Alfonso Maruccia

Nuotatori e sub? Alla larga

Radar a impulsi e sonar definitivi sono inclusi nella (costosa) dotazione di un nuovo apparato di difesa, pronto a colpire sottacqua gli umani che si spingano dove non devono

Roma - Il pensiero unico dominante recita che la sicurezza non è mai troppa, in cielo come in terra. Ma anche in mare. Ed è proprio a questo ultimo elemento che si rivolge l'offerta di Kongsberg, società del British Columbia statunitense, che mette in commercio un sistema di sorveglianza sottomarina a prova di malintenzionati, carcharodon carcharias o qualsiasi altra cosa si muova sott'acqua a minacciare la tranquillità e la sicurezza di banchine, porti e attracchi sparsi per i sette mari.

Basata su un complesso di sonar, processori DSP e software ad hoc, la tecnologia di Kongsberg è in grado di riconoscere la differenza tra la fauna marina e i potenziali "nuotatori e sommozzatori con intenti malevoli", con un raggio di azione nell'ordine di un chilometro.

Qualora venisse individuata una minaccia, un trasmettitore di "impulsi acustici di interdizione non letale" eventualmente installato sulle boe di controllo potrebbe emettere un segnale in grado di stordire o anche di uccidere, a seconda del setup, la minaccia sconosciuta di cui sopra. Che è molto più di quanto ci si potrebbe aspettare - alla stregua delle discusse pistole taser - da un sistema definito non-letale.
Sia come sia, le soluzioni Kongsberg pare siano sulla cresta dell'onda, letteralmente, considerando che la Guardia Costiera statunitense ha elargito 2 milioni di dollari alla società per la fornitura di tecnologie che andranno a integrare quelle del programma Anti-swimmer Systems (IAS) installate nei porti della nazione.

Sono clienti di Kongsberg persino gli sceicchi arabi degli Emirati, e per quanto la location dell'installazione rimanga secretata "sai che qualcosa è buono quando lo comprano gli sceicchi del petrolio", come osserva cinicamente il weblog Crave.

Alfonso Maruccia
24 Commenti alla Notizia Nuotatori e sub? Alla larga
Ordina
  • già me lo immagino....
    Pasquà fa caldo!!! E Pasquale, "Aspetta che metto il ventilatore al Massimo"...   A bocca aperta
    non+autenticato
  • Primo non porteranno niente di tutto questo nelle coste italiane...non hanno soldi per il gasolio delle auto dell P.A. e vanno a comprare questi sistemi per fare che?
    Generalmente e sempre i sub con fucile al seguito stanno a 30 50 metri dalla costa , quasi in mezzo ai bagnanti...
    si il suono puo' ucciderli...e gia' questo ti fa capire che la guardia costiera o chi per loro non puo' impostare il livello acustico a dose letale... ma per stare ancora piu' sicuri in mezzo ai sub ci sono anke i bagnanti , quindi che fanno uccidono anche i bagnanti mentre si tuffano ?
    In buona sostanza tali diavolerie non saranno utilizzate .
    Saluti
    non+autenticato
  • Rincoglionisci e affoghi
    ci voleva così tanta fantasia?
    non+autenticato
  • ops volevo ripondere a un altro
    non+autenticato
  • - Scritto da: Akim
    > Primo non porteranno niente di tutto questo nelle
    > coste italiane...non hanno soldi per il gasolio
    > delle auto dell P.A. e vanno a comprare questi
    > sistemi per fare
    > che?
    > Generalmente e sempre i sub con fucile al seguito
    > stanno a 30 50 metri dalla costa , quasi in mezzo
    > ai
    > bagnanti...
    > si il suono puo' ucciderli...e gia' questo ti fa
    > capire che la guardia costiera o chi per loro non
    > puo' impostare il livello acustico a dose
    > letale... ma per stare ancora piu' sicuri in
    > mezzo ai sub ci sono anke i bagnanti , quindi che
    > fanno uccidono anche i bagnanti mentre si tuffano
    > ?
    > In buona sostanza tali diavolerie non saranno
    > utilizzate
    > .
    > Saluti


    Certo perchè lo vanno ad utilizzare in spiaggia...

    Magari dove lo mettono i bagnanti non ci sono, nè ci dovrebbe essere nessuno che fa sub.

    Tu faresti sub a meno di un km da una installazione militare?
    non+autenticato
  • Non lo so... esistono dimostrazioni matematiche secondo le quali è possibile direzionare un suono in modo che raggiunga solo un punto ben preciso come fosse un raggio.
    Queste dimostrazioni valgono per l'aria ma di fatto con l'acqua non cambia molto a parte la velocità 4 volte maggiore
  • Così vedremo il bel gruppetto di turisti in escursione con un diving PADI che ad un certo punto vengono identificati come "ostili", una bella scarica sonar li stordisce tutti, e si sa, quando sei a -25 metri, perdere il controllo (dell'assetto, della profondità, dell'orientamento, dei compagni, del DPV) per mezzo minuto è una delle prassi altamente raccomandate dal DAN.

    Poi una bella conferenza stampa in cui si dice che c'è stato un "tragico incidente subacqueo" e le autorità stanno "indagando sulle cause" e si tira avanti finché i giornalisti non si sono dimenticati della storia.
    non+autenticato
  • Non potremo più far esplodere nulla con mine magneticheCon la lingua fuori visto che adesso ti beccano a 1 kn di distanza e te le fanno esplodere con gli ultrasuoni.... "Ultra" per via della potenza che devono avere per ucciderti a quella distanzaCon la lingua fuori
  • Quando sei sotto se ti si rompe un timpano perdi il controllo per il dolore.
    Se poi sei in apnea e da solo hai buone probabilità di essere fottuto!
    non+autenticato
  • - Scritto da: Pollastro
    > Quando sei sotto se ti si rompe un timpano perdi
    > il controllo per il
    > dolore.

    Peggio il timpano non serve solo per sentire, ma anche per l'equilibrio. Se non funziona bene non ti rendi piú conto di dove sia il fondo e dove sia la superficie.
    Certo basterebbe guardare, ma se sei nel panico e nell'acqua torbida come hai detto sotto sei fottuto


    > Se poi sei in apnea e da solo hai buone
    > probabilità di essere
    > fottuto!
    guast
    1319
  • - Scritto da: Pollastro

    > Se poi sei in apnea e da solo hai buone

    Ti meriti di fare quella fine, perche' sia in apnea che in ara non si va mai da soli.
    Perche' nella prima, la sincope e' sempre un rischio dietro l'angolo, mentre nella seconda e' ancora peggio. Un ara si puo' bloccare in qualsiasi momento o puo' esserci un malfunzionamento del manometro.
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 7 discussioni)