2010, Valtellina coperta dal WiMax

L'obiettivo è portare la Provincia di Sondrio ad essere una delle prime in Italia a dotarsi di copertura broad band wireless. Il percorso durerà due anni, ma i primi servizi di connettività potrebbero già essere pronti nell'autunno 2008

Sondrio - WiMax, 2010, Valtellina: questo in estrema sintesi l'obiettivo del progetto di copertura broad band che prevede l'utilizzo della tecnologia WiMax per offrire accesso a Internet veloce nella provincia di Sondrio, coinvolgendo realtà locali in collaborazione con Retelit.

L'azienda, martedì scorso, ha sottoscritto un'intesa con Politec, la società cooperativa del Polo dell'Innovazione della Valtellina. Retelit, come noto, fa parte di quel gruppo di operatori che si sono aggiudicati i diritti d'uso delle frequenze legate alla tecnologia WiMax. Le due società si sono impegnate a definire una strategia comune con l'obiettivo di garantire una copertura totale della Valtellina entro il 2010.

Un obiettivo ambizioso e di fondamentale importanza per la più nordica provincia lombarda, che sembra essere basato su un'iniziativa nata all'insegna della tempestività: nel medesimo giorno in cui Retelit e Politec si stringevano la mano, infatti, l'ISP aveva appena ricevuto in via definitiva dal Ministero delle Comunicazioni l'assegnazione delle frequenze. La roadmap del progetto prevede l'attivazione dei primi servizi di connettività tra settembre e ottobre. La Provincia di Sondrio potrebbe essere tra le prime aree in Italia a vantare una copertura, benché parziale, basata su tecnologia WiMax.
Soddisfatto il presidente di Politec Fiorello Provera: "Questa è la svolta fondamentale per una provincia decentrata ed interamente montana qual è la nostra. La Valtellina, più di altre, necessita di collegamenti alternativi a quelli infrastrutturali (viari e ferroviari). Imprenditori, studenti, cittadini e turisti, entro due anni, avranno l'opportunità di usufruire dei servizi e delle comodità assicurate da Internet, su tutto il territorio, attraverso la tecnologia WiMax con una diminuzione di costi e di tempi. È soprattutto importante sottolineare che questo intervento metterà in condizione di attuare provvedimenti di assistenza sanitaria o di altro genere nelle zone più isolate dove attualmente non esiste un collegamento in rete. Questo aspetto sociale è particolarmente qualificante per l'Amministrazione Provinciale. La Valtellina si pone ora al livello delle aree metropolitane più evolute mettendo la tecnologia al servizio dei cittadini".
2 Commenti alla Notizia 2010, Valtellina coperta dal WiMax
Ordina