Yahoo! Messenger parlerà con Jajah

Le due aziende hanno siglato una partnership strategica per far parlare su Internet 97 milioni di utenti della piattaforma di Yahoo!

Roma - Jajah è nata in Europa, in Austria, ma ha pensato bene di trasferire il proprio quartier generale nella Silicon Valley, zona geograficamente strategica per la presenza di telco e aziende leader della Rete. E la volontà di crescita dell'azienda, che già oggi vanta oltre 10 milioni di utenti, è confermata da una partnership strategica siglata con Yahoo!.

Jajah sarà il partner esterno del noto search engine per i suoi servizi voce premium attraverso il servizio "Phone In" e "Phone Out", con cui gli utenti potranno effettuare telefonate low-cost da PC a telefono e viceversa sulla rete Jajah verso oltre 200 paesi utilizzando Yahoo! Messenger, la soluzione di Instant Messaging che, spiegano le due aziende, conta quasi 97 milioni di utenti in tutto il mondo (dati comScore, febbraio 2008).

La partnership sarà operativa a partire dall'estate 2008. In virtù della collaborazione con Jajah, gli utenti di Yahoo! Messenger avranno a disposizione una rete di telefonia istantanea web-based che porta alla convergenza tra telefonia convenzionale e IP. L'accordo prevede che Jajah rilevi la fornitura dell'infrastruttura telefonica di Phone In e Phone Out, le procedure di pagamento e il servizio clienti per gli utenti voce premium di Yahoo! che utilizzano Yahoo! Messenger per telefonare.
Quando si userà Yahoo! Messenger per parlare con un altro utente che usa lo stesso programma, o quando si userà il servizio di chiamata Phone In e Phone Out, saranno i sistemi di Jajah a gestire la chiamata. A Jajah andrà in outsourcing anche tutto il servizio di supporto e quello di fatturazione (le telefonate verso telefoni fissi e mobili sono a pagamento) modificando di fatto lo scenario in questo ambito e trasformando Jajah nel fornitore ufficiale del servizio di comunicazione in voce per Yahoo.