markvp

La ricarica senza fili č possibile

L'Università del Michigan concentra microonde in aree grandi mezzo centimetro. Le ricadute vanno oltre il caricabatterie universale: microscopia avanzata e manipolazione delle radiazioni sono solo l'inizio

Roma - C'è una novità nel campo del wireless-charging e non solo: alcuni ricercatori dell'Università del Michigan sono riusciti a concentrare microonde da 30 centimetri di lunghezza in aree di appena 1,5 centimetri, cioè un ventesimo della loro lunghezza d'onda. Un risultato cinque volte superiore a quanto finora la ricerca abbia mai ottenuto.

Il prototipoLe implicazioni di questa scoperta potrebbero essere molteplici: "Aprire un nuovo scenario applicativo: trasferimento wireless di energia, microscopia avanzata, incanalamento di radiazioni. Se riusciremo a spingerci alla frequenza della luce - e non c'è ragione perché questo possa non accadere - le applicazioni giungeranno al campo della litografia (elettronica, ndR) e della memorizzazione dei dati", dice Anthony Grbic, professore di Ingegneria Elettrica e Informatica dell'ateneo che, insieme ai colleghi Roberto Merlin e Lei Jiang, ha centrato l'obiettivo.

La tecnica utilizzata consiste nel far passare le microonde attraverso speciali pannelli, opportunamente sagomati, collocati davanti al punto di emissione. La loro particolare struttura si comporta come una sorta di lente il cui effetto è quello di stringere il fascio e realizzare così la concentrazione cercata.
Il vantaggio della soluzione individuata consiste nel basso costo di produzione: sinora, i tentativi di concentrazione sono stati attuati con l'utilizzo di particolari metamateriali, assemblati a mano, grazie ai quali si sono realizzate lenti tridimensionali efficaci ma costose. Al contrario, il sistema individuato dal gruppo si costruisce in una sola fase, risulta più facile da produrre e impiega materiali più economici.

Con alle spalle finanziamenti di tutto rispetto (la scuola di Ingegneria dell'Università del Michigan ha un budget di 130 milioni di dollari l'anno), potrebbe dunque volgere al termine l'attesa di efficienti ed economici dispositivi di ricarica wireless e di alimentazione a distanza. Accessori come il caricagadget universale potrebbero in breve divenire un lontano ricordo.

Marco Valerio Principato

(fonte immagine)
13 Commenti alla Notizia La ricarica senza fili č possibile
Ordina
  • non trovo più il il filo che carica il computer vorre fare che il computer automaticamente si carichi dasolo.
    non+autenticato
  • Il mio spazzolino elettrico si ricarica senza fili.
    Si pogggia sulla base e si ricarica.
    Non ci sono contatti elettrici, nè sullo spazzolino nè sulla base di ricarica; sono rivestiti di sola plastica.

    Quindi il sistema di ricarica deve avvenire per un principio simile.

    Domanda: Dov'è la novità?
    non+autenticato
  • la novità sta nel fatto che il tuo spazzolino elettrico è fatto per restare in funzione 5/10 minuti, e per ricaricarsi ci mette un paio d'ore

    Qui si sta parlando di cariche MOLTO superiori in un tempo ESTREMAMENTE inferiore... cioè se il tuo spazzolino sta ad un estremo, questa tecnologia sta all'altro.

    inoltre devi appoggiare lo spazolino alla basetta che viene caricato per induzione e NON per microonde.. dov'è la novità...
    nulla ... in fondo.. che differenza c'è tra la lente di un laser e una finestra di un maniero del medioevo ?
    entrambi lasciano passare la luce no ?

    (mio commento personale : OHH BHISCHERO ! )
    non+autenticato
  • Mi sfugge qualcosa?
    Ma non sono 1,5 cm? Sorride

    Adesso esco, vado a comprare 1000 ml di latte Geek
    non+autenticato
  • Se non sbaglio fu Tesla ad iniziare esperimenti sulla trasmissione di energia a distanza senza fili.
  • - Scritto da: www.aleksfalcone.org
    > Se non sbaglio fu Tesla ad iniziare esperimenti
    > sulla trasmissione di energia a distanza senza
    > fili.

    Quest'anno cade il centenario dell'evento di Tunguska, che alcune speculazioni attribuiscono proprio a un esperimento di Nikolas Tesla andato fuori controlloSorride
    non+autenticato
  • - Scritto da: Me Medesimo
    > - Scritto da: www.aleksfalcone.org
    > > Se non sbaglio fu Tesla ad iniziare esperimenti
    > > sulla trasmissione di energia a distanza senza
    > > fili.
    >
    > Quest'anno cade il centenario dell'evento di
    > Tunguska, che alcune speculazioni attribuiscono
    > proprio a un esperimento di Nikolas Tesla andato
    > fuori controlloSorride

    Non solo 'alcune speculazioni'. Lui stesso dichiarò di aver costruito un dispositivo in grado di concentrare grandi quantità di energia in punti precisi della superficie terrestre, e fece riferimento in modo ambiguo all'esplosione di Tunguska ed al terremoto di Messina, avvenuti entrambi nel 1908. Stessa cosa per l'esplosione improvvisa in pieno Atlantico di una nave... A memoria non ricordo i dettagli...

    In quelle interviste (da vecchio, una all'anno nel giorno del suo compleanno) però parlava di cose strane ed invenzioni incomprensibili per l'epoca: invenzione del 'raggio della morte' (laser), incontri con gli alieni, controllo dei terremoti, antigravità elettromagnetica, ecc..

    Si nota che mi sono appassionato, qualche anno fa?
    Sorride
  • - Scritto da: www.aleksfalcone.org
    >
    > Non solo 'alcune speculazioni'. Lui stesso
    > dichiarò di aver costruito un dispositivo in
    > grado di concentrare grandi quantità di energia
    > in punti precisi della superficie terrestre, e
    > fece riferimento in modo ambiguo all'esplosione
    > di Tunguska ed al terremoto di Messina, avvenuti
    > entrambi nel 1908. Stessa cosa per l'esplosione
    > improvvisa in pieno Atlantico di una nave... A
    > memoria non ricordo i
    > dettagli...

    >
    > In quelle interviste (da vecchio, una all'anno
    > nel giorno del suo compleanno) però parlava di
    > cose strane ed invenzioni incomprensibili per
    > l'epoca: invenzione del 'raggio della morte'
    > (laser), incontri con gli alieni, controllo dei
    > terremoti, antigravità elettromagnetica,
    > ecc..
    >
    > Si nota che mi sono appassionato, qualche anno fa?
    > Sorride

    Mooolto interessante, quella del terremoto di Messina non la sapevo...

    Comunque sia è certo che Tesla la sapeva davvero lunga. Non per niente viene celebrato come "l'uomo che ha inventato il XX secolo..."
    non+autenticato
  • Un uomo geniale, ma un visionario...
    non+autenticato
  • Un altro articolo spiega il meccanismo in maniera un pò diversa.

    http://technology.newscientist.com/article/dn13771...
    guast
    1319
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 6 discussioni)