Wireless, fa così male?

In Veneto si discute di tecnologia senza fili, salute ed impatto ambientale. Intervengono esperti ed addetti ai lavori. A coordinare, CopyRiot

Padova - Si terrà durante lo Sherwood Festival il dibattito coordinato dalla CopyRiot Community intitolato Tecnologie senza fili: differenze e utilizzi sociali. Dall'UMTS al wireless, dalla telefonia alle reti wifi a basso costo.

L'incontro-dibattito si pone lo scopo di fare chiarezza sulla vicenda relativa alle tecnologie wireless ed al loro impatto ambientale. Secondo gli organizzatori, vi è la tendenza a spostare l'indice, prima puntato perlopiù contro i colossi della telefonia mobile, contro le nuove tecnologie, imbrigliandole spesso ingiustamente in una ghettizzazione ideologica che li rende nuovi produttori di inquinamento ambientale.

Nel corso dell'evento verranno evidenziate le differenze tra i vari apparecchi e le varie tecnologie, da quelle più recenti a quelle già esistenti, l'impatto ambientale che ne consegue, l'interazione tra le suddette tecnologie ed il corpo umano e verrà fatta chiarezza sulle normative che tutelano la salute. Quindi sarà analizzato anche l'interesse generale che muove verso queste nuove risorse, sia esso tecnico o speculativo, in modo da capire quali siano le effettive ricadute sociali ed economiche derivate dalla tecnologia senza fili.
L'appuntamento é per martedì 1 Luglio 2008, al Parcheggio Nord Stadio Euganeo, Viale Nereo Rocco, presso lo Sherwood Open Space. Interverranno Daniele Trinchero, membro di IxemLabs e docente del Politecnico di Torino e Federico Longobardi, membro di Ingegneri Senza Frontiere con alle spalle una significativa esperienza in ambito di reti wireless low cost.