Morse

Per Nokia il futuro Ŕ GPS

Morse - Entro il 2008 verranno consegnati ai mercati 35 milioni di cellulari GPS. Sullo sfondo il grande business delle mappe e la contesa con Tom Tom

Roma - La dichiarazione del Direttore Generale di Nokia Olli-Pekka Kallasvuo, in occasione dell'assemblea annuale degli azionisti, è stata: "Pensiamo di rilasciare circa 35 milioni di device comunicanti GPS Nokia nel corso del 2008, il che rappresenta la totalità del mercato dei terminali GPS venduti nel 2007".

Olli-Pekka Kallasvuo si è felicitato, subito dopo, per l'acquisizione per 8,1 miliardi di dollari del fornitore americano di cartografie digitali americano Navteq, che resta però sempre in attesa del foglio verde da parte della Commissione europea. Acquisizione che va in parallelo con quella del concorrente TeleAtlas da parte di TomTom, anch'essa al vaglio della medesima commissione ma che secondo alcuni rumors sarebbe in via di approvazione già dalle prossime settimane.

La concentrazione delle due sole società di produzione cartografica nelle mani dei due maggiori produttori di dispositivi di navigazione, potrebbe rappresentare un forte ostacolo alla concorrenza da parte di produttori alternativi che si troveranno ad essere clienti dei loro maggiori competitor. Per questo motivo, è presumibile che il disco verde della Commissione ad entrambe le operazioni sarà subordinato a rigide regole circa la tutela degli altri produttori di terminali.

Quest'ultimo annuncio è peraltro coerente con una strategia di lungo termine avviata già da lungo tempo: due anni fa Nokia aveva acquisito il produttore di software di navigazione Gate5, il cui prodotto è stato rinominato in Nokia Maps, ed è già da diverso tempo prima dell'acquisizione di Navteq che il leader mondiale della telefonia si stava concentrando sulla realizzazione di una estesa gamma di cellulari mid range e smartphones top di gamma muniti di ricevitore GPS integrato, di cui i nuovi N96, N78, 6210 Navigator e 6220 Classic annunciati nel corso dell'ultima edizione del salone Mobile World Congress di Barcellona non sono che l'ultimo esempio.
La visione dell'operatore finlandese si completa con i diversi servizi location based che sta sviluppando, come l'innovativo "Point & Find" che permetterà agli utenti di ottenere istantaneamente informazioni su attrazioni, esercizi commerciali o monumenti semplicemente fotografandoli dal proprio telefonino.

Morse.it