Perchè sul sito
    > Corporate dai enfasi del tuo "Green Commitment" e
    > del "Zero carbon impact" e poi non supporti un
    > sito come Ecocho, ma ne supporti altri che
    > utilizzano lo stesso metodo per acquisire
    > crediti/soldi da
    > devolvere?!?
    >
    > Rumble rumble... proprio non capisco...

    Basta leggere la policy e capisco...
    non+autenticato
  • ...la questione è al rovescio:
    se usi ecocho, non vedrai la pubblicità di google "link sponsorizzato" in cima al pr e "link sponsorizzati" che vedi sulla colonna a dx di google......

    ...a google questa cosa non piace proprio...tutto quì, come al solito, nella "scala dei valori" in cima ci sono i "soldi", .....la vita e "assimilati" vale, per queste persone, meno!

    buon "termovalorizzatore" a tutti Indiavolato
    non+autenticato
  • - Scritto da: bimbumbam
    > ...la questione è al rovescio:
    > se usi ecocho, non vedrai la pubblicità di google
    > "link sponsorizzato" in cima al pr e "link
    > sponsorizzati" che vedi sulla colonna a dx di
    > google......

    confermo. eseguendo la stessa ricerca su yahoo e ecocho, i link sponsorizzati sono diversi, quindi ecocho utilizza il motore di ricerca di turno per i risultati "generali", mentre poi ci mette i propri link sponsorizzati. che vuol dire che google, ma anche yahoo, non ci guadagna (a meno di altri tipi di accordi fra ecocho e i motori di ricerca).

    > ...a google questa cosa non piace proprio...tutto
    > quì, come al solito, nella "scala dei valori" in
    > cima ci sono i "soldi", .....la vita e
    > "assimilati" vale, per queste persone,
    > meno!

    non che la cosa che mi stupisca, ma non penso che ecocho possa essere così di massa da creare un problema..boh, a mio parere brutta figura da parte di google. un'azienda come tante altre.
    non+autenticato
  • Pagando ad altri. Anche se la causa per cui si paga è ottima e sostenibile.
    non+autenticato
  • A prescindere dall'iniziativa a scopo umanitario come si permettono di costringere gli utenti a cliccare sulle pubblicità?

    Giustissima la scelta di google. Devono tutelere non tanto i loro interessi ma quelli di chi investe in advertising con adsense. Obbligare al click significa che l'azienda che ha inserito l'annuncio visualizzato spende senza aver possibilità di avere un ritorno economico.

    Mi spiace xchè l'iniziativa è lodevole ma così si truffano gli inserzionisti
  • Perdonami, non sono d'accordo con te.
    Prima di tutto nessuno è obbligato a cliccare sugli annunci, infatti può tranquillamente utilizzare un altro motore di ricerca o direttamente Google sulla sua pagina ufficiale, in secondo luogo gli inserzionisti paganti non hanno mai la certezza che i click sui loro annunci portino automaticamente guadagni, come non è detto che chi clicca su quegli anunci poi non ne approfitti per acquistare il prodotto pubblicizzatoSorride Se poi non sbaglio i click aumentano il ranking del sito, ma qui potrei dire una cavolata, quindi non prendere troppo sul serio quest'ultima frase.
    non+autenticato
  • Sul contratto degli inserzionisti ci sono norme che gli garantiscono l'evitare i clik fraudolendi. Ciaè forzati. Stando a quanto riporato da punto informatico x eseguire una ricerca c'era l'obbligo di cliccare su uno sponsor. Questo imho è illegito. I click poi non garantiscono miglior ranking. O meglio: 2.000.000 click si ma cavolo un SEO ti costerebbe molto molto -
  • Io ho usato (ed us) ecocho ma non ho mai cliccato su nessun link sponsorizzato...
    A mio parere il sito non incoraggia a cliccare sui links sponsorizzati: come si legge qua (http://www.ecocho.it/lang_it/whats-ecocho.php) il sito pianterà due alberi ogni mille _ricerche_ non ogni mille click su link sponsorizzati. Quindi la presa di posizione del team di Adsense mi sembra un po' esagerata... anche Firefox viola la policy allora ("Firefox start", home page di default è un motore di ricerca di Google... più incentivati a ricercare di così?).

    Pazienza, userò le ricerche di Yahoo....
    non+autenticato
  • ho controllato il sito e ritiro tutto. Non c'è affatto l'obbligo di cliccare su sponsor come invece scritto nell'articolo.

    Potrebbero esserci altri sotterfugi (codici malevoli o altro) oppure la barra che si può installare potrebbe fare porcherie non lo so. Vedremo la replica di google....
  • ma mi sa che tu non hai capito nulla cara barra78.
    rileggi l'iniziativa ecocho!
    non+autenticato