Alfonso Maruccia

Francia, no a Windows preinstallato

Pesanti stoccate agli accordi di licenza arrivano dai territori transalpini: un utente vince una causa per ottenere il rimborso. Ora ci si prepara alla presa di Parigi

Roma - No a Windows preinstallato sui PC: lo chiedono a gran voce i consumatori francesi che, individualmente o supportati dalla voce di associazioni quali la Union Fédérale des Consommateurs Que Choisir, si battono in tribunale per vedere riconosciuto il proprio diritto a scegliere quale sistema adottare, e a ottenere eventualmente un rimborso per il sovrapprezzo pagato sulla licenza di Windows integrata.

La questione è ben nota, e di grande interesse anche in Italia dove si sta pensando a una class action a tema: nella stragrande maggioranza dei casi, i personal venduti sugli scaffali dei negozi vengono forniti con il software e i sistemi operativi provenienti da Redmond, la qual cosa va a pesare sul costo finale del sistema e sulla esigenza di personalizzazione degli utenti più smaliziati.

Il rimborso della licenza di Windows, in particolare, è da tempo al centro dell'attenzione da parte di consumatori, associazioni e tribunali in ogni parte del mondo. In Francia, nell'ambito del caso Hordoir vs. Asus, uno dei suddetti consumatori ha ottenuto una importante vittoria contro il produttore taiwanese, costringendolo ad un rimborso a posteriori del software preinstallato sul suo PC.
Il giudice competente per la giurisdizione di Caen, Normandia, ha stabilito il diritto e la libertà dell'utente "di adottare qualsiasi sistema operativo o utilizzare altro software e licenze diverse dai sistemi e dal software installato sul computer" dal produttore. Una vittoria che segue le tre precedenti nelle giurisdizioni di Rennes, Puteaux e Libourne, tutti casi condotti sfruttando la guida ai rimborsi stilata dall'associazione AFUL.

Una vittoria che, come evidenzia il comunicato della suddetta organizzazione, potrebbe essere parte di una lunga serie: proprio mentre a Caen la Corte stabiliva l'obbligo di rimborso per Asus, UFC - Que Choisir presenziava all'udienza presso il Tribunal de Grande Instance di Parigi, la prima di una serie che vede contrapposte l'associazione dei consumatori e i produttori di PC, accusati da quest'ultima di violare svariati articoli del Codice dei Consumatori, in particolare l'art. 122-1 che proibisce le vendite in bundle.

La legge, continua AFUL, è dalla parte dei consumatori, basta solo applicarla: lasciare intatto l'attuale stato di cose non solo va contro l'interesse degli acquirenti francesi, ma contribuisce anche a rinforzare il monopolio Microsoft, che detiene tra il 90% e il 95% del mercato "con danno per la libera concorrenza". La soluzione alternativa che l'associazione propone è quella di una "attivazione selettiva" su espressa richiesta dell'utente, che potrebbe così scegliere di tenersi il sistema Windows già preinstallato sulla macchina oppure decidere altrimenti.

"Con una vittoria al Tribunal de Grande Instance - ha dichiarato Alain Coulais del team Racketware di AFUL - la situazione attuale, sfavorevole a tutti i consumatori, evolverà verso una scelta facoltativa durante l'acquisto, che è al contrario favorevole a tutti i consumatori e allo Stato. A un costo marginale ci guadagneranno tutti: la maggioranza che ancora vuole acquistare una macchina con software preinstallato, la crescente minoranza che sceglie di propria volontà soluzioni alternative come GNU-Linux, e quelli che hanno acquistato licenze che permettono loro di riutilizzare il software su più macchine".

Alfonso Maruccia
437 Commenti alla Notizia Francia, no a Windows preinstallato
Ordina
  • Il link che riporti tu non c'entra nulla con quello che ho detto io e non è neanche la prova di quello che sostieni.
    Non ti accorgi che la gara del "chi copia chi" (persa in partenza) la fate solo voi linari?
    non+autenticato
  • trollone ma cosa a scrivi, se vai parlare con gli utenti registrati, manda dei mess in privato, per farlo ti devi registrare, e non puoi farlo perchè sicuramente, sarai qualche utente registrato, che scrive da anonimo, per fare il solito fud.
    non+autenticato
  • ho letto, i commenti ai quali ti riferisci, hai fatto la figura del troll, parti del fatto, che su un post serio, che parlava del no della francia windows preinstallato, ai tirato in ballo compiz,windows aero, che non centravano niente, ne parlavi con Renji Arabai.

    - Scritto da: Renji Abarai
    > eh ma già così ti sei giocato la clientela.
    > Hanno le braccina corte!
    - Scritto da : Renjy Abarai
    Ma va.. è quello che vogliono...
    Ti ricordi quando criticavano gli effetti aero di vista e successivamente saltellavano davanti a compiz/beryl?
    Parliamo sempre degli stessi, peggio che i fan apple.

    questo si chiama trollare, ormai pare che su punto,informatico, ci sia un esercito di troll, la figuraccia che hai fatto con gnulinux86 ti sta bene, anche se a sbagliato anche lui, che si è messo hai rispondere a un troll, tanto il gioco di voi troll e questo fare confusione e distogliere l'attenzione dagli argomenti seri, e l'utente gnulinux86 è cascato nella tua trappola, ma ti ha al quanto distrutto a livello di conoscenze. bye by troll.
    non+autenticato
  • - Scritto da: lettore
    > ho letto, i commenti ai quali ti riferisci, hai
    > fatto la figura del troll, parti del fatto, che
    > su un post serio, che parlava del no della
    > francia windows preinstallato, ai tirato in ballo
    > compiz,windows aero, che non centravano niente,
    > ne parlavi con Renji
    > Arabai.
    >
    > - Scritto da: Renji Abarai
    > > eh ma già così ti sei giocato la clientela.
    > > Hanno le braccina corte!
    > - Scritto da : Renjy Abarai
    > Ma va.. è quello che vogliono...
    > Ti ricordi quando criticavano gli effetti aero di
    > vista e successivamente saltellavano davanti a
    > compiz/beryl?
    > Parliamo sempre degli stessi, peggio che i fan
    > apple.
    >
    > questo si chiama trollare, ormai pare che su
    > punto,informatico, ci sia un esercito di troll,
    > la figuraccia che hai fatto con gnulinux86 ti sta
    > bene, anche se a sbagliato anche lui, che si è
    > messo hai rispondere a un troll, tanto il gioco
    > di voi troll e questo fare confusione e
    > distogliere l'attenzione dagli argomenti seri, e
    > l'utente gnulinux86 è cascato nella tua trappola,
    > ma ti ha al quanto distrutto a livello di
    > conoscenze. bye by
    > troll.

    io sono troppo convinto che sei GNU travestito da anonimo.. per la tua allergia alla lettera "H" già evidenziata da me in altri post,per il tuo usare troppo spesso la parola TROLL (anche a sproposito" e per come parli di Gnu (che sei sempre te)..
    ma a che livello siamo arrivati!?!?Newbie, inespertoNewbie, inesperto
    LROBY
    lroby
    5311
  • Non potevano fare cosa migliore, sono sempre dell'idea che si debba lasciare la libertà di scegliere laddove sia possibile, e dato che oltre a Windows esiste anche Linux non vedo perchè dover imporre il primo.
    Ai windowsofili nulla viene tolto, solo dovranno espressamente richiedere di farlo installare, quindi davvero non trovo fondamento a tante obbiezioni che ho letto.
    Fatto stà che Microsoft, nel settore "Home" l'80% delle licenze riesce a venderle proprio perchè frutto di prodotti preinstallati, e sono una minima parte le persone che decidono spontaneamente per necessità di acquistare il SW originale.
    Eliminando Windows preinstallato, succederà che molti rimarranno comunque fedeli a Windows, ma questa volta facendoselo passare da un amico (oppure un mulo Sorride )...
    con conseguenti ed ingenti perdite per mamma Microsoft.
    Forse sarà questo il problema di tanto interesse all'imposizione del preinstallato?
    non+autenticato
  • sarai stupito, ma c'è gente che compra windows perchè fa quello che gli serve, o per lo meno per fare quello che gli serve c'è bisgno di windows.
    adirittura a qualcuno piace e lo compra pure.
    certamente se non fosse in bundle con il computer sarebbe meno diffuso, ma c'è bisogno di una reale alternativa che faccia almeno le stesse cose di windows, poi servirebbero sei sw indipendenti dalla piattaforma, e allora si che windows calerebbe.
    IMHO
  • l'alternativa, ovvero che faccia le stesse cosa che fa windows, c'è già.
    A meno che non parlavi di determinati applicativi che "girano" su windows.
    non+autenticato
  • non ho capito a dire il vero, mi hai linkato ad un post di uno che cita problemi di incompatibilità e insoddisfazioni varie che capitano su pc vecchi o mal configurati..... che c'entra linux ???
    non+autenticato
  • Che Linux inizi ad intrufolarsi nel mercato finora monopolizzato da MS, che inizi a farsi conoscere e apprezzare dagli utenti e dalle aziende, e che diminuiscano gli introiti dei rivenditori di Windows e dell'altra spazzatura preinstallata nei PC.
    Funz
    12989
  • - Scritto da: Funz
    > Che Linux inizi ad intrufolarsi nel mercato
    > finora monopolizzato da MS, che inizi a farsi
    > conoscere e apprezzare dagli utenti e dalle
    > aziende, e che diminuiscano gli introiti dei
    > rivenditori di Windows e dell'altra spazzatura
    > preinstallata nei
    > PC.

    guarda che se il monopolio rimane, e il preinstallato pure, la bontà del prodotto linux non basta a farlo sfondare.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Trolled

    > guarda che se il monopolio rimane, e il
    > preinstallato pure, la bontà del prodotto linux
    > non basta a farlo
    > sfondare.

    Spiegami come fa a sfondare in un mercato a cui gli è impedito persino accedere.
    Funz
    12989
  • Io ho gia' dato dei soldi a Bill Gates per una copia di XP.
    Adesso , scassato il vecchio PC, voglio usarlo ancora su un nuovo PC, che voglio avere SENZA SO premontato,
    Dove c'e' scritto che per ogni PC HW nuovo che compro devo comperare anche un nuovo SO?.
    Chi sono, BAbbo Natale?
    Altrimenti me lo faccio asemblare scheda per scheda e ci metto su il mio vecchio XP cha mi basta e avanza.
    E a Bill posso dire Suka
    non+autenticato
  • > Dove c'e' scritto che per ogni PC HW nuovo che
    > compro devo comperare anche un nuovo
    > SO?.

    nella licenza OEMSorride.

    Tu non compri il SW, compri la licenza d'uso.

    > Altrimenti me lo faccio asemblare scheda per
    > scheda e ci metto su il mio vecchio XP cha mi
    > basta e avanza.

    ti si rompe il PC, visto che l'etichetta è sul cassone, fai cambiare solo l'interno e tieno l'esterno, quindi sei a posto.
    come si fa per le ristrutturazioni delle case, per non dove sottostare ai limiti, tieni i muri esterni e rifai l'interno.


    > E a Bill posso dire Suka

    dubito che ti senta, ma credo che sarebbe meglio se lo scrivi in inglese, nel caso dovesse leggerlo.
  • - Scritto da: pippo75

    > ti si rompe il PC, visto che l'etichetta è sul
    > cassone, fai cambiare solo l'interno e tieno
    > l'esterno, quindi sei a
    > posto.
    > come si fa per le ristrutturazioni delle case,
    > per non dove sottostare ai limiti, tieni i muri
    > esterni e rifai
    > l'interno.
    >

    Minchiate perché Windows identifica cambiamenti hardware e ti si blocca perché pensa di essere stato reinstallato. E ti da una nuova chiave da comunicare all call center M$ dove ti chiederanno vita morte e miracoli tuoi e del tuo computer per sapere se stai reinstallando dopo una sostituzione di una motherboard guasta o sei un piratone...

    A me hanno chiesto il numero di serie di un portatile dopo la sostituzione della motherboard.

    Quindi devi utilizzare il medesimo trucco comunicando il numero di serie del PC a cui hai sostituito l'interno.
    non+autenticato
  • > Minchiate perché Windows identifica cambiamenti
    > hardware e ti si blocca perché pensa di essere
    > stato reinstallato. E ti da una nuova chiave da
    > comunicare all call center M$ dove ti chiederanno
    > vita morte e miracoli tuoi e del tuo computer per


    l'ho portato in assistenza perchè era rotto, quando è tornato ho dovuto reinstallare windows e .....
  • Appunto, licenza d'uso, nel senso che lo uso. Se mi si rompe il PC dovrei ricomprare anche il SO? E se voglio di nuovo XP dovrei comperarne un'altra copia, pur avendone una sullo scaffale?

    Se Bill viene a dirmeno a casa mia, come risposta gli faccio un forte rumore con la bocca (perche' sono educato)

    Quando compro un libro, l'autore/editore non mi dice che non posso leggerlo due volte o che non posso prestarlo o che se cambio lo scaffale devo comperarne un'altra copia, perche' se me lo dicesse si renderebbe ridicolo.

    Ma forse certi personaggi non sono piu' sensibili alla ridicolaggine che dimostrano e soprattutto alcuni interlocutori di questa rubrica dimostrano di avere anche il cervello in Licenza d'Uso Limitata.

    Altrimenti non si spiega questa difesa dei privilegi di Windows, a meno che siano venditori di Bill, come i Testimoni di Geova.
    non+autenticato
  • In teoria prestare libri e film è illegale, o comunque hanno cercato di renderlo tale...
    non+autenticato
  • - Scritto da: Andonio
    > Appunto, licenza d'uso, nel senso che lo uso. Se
    > mi si rompe il PC dovrei ricomprare anche il SO?

    purtroppo esiste la normativa sul copyright
    secondo questa normativa il software è opera di ingegno (come testi, musica, ecc.)
    chi detiene i diritti di sfruttamenti di un opera di ingegno decide lui se, come e in che modo concedere (dare in licenza) a terzi di usare l'opera

    tipicamente le licenze dei s.o. OEM venduti con i PC prescrivono che il s.o. possa essere installato solo ed esclusivamente su quella stessa macchina e non altre

    in italia contravvenire a questo è reato penale

    > E se voglio di nuovo XP dovrei comperarne
    > un'altra copia, pur avendone una sullo
    > scaffale?

    se la licenza è OEM allora si, devi comprarne un altro

    > Se Bill viene a dirmeno a casa mia, come risposta
    > gli faccio un forte rumore con la bocca (perche'
    > sono
    > educato)

    il discorso sul copyright e sulle licenze sw vale in generale ed è ben più ampio rispetto a zio bill

    cmq... se riesci a limitarti al solo rumore sei un santo Occhiolino

    > Quando compro un libro, l'autore/editore non mi
    > dice che non posso leggerlo due volte o che non
    > posso prestarlo o che se cambio lo scaffale devo
    > comperarne un'altra copia, perche' se me lo
    > dicesse si renderebbe
    > ridicolo.

    ehm... se leggi il libro per strada ad alta voce o canti sotto la doccia a finestra aperta o tieni alta la musica dello stereo in macchina... beh ti possono denunciare per violazione del copyright oltre che multarti pesantemente per aver diffuso pubblicamente l'opera senza aver pagato la SIAE: è successo
    http://espresso.repubblica.it/dettaglio-local/Blit...

    > Ma forse certi personaggi non sono piu' sensibili
    > alla ridicolaggine che dimostrano e soprattutto
    > alcuni interlocutori di questa rubrica dimostrano
    > di avere anche il cervello in Licenza d'Uso
    > Limitata.

    concordo...

    > Altrimenti non si spiega questa difesa dei
    > privilegi di Windows, a meno che siano venditori
    > di Bill, come i Testimoni di
    > Geova.

    sono greggi di tifosi... bill è il pastore e mac il cane da guardia...
    non+autenticato
  • Sino a poco tempo fa chi produceva pc aveva come riferimento il mondo Windows,poco importa che esistessero altre strambe opportunita' di OS variegati stile linux.
    Mancavano anche software liberi DEGNI DI NOTA, era tutto in fase di divenire.
    Adesso le cose sono molto cambiate,hai relle linux stabili e potenti con software davvero in grado di darti una mano a produrre e abbastanza compatibili con i formati piu' in voga (Microsoft guarda caso).
    Anche se i drivers sono ancora una cosa non troppo "stabile" su alcune piattaforme...
    ADESSO i tempi sono maturi per richiedere a gran voce di eliminare un S.O. se non e' necessario e farsi ridare i soldi indietro.
    Il discorso drivers non ha senso,gia' ci sono per le piattaforme piu' note e non produrli piu' o produrli "alla buona" perche' tanto non si sa' quale SO utilizzerai puo' solo dare contro a chi segue questa filosofia e premiare invece chi li crea ottimizzati e ben programmati.
    Interesse di chi produce hw e' VENDERELO non pagare il pizzo a Microsoft.
    L'assistenza sara' un punto di domanda.
    Hanno la brutta abitudine di fare a scaricabarile...speriamo non piglino la palla al balzo per incasinarci ancora di piu' le cose.
    Poi e' semplice:compero una macchina nuova,fatte salve le cose non eliminabili (volante,freni,motoreSorride ) il resto lo acquisto se lo voglio,non imposto!
    Il "riscaldachiappe elettronico" ad esempio lo escludereiSorride semmai uso un cuscino, costa meno, si spacca di meno e lo posso pure trasportare su altre auto...
    W la liberta' di scegliere...almeno dove ce lo permettonoSorride
    non+autenticato
  • Non è vero che avevamo solo Windows.

    C'erano OS/2 e anche BeOS che era semplicemente fantastico.

    Ma ci furono anche la NetXTStation di Steve Jobs e numerose macchine col loro sistema operativo grafico.

    Per OS/2 e BeOS Microsoft è finita in tribunale ed ha preso accordi extragiudiziari multimilionari per non essere condannata.
    non+autenticato
  • OS2 e BEos... allora c'era anche amigados...
    Stiamo parlando di grandi numeri...
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | 4 | Successiva
(pagina 1/4 - 16 discussioni)