Marco Calamari

Cassandra Crossing/ DDL Intercettazioni, il Quizzone

di Marco Calamari - Oggi dovrebbe essere presentato il testo. Ecco sei domande a cui rispondere e darsi un punteggio. Cosa c'è dietro il disegno di legge? Chi indovina?

Roma - Quando un nuovo progetto di legge viene annunciato con fanfare e proclami televisivi dai soliti noti, viene spontaneo domandarsi quanta serietà e quanta preparazione, quanta realtà e quanti scopi occulti vi siano dietro. Questo vale senz'altro per il nuovo disegno di legge sulle intercettazioni che, se tutto dovesse procedere come annunciato, verrà presentato proprio oggi alle Camere, dopo essere stato oggetto di una propaganda paragonabile solo a quella di una Finanziaria.

Ora, a parte l'infelicità di scelta della data, visto che "Venerdi 13" è il titolo di una serie di noti film splatter in cui quasi tutti i protagonisti muoiono ed il cattivo risorge sempre, è proprio l'oleosa presentazione del DDL che, oltre ad alterare la mia pressione sanguigna, mi spinge per così dire a nutrire dubbi sulle intenzioni dei promotori, ed ipotizzare persino che possano esservene di diverse da quelle espresse.

Chi si riconosce nel pensiero razionale può però già ora evitare le ipotesi e partecipare ad un esperimento. È il Quizzone, a cui sottoporre il disegno di legge o qualunque dei suoi promotori, se mai vi capitasse di averne sottomano uno disposto a rispondere a qualche domanda.
Ma andiamo alle domande del Quizzone.

1) Il Disegno di Legge (si intende il DDL su intercettazioni e privacy) riduce e regolamenta le intercettazioni preventive effettuate su mail, telefonate e SMS?
Segnare 3 punti se si risponde SI, 0 punti per il NO

2) Il DDL regolamenta la quantità di intercettazioni che possono essere ordinate da un singolo magistrato, ed introduce una qualche forma di controllo quantitativa, responsabilizzando chi le richiede e limitando i costi della Giustizia?
SI 2 punti, NO 0 punti

3) Il DDL regolamenta forse una materia per colpire un'altra? Perché se le misure previste si applicassero solo a certi tipi di reato e non ad altri potrebbero presentarsi situazioni peculiari come l'impossibilità di usare le intercettazioni per reati socialmente importanti come il falso in bilancio per cui sono uno strumento essenziale, o invece come la possibilità di intercettare chiunque ipotizzando un reato jolly come il fiancheggiamento di attività terroristiche.
SI 1 punto, NO 0 punti

4) Il DDL è frutto di una attenta valutazione delle conseguenze sui diritti civili dei normali cittadini fatta da professionisti di settore, che valutino attentamente anche la normativa e gli orientamenti dell'Unione Europea?
1 punto il SI, -1 punto il NO

5) Il divieto di pubblicazione delle intercettazioni che parrebbe destinato ad apparire nel DDL si applica solo ai mezzi di informazione registrati, come giornali e televisioni, o prevede sanzioni uguali per i professionisti del giornalismo e per qualunque blogger (e simili)?
1 punto il SI, -1 punto il NO

6) Il DDL favorisce chi sia soggetto a particolari tipi di intercettazioni piuttosto che ad altre, ad esempio ambientali piuttosto che telematiche?
SI 2 punti, NO 0 punti

Fate le vostre previsioni e provate a calcolare un vostro punteggio, che al massimo può essere 10 ( al minimo -2). Poi controllate il testo del DDL (non quello che dicono sui media) e calcolate quello vero.

Ci avete azzeccato? Io vi anticipo la mia stima, che è 0, e spero di sbagliare per difetto e non per eccesso.

Marco Calamari

Tutte le release di Cassandra Crossing sono disponibili a questo indirizzo
81 Commenti alla Notizia Cassandra Crossing/ DDL Intercettazioni, il Quizzone
Ordina
  • Marcov ha manifestato contro la guerra in Iraq, ha molti conoscenti marocchini, passa le vacanze in paesi arabo/musulmani. Non sarà un fiancheggiatore di Al Qaida ? Intercettiamolo!
    Marcov ha una cognata calabrese e se avesse legami con la 'ndrangheta ? Intercettiamolo!
    Marcov collabora con una pubblica amministrazione, certo non poteri decisionali ma non si sa mai, magari prende mazzette. Intercettiamolo!
    Vocram invece è un bravo finanziere, cristiano e nordico che sta tirando un tremendo pacco a chi gli ha affidato i propri risparmi. Non si può intercettare!

    Ok si lo so è un post populista e retorico, mi chiedo solo perché le truffe finanziarie e i reati dei colletti bianchi (in vertiginoso aumento) non creano allarme sociale in questo paese?
  • Perche' in questo paese di BIIIIP sono tutti convinti di essere dei Vocram degli imprenditori di successo, anche quei poveri sfuttati che con partita IVA si trovano a vendere contratti di telefonia porta a porta.

    Potere della tv. Madre delle illusioni
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 15 giugno 2008 02.03
    -----------------------------------------------------------
  • Vorrei che passasse nei forum e rispondesse.
    non+autenticato
  • Dall'alto delle sue osservazioni, come puoi pretendere che osi scendere al nostro livello?
    non+autenticato
  • - Scritto da: Dario
    > Dall'alto delle sue osservazioni, come puoi
    > pretendere che osi scendere al nostro
    > livello?

    al tuo livello no di sicuro. Chi vuoi che scenda così in basso dove nemmeno i topi di fogna osano?
    non+autenticato
  • Dunque il decreto non si applica ai reati la cui pena prevista non è superiore ad un certo numero di anni.

    La prima cosa che mi sono chiesto è :

    Come faccio a capire la gravità del reato se non posso intercettare chi lo sta commettendo ? Lo chiedo ad Otelma ?

    Comunque la tecnica è impeccabile ... protezione della Privacy ... meraviglioso !

    Voi del governo multicolore ... ne ho una bella anch'io fate così :

    Fte una legge che impedisca di processare qualcuno se non sarà dichiarato colpevole.

    Se la scrivete così è già difficile da capire , poi d scuse ce ne sono a bizzeffe :

    - Per diminuire i tempi della giustizia
    - Per azzerare il numero di arrestati innocenti
    ecc....

    Fate due o tre puntate di Ballarò qualche finto servizio al telegiornale di autoglorificazione e vedrete che riuscirete a farla passare, in questo paese passa sempre tutto.

    Tanto ... detto tra noi ... alla base del concetto di ragionamento capzioso c'è la parola "ragionamento" quindi di che preoccuparsi ?
    non+autenticato
  • quoto!
    non+autenticato
  • BASTA, non se ne può più! Punto Informatico ancora una volta è schierato dalla parte della giustizia. Non è giusto! Io sono un delinquente e voglio essere tutelato! Le intercettazioni sono un grave atto contro la privacy di noi delinquenti. Finalmente abbiamo un Governo che ci tutela (ben più di come aveva fatto Mastella) e PI continua faziosamente a schierarsi contro noi delinquenti. BASTA! Non leggerò più questo giornale fatto per le sole persone oneste.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Delinquente Comune
    > BASTA, non se ne può più! Punto Informatico
    > ancora una volta è schierato dalla parte della
    > giustizia. Non è giusto! Io sono un delinquente e
    > voglio essere tutelato! Le intercettazioni sono
    > un grave atto contro la privacy di noi
    > delinquenti. Finalmente abbiamo un Governo che ci
    > tutela (ben più di come aveva fatto Mastella) e
    > PI continua faziosamente a schierarsi contro noi
    > delinquenti. BASTA! Non leggerò più questo
    > giornale fatto per le sole persone
    > oneste.
    lol   
    bellissimo
    non+autenticato
  • http://www.lastampa.it/redazione/cmsSezioni/politi...

    Alfano, che aggiunge: «Va tutelato il diritto alla privacy previsto dall’articolo 15 della Costituzione».

    Il ddl vieta le intercettazioni per i reati con pena inferiore ai 10 anni.

    deroga per i reati contro la Pubblica amministrazione (per esempio per corruzione)

    Le intercettazioni non potranno durere più di tre mesi

    tutela degli interlocutori che siano stati casualmente intercettati.

    Le nuove limitazioni non si applicheranno per i reati di mafia, terrorismo e altri reati di gravissimo allarme sociale (pedofilia, violenza...)

    reclusione fino a 5 anni per chi utilizza o rivela le intercettazioni o altre notizie coperte da segreto, avendo conoscenza qualificata degli atti del procedimento penale.

    per il giornalista che pubblica arbitrariamente, anche per riassunto, le intercettazioni di cui è vietata la pubblicazione: arresto da 1 a 3 anni e sanzione da 500 a 1032 euro. Per il giornalista non sarà però possibile applicare alcuna misura cautelare, neppure interdittiva. Il ddl riconosce la responsabilità amministrativa della testata giornalistica intesa come soggetto giuridico.

    Le norme varranno solo per il futuro dopo la sua entrata in vigore.

    Di Pietro si è indurito, non vuole il diritto alla privacy e annuncia che si incatenerà in aula.
    non+autenticato
  • A questo punto conviene mettersi a fare gli spacciatori...
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | 4 | Successiva
(pagina 1/4 - 18 discussioni)