USB 3.0, Intel aprirÓ il suo controller

Accusata di impedire ai concorrenti lo sviluppo di chipset compatibili con USB 3.0, Intel ha annunciato l'intenzione di pubblicare la specifica integrale del suo host controller sotto licenza royalty free. BasterÓ per tacitare le rivali?

Santa Clara (USA) - In risposta a chi nelle scorse settimane l'aveva accusata di voler tenere per sé alcune porzioni dell'imminente tecnologia USB 3.0, ed impedire così alle proprie avversarie di sviluppare chipset compatibili, Intel ha annunciato che pubblicherà la specifica integrale del proprio host controller USB 3.0 sotto una licenza libera da royalty.

"La specifica sarà completamente gratis e a disposizione di tutti", ha spiegato Nick Knupffer, portavoce di Intel, in questo post. Knupffer ha poi chiarito che la specifica dell'host controller non coincide, come erroneamente assunto da varie fonti, con quella di USB 3.0: quest'ultima è stata infatti sviluppata da un ampio consorzio di aziende, l'USB 3.0 Promoter Group, e la prima ne è soltanto un'implementazione. Implementazione per sviluppare la quale Intel afferma di aver speso "gazillioni di dollari e bazillioni di ore-uomo".

"L'industria è desiderosa di ottenere questa guida (la specifica dell'host controller, n.d.r.), perché gli consente di sviluppare circuiti compatibili con USB 3.0 senza doversi accollare i massicci investimenti sostenuti da Intel", ha commentato Knupffer.
Il portavoce del chipmaker ha poi spiegato che se Intel si è finora rifiutata di fornire la propria specifica agli altri produttori è soltanto perché questa non è ancora pronta: renderla pubblica anzitempo, sostiene Knupffer, rischia di incoraggiare lo sviluppo di prodotti incompatibili. La situazione dipinta da Intel è stata già sperimentata dal mercato con lo standard 802.11n, ma tra i produttori di hardware c'è chi ritiene che i problemi di compatibilità non siano l'unica ragione di tanta premura: secondo AMD e Nvidia, Intel starebbe soltanto cercando di garantirsi un certo vantaggio sulla concorrenza, come la possibilità di lanciare un chipset USB 3.0 prima di tutti gli altri.

Nonostante l'annuncio di Intel è dunque ancora presto per dire se AMD e Nvidia recederanno dal proposito, espresso negli scorsi giorni, di lavorare su di una specifica alternativa. Una specifica che, pur basandosi sulla tecnologia sviluppata in seno all'USB 3.0 Promoter Group, potrebbe rivelarsi del tutto o parzialmente incompatibile con quella di Intel.

Il gigante dei chip ha promesso di aprire la specifica del proprio host controller nella seconda metà dell'anno, ma è meglio non farsi illusioni: l'ingresso sul mercato dei primi dispositivi USB 3.0 rimane infatti previsto per il 2010.

Come si è appreso all'Intel Developer Forum dello scorso settembre, USB 3.0 dovrebbe decuplicare l'attuale ampiezza di banda di USB 2.0, portandola a 4,8 Gbps (circa 600 MB/s). Questo cospicuo incremento di performance lo si deve all'utilizzo della fibra ottica, che si affiancherà ai tradizionali fili in rame contenuti negli odierni cavi USB.
25 Commenti alla Notizia USB 3.0, Intel aprirÓ il suo controller
Ordina
  • Quindi per trasferire 250 GB di dati da un HD esterno ad un altro utilizzando il PC per risparmiare tempo dovrei utilizzare le firewire e non le USB 2.0?

    Fatemi capire.. così col back up posso impiegarci di meno e corre a coprarle!! costano sui 15 euro... ah.. ed un cavo... ma forse gli HD devono essere compatibili?

    grazie!!
    non+autenticato
  • Se iniziamo a tenercele per sé, o a finire che si abbiano porte compatibili e porte imcompatibili, altro che Universal...
    non+autenticato
  • La specifica è universale, nel senso che è a disposizione di tutti. Poi se a partire da quella vuoi costruire un dispositivo funzionante allora ci devi lavorare su. Ad esempio, anche solo tra leggere la specifica delle prese di corrente e costruirne una che funzioni un po' ci passa, no?

    Quello che vogliono da Intel è il progetto del suo host controller, in modo da non doverne progettare uno loro da capo e probabilmente anche per essere sicuri di essere compatibili con l'implementazione Intel. Scommettiamo che come per il sw anche lì ci saranno dei bug e delle decisioni arbitrarie su questioni non normate dallo standard?
    non+autenticato
  • Cosi', dopo ben 10 anni di ritardi, la universal StupidBus, riuscira' ad andare piu' veloce del primo Firewire.

    amen
    non+autenticato
  • Sì, ma per il firewire bisogna pagare a Sony (se non ricordo male) perchè è un brevetto proprietario.
    USB no.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Nick
    > Sì, ma per il firewire bisogna pagare a Sony (se
    > non ricordo male) perchè è un brevetto
    > proprietario.
    > USB no.

    Tanto per completezza, mi auto-quoto:
    http://it.wikipedia.org/wiki/IEEE_1394
    non+autenticato
  • - Scritto da: Nick
    > Sì, ma per il firewire bisogna pagare a Sony (se
    > non ricordo male) perchè è un brevetto
    > proprietario.
    > USB no.

    Apple ha brevettato lo standard Firewire, se si vuole usare questo nome, le royalties vanno pagate a lei..
    non+autenticato
  • citando il dr. house: "ma in che sistema numericooh?"
    lol
    scusate è l'ora tarda che mi fa delirare
    non+autenticato
  • 600 megabyte al secondo non sono 400 megabit al secondoOcchiolino
    già usb2.0 và più veloce "su strada" del firewire: non ha da fare stupide negoziazione 100000 volte al secondo, visto che usb NON è p2p come FW ed è il controller che decide chi accede alla banda e quando.
    non+autenticato
  • - Scritto da: roberto

    > già usb2.0 và più veloce "su strada" del
    > firewire

    ma va a ciapè i rat
    non+autenticato
  • Tu non l'hai mai provata...
    Vero !?
    non+autenticato
  • Ma perchè la gente parla senza sapere?

    Leggono i dati tecnici e si sentono tutti Piccoli Bill...

    Metti a fianco un Hard Disk FW400 scassone ed il miglior USB 2.0, se ti va bene faranno pareggio (se hai trovato proprio uno scassone), altrimenti USB 2.0 mangia polvere tutti i giorni, su trasferimenti di molteplici files di piccole dimensioni o su grandi files è sempre penosissimo.
    non+autenticato
  • mai sentito parlare di trasferimenti tramite DMA (firewire) contro trasferimenti host controlled (USB) ?

    documentati meglio e fai dei test prima di parlare la prossima volta va
    mura
    1708
  • ma che razza di risposte.
    Il primo personaggio sara' davvero un asinello, ma qua le risposte sono "google e' tuo amico" "RTFM" "sei un Luser" etc etc.

    Queste di solito vanno bene in due direzioni (in un forum IT-generalista come PI):
    - non ne so nulla anche io ma invitare a documentarsi copre le mie lacune
    - non ho altra risorsa per spiegartelo in poche parole sono un Luser anche io
    non+autenticato